2017-01-12

Società - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulla società, intesa per lo più come insieme di individui organizzato sulla base di un sistema più o meno strutturato di rapporti naturali, economici, politici e culturali.
Come introduzione riportiamo una riflessione di Albert Einstein sul valore della società per l'individuo: "Il concetto astratto di «società» significa per il singolo essere umano l’insieme delle sue relazioni dirette e indirette con i contemporanei e con tutte le persone delle generazioni precedenti. L’individuo è capace di pensare, di sentire, di lottare, e di lavorare da solo; ma dipende a tal punto dalla società – per la sua esistenza fisica, intellettiva ed emotiva – che è impossibile concepirlo, o comprenderlo, fuori dal contesto della società. È la «società» a fornire all'uomo cibo, vestiti, casa, strumenti di lavoro, linguaggio, forme del pensiero e gran parte del contenuto del pensiero; sono la fatica e le conquiste dei molti milioni di individui passati e presenti che si celano dietro la breve parola «società» a rendere possibile la sua esistenza". [Pensieri, idee, opinioni, 1950].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla società moderna, lo Stato, la buona società e contro la società.
Ciò che è e ciò che rappresenta l'individuo non lo è in quanto individuo,
ma in quanto membro di una grande società umana che guida il
suo essere materiale e morale dalla nascita fino alla morte. (Albert Einstein)
Società
© Aforismario

Noi siamo esseri sociali. La stabilità del nostro Io dipende dal nostro rapporto con la società.
Francesco Alberoni, L'ottimismo, 1994

Chi è incapace di vivere in società, o non ne ha bisogno perché è sufficiente a sé stesso, deve essere o una bestia o un dio.
Aristotele, Politica, IV sec. a.e.c.

I veri nemici della società non sono quelli che essa sfrutta o tiranneggia, ma quelli che umilia. 
Georges Bernanos, Noi altri francesi, 1939

La società è un mulo, non un'automobile... Se la si spinge troppo, scalcia e disarciona chi la cavalca.
Arthur Bloch, Legge di Issawi sul progresso, La legge di Murphy, 1977

Una società di persone che non sognano non potrebbe esistere. Sarebbero morti in due settimane.
William Burroughs (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Se ci arrischiamo a sollecitare solidarietà e appoggio dal mondo esterno alla nostra persona, andiamo incontro al più amaro disinganno e non tardiamo ad accorgerci che gli uomini e la società alla quale apparteniamo sono lontani dalla perfezione. Poiché invero la società è stata creata da uomini tutt'altro che perfetti. Per far fronte a ciò che vi scopriamo e continuare a vivere credendo nell'amore, dobbiamo essere straordinariamente forti. Solo se questa forza alberga in noi riusciamo a sopravvivere.
Leo Buscaglia, Amore, 1972

I flagelli fisici e le calamità naturali hanno reso necessaria la società. La società ha rincarato la dose dei malanni della natura. Gli inconvenienti della società, poi, hanno prodotto la necessità del governo, ed il governo a sua volta accresce i malanni sociali. Questa è la vera storia della natura umana.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795/1953 (postumo)

La società è composta di due grandi categorie di persone: chi ha più cibo che appetito, chi ha più appetito che cibo.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795/1953 (postumo)

La base della società, di ogni società, è un certo orgoglio d'obbedire. Quando questo orgoglio non esiste più, la società rolla.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Non v'è società vivente fuor di quella che è animata dall'ineguaglianza e dall'ingiustizia. 
Paul Claudel, Conversations dans le Loir-et-Cher, 1935 

Accettare con gioia il proprio ruolo nella società, qualunque esso sia, vuol dire che si dà il primo contributo alla realizzazione dei progetti della comunità.
Giuseppe D'Oria (Aforismi inediti su Aforismario)

La società premia le virtù appariscenti e i vizi discreti.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Una «società ideale» sarebbe il cimitero della grandezza umana.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

La società libera non è quella che ha il diritto di scegliere chi la comanda, ma quella che sceglie chi ha il diritto di comandarla.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Una società giusta mancherebbe di interesse.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Nelle società in cui tutti si credono uguali, l'inevitabile superiorità di pochi fa sì che gli altri si sentano dei falliti. Al contrario, nelle società in cui la disuguaglianza è norma, ciascuno si colloca nella propria differenza senza sentire il bisogno, né concepire la possibilità, di paragonarsi. Solo una struttura gerarchica è compassionevole con i mediocri e gli umili.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Esistono società aperte e società chiuse. Nascere in una società aperta è già una fortuna.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

La società è per i suoi membri ciò che Dio è per i suoi fedeli.
Émile Durkheim, Le forme elementari della vita religiosa, 1912

Ciò che è e ciò che rappresenta l'individuo non lo è in quanto individuo, ma in quanto membro di una grande società umana che guida il suo essere materiale e morale dalla nascita fino alla morte.
Albert Einstein, Come io vedo il mondo, 1934

Solo l'individuo libero può meditare e conseguentemente creare nuovi valori sociali e stabilire nuovi valori etici attraverso i quali la società si perfeziona.
Albert Einstein, Come io vedo il mondo, 1934

Senza personalità creatrici capaci di pensare e giudicare liberamente, lo sviluppo della società in senso progressivo è altrettanto poco immaginabile quanto lo sviluppo della personalità individuale senza l'ausilio vivificatore della società.
Albert Einstein, Come io vedo il mondo, 1934

Tutto ciò che ha valore nella società umana dipende dalle opportunità di progredire che vengono accordate a ogni individuo.
Albert Einstein (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La società può avere due funzioni: può favorire un sano sviluppo dell’uomo e può ritardarlo; in realtà nel maggior numero dei casi la società fa entrambe le cose, e il problema riguarda soltanto la misura e la direzione in cui si esercita la sua influenza positiva e negativa.
Erich Fromm, Psicoanalisi della società contemporanea, 1955

Una società sana favorisce la capacità dell’uomo di amare i suoi simili, di lavorare e creare, di sviluppare la sua ragione e la sua obiettività, di avere un senso di sé che sia basato sull'esperienza delle sue energie produttive. Una società non sana è una società che crea ostilità reciproca e diffidenza, che trasforma l’uomo in uno strumento d’uso e sfruttamento da parte degli altri, che lo spoglia del senso di sé salvo quando egli si sottometta agli altri o diventi un automa.
Erich Fromm, Psicoanalisi della società contemporanea, 1955

Nella società opulenta non si può fare nessuna valida distinzione tra i lussi e le necessità. 
John Kenneth Galbraith, La società opulenta, 1958

Non si può sempre far ricadere ogni cosa sulla società. Ci sono momenti in cui si è carogne per conto proprio. 
Romain Gary, Cane Bianco, 1970

Nella società l'italiano vede una minaccia alla famiglia.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Il posto nella società ce lo fissano gli altri, nella natura ce lo assegniamo noi stessi.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Trista quella società che solo è tenuta insieme dal bisogno o dalla dipendenza reciproca.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

L'interesse e la paura sono i principi della società. 
Thomas Hobbes, Del cittadino, 1642

Non i filosofi, ma coloro che si dedicano agli intagli in legno e alle collezioni di francobolli costituiscono l'ossatura della società.
Aldous Huxley, Il mondo nuovo, 1932

Se non si concede all'individualità alcun gioco, la società non progredisce; se le si permette di rompere ogni freno, la società perisce.
Thomas Henry Huxley, Administrative nihilism, 1871

Una società perfetta in modo duraturo è così poco possibile come una verità assoluta. L'una come l'altra non significherebbero altro che il ristagno e la morte della società.
Karl Kautsky, Etica e concezione materialistica della storia, 1906

L'uomo può essere stato fatto a immagine di Dio, ma la società umana è stata fatta a immagine del Suo opposto. E cerca sempre di ritornare.
Stephen King, L'ombra dello scorpione, 1978

Tutta la vita dello Stato e della società è fondata sul tacito presupposto che l'uomo non pensi. Una testa che non si offra in qualsiasi situazione come un capace spazio vuoto non avrà vita facile nel mondo.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Cosa si può dire di una società in cui molta gente è convinta che Dio sia morto e che Elvis sia vivo? 
Irv Kupcinet (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per affermarsi in società, si fa di tutto pur di farsi credere già affermati.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

La Società sembra aver dimenticato di dovere la propria esistenza ai soci. Perciò si dia meno arie e pensi a rendersi utile ai medesimi.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

L'uomo non è entrato in società per diventare peggiore di quanto fosse prima né per avere meno diritti, ma per avere quei diritti meglio garantiti.
Thomas Paine, I diritti dell'uomo, 1791

La società chiusa è caratterizzata dalla fede nei tabù magici, mentre la società aperta è quella nella quale gli uomini hanno imparato ad assumere un atteggiamento in qualche misura critico nei confronti dei tabù e a basare le loro decisioni sull'autorità della propria intelligenza (dopo discussione).
Karl Popper, La società aperta e i suoi nemici, 1945

L'ideale sarebbe che la società rispettasse sempre più l'individuo, il quale, sempre più, rispetterebbe la società.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1939

Il primo che, avendo recintato un terreno, osò dire: questo mi appartiene, e trovò uomini abbastanza ingenui per credergli, quegli fu il vero fondatore della società civile.
[Le premier qui, ayant enclos un terrain, s'avisa de dire: Ceci est à moi, et trouva des gens assez simples pour le croire, fut le vrai fondateur de la société civile].
Jean-Jacques Rousseau, Discorso sulle origini della disuguaglianza fra gli uomini, 1755

Nella società umana, il più grande strumento dell'uomo è l'uomo, e il più saggio è colui che meglio si serve di questo strumento.
Jean-Jacques Rousseau, Emilio o Dell'educazione, 1762

Se l'opposizione degli interessi privati ha reso necessaria l'istituzione della società, a suo volta l'accordo di questi stessi interessi l'ha resa possibile.
Jean-Jacques Rousseau, Il contratto sociale, 1762

Ciò che l'uomo perde col contratto sociale è la sua libertà naturale; il diritto illimitato su tutto ciò di cui tenta e riesce a impadronirsi; ciò che guadagna è la libertà civile e la proprietà di tutto ciò che possiede.
Jean-Jacques Rousseau, Il contratto sociale, 1762 

La società non deve esigere nulla da chi non si aspetta nulla dalla società.
George Sand, Indiana, 1832

Una società ideale è un dramma recitato esclusivamente nell'immaginazione.
George Santayana, La vita della ragione, 1905/06

Bisogna credere per forza che l'uomo abbia voluto vivere in società, dato che la società esiste; però, da quando esiste, l'uomo usa buona parte della sua energia e della sua astuzia per lottare contro di essa. 
Georges Simenon, Il grande Bob, 1954

Qualunque società complessa – lo sappiamo bene – non può fare a meno, e per ovvi motivi, del contributo del politico, cosí come non può fare a meno di quello del netturbino o dell’impresario delle pompe funebri. Qualcuno deve pur farlo questo sporco lavoro.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

La Società ha un grande avvenire, gli uomini a malapena un presente.
Jude Stéfan, Gnomiche, 1985

Non esiste una cosa come la società. La vita è un arazzo di uomini e donne; la gente e la bellezza di questo arazzo e la qualità della nostra vita dipendono da quanta responsabilità ognuno di noi è disposto ad assumersi su noi stessi e quanto ognuno di noi è pronto a voltarsi e aiutare con i nostri sforzi coloro che sono sfortunati.
Margaret Thatcher, intervista, 1987

Le società umane, come gli individui, diventano qualcosa solo grazie alla libertà.
Alexis de Tocqueville, lettera a Joseph Arthur de Gobineau, XIX sec.

L' uomo in società è quasi sempre creduto o migliore o peggiore del vero.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Se gli uomini non si adulassero reciprocamente non vi sarebbe alcuna società.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Senza la trasformazione dell'uomo non vi potrà essere miglioramento nella società fatta da uomini. Tutto deve tendere al miglioramento dell'uomo, questo è il problema essenziale, ignorato dagli uomini politici che vogliono rifare case ignorando chi l'abita.
Amadeus Voldben (Amedeo Rotondi), Pensieri per una vita serena, 2008 (postumo)

Viviamo in società. Per noi dunque niente è davvero buono se non è buono per la società.
Voltaire, Dizionario filosofico, 1764

La società spesso perdona il criminale; non perdona mai il sognatore.
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

La sicurezza della società sta nell'abitudine e nell'istinto incosciente, e la base della stabilità della società, in quanto organismo sano, è l’assenza completa di qualsiasi tipo di intelligenza tra i suoi membri.
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Società moderna - Mondanità e Buona società - Contro la Società

Nessun commento: