Louis Dumur - Piccoli aforismi

Selezione dei migliori aforismi e delle frasi più belle di Louis Dumur (Ginevra 1863 - Neuilly-sur-Seine 1933), romanziere, poeta, drammaturgo e aforista svizzero di lingua francese. Gran parte della carriera letteraria di Louis Dumur si svolge a Parigi, dove collabora al Mercure de France, famosa rivista francese fondata nel 1672. Tra le opere di Louis Dumur possiamo ricordare il romanzo Pauline o la libertà dell'amore (Pauline ou la liberté de l'amour, 1896), che racconta di un'anima femminile oppressa dalle costrizioni familiari e sociali; i racconti: Un coco de génie (1902) e Les trois demoiselles du père Maire (1909), caratterizzati da un vivace umorismo.
Gli aforismi riportati qui di seguito, tradotti dal francese da Aforismario, sono tratti dalla raccolta: Petits aphorismes (Piccoli aforismi), pubblicata nel 1892.
Louis Dumur
Piccoli aforismi
Petits aphorismes, 1892
[Traduzione dal francese a cura di Aforismario]

Bisogna mentire per essere creduti.
[Il faut mentir pour ètre cru].

C'è solo una scusa per l'ingratitudine, ma è buona: l'umiliazione che si prova di essere stati in obbligo.
[Il n'y a qu'une excuse à l'ingratitude, mais elle est bonne: c'est l'humiliation que l'on éprouve d'avoir été obligé].

Ci si pente di una cattiva azione solo dopo averla giudicata inutile.
[On se repent d'une mauvaise action, seulement après qu'elle fût jugée inutile].

Dedicarsi al prossimo è di un cuore nobile e di una piccola mente.
[Se dévouer pour son prochain est d'un noble coeur et d'un petit esprit].

Dire bene non vuol dire fare bene.
[Bien dire ne veut pas dire bien faire].

Dalla vita bisogna aspettarsi di tutto e non sperare niente.
[Il faut tout attendre de la vie et n'en espérer rien].

È l'intolleranza ha creato l'ipocrisia.
[C'est l'intolérance qui a créé l'hypocrisie].

È preferibile vivere la vita che cercare di comprenderla. A volte riusciamo a viverla, ma non riusciamo mai a comprenderla.
[Il est préférable de vivre la vie que de vouloir la comprendre. On réussit quelquefois à la vivre, mais jamais à la comprendre].

Fare del bene non è tutto, bisogna farlo bene.
[Faire le bien n'est pas tout, il faut le bien faire].

Gli uomini raccontano molto più di quanto hanno fatto, e le donne molto meno.
[Les hommes en racontent beaucoup plus qu'ils n'en ont fait, et les femmes beaucoup moins].

I capricci sono le passioni delle persone superficiali.
[Les caprices sont les passions des personnes légères].

Il cuore è un allievo indisciplinato, la ragione un maestro ignorante.
[Le coeur est un élève insubordonné, la raison un maitre ignorant].

Il cuore è una leva potente che deve mettere in azione la ragione.
[Le coeur est un levier puissant que doit mettre en oeuvre la raison].

Il cuore perdona spesso, la ragione qualche volta, l'amor proprio mai.
[Le coeur pardonne souvent, la raison parfois, l'amourpropre jamais].

Il denaro ereditato è più nobile di quello guadagnato.
[L'argent hérité est plus noble que l'argent gagné].

Il divario che separa il bene dal male è facilmente colmato dall'interesse.
[L'abîme qui sépare le bien et le mal est aisément comblé par l'intérêt].

Il tempo è un fiume la cui sorgente e la cui foce non sono da nessuna parte.
[Le temps est un f leu ve dont la source et l'embouchure ne sont nulle part].

Il lavoro degrada l'uomo più di quanto lo nobilita.
[Le travail dégrade l'homme plus qu'il ne l'ennoblit].
Dalla vita bisogna aspettarsi di tutto e non sperare niente. (Louis Dumur)
La modestia è un amor proprio regolato dalla ragione.
[La modestie est un amour-propre réglé par la raison].

La speranza è la morfina della vita.
[L'espérance est la morphine de la vie].

La vera soluzione al problema della vita non è quella di non porselo?
[La véritable solution du problème de la vie n'est-elle pas de ne pas se le poser?].

La vita e la donna sono due cose che non bisogna analizzare, se si vogliono amare.
[La vie et la femme sont deux choses qu'il ne faut pas analyser, si l'on veut les aimer].

La vita ha almeno questo di originale, che miliardi di individui hanno vissuto senza neppure sapere perché.
[La vie a au moins ceci d'originai que des milliards d'hommes ont déjà vécu sans qu'on sache encore pourquoi].

Le lezioni che riceviamo dalla vita ci danno esperienza, raramente umiltà.
[Les leçons que nous recevons de la vie nous donnent de l'expérience, rarement de l'humilité].

Le nostre abitudini degenerano in vizi, e i nostri vizi in abitudini.
[Nos habitudes dégénèrent en vices, et nos vices en habitudes].

Le nostre azioni, compreso le nostre azioni generose, sono spesso soltanto ipotesi.
[Nos actions, même nos actions généreuses, ne sont le plus souvent que des spéculations].

L'indipendenza del cuore è il trionfo dell'egoismo.
[L'indépendance du coeur est le triomphe de l'égoïsme].

L'unico argomento che abbiamo per vivere è che viviamo. Ciò è sufficiente in pratica, ma è miserabile in logica.
[Nous n'avons pour vivre que l'argument seul que nous vivons. Cela suffit en pratique, mais c'est misérable en logique].

L'uomo è un mistero per la donna, la donna è un enigma per l'uomo.
[L'homme est un mystère pour la femme, la femme une énigme pour l'homme].

Noi viviamo con la speranza del cambiamento. Le cose passano, noi cambiamo; soltanto il nostro desiderio di altre cose resta.

Non vi è alcun merito a fare del bene, quando non si ha alcun interesse a fare del  male.
[Il n'y a aucun mérite à faire le bien, lorsqu'on n'a pas d'intérêt à faire le mal].

Ognuno si fa una morale per il suo uso personale per poter indulgere nelle sue piccole disonestà.
[Chacun se fait une morale à son usage personnel pour pouvoir se livrer à ses petites malhonnêtetés].

Per vivere bene, bisogna avere un buon stomaco e qualcosa da metterci dentro.
[Pour bien vivre, aie un bon estomac et quelque chose à mettre dedans].

Siamo più attaccati alle nostre convinzioni che alle nostre certezze. In quelle vi mettiamo il nostro amor proprio.
[Nous sommes plus attachés à nos convictions qu'à nos certitudes. Dans celles-là nous mettons de notre amourpropre].

Note
  1. Petits aphorismes © Mercure de France, 1892
  2. Traduzione dal francese a cura di Aforismario

Nessun commento: