2017-01-10

Pedagogia e Pedagogisti - Frasi pedagogiche

Raccolta di aforismi e citazioni sulla pedagogia e frasi pedagogiche. La pedagogia (dal greco παιδαγογια, composto da παιδος paidos "bambino" e αγω ago "guidare, condurre") è la scienza che si occupa dei principi e dei problemi educativi. Tra le tante riflessioni riportate in questa pagina, si segnalano quelle di due grandi educatori e pedagogisti: Alexander Neill e Maria Montessori.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'educazione, l'istruzione e il rapporto tra genitori e figli.
L'unica buona educazione è quella che permette alle emozioni di essere libere.
(Alexander Neill)
1. Pedagogia
© Aforismario

Io credo alla pedagogia repressiva. Mi rendo conto di essere molto antiquato in questo, ma continuo ad essere convinto che resti il miglior metodo d'educazione alla cultura. 
Italo Calvino, in Luca Clerici e Bruno Falcetto, Calvino & l'editoria, 1993

Anziché ignorare la televisione, la scuola dovrebbe incoraggiare i bambini a discutere i programmi e le idee − buone e cattive − che essa comunica. La scuola dovrebbe elaborare dei programmi pedagogici per insegnare ai bambini ad essere telespettatori critici.
John Condry, Ladra di tempo, serva infedele, 1993

La pedagogia cerca invano di mettere alla portata di tutti ciò che è proprio solo di ereditieri.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

La smania pedagogica è stata il consigliere delle peggiori sciocchezze della storia e dei suoi più orrendi crimini.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

Questo secolo di pedagogia proletaria predica la dignità del lavoro, come uno schiavo che calunnia l'ozio intelligente e voluttuoso. 
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

Solo profani e catecumeni credono nell'importanza dell'istruzione. Ogni pedagogo è, sotto sotto, analfabeta.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Il pedagogista oggi parla come lo psicologo, lo psicologo come lo psichiatra e lo psichiatra è divenuto farmacologo
Saverio Fortunato, Senso e conoscenza nelle scienze criminali, 2007

Il babau è un ausilio pedagogico indispensabile nella vita familiare. Per spaventare gli adulti, invece, si minaccia di farli portar via dallo psichiatra.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

C'è troppo poco umorismo nelle nostre scuole e certamente ce n'è troppo poco nelle riviste di pedagogia.
Alexander Neill, Summerhill, 1966

La mancanza di vita e la noia di certe materie scolastiche si addicono anche agli insegnanti e quindi le scuole sono piene di uomini e donne presuntuosi e dalle vedute strette il cui orizzonte mentale è limitato alla lavagna e ai libri di testo. Se vi volete rendere conto di quanto siano morti la maggioranza degli insegnanti, basta che leggiate una qualsiasi rivista di pedagogia.
Alexander Neill, Il genitore consapevole, 1966

La nostra pedagogia consiste nel riversare sui fanciulli risposte senza che essi abbiano posto domande, e alle domande che pongono non si dà ascolto.
Karl Popper (con Konrad Lorenz e Franz Kreuzer), Il futuro è aperto, 1985

Questa è la pedagogia che vige nella pratica: risposte senza domande e domande senza risposte.
Karl Popper, ibidem

Nella pedagogia m'offende soprattutto la palese mira pedagogica.
Italo Tavolato, su Lacerba, 1913

Val più un padre che cento pedagoghi.
Proverbio

Questo è il nostro compito nei confronti del bambino:
gettare un raggio di luce e proseguire il nostro cammino. (Maria Montessori)
2. Frasi Pedagogiche
© Aforismario

Non accetto che un padre dica al proprio figlio, quando non ne condivide il comportamento: «O cambi o quella è la porta». Inaccettabile, non solo perché la casa è anche del figlio, è lo spazio dove deve essere garantito il diritto degli adolescenti alla crescita e all'educazione, ma soprattutto perché sbattere uno in strada non rientra in alcun rapporto educativo dignitoso.
Vittorino Andreoli, Lettera a un adolescente, 2004 [3]

È bellissimo educare, significa tirare fuori e non imporre, come spesso si crede.
Vittorino Andreoli, Lettera a un adolescente, 2004

Educare non richiede atteggiamenti particolari, e fare lezioni educative e istituire «l’ora di educazione familiare» sarebbe semplicemente ridicolo. Educare significa vivere insieme conoscendo bene i bisogni dell’altro e approfittare di ogni occasione per aiutare, condividendo. Nel rapporto educativo lo spazio e il tempo sono sempre adeguati e non ci sono né luoghi, né tempi inadatti.
Vittorino Andreoli, Lettera a un adolescente, 2004 [3]

L’educazione non è un ricevere passivo, ma una relazione particolare con uno che dà e che allo stesso tempo riceve.
Vittorino Andreoli, Lettera a un adolescente, 2004 [3]

Quella educativa è una relazione a due dove chi educa e chi è educato non sono distinguibili, e addirittura si possono cambiare i termini, anche se non i ruoli, che devono invece restare ben differenziati: semplicemente, talora il figlio apprende dal padre e talora il padre impara dal figlio e quindi ne viene educato.
Vittorino Andreoli, Lettera a un adolescente, 2004 [3]

So che il benessere è una grande conquista, ma è troppo costoso quando finisce per uccidere l’autorità, che è il perno stesso di una relazione educativa e un bisogno primario per gli adolescenti. Conosco tanti padri ricchi che hanno dato tutto, nel senso di oggetti e di denaro, ma non sono in grado di essere ascoltati perché mancano di quella credibilità che appunto li fa percepire come modelli da imitare.
Vittorino Andreoli, Lettera a un adolescente, 2004 [3]

L'educazione è il momento che decide se noi amiamo abbastanza il mondo da assumercene la responsabilità e salvarlo così dalla rovina, che è inevitabile senza il rinnovamento, senza l'arrivo di esseri nuovi, di giovani.
Hannah Arendt, Tra passato e futuro, 1961/68

Nell'educazione si decide se noi amiamo tanto i nostri figli da non estrometterli dal nostro mondo lasciandoli in balìa di sé stessi, tanto da non strappargli di mano la loro occasione d'intraprendere qualcosa di nuovo, qualcosa d'imprevedibile per noi; e prepararli invece al compito di rinnovare un mondo che sarà comune a tutti.
Hannah Arendt, Tra passato e futuro, 1961/68

Il segreto di un'educazione efficace è convincere ogni allievo a imparare da sé, invece di istruirlo cercando di inculcargli una conoscenza stereotipata. 
Robert Baden-Powell, su The Scouter, 1912

La prima cosa per riuscire nell'educazione è di sapere qualcosa sui ragazzi in genere, e poi sul vostro ragazzo in particolare.
Robert Baden-Powell, Il libro dei capi, 1918

Il percuotere in qualunque modo, il mettere in ginocchio con posizione dolorosa, il tirar le orecchie ed altri castighi simili si devono assolutamente evitare, perché sono proibiti dalle leggi civili, irritano grandemente i giovani ed avviliscono l'educatore.
Giovanni Bosco, Il sistema preventivo nella educazione della gioventù, 1877

Uno sguardo non amorevole sopra taluni produce maggior effetto che non farebbe uno schiaffo.
Giovanni Bosco, Il sistema preventivo nella educazione della gioventù, 1877

L'educazione è cosa di cuore.
Giovanni Bosco, attribuito in AA. VV., Memorie biografiche di Don Giovanni Bosco, 1935 [1]

Qual sia migliore tra la privata e la pubblica educazione, mi sembra vano il cercarlo: e l'una e l'altra sono del pari necessarie a formare tutto l'uomo; quella educa il cuore, e questa insegna la vita.
Gino Capponi, Pensieri sull'educazione, 1845

Una mente creativa sopravvive a qualunque genere e tipo di cattiva educazione.
Anna Freud, Conferenza alla Società Psicoanalitica di New York, 1968

Possiamo senz'altro definire l'educazione un'esortazione a superare il principio del piacere e a sostituirlo con quello della realtà.
Sigmund Freud, Formulazioni sui due principi dell'accadimento psichico, 1911

L’educazione deve cercare una via tra Scilla del lasciar fare e Cariddi del divieto frustrante. Ammesso che il compito non sia comunque insolubile, dev'essere trovato un optimum per l’educazione, in modo che essa possa ottenere il massimo e nuocere il minimo.
Sigmund Freud, Introduzione alla psicoanalisi, 1915/32

Coloro che sono sottoposti alla nostra influenza educativa recano con sé disposizioni costituzionali molto diverse, per cui è impossibile che lo stesso procedimento educativo sia ugualmente valido per tutti i bambini.
Sigmund Freud, Introduzione alla psicoanalisi, 1915/32

Basta riflettere un attimo per rendersi conto che l’educazione ha assolto finora malissimo il suo compito e ha arrecato grave danno ai bambini.
Sigmund Freud, Introduzione alla psicoanalisi, 1915/32

Il compito principale dell'educazione è soprattutto quello di formare l'uomo, o piuttosto di guidare lo sviluppo dinamico per mezzo del quale l'uomo forma sé stesso a essere un uomo.
Jacques Maritain, L'educazione al bivio, 1943

L'educazione dell'uomo è un risveglio umano.
Jacques Maritain, L'educazione al bivio, 1943

L'educazione è un'arte, un'arte particolarmente difficile.
Jacques Maritain, L'educazione al bivio, 1943

Questo è il nostro dovere nei confronti del bambino: gettare un raggio di luce e proseguire il nostro cammino.
Maria Montessori, Il Metodo della Pedagogia Scientifica applicato all'educazione infantile nelle Case dei Bambini, 1912

L'educazione deve cominciare fin dalla nascita. È evidente che la parola educazione non si usa qui nel senso di insegnamento, bensì in quello di aiuto allo sviluppo psichico del bambino.
Maria Montessori, Il segreto dell'infanzia, 1936/38 [3]

Dobbiamo essere educati, se desideriamo educare.
Maria Montessori, ibidem

Bisogna che l'adulto si convinca a tenersi in un posto secondario e si sforzi a comprendere il bambino col desiderio di farsi suo seguace e aiuto della sua vita. Ecco l'orientamento educativo che riguarda le madri e tutti gli educatori che avvicinano il bambino.
Maria Montessori, Il segreto dell'infanzia, 1936/38 [3]

Se la personalità del bambino deve essere educata nel suo sviluppo ed essa è più debole, occorre che la personalità prevalente, quella dell'adulto, si faccia remissiva e, prendendo, seguendo la guida che il bambino stesso gli offre, consideri suo onore il poterlo comprendere e seguire.
Maria Montessori, ibidem

L'adulto deve cercare di interpretare i bisogni del bambino per seguirlo e assecondarlo con le proprie cure, preparandogli insieme un ambiente adatto. Solo cosi si può iniziare una nuova epoca nell'educazione, quella dell'aiuto alla vita. E potrà aver fine e chiudersi l'epoca in cui l'adulto considerava il bambino come un oggetto che si prende e si trasporta dovunque quando è molto piccolo e che quando è cresciuto deve soltanto obbedire e seguire l'adulto.
Maria Montessori, Il segreto dell'infanzia, 1936/38 [3]

È necessario, prima di procedere a uno svolgimento educativo, di porre le condizioni di ambiente che favoriscono l'affioramento dei caratteri normali nascosti. A tale scopo basta solo «allontanare gli ostacoli» e questo deve essere il primo passo e il fondamento dell'educazione.
Maria Montessori, ibidem

Ecco la vera educazione nuova: andare prima alla scoperta del bambino e realizzare la sua liberazione: in questo consiste si può dire il problema dell'esistenza: prima esistere. Poi deve seguire l'altro capitolo lungo come la durata dell'evoluzione verso lo stato adulto, che è il problema dell'aiuto che si deve offrire al bambino.
Maria Montessori, Il segreto dell'infanzia, 1936/38 [3]

Questa è la nostra missione: gettare un raggio di luce e passare oltre.
Maria Montessori, La scoperta del bambino, 1948

Un’educazione repressiva porta a una vita che non può essere vissuta. Una educazione siffatta non tiene in nessun conto le emozioni della vita, e il ruolo dinamico che queste emozioni hanno: perciò l'impossibilità di manifestarle si traduce in volgarità, cattiveria, odio.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

Guidare ed educare i nostri figli è un modo di guidare noi stessi.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

Il mio motto per la famiglia, tanto nell'educazione quanto nella vita è questo: "Per l'amor del cielo, lasciate che ciascuno viva la sua vita". È un atteggiamento che si adatta a qualsiasi situazione.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

Il nostro sistema repressivo di educazione è basato sulla paura, sulla paura delle nuove generazioni.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

Quelli che odiano la vita hanno nelle loro mani l'educazione, la religione, la legge, l'esercito, le prigioni. Solo pochi educatori cercano di allevare i bambini in un clima di libertà. La grande. maggioranza dei bambini viene educata con un odioso sistema di punizioni da persone che sono contro la vita.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

Questo per me è un eccellente esempio dell’educazione che una vita di comunità dà ai ragazzi: pensare agli altri, avere sensibilità per gli altri.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

Si vuole educare solo la mente. Ma se si permettesse una vera libertà emotiva la mente saprebbe badare a se stessa.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

Un adulto non può educare indipendentemente dal suoi complessi. Se noi stessi siamo affetti da paure represse non possiamo far crescere liberi i nostri figli. Tutto ciò che potremo fare sarà trasferire su di loro i nostri complessi.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

Un bambino difficile è quasi sempre reso tale da una errata educazione famigliare
Alexander Neill, Summerhill, 1960

È bene conoscere l'etichetta, in questo mondo fatto di convenzioni. Ma l'educazione è una cosa diversa. La buona educazione significa pensare agli altri. La buona educazione non la si può insegnare.
Alexander Neill, Il genitore consapevole, 1966

L'educazione sarà fatta di sciocchezze, finché le scuole non saranno piene di uomini e donne che capiranno e ameranno i bambini.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

L'umorismo, un dono senza prezzo, viene quasi completamente lasciato fuori dall'educazione di un bambino. Dite a un bambino che l'anidride carbonica è una piccola anitra nera e lui ricorderà con maggiore facilità la parola.
Alexander Neill, Il genitore consapevole, 1966

L'unica buona educazione in famiglia o a scuola è quella che permette alle emozioni di essere libere.
Alexander Neill, Il genitore consapevole, 1966

La più grande, la più importante, la più utile regola di tutta l'educazione? È non di guadagnare tempo, ma di perderne.
Jean-Jacques Rousseau, Emilio o Dell'educazione, 1762 

Non è vero che l'educazione de' primi anni sia tutta alle cure materne affidata. Anche il padre ci ha l'uffizio suo, e non leggero: a lui spetta più propriamente l'educazione dell'intelletto, educazione che sin da' primi mesi può e deve incominciare.
Niccolò Tommaseo, Dell'educazione, 1834

L'educazione si fa nelle case, non nelle scuole; nelle chiese, non nelle piazze; ne' campi, non ne' tribunali; nella parola parlata, non nella scritta.
Niccolò Tommaseo, Dell'educazione, 1834

Non pigliar l'educazione come una giubbaccia da cucire, una cassa da morto da piallare, un affare meccanico insomma. Questo gettar tutti gli uomini in una forma, questo volere andar sempre d'un trotto uguale, è la peste dell'educazione.
Niccolò Tommaseo, Dell'educazione, 1834

L'arte dell'educazione sta il più delle volte nel collocare l'uomo in tal posto, in tal prospetto, che da sé medesimo vegga ed abbracci il meglio.
Niccolò Tommaseo, Dell'educazione, 1834

Note
  1. La citazione attribuita a Giovanni Bosco compare nella lettera circolare Dei castighi da infliggersi nelle case salesiane del 29 gennaio 1883 (pubblicata nel 1935 nelle Memorie Biografiche), e probabilmente è stata redatta da suoi collaboratori. Il passo integrale è il seguente: "Ricordatevi che l'educazione è cosa di cuore, e che Dio solo ne è il padrone, e noi non potremo riuscire a cosa alcuna, se Dio non ce ne insegna l'arte, e ce ne dà in mano le chiavi".
  2. Vittorino Andreoli, Lettera a un adolescente © 2004 RCS Libri.
  3. Maria Montessori, Il segreto dell'infanzia, Bellinzona, Istituto Editoriale Ticinese S. Anno, 1938
  4. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Educazione - IstruzioneGenitori e Figli

Nessun commento: