Femminismo - Frasi e slogan Femministi

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più interessanti sul femminismo e sulle femministe. In appendice, alcuni slogan femministi, la maggior parte dei quali coniati negli anni '70 del Novecento.
Secondo una definizione abbastanza articolata di Umberto Galimberti, il femminismo è un "movimento socioculturale teso a effettuare una ricognizione dell'identità femminile in contrapposizione agli stereotipi ideologici consegnati dalla tradizione storica e determinanti la condizione attuale della donna, dove è leggibile, più ο meno esplicitamente, lo scenario delle repliche della subordinazione della donna all'uomo e la sua conseguente esclusione dal mondo delle decisioni storiche. A questa esperienza collettiva corrisponde l'esperienza più intima e individuale di una presa di posizione critica della donna rispetto rispetto a ciò che assume la fisionomia di un destino sessuale: di qui l'esigenza di un raffronto di taluni atteggiamenti e ruoli che si presumono istintivi e connaturati alla, femminilità on le diverse mozioni culturali che scavano dialetticamente il vissuto femminile". [Dizionario di psicologia, UTET 1992].
Come introduzione a questa raccolta di citazioni sul femminismo, riportiamo una riflessione di Maria Venturini: "Si può essere felici di vivere in un mondo in cui una buona metà degli esseri viventi è considerata violentemente o blandamente inferiore a causa del proprio sesso? Il femminismo nasce da questa domanda, diventa filosofia non da oggi − risalgono alle donne monacate a forza fin dal sedicesimo secolo dopo Cristo le prime forme di autocoscienza e di rifiuto di questo grande sopruso della storia − scrive attraverso molti protagonisti, donne e uomini, pagine teoriche di straordinaria efficacia e bellezza, ma ancor oggi è costretto a confrontarsi con l'impermeabilità di un'opinione pubblica che scambia una grande rivoluzione di pensiero con incomposte manifestazioni di piazza. E può una donna cosciente di tutto ciò vivere felice accanto ad un compagno conosciuto ed amato nell'equivoco ante-femminismo? Molte furono le separazioni, le rotture di legami matrimoniali considerati solidissimi, nel momento dell'ultima ventata femminista, agli inizi degli anni '70; ed erano le donne ad andarsene. Avevano sperimentato tutta la verità delle parole di John. Stuart Mill "Al di sotto di ogni uomo, anche il più reietto, c'è una donna che subisce"; una dominazione che "differisce da tutte le altre perché volontariamente accettata". Ne conseguiva inevitabilmente che il privato era "politico" e si cercava, attraverso la rottura, una propria nuova dignità. Molte donne hanno evitato il trauma della separazione e si sono dedicate all'educazione femminista delle proprie figlie, e dei figli maschi, convinte che si può essere felici anche consapevoli di vivere dentro una rivoluzione incompiuta. Del resto, quanti sono, realisticamente, i casi di felicità totali ed assolute? [Dizionario delle felicità, 1998].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui diritti delle donne e sull'emancipazione femminile.
Una donna ha bisogno di un uomo come un pesce ha bisogno di una bicicletta.
(Irina Dunn)
1. Femminismo
© Aforismario

Ho sempre avuto ben chiaro che dovevo lavorare, perché non esiste femminismo che si rispetti che non sia basato sull'indipendenza economica.
Isabel Allende, Il mio paese inventato, 2003

Il femminismo è la teoria, il lesbismo è la pratica.
Ti-Grace Atkinson (attribuito) [1]

Cosa succede, a una civiltà, per passare in meno di cent’anni dalle gonne sotto al ginocchio della Lenglen ai body di Serena Williams? Per dire, è un fenomeno ascrivibile alle conquiste del femminismo, o al trionfo del maschilismo?
Alessandro Baricco, Una certa idea di mondo, 2013

Colgo l’occasione per annotare il precetto femminista per cui non bisognerebbe usare l’articolo davanti ai nomi di donne – la Merkel, la Woolf – è una boiata pazzesca.
Alessandro Baricco, Una certa idea di mondo, 2013

Il femminismo che vedo intorno è avido di via trita. C’è molta agitazione, ma le idee sono sbiadite e poche. Mentre le bambine schiamazzano i lupi hanno già fatto tutto.
Guido Ceronetti, La carta è stanca, 1976

Uno degli impliciti, seppur non ammessi, pilastri del femminismo è stato un fondamentale disprezzo per i maschi.
Wendy Dennis (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'emancipazione della donna e il femminismo sono prodotti tipici del mondo e della cultura borghese, uno sciagurato appiattimento del femminile sul modello maschile.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Anche il sesso femminile sviluppa un complesso edipico, un Super-io e un’epoca di latenza. Gli si può attribuire anche un’organizzazione fallica e un complesso di evirazione? La risposta è affermativa, ma la situazione non può essere identica a quella del maschio. La richiesta femminista di una parità di diritti per i due sessi non può su questi temi andar molto lontano: la differenza morfologica non può non riflettersi in disparità dello sviluppo psichico. Parafrasando un detto di Napoleone, possiamo dire che “l’anatomia è il destino”
Sigmund Freud, Il tramonto del complesso edipico, 1924

L'evento più rivoluzionario del XX secolo è stato l'inizio del movimento femminista e il tramonto della supremazia maschile. Non va però dimenticato che la lotta per la liberazione delle donne è appena agli inizi, e che la resistenza opposta dagli uomini non deve venire sottovalutata. L'insieme dei loro rapporti con le donne (compresi quelli sessuali) si è basata e si basa sulla loro presunta superiorità, e già gli uomini cominciano a sentirsi estremamente a disagio e ansiosi di fronte a quelle donne che si rifiutano di inchinarsi al mito della superiorità maschile.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

L'esercizio del potere su coloro che sono più deboli costituisce l'essenza dei patriarcato attuale, come pure del dominio sulle nazioni non industrializzate e sui bambini e gli adolescenti. Il sempre più vasto movimento femminista può rivestire un'importanza enorme proprio perché costituisce una minaccia contro il principio di potere su cui si fonda la società contemporanea.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

Secondo me non è vero che gli italiani sono antifemministi. Per loro la donna è troppo importante, specialmente la mamma.
Giorgio Gaber, Un’idiozia conquistata a fatica, 1998-2000

Essere una casalinga è una professione illegittima. La scelta di servire ed essere protetta, e di pianificare una vita familiare è una scelta che non dovrebbe esistere. Il cuore del femminismo radicale è di cambiare tutto ciò.
Vivian Gornick, discorso, Università dell'Illinois. 1981

Ci sono cose, dentro al femminismo, che mi ricordano l'intolleranza delle religioni.
Billie Jean King (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il femminismo non è fatto degli strilli delle oche sempre contente di salvare il Campidoglio. Alle sue origini c'è studio e conoscenza del pensiero femminile e femminista.
Maria Antonietta Macciocchi, su Amica, 1988

Che è successo, in Italia, in questi ultimi anni? Dove sono finite le conquiste femministe? È possibile che le donne accettino con rassegnazione la regressione profonda della società e il ritorno di dichiarazioni e atteggiamenti maschilisti o reazionari?
Michela Marzano, Sii Bella e Stai Zitta, 2010 [2]

Per secoli, si è preteso che, a differenza dell'uomo, capace per sua natura di contribuire allo sviluppo della vita pubblica e all'organizzazione della società, la donna dovesse accontentarsi del ruolo di moglie e di madre, per essere l'angelo del focolare obbediente e sottomesso. Non è un caso che l'obiettivo principale del femminismo e di molte intellettuali consista, ancora oggi, nel decostruire queste immagini stereotipate della femminilità
Michela Marzano, Sii Bella e Stai Zitta, 2010 [2]

Il femminismo, quante sciocchezze. Sono gli uomini a essere discriminati. Non possono fare figli. E nessuno può porvi rimedio.
Golda Meir (attribuito)

Che cos'è il femminismo? È la convinzione che le donne debbano essere libere quanto gli uomini, per
quanto siano stupide, tonte, illuse, malvestite, grasse, pigre, compiaciute o con i capelli un po’ radi.
Caitlin Moran, Ci vogliono le palle per essere una donna, 2011

Femminismo. Sì: credo che sia giusto, prima di far fare un figlio a una donna, domandarle se lo vuole.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

Il femminismo è non contare sul Principe Azzurro.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

Vengo tacciata di «femminismo» tutte le volte che esprimo sentimenti che mi distinguono da uno zerbino o da una prostituta.
Rebecca West (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per la setta femminista, le donne non sono l'ispirazione, ma la materia prima nel senso peggiore della definizione. Sono oggetti convenienti utili allo scopo di infiammare l'odio contro la religione cristiana, contro gli uomini, contro la bellezza delle donne, contro l'equilibrio delle famiglie. Il femminismo è questo, e posso garantire che è così perché ci stavo dentro!
Sara Winter, XXI sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

C'è un femminismo estremista che non amo. [...] Soprattutto per due suoi aspetti. Il primo: l'ostilità verso l'uomo. Mi sembra che nel mondo ci sia già troppo ostilità – bianchi e neri, destra e sinistra, cristiani e non cristiani, cattolici e protestanti – che non c'è bisogno di creare un altro ghetto. [...] Il fatto di considerare che sia un progresso per la donna moderna mettersi nella stessa condizione dell'uomo moderno – il manager che fa affari, il finanziere, il politico – senza vedere il lato assurdo e anche inutile di queste attività.
Marguerite Yourcenar, intervista di Elisabetta Rasy, su Panorama, 1982

Ho delle grosse obiezioni nei confronti del femminismo quale si presenta oggi [...] La donna sembra aspirare alla libertà e alla felicità del burocrate che se ne esce di casa ogni mattina con una cartella sotto il braccio o dell'operaio che timbra il cartellino in fabbrica.
Marguerite Yourcenar, Ad occhi aperti: conversazioni con Matthieu Galey, 1982

Sono in rotta con il femminismo che ancora parla di uguaglianza, mentre è la disuguaglianza che importa.
Adriana Zarri, su Corriere della Sera, 1989

Il femminismo è stato il primo momento politico di critica storica alla famiglia e alla società
Anonima, su Manifesto di Rivolta femminile, 1970

Il femminismo è l’unico esempio, nella storia, d’una rivolta dei padroni contro gli schiavi.
Anonimo (citato in Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994)

La parte più divertente di essere una femminista è senza dubbio
quella di terrorizzare gli uomini. (Julie Burchill)
2. Femministe
© Aforismario

Una buona parte − e senza dubbio la parte più divertente − di essere una femminista è quella di terrorizzare gli uomini.
[A good part − and definitely the most fun part − of being a feminist is about frightening men].
Julie Burchill (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ogni donna deve essere desiderosa di essere identificata come una lesbica se vuole essere completamente femminista.
Sheila Cronan (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Le femministe sono tutte contente perché, a sentire loro, hanno ottenuto la parità. Bella parità, dico io. Almeno, una volta, gli uomini si alzavano in tram, per cederci il posto. Adesso, invece, restano seduti e ci guardano con aria strafottente, quasi a dire: "L'hai voluta la parità? E allora resta in piedi che ti fa bene!".
Luciano De Crescenzo, Croce e delizia, 1993

Le femministe, mettendo l'uomo continuamente alla gogna, rischiano di farne un martire.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Ciò che, in fondo, le femministe vogliono è la ribellione dell'uomo a se stesso.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Per le femministe, ogni uomo è un maschio.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Sono le antenate selvagge delle moderne femministe e dimostrarono che le femmine, essendo capaci di uccidere alla pari dei maschi, avevan gli stessi diritti degli uomini.
Domenico Giuliotti e Giovanni Papini, Dizionario dell'omo salvatico, 1923

La prima femminista del mondo a bruciare il reggipetto è stata Giovanna D’Arco.
Makaresko-Trani (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

È tecnicamente impossibile per una donna non dirsi femminista. Senza il femminismo non avreste il permesso di dibattere su quale sia il posto della donna nella società, perché sareste troppo impegnate a partorire sul pavimento della cucina mordendo un cucchiaio di legno per non disturbare la partita a carte degli uomini in salotto, per poi tornare a sturare il water.
Caitlin Moran, Ci vogliono le palle per essere una donna, 2011

Ecco un breve test per scoprire se siete femministe. Mettetevi una mano dentro le mutande e fatevi queste due domande: a) Hai una vagina? b) Vorresti poterla controllare? Se avete risposto «sì» a entrambe, congratulazioni! Siete delle femministe.
Caitlin Moran, Ci vogliono le palle per essere una donna, 2011

Negli ultimi anni ho spesso interpellato le femministe moderne affinché rispondessero alle domande che mi attanagliavano, ma mi sono resa conto che quella che fu una delle rivoluzioni più entusiasmanti, più incendiarie e produttive di tutti i tempi si è ormai ridotta a pochi argomenti, sempre più deboli, dibattuti da una ventina di accademiche all'interno di libri che soltanto altre accademiche leggono e sono disposte a discutere nei talk-show in seconda serata.
Caitlin Moran, Ci vogliono le palle per essere una donna, 2011

Non credo basti usare la parola «femminista» in sé; io voglio affondare la lama e riportare in auge il termine accompagnandolo all'aggettivo «accanita», che rende l’espressione molto più affascinante.
Caitlin Moran, Ci vogliono le palle per essere una donna, 2011

Un uomo femminista è uno dei prodotti finiti più splendidi dell’evoluzione.
Caitlin Moran, Ci vogliono le palle per essere una donna, 2011

Non credete all'uomo femminista. È solo un espediente per scopare di più.
Davide Morelli (Aforismi inediti su Aforismario)

Per secoli gli uomini hanno ammesso che le donne fossero più sante di loro e le hanno consolate per la loro inferiorità affermando che la santità era più desiderabile del potere. Alla fine le femministe decisero che volevano e santità e potere, giacché le pioniere credevano sì a tutto ciò che gli uomini avevano detto circa i pregi della virtù, ma non credevano affatto a ciò che essi avevano detto circa lo scarso valore della supremazia politica.
Bertrand Russell, Elogio dell'ozio, 1935

Tutti, femministe e femministi, sono d’accordo nel ritenere che la generica superiorità intellettuale –
qualora rilevabile – dell’uomo sulla donna nella maggior parte dei campi del sapere umano, sia dovuta esclusivamente a fattori socio-culturali. Ciò è ormai fuori discussione. Resta soltanto un dubbio, e cioè come mai in migliaia di anni di storia della civiltà, tutti questi fattori socio-culturali siano andati sempre a favore dell’uomo e mai della donna.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

La questione è molto semplice, ogni donna deve essere desiderosa di essere identificata come una lesbica se vuole essere completamente femminista.
Anonima, National NOW Times, 1988
Non più puttane, non più madonne, finalmente donne. (Slogan femminista)
Immagine: We Can Do It!: Possiamo Farlo!, J. Howard Miller, 1943
Slogan femministi
  • Col dito, col dito, orgasmo garantito!
  • Donna, non stare lì a guardare, scendi in piazza e vieni a protestare!
  • Donne riprendiamoci il nostro corpo.
  • Io sono mia!
  • L'utero è mio e lo gestisco io!
  • Le donne hanno le loro colpe, gli uomini ne hanno solo due: tutto ciò che dicono e tutto ciò che fanno.
  • Non più puttane, non più madonne, finalmente donne. 
  • Per ogni donna stuprata e offesa siamo tutte parte lesa.
  • Se prendi un uomo, ributtalo indietro. 
  • Se gli uomini potessero restare incinti, l'aborto diventerebbe un sacramento.
  • Tremate, tremate, le streghe son tornate!
  • Un figlio? Lo voglio, ma quando voglio!
  • Una donna ha bisogno di un uomo come un pesce di una bicicletta.
Note
  1. La citazione attribuita a Ti-Grace Atkinson ricalca quella di Robin Morgan in Going Too Far, 1977: "La pornografia è la teoria, e lo stupro è la pratica".
  2. Michela Marzano, Sii bella e stai zitta. Perché l'Italia di oggi offende le donne. Mondadori, 2010
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Emancipazione femminile - Liberazione della Donna -Diritti delle Donne - Frasi femministe e misandriche contro gli Uomini

Nessun commento: