Margherite - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e poesie sulle margherite. La margherita, il cui nome scientifico è Leucanthemum vulgare, è una pianta erbacea della famiglia delle Asteraceae, molto comune nei prati italiani. Il nome "Leucanthemum" deriva dal greco, ed è composto da leukos "bianco" e anthemon "fiore" per il colore dei fiori della margherita.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui fiori, i girasoli, i papaveri, le rose e i giardini.
È come una margherita fra le erbacce: la scorgi,
e l’intera campagna si abbellisce. (Fernando Pessoa)
Margherite
© Aforismario

Le margherite per amor si lasciano sfogliar...
Alice nel Paese delle Meraviglie, 1951

Era ancora sulla sponda della vita dove fioriscono le illusioni infantili, dove si colgono le margherite con una gioia più tardi sconosciuta.
Honoré de Balzac, Eugénie Grandet, 1833

Pallida margherita, non sei tu forse, come me, simile a un sole autunnale? / O mia bianca, fredda Margherita!
Charles Baudelaire, Sonetto d'autunno, I fiori del male, 1857/61

Le margherite sono come sole in terra.
[Daisies are like sunshine to the ground].
Drew Barrymore (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Colgo ancora le margheritine / per i capelli de le mie sorelle / e m’inebrio del sole e de le stelle / e piango se mi pungono le spine.
Sergio Corazzini, Alla serenità, Poesie, XIX sec.

La Margherita segue sommessa il Sole − / e quando il suo dorato percorso è concluso − / siede timidamente ai suoi piedi − / Lui - svegliandosi - trova il fiore là − / Per quale ragione − manigolda − sei qui? / Perché, Signore, l'amore è dolce! / Noi siamo il Fiore − Tu il Sole! / Perdonaci, se non appena i giorni declinano / ci avviciniamo furtive a Te! / Innamorate del morente Occidente − / della pace − del volo − dell'ametista - / delle possibilità della notte!
Emily Dickinson, Poesie, 1850/86

Fiori − certo − se qualcuno / potesse definire l'estasi − / metà trasporto − metà tormento − / con cui i fiori umiliano l'uomo: / qualcuno trovasse la fonte / da cui sgorgano così opposti flutti − / gli darei tutte le Margherite / che sbocciano sul pendio del colle.
Emily Dickinson, Poesie, 1850/86

In regioni che non ho mai visto − si dice / che Alpi immortali guardino in basso − / i cui Berretti sfiorano il firmamento − / i cui Sandali sfiorano la città − / mite a quei piedi imperituri / a miriadi le Margherite recitano − / Chi, Signore, sei tu e chi sono io / in un giorno d'agosto?
Emily Dickinson, Poesie, 1850/86

La margherita, appassendo, per la vergogna abbassa i petali.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Appena c'è nell'aria / odor di primavera / ecco le margherite / nevicare nei prati / mettendo il loro fiorellino / anche all'occhiello / del ciuffo d'erba più meschino.
Corrado Govoni, Margherite, in Pellegrino d'amore, 1941

Già nell'animo ascoso / d'ognuna sorride lo sposo promesso: il Principe Azzurro, / lo sposo dei sogni sognati... O margherite in collegio / sfogliate per sortilegio sui teneri versi del Prati!
Guido Gozzano, I colloqui, 1911

L'incertezza è una margherita i cui petali non si finisce mai di sfogliare.
[La incertidumbre es una margarita cuyos pétalos no se terminan jamás de deshojar].
Mario Vargas Llosa, Diario ABC, 2010

Solo il fiore che lasci sulla pianta è tuo. (Aldo Capitini)
I ciliegi, le dalie, le creste di gallo / i girasoli, le margherite e i papaveri / perché continuano a fiorire / ancora e ancora / in questo mondo senza te?
Hara Masumi, citato in Banana Yoshimoto, Il coperchio del mare, 2004

L'amore di Dio verso di te è come il Rio delle Amazzoni, che scorre per dare acqua a una singola margherita.
Frederick Brotherton Meyer (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il ricordo di un vertice toccato in passato - il prato di margherite, che era tutta la natura per la tua infanzia − ti commuove oggi cosi a fondo perché riesce simbolo di una grande esperienza, di tutta quella somma infinita di possibili esperienze che s'annunciava nel vertice di allora.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

La mano invisibile del vento scivola sull'erba. / Quando si dilegua, balzano nelle pause di verde / papaveri rossi, gialle e folte margherite, / e altri piccoli fiori azzurri non visti subito. / Non ho chi io ami, o vita che voglia, o morte ch’afferri. / Su me, come sull'erba un vento che sol l’incurva / per lasciarla tornare quel ch’era, passa. / Anche su me un desiderio inutilmente alita / le gli steli delle intenzioni, i fiori di quel che immagino, / e tutto torna com’era senza che niente accada.
Fernando Pessoa, À la manière de A. Caeiro, Poesie, XX sec.

Dolce è la vita, ma che un’altra / migliore ce ne sia, lo è ancor di più. / È come una margherita fra le erbacce: / la scorgi, e l’intera campagna si abbellisce.
Fernando Pessoa, Il sonno è soave, Poesie, XX sec.

Sul ciglio verde della strada / le margherite sono mie. / Già ho l’anima stanca – / non di questo: ma di Dio. / Se Dio me la volesse dare / dovrebbe trovare il modo... / La strada di qua del fossato / ha margherite sul ciglio. / Se le voglio, le colgo e sto / attento nel dividerle / ognuna che ne vedo e raccolgo / dà un tenue schiocco al distacco. / Sono margherite a iosa / alla vista tutte uguali / e appena vi si mettono gli occhi / si porge la mano per riceverle. / Non è elemosina che umili, / né cosa data senza scopo. / È perché le ponga la fanciulla / dove il seno accenna. / Le colsi ai margini del campo / per portarle alla fanciulla... / Né mi mostra il piacere / di uno sguardo nel vedermi... / È così il mio destino. / Le tolsi da ove bene stavano / Solo per darle alla fanciulla, – / E non ringraziò nessuno.
Fernando Pessoa, Sul ciglio verde, Poesie, XX sec.

Voglio, voglio il chiardiluna e le fate! / Voglio non avere né dei né doveri! / Uccidetemi al chiardiluna, in viali lontani, / Corpo e anima seppellitemi fra margherite.
Fernando Pessoa, Trasgressione, Poesie, XX sec.

La margherita, una bella signora in abito bianco a lunghe pieghe, con una piccolo paglietta dorata sulla testa.
[La marguerite, belle dame en robe blanche à longs plis, avec un petit canotier doré sur la tête].
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

La margherita: una bocca rotonda che ha denti tutt'intorno.
[La marguerite: une bouche ronde qui a des dents de tous côtés].
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

Non ha tagliato il suo grano per paura di danneggiare le margherite.
[Il ne coupait pas son blé, de peur d'abîmer les marguerites].
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

Dio ha voluto creare i grandi Santi, che possono essere paragonati ai gigli ed alle rose; ma ne ha creati anche di più piccoli, e questi si debbono contentare d'essere margherite o violette, destinate a rallegrar lo sguardo del Signore quand'egli si degna d'abbassarlo. (
Teresa di Lisieux, Manoscritto, XIX sec.

Una bella Margherita / che fioriva in mezzo a un prato / fu acciaccata da un serpente, / da un serpente avvelenato. / − Se sapessi − disse er fiore − / tutto er male che me fai! / E er dolore che me dai / quanta gente lo risente! / Certamente nu' lo sai! / Ogni donna innammorata, / che vô legge la fortuna, ner vedemme m'ariccoje / pe' decide da le foje, / che me strappa una per una, / s'è infelice o fortunata: e vô vede se l'amore / se conserva sempre eguale, / e me chiede se l'amante / je vô bene o je vô male... / Io, pe' falla più felice, / pe' levalla da le pene, / fo der tutto che la foja / che je dice «Me vô bene» / sia quell'urtima che sfoja. / Dove c'è la Margherita / c'è er bon core e la speranza, / c'è la fede, c'è l'amore / ch'è er più bello de la vita... − / Ogni fiore a 'ste parole / rispettoso la guardò, / e perfino er Girasole / piantò er sole e s'inchinò.
Trilussa, Margherita, Poesie, XX sec.

Nessuno ve raccoje, − povere margherite abbandonate! − Ma che je fa? Le coppie innamorate, − che un tempo ve strappaveno le foje, − so' passate de moda. Pure er core − attraversa la crisi de l'amore.
Trilussa, Giardino, Poesie, XX sec.

− Vojo sapé se Nino mio me spósa − / diceva Bianca. E tutta impensierita / incominciò a sfojà la Margherita / perché je risponnesse quarche cosa. / Invece er Fiore disse: − E che ne so? / Farai più presto se lo chiedi a lui... / − Già je l'ho chiesto, stupida che fui! / − sospirò Bianca − e m'ha risposto no. / − E allora − dice − questo basta e avanza / senza scoccià li fiori der giardino. / Quello ch'è stato scritto dar Destino / mica se pô scassà1 co' la speranza.
Trilussa, La margherita, Poesie, XX sec.

M’ama non m’ama / mi sono smaltato / di margherite / mi sono radicato / nella terra marcita / sono cresciuto / come un crespo / sullo stelo torto / mi sono colto / nel tuffo / di spinalba.
Giuseppe Ungaretti, Annientamento, in L'allegria, XX sec.

Per piacere non mangiate le margherite.
Charles Walters, Please don't eat the daisies, 1960 [titolo del film]

Le margherite sono il mio fiore preferito, perché una di loro mi ha confidato che la mia donna mi ama. Anche se lei voleva che rimanesse un segreto.
Anonimo (attribuito erroneamente a Marcel Proust)

Un giorno ho preso una margherita e ho fatto "m'ama o non m'ama"... la prima volta è venuto m'ama, allora mi ama, ma la seconda è venuto non m'ama, ma non mi sono preoccupato... anche le margherite possono mentire!
Anonimo (attribuito a Jim Morrison)

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Fiori - Girasoli - PapaveriRose

Nessun commento: