Coccole - Aforismi, frasi e battute divertenti

Raccolta di aforismi, frasi e battute divertenti sul fare le coccole e sul coccolare, cioè vezzeggiare, compiere gesti di tenerezza verso qualcuno, come accarezzare, abbracciare, sbaciucchiare, ecc. Le coccole più comuni sono quelle che si scambiano gli innamorati e quelle che la madre o il padre rivolgono al proprio bambino.
Riguardo all'importanza delle coccole per il bambino piccolo, scrive la psicologa dell'età infantile Asha Phillips: "Per potersi sviluppare e crescere, una persona si deve sentire amata e compresa. È importantissimo entrare in sintonia con il neonato e comunicare con lui. Quando un neonato esprime qualcosa, piangendo, dimenandosi, sorridendo, emettendo gridolini e sfoderando tutta una gamma di segnali non verbali, noi interpretiamo i suoi desideri: coccole, cibo, cambio del pannolino, un po' di gioco e un'infinità di altre possibilità. Il bambino non può essere più specifico e probabilmente, nella maggior parte dei casi, non sa cosa vuole; ci fa semplicemente sapere come si sente. Ricevere risposta alla sua comunicazione, sentire che riflettiamo sugli interventi che in passato hanno funzionato dà al neonato la sensazione di essere aiutato e gli impedisce di provare un senso di disintegrazione. Avete mai notato il movimento che assomiglia a quello di un astronauta in uno spazio senza gravità, con le braccia e le gambe aperte? A volte i neonati reagiscono così quando non si sentono sostenuti, quasi fossero sospesi nello spazio senza niente a cui aggrapparsi o a cui appoggiarsi. In genere la reazione di un genitore è quella di prendere il bambino e racchiuderlo fra le sue braccia". [I no che aiutano a crescere, 1999].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulle carezze, gli abbracci, la dolcezza e l'affetto.
Strapazzami di coccole! (Topo Gigio © Maria Perego, 1959)
Coccole
© Aforismario

Quando le donne dicono che a loro piace la tenerezza, le coccole e che, addirittura, le preferiscono all'atto sessuale, non si riferiscono solo all'aspetto tattile, cenestesico dell'esperienza. Indicano il bisogno di attenzione amorosa continuato, di interesse continuato rivolto alla loro persona.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

La cosa più carina della masturbazione è il dopo, cioè le coccole.
Woody Allen, in Hollywood Ending, 2002

Bambini che hanno una grande quantità di manifestazioni di affetto nel primo anno di vita risultano meno timidi nel secondo anno di vita, che siano predisposti o no. Sembra proprio che niente di quello che fa la madre sia più efficace nell'impedire il sorgere della timidezza che la gran quantità di coccole fornite al bambino nel primo anno di vita.
Giovanna Axia, La timidezza, 1999

Chi ama tocca, accarezza, vezzeggia. L'amore fisico è necessario per la nostra felicità,
Leo Buscaglia, Amore, 1972

Come posso trovare le parole, ancora una volta a nome di tutti gli uomini, per spiegare alle donne quale dramma sia per noi affrontare le coccole? Ci risulta già difficile pronunciare la parola coccole. Non riusciamo a emettere il suono, ci vergogniamo a farlo, il nostro ego di macho ce lo vieta.
Dario Cassini, Tranne mia madre e mia sorella, 2003

Coccole: è talmente umiliante per un uomo (che di base è sanamente arido) che nemmeno il Mulino Bianco ha avuto il coraggio di usare questa parola per un biscottino dolce e melenso.
Dario Cassini, Tranne mia madre e mia sorella, 2003

Posso solo sperare di far capire a tutte le donne quale biblica, infinita e mortale rottura di coglioni possa essere, per noi uomini, fare le coccole a una che te l'ha già data! È antieconomico e non ha senso.
Dario Cassini, Tranne mia madre e mia sorella, 2003

Se siamo onesti, e non mentiamo a noi stessi, sappiamo anche che, se dopo aver fatto l'amore non le facciamo almeno un'ottima di secondi di simil-coccole sindacali sprint, non ce la caveremo mai. E mandare a dormire la tua donna senza coccole equivale a chiedere a Hannibal the Cannibal una mano per farsi il bidet: in entrambi i casi difficilmente ne usciremo con i coglioni ancora attaccati.
Dario Cassini, Tranne mia madre e mia sorella, 2003

Come si può spiegare a una donna, quale estenuante rottura di coglioni, per un uomo, possa essere fare le coccole dopo che lei te l'ha data già!
Dario Cassini, In caso d'amore scappa, 2011

Mica le coccole son solo carezze. Sono come il borotalco, profumano intorno, ammorbidiscono l'anima e circondano. Si depositano lì dove ve n'è più bisogno. E hanno il sapore delle attenzioni, di sguardi che ti seguono, di azioni che ti circondano, di "ci sono" che non restano solo vaganti nell'aria, di presenze vere e di dolcezza.
Antonella Coletta (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Un tipo di donna molto diffuso è la "romantica". Il romanticismo è una caratteristica propria della femmina umana, ma è spesso destabilizzante per il maschio. Facciamo degli esempi: prendete un uomo e una donna... Presi? Bene! Ora metteteli a letto insieme. Fatto? Bene! Aspettiamo ora che abbiano fatto l'amore. A questo punto nel letto si è creata una temperatura di 48.000 gradi centigradi e ci sono rotolini di mutande in ogni dove, tanto da sembrare la gabbia di un criceto. L'uomo è sudato e
ansimante come tutti e due i fratelli Abbagnale dopo una gara, e in questo lei incautamente si avvicina e con voce flautata gli dice: «Mi fai le coccole?...».
Giobbe Covatta, Sesso? Fai da te!, 1996

Dio fece il gatto perché l'uomo potesse avere il piacere di coccolare la tigre. 
Robertson Davies, Il diario di Samuel Marchbanks, 1947

Le donne adorano trovare uomini che finalmente hanno delle debolezze, che hanno bisogno di aiuto...
Le donne sono materne per natura, hanno un'enorme voglia di curare, coccolare, essere indispensabili.
Jacopo Fo, Lo zen e l'arte di scopare, 1995

All’inizio della vita l’essere accarezzato, abbracciato e coccolato, rende sensibili le varie parti del corpo del bambino. Lo aiuta a costruire un’immagine corporea sana e promuove lo sviluppo dell’amore attraverso il rafforzamento del legame tra il piccolo e sua madre
Anna Freud (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Le cose più importanti delle tua vita saranno le coccole che hai fatto e ricevuto, le notti passate a fantasticare sotto le stelle, le volte che ti sei rotolato nella neve, le prima gocce di pioggia estiva che hai catturato con la lingua e i momenti in cui qualcuno di veramente speciale ti ha sussurrato “Ti amo”.
Braidley Trevor Greive, Coccoliamoci, 2004

Prendete un circolo, coccolatelo, diventerà vizioso!
Eugène Ionesco, La cantatrice calva, 1950

Voi maschi non sapete cosa sia il romanticismo. Siete romantici come rospi del pantano. Noi abbiamo bisogno di coccole verbali. Abbiamo bisogno che il nostro maragià ci dica [...] parole d’amore, dannazione. Siete empatici come le lontre impagliate.
Luciana Littizzetto, Madama Sbatterflay, 2012

Coccole a profusione sono la ricetta per sentirsi bene, felici e soddisfatti, accolti ed amati, dai capelli sulla testa, a quell'alluce lì.
Anna Genni Miliotti, Abbiamo adottato un bambino, 1998

Le coccole sono importanti per crescere bene, anche se noi grandi spesso ce lo dimentichiamo. Sono importanti per conoscere il nostro corpo, per provare piacere, per sentirne i confini, per apprezzare ogni centimetro della pelle che ricopre e protegge il corpo, quel corpo che siamo noi.
Anna Genni Miliotti, Abbiamo adottato un bambino, 1998

Chi non vorrebbe avere delle coccole? Quanti grandi tornerebbero piccini apposta!
Anna Genni Miliotti, ibidem

La vitamina Co (coccole), va presa insieme al latte materno: ma occorrono due braccia che sappiano cullare, e una morbida pancia su cui potersi addormentare.
Anna Genni Miliotti, Abbiamo adottato un bambino, 1998

Per una femmenella giovane maritata, ci vuole pure qualche altra soddisfazione. E la soddisfazione è di essere tenuta vicino al cuore del proprio marito, con delle belle maniere d'onore e di sentimento, e complimentata, con delle buone parolette, e carezze e bacetti...
Elsa Morante, L'isola di Arturo, 1957

Mai sottovalutare le coccole, i baci e le carezze. I preliminari accendono il gusto dell'attesa e nutrono la passione.
Raffaele Morelli, Come amare ed essere amati, 2003

Le effusioni che accompagnano l'amore (baci, carezze, abbracci), liberando le endorfìne, determinano un miglioramento del benessere psicofìsico.
Raffaele Morelli, Come risvegliare l'eros, 2003

L'uomo che si sente "poco bene", apparendo debole e inerme, trasmette alla moglie potenti segnali pseudo-infantili. Automaticamente essa reagisce come una "madre temporanea" e comincia a coccolarlo, rimboccandogli il letto (la culla) e portandogli bevande calde, brodini e medicine (la pappa del bambino). Il suo tono di voce diventa più tenero (il tubare materno) e si da un gran da fare intorno al marito, sentendogli la fronte ed attuando altre intimità che prima, quando stava bene ma ne aveva ugualmente bisogno, non gli forniva. L'effetto terapeutico di questo comportamento è miracoloso e il marito è ben presto di nuovo in piedi, pronto ad affrontare l'ostile mondo esterno.
Desmond Morris, Il comportamento intimo, 1971

Mi piace la nostra intimità, / coccolati mentre i nostri corpi si avvinghiano. / Adoro sentire la tua voce... / Però, amore, / puoi evitare di schiacciarmi le palle col gomito?
Flavio Oreglio, Poesie catartiche, 2003

In un sano rapporto di coppia si può oscillare tranquillamente tra momenti di regressione e momenti in cui si ritorna nuovamente adulti. Si può trascorrere una serata a guardarsi negli occhi, abbracciarsi e coccolarsi come due bambini, mentre anche il linguaggio torna a essere quello dell'infanzia, con parole inventate e voci in falsetto. Con la stessa facilità il giorno dopo si pianificherà il futuro, si farà l'amore con passione, ci si guarderà cercando negli occhi dell'altro non il riflesso della tenerezza, ma quello di un gesto responsabile.
Willy Pasini, A che cosa serve la coppia, 1995

Per legge di natura, nessuno è attratto dalle persone di cattivo umore, tanto bisognose di gentilezza e di coccole, riservate invece, e senza nessuna cattiva intenzione, a creature positive, cui non sarebbero così necessarie. 
Cesarina Vighy, Scendo. Buon proseguimento, 2010

Strapazzami di coccole!
Topo Gigio, 1974

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Abbraccio - Carezze - DolcezzaAffetto - Voler Bene

Nessun commento: