Archeologia e Archeologi - Frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più interessanti sull'archeologia e sugli archeologi. Il termine "archeologia" deriva dal greco ἀρχαιολογία composto di ἀρχαῖος "antico" e λογία "logia", cioè studio dell’antichità. In particolare, l'archeologia è la scienza che studia le civiltà umane del passato attraverso l'analisi delle tracce materiali che hanno lasciato (architetture, manufatti, iscrizioni, resti umani, ecc.). La principale tecnica di indagine utilizzata dagli archeologi è quella dello scavo stratigrafico, che consente di rimuovere il terreno che ricopre i reperti archeologici, rispettandone la successione cronologica. Come recita la definizione dell'Encyclopaedia Britannica (1950): "L’archeologia è al tempo stesso una scienza e un’arte".
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla storia, il passato e la civiltà.
L’archeologia, oltre a essere una scienza e un’arte,
è infatti anche azione e avventura dello spirito. (C. W. Ceram)
1. Archeologia
© Aforismario

Un mosaico rivela tutta una società, come uno scheletro di ittiosauro sottintende una creazione. 
Honoré de Balzac, La ricerca dell'assoluto, 1834

Tomba. 1. Luogo in cui vengono deposti i morti in attesa dell'arrivo degli studenti in medicina. 2. La casa dell'Indifferenza. I sepolcri sono oggi circondati da un certo rispetto, ma quando sono abitati da molto tempo non si considera peccaminoso o sacrilego spalancarli e saccheggiarli, almeno da quando l'illustre egittologo professor Huggyns ha spiegato che una tomba può essere tranquillamente ripulita se l'inquilino ha smesso di emanare cattivo odore, segno infallibile che l'anima è ormai del tutto svaporata. Tutti gli archeologi accettano ormai questa opinione, con grandi vantaggi per la nobile scienza della Curiosità.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Schliemann, [1] riportando Troia alla luce, diede vita all'archeologia moderna, generandola nel peccato. I suoi scavi maledetti hanno straziato porte e templi fino alla profondità di quaranta livelli − tremila anni − disperdendo con indifferenza ciò che avrebbe potuto essere setacciato, decifrato, con l'unico scopo di provare un fatto che non sarebbe servito a nulla. La pazienza avrebbe rivelato la stessa verità, col tempo.
David Brin, Rifiuti, 1993

Fossili, reperti archeologici, pietre preziose, legni pregiati, come refurtive, in miriadi di appartamenti, residenze, ville. Non preoccupatevi, amici, la terra se li riprenderà.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

L’archeologia fredda: gli oggetti senza gli uomini non mi danno alcuna vera gioia. Rancore verso gli oggetti che sono sopravvissuti agli uomini.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Da oscuro e personale piccolo artigianato, i cui segreti erano noti soltanto a chi lo praticava, l'archeologia è diventata negli ultimi decenni un grande gioco universale.
Andrea Carandini, Storie dalla terra. Manuale di scavo archeologico, 1991

Resuscitare il passato, non solo nella sua parola ma anche nella sua apparenza − «meglio una cosa vista che cento raccontate» − non è più la perversione di pochi specialisti ma l'inclinazione di un'epoca, che mentre ancora si affanna dietro al progresso piange sempre più amaramente i paradisi che ha perduto.
Andrea Carandini, Storie dalla terra. Manuale di scavo archeologico, 1991

L’archeologia, oltre a essere una scienza e un’arte, è infatti anche azione e avventura dello spirito.
C. W. Ceram (pseudonimo di Kurt Wilhelm Marek), I detective dell’archeologia, 1965

Non me ne intendo di archeologia, io, e non ci tengo a intendermene. Mi par tempo perso, occuparsi di popoli e persone sepolti da millenni.
Agatha Christie, Delitto in Mesopotamia, 1936

Lo studio dell'antichità deve saper far parlare i documenti archeologici, dalle statue e dagli archi di trionfo ai più umili frammenti fittili, il loro eloquente linguaggio.
Gaetano De Sanctis (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Un popolo è come un uomo; quando è scomparso non ne rimane nulla, a meno che non abbia avuto la precauzione di lasciare la sua orma sulle pietre della strada.
Élie Faure, citato in Victor W. von Hagen Gli imperi del deserto nel Perù precolombiano, 1993

L'uomo è un'invenzione di cui l'archeologia del nostro pensiero mostra chiaramente la data recente. E forse la fine prossima.
Michel Foucault, Le parole e le cose, 1966

Di fronte alla incompletezza dei risultati delle mie analisi, non ho avuto scelta: ho dovuto seguire l'esempio di quei ricercatori la cui massima soddisfazione consiste nel riportare alla luce del sole le inestimabili – anche se ormai mutili – vestigia delle antiche civiltà: così ogni volta ho cercato di recuperare ciò che era stato seppellito, servendomi dei modelli più convincenti che ho potuto ricavare dalle altre analisi, e, da buon archeologo, non ho mai trascurato di indicare con precisione in ogni singolo caso in che punto dell'opera le strutture non sono più quelle originali, e cominciano invece i miei restauri.
Sigmund Freud, Il caso di Dora, 1901

Abbiamo inventato l'archeologia e dobbiamo subirne le conseguenze: domani ne saremo noi l'oggetto.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

Ogni località archeologica ha le sue caratteristiche e bisogna lavorare molto a lungo per trovarle e capire che cosa accadde nei tempi antichi.
Zakaria Goneim, La piramide sepolta. 1956

L'archeologia si dedica alla ricerca dei fatti. Non della verità. 
Henry Jones (Sean Connery), in Indiana Jones e l'ultima crociata, 1989

Le epoche le crea l'archeologia.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Quando scavando arriveremo agli strati archeologici più profondi, forse troveremo le tracce di una grande cultura, esistita prima della creazione dell'uomo.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Archeologia − la scienza del futuro. Chi non lavora per lei?
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

È vero che la legge dà alle Soprintendenze la facoltà di compensare con un premio gli scopritori di materiale archeologico, come è certo vero che questo premio per quanto ridotto è superiore a quello che i tombaroli possono ottenere dai ricettatori, ma questi almeno pagano subito mentre lo Stato... è meglio non parlarne.
Carlo Maurilio Lerici, Come salvare il patrimonio archeologico sepolto, 1960

Se il materiale venduto o esportato abusivamente, non si può considerare perduto per il patrimonio culturale degli uomini civili, quello distrutto per negligenza o ignoranza può dare da solo la misura dell’immenso danno causato, danno che si ripete e si moltiplica in tutte le zone archeologiche del mondo antico ed in confronto al quale il danno causato dalle incursioni dei barbari, dai saccheggi storici durante le grandi invasioni, al declino dell’impero, nel medioevo fino a quelli avvenuti durante gli eventi bellici e rivoluzionari dei secoli XIX e XX appaiono piccola cosa.
Carlo Maurilio Lerici, Come salvare il patrimonio archeologico sepolto, 1960

Il mondo cammina rapidamente oggi e l’aumento con ritmo senza precedenti della sua popolazione costringe gli uomini ad utilizzare ogni lembo di territorio. Le necropoli e le zone archeologiche produttrici di materiale di scavo occupano, in un paese come l’Italia, migliaia di chilometri quadrati e sono in gran parte destinate a scomparire travolte dalle esigenze crescenti della civiltà moderna.
Carlo Maurilio Lerici, Come salvare il patrimonio archeologico sepolto, 1960

Quando si inizia uno scavo si sa già che scavando non uscirà fuori proprio quello che si sta cercando. Può anche succedere che si scavi, si scavi ma non esca fuori assolutamente nulla, ma va bene anche così. Però senza tentativi non c'è assolutamente nessuna speranza che si possa trovare qualcosa.
Seta, in Ken Akamatsu, Love Hina, 1998

In archeologia tu scopri ciò che non è conosciuto. In diplomazia tu copri ciò che è conosciuto.
[In archaeology you uncover the unknown. In diplomacy you cover the known].
Thomas Pickering (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

− Attenzione, tutti gli studenti con ottimi voti saranno premiati con una gita a uno scavo archeologico.
− Evviva!
− Invece, tutti gli studenti con voti scarsi saranno puniti con una gita a uno scavo archeologico.
Seymour Skinner, in Matt Groening, I Simpson, 1989/...

Se non l'avete mai fatto aprite un libro di archeologia: scoprirete quanta commozione può suscitare uno sguardo nelle tazze degli assiro-babilonesi o nei gioielli di una signora egiziana, essi vi verranno incontro con i loro piccoli grandi problemi, le loro guerre, i loro momenti di serenità scanditi da oggetti che palpitano ancora di quelle millenarie emozioni. Vi sentirete piccoli e grandi insieme, partecipi e debitori di qualcosa di cui avvertirete lo straordinario fascino. Insomma non sarete più così desolatamente soli, come vi eravate rassegnati a credere.
Maria Venturini, Dizionario delle felicità, 1998

Fra archeologia e storia non ci sono limiti ben precisi e lo scavatore che meglio esaminerà e registrerà le proprie scoperte è precisamente quello che le considera materiale storico e le apprezza nella giusta misura.
Charles Leonard Woolley, Digging up the past 1930

L'archeologia è una scienza profondamente umana. Attraverso l'oggetto l'archeologo deve risalire all'uomo che l'ha creato e da questo alla società in cui viveva. Chiunque può scavare oggetti, ma solo attraverso l'osservazione e l'interpretazione si può disseppellire il passato.
Leonard Woolley, Il mestiere dell'archeologo, 1957

Ove sono dodici archeologi sono tredici opinioni diverse.
(Michelangelo Caetani)
2. Archeologi
© Aforismario

La sera che rimasi chiuso nell'ascensore, tutti gli inquilini della casa si dettero da fare, ma l’unico che riuscì a liberarmi fu il vecchio archeologo del quinto piano. Con i suoi scalpelli e attrezzi vari riuscì a forzare la porta e a tirarmi fuori. Risultato: io per lui sento una profonda gratitudine. Lui invece mi evita, mi guarda con timore: si è messo in testa che gli ho scagliato addosso una tremenda maledizione.
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Gli uomini del paleolitico vengono ricordati meglio dagli antichi miti che dagli archeologi.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Ove sono dodici archeologi sono tredici opinioni diverse.
Michelangelo Caetani, Carteggio dantesco del duca di Sermoneta con Giambattista Giuliani ed altri dantofili, 1883

Intere metropoli dormono ormai sotto campi di grano. La terra vince tutto ed è con la terra che l'archeologo stratigrafo ha innanzi tutto a che fare, come se fosse un contadino della storia.
Andrea Carandini, Storie dalla terra. Manuale di scavo archeologico, 1991

L'archeologo stratigrafo, tipico figlio della modernità, ispeziona cassetti mai aperti del mondo, volendo conoscere dei morti più di quanto essi sapessero o lasciassero intendere di sapere della loro vita.
Andrea Carandini, Storie dalla terra. Manuale di scavo archeologico, 1991

Come la vita si trasformi per l'abbandono e finisca sotto terra è una delle curiosità principali dell'archeologo.
Andrea Carandini, ibidem

Gli archeologi tendono spesso a sopravvalutare ciò che hanno rinvenuto e sottopongono povere strutture a inutili e costosi restauri, lasciando invece spesso importanti rovine senza cure e spiegazioni.
Andrea Carandini, Storie dalla terra. Manuale di scavo archeologico, 1991

Sono un archeologo e l’archeologia è stata per me una fonte di felicità […] mi ha portato a scavare nel passato sepolto per dargli altra vita e così ho trovato la via d’uscita dalle tenebre, mettendo in luce la vita trascorsa.
Andrea Carandini, su Corriere della Sera, 2011

Quale è il dovere morale, prima che culturale, dell’archeologo? È quello di raccogliere i frammenti, in sé privi di significato, che giacciono sparsi in quelle borse dell’esperienza umana di cui è composto il nostro sottosuolo, per comporli in un grande racconto. Ciò implica valorizzare il noto, colmando anche le sue lacune, in modo da restituire il senso delle vite passate.
Andrea Carandini, su Corriere della Sera, 2011

Non tutte le civiltà sono visibili. Per restituire la vita e rivedere quanto si è trasformato in strati sotto i nostri piedi, serve l’archeologo che sa smontare le azioni umane come le bacchette nel gioco dello Shanghai.
Andrea Carandini, su Corriere della Sera, 2011

Forse per un archeologo l’età più feconda in cui vivere fu la seconda metà del xix secolo. L’archeologia, considerata mezzo di studio scientifico del passato, per mezzo dei prodotti, piuttosto che solo una copiosa fonte di pezzi da collezione, era ancora ai primi passi ed offriva possibilità immense sia allo studioso sia allo scavatore.
C. W. Ceram (pseudonimo di Kurt Wilhelm Marek), I detective dell’archeologia, 1965

Non soltanto nel periodo classico delle grandi scoperte archeologiche, il secolo xix, ma anche oggi, in pieno secolo xx l’archeologo deve combattere contro forze ostili che si possono presentare sotto vari aspetti: la giungla, il deserto, burocrati miopi e ottusi, opposizione dei tipi più svariati.
C. W. Ceram (pseudonimo di Kurt Wilhelm Marek), I detective dell’archeologia, 1965

Gli archeologi guardano solo a ciò che giace sotto i loro piedi. Il cielo e le stelle non esistono, per loro!
Agatha Christie, Delitto in Mesopotamia, 1936

Un archeologo è il miglior marito che una donna possa avere: più lei diventa vecchia, più lui s'interessa a lei.
[An archaeologist is the best husband a woman can have. The older she gets the more interested he is in her].
Agatha Christie (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Prima le tombe si svaligiavano per cupidigia: oggi, dicono, è per scienza, ma è sempre un furto. Il codice punisce i violatori dei sepolcri, mentre il governo protegge gli archeologi saccheggiatori dei morti.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Un fatto ci ha generalmente sorpreso nella lettura degli archeologi, quello cioè che nella interpretazione delle iscrizioni e degli oggetti antichi, dimentichino completamente il tempo moderno, ossia gli oggetti che li circondano nella stessa lor casa e corrispondono non raramente agli antichi, anzi ne sono una figliazione legittima. Abbiamo così degli archeologi che fanno le più strane ipotesi intorno alle cose di più facile significato: trovano per es. un vaso che è un perfetto orinale e lo interpretano con una lunga dissertazione irta di latino e di greco per un vaso sacro. Basterebbe che codesti archeologi prendessero per collaboratore la loro serva per colpir giusto.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

È il destino dell'archeologo quello di vedere frustrati anni e anni di lavoro e ricerche.
Indiana Jones (Harrison Ford), in I predatori dell'arca perduta, 1981

Anche la mummificazione funziona solo per un periodo limitato. Poi compaiono gli archeologi.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Agli occhi di un archeologo la vecchia moglie è tutta da scoprire.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Lei fece di lui un archeologo felice. Lo mandò in rovina.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Cos’è, in fondo, una civiltà se non un modo esageratamente dispendioso di procurare un’occupazione agli storici e agli archeologi del futuro?
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Beato chi scava nel passato: è uno che conquista mille occhi per leggere il presente. La vita gli sarà più lieve, le preoccupazioni meno assillanti. Le ansie dell'oggi non avranno più quella tinta plumbea e definitiva che affligge coloro che non riescono a vedere al di là del loro naso. Chi scava nel passato si troverà a navigare nel grande fiume della storia, in compagnia di tanti che prima di lui hanno goduto sofferto amato studiato faticato conosciuto. Vite e vite con la loro ricchezza e gioia, dolore e povertà verranno a soccorrere la sua, gli regaleranno un senso della relatività che non è solo consolazione filosofica ma vera attitudine a badare a se stessi con un pizzico di equilibrio in più.
Maria Venturini, Dizionario delle felicità, 1998

Il primo compito dell’archeologo militante è quello di raccogliere e ordinare materiale che non può trattare tutto da sé di prima mano. In ogni caso la sua non sarà la parola definitiva e proprio per questo la pubblicazione del materiale deve essere molto dettagliata, in modo che gli altri non solo siano documentati sulle sue conclusioni, ma anche ne ricavino nuove osservazioni e ulteriori chiarimenti.
Charles Leonard Woolley, Digging up the past 1930

Il presente di ogni paese ha in larga misura le radici nel passato e il modo migliore per capire il passato è apprezzare il presente. Sono più che sicuro che un archeologo che sia insensibile all'ambiente, allo spirito, cioè, della terra nella quale opera, non potrà mai arrivare ad un effettivo successo nel suo lavoro.
Leonard Woolley, Il mestiere dell'archeologo, 1957

L'archeologo opera generalmente con l'appoggio di un'istituzione che è ansiosa di assicurarsi nuovi esemplari per le vetrine del museo: ed è certamente un fine encomiabile dato che non v'è nulla di più efficace, per risvegliare l'interesse intorno ad una nuova scienza, del richiamo visivo: «vedere è credere» e i musei sono un mezzo potente di educazione.
Leonard Woolley, Il mestiere dell'archeologo, 1957

Note
  1. Heinrich Schliemann (1822-1890): archeologo tedesco, divenuto celebre con la scoperta, dopo anni di ricerche e studi, della mitica città di Troia e del cosiddetto tesoro di Priamo.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Civiltà

Nessun commento: