Scarpe da Donna - Frasi e battute divertenti

Raccolta di aforismi, frasi, proverbi e battute divertenti sulle scarpe da donna. È noto a tutti che per molte donne le scarpe non sono soltanto "un paio di scarpe", ma possiedono un valore simbolico che le rende un oggetto quasi di culto. Oggi, non sono poche le donne che possiedono una vera e propria collezione di scarpe, da cui poter scegliere quali indossare a seconda dell'occasione o, persino, dell'umore. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulle scarpe col tacco, le scarpe da uomo e le borse.
Date a una ragazza le scarpe giuste, e conquisterà il mondo. (Bette Midler)
Scarpe da Donna
© Aforismario

Io metto tutta la mia gioia, / il mio genio, il mio destino e la mia anima / sotto le tue scarpe di raso,/ sotto i tuoi piedi di seta affascinanti, perché tu così mi guarisci, / tu, mia luce e mio colore.
Charles Baudelaire, Canzone di pomeriggio, I fiori del male, 1857/61

Il momento più commovente è quello in cui una donna si toglie le scarpe e rimpicciolisce improvvisamente davanti a noi. Diventa meravigliosamente minuscola, e allo stesso tempo il suo viso cambia. Essa inaugura l’intimità nella sua forma più seducente.
Jean Baudrillard, Cool memories, 1980/90

Per i tuoi occhi piango stasera / e con le scarpe mie più belle / salgo fino al paradiso dalle stelle / e mentre corrono le ore / la mia bocca si consuma / a dire amore.
Loredana Berté, Per i tuoi occhi, 1982

La metà delle mie creazioni sono dettate dalla fantasia, il 15% dalla pura follia, e il restante dai piedi per terra.
Manolo Blahnik (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Le scarpe sono il modo più semplice per le donne di ottenere una metamorfosi istantanea.
Manolo Blahnik [1]

Amo l'esagerazione e mi piace l'eccentricità, ma bisogna sentirsi comode, altrimenti non ha senso. Non c'è niente di affascinante in una donna che non può camminare con le sue scarpe.
Manolo Blahnik [1]

Diversi uomini mi hanno detto di aver salvato il loro matrimonio. Gli è costato una fortuna in scarpe, ma è sempre più economico di un divorzio.
Manolo Blahnik [1]

È così difficile stare dentro le scarpe di una donna single. Per questo ne servono di veramente speciali. Per camminare un po' più allegramente.
Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), in Sex and the City, 1998-2004

Ci sono due cose di cui non ne hai mai abbastanza: buone amiche e buone scarpe.
Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), in Sex and the City, 1998-2004

Ho speso 40.000 dollari in scarpe e non ho un posto dove vivere! Diventerò letteralmente la vecchia che abitava nelle sue scarpe!
Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), in Sex and the City, 1998-2004

Io non sono in casa, ma le mie scarpe sì. Lasciate loro un messaggio.
Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), ibidem

Le lesbiche al potere e le loro scarpe erano come i broker di Wall Street e i loro sigari.
Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), in Sex and the City, 1998-2004

Un paio di scarpe nuove non può forse curare un cuore spezzato o lenire un'emicrania, ma può alleviarne i sintomi e scacciare la malinconia.
Holly Brubach, cit. in Linda O'Keeffe, Shoes, 1996

Un paio di scarpe possono cambiarti la vita. Non ci credi? Chiedi a Cenerentola.
Rachele Casillo [1]

La donna media s'innamora sette volte l'anno. Sei volte sono per le scarpe.
Kenneth Cole [1]

Non aveva nemmeno i soldi per comprarsi le scarpette da ballo: si faceva la punta direttamente sui piedi con il temperino.
Gianfranco D’Angelo (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non si è mai abbastanza attenti nella scelta delle scarpe. Molte donne pensano che non siano importanti, ma la vera prova che una donna è elegante, sta sopra i suoi piedi.
Christian Dior (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Pericolose sono, nelle donne, le scarpe a barchetta, quadrate, che coprono il piede a metà, di tacco medio, con o senza fibbiette; dicono di un tipetto spiritoso quanto capriccioso, vezzoso quanto insidioso, capace di tirarti scemo. Le espadrillas, quando erano di moda, le portavano le radical chic, intellettuali, postsessantottine, lettrici di «Repubblica», insomma le stronze. Più tranquillizzanti, anche se certamente di meno appeal, quelle a forma leggermente allungata, che scoprono l'inizio delle dita, col tacco basso o addirittura piatto, perché denunciano una certa disarmonia, una donna con qualche insicurezza. Coi tacchi a spillo si va sul sicuro: è l'oca giuliva, una che vuol cacciarsi nei guai. Le scarpe da cui spuntano, davanti, le dita dei piedi, magari laccate, le portano le entraîneuses, le puttane o le sprovvedute, son troppo immediatamente lascive per essere eccitanti.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Nei feticisti, pare che la venerazione del piede e della scarpa femminile consideri il piede unicamente un simbolo sostitutivo del membro della donna, [2] una volta venerato e da allora rimpianto.
Sigmund Freud, Un ricordo d’infanzia di Leonardo da Vinci, 1910

Le scarpe possiedono virtù magiche, fanno sentire splendide o sexy, raffinate o sportive in un solo colpo.
Paola Jacobbi, Voglio quelle scarpe!, 2004

Le scarpe sono l'accessorio che portiamo più vicino al corpo e che non mette in discussione l'immagine che abbiamo di noi. Ogni donna si sente sempre o troppo grassa o troppo magra, o troppo alta o troppo bassa. E le scarpe non intaccano questa sensazione.
Paola Jacobbi, Voglio quelle scarpe!, 2004

Sotto il sole non c'è essere più infelice del feticista che brama una scarpa da donna e deve contentarsi di una femmina intera.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Volete sapere il segreto per conquistare una donna? Niente fiori ne opere di bene. SCARPE. Occupatevi dei suoi piedi e lei si occuperà del vostro cuore.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Le scarpe non appassiscono. E tendenzialmente le donne le buttano a fatica. Sono monumenti del tempo, ricordi di strade, memorie di cammini passati. Vanno tenute. A costo di scialacquare interi stipendi in scarpiere. D'altronde siamo figlie di Afrodite, la dea dell'amore che viaggiava nuda come un verme, ma con i sandali ai piedi. E poi si sa: una scarpa può cambiare una vita. E Cenerentola lo insegna.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Fortuna che nessuno mi chiama per l'Oscar perché non saprei proprio che scarpe mettermi.
Luciana Littizzetto, ibidem

Ma quali fasci di rose rosse, ma quali bouquet di mammole?! Date retta a me: mazzi di scarpe. Questo è il desiderio inconfessabile di ogni femmina. Vedersi recapitare a casa dall'Interscarpa un'enorme fascina di scarpe miste. Stivali a mezza coscia sul fondo per sostenere il mazzo e sul davanti sandali, décolleté dal tacco audace, zatteroni, anfibi, college, pantofole pelose a muso di topo e ciabattine argentate con tanto di piume di colibrì. Il tutto mescolato a infradito miste.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Le dorme non comprano le scarpe per necessità, visto l'esubero costante. Il loro è un piacere, un gusto perverso, un bisogno impellente a cui è difficile sottrarsi. Un'urgenza, insomma, tipo la pipì che anche se ti sforzi non te la puoi tenere.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Comunque vada, ai matrimoni i piedi si gonfiano. È una legge della natura. E solo al ristorante si compie il rito liberatorio. Non mi dite che non l'avete mai fatto. Di sfilarvi le scarpe sotto il tavolo, dico. C'è un unico rischio: che alla fine del pranzo si scambino per errore. Io, per esempio, sono entrata al ristorante con due décolleté mezzo tacco blu marine e sono uscita con un anfibio e un sandalo da frate.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Oggi come oggi se non avete almeno un paio di scarpe a punta non siete nessuno. Capito? Se avete il coraggio di infilare le vostre estremità in disgustosi mocassini sbombati non vi meritate il diritto di stare al mondo. Anzi. Se potete, scansatevi. Se volete stare nella performance, care le mie testoline rosicchiate dai topi, siete obbligate a temperarvi le scarpe. Anche se portate il quaranta di piede.
Luciana Littizzetto, Col cavolo, 2004

Vorrei elevare al cielo una preghiera. Una supplica accorata. Una prece. Mi rivolgo agli scarpari. A tutti i geppetti del cuoio, agli artisti della tomaia, ai profeti del décolleté. Io vi prego con tutto il cuore. Quando fate le scarpe da donna, potete fare per favore anche i 34 e 35 per noi minipony? Per noi diversamente abili di piede? Zampe di criceto?
Luciana Littizzetto, I dolori del giovane Walter, 2010

Volevo chiedere agli stilisti se potevano smettere di fare le scarpe a punta: siamo stanche di temperarci gli alluci!
Luciana Littizzetto [1]

Per le donne le scarpe sono quasi una parte del corpo, per gli uomini invece sono un accessorio staccato. Una donna nuda con delle scarpe addosso può essere molto sexy, un uomo nudo con le scarpe fa ridere
Christian Louboutin, cit. su Corriere della Sera, 2011

Tutte le calzature hanno un senso: le pinne per nuotare, i roller per pattinare in città, le scarpe da tennis per camminare. Le mie servono a sognare, a essere sexy.
Christian Louboutin, cit. su Corriere della Sera, 2011

Un piede nudo femminile può essere più o meno erotico. Sono le scarpe a esaltarlo.
Christian Louboutin, cit. su Corriere della Sera, 2011

Quando una donna acquista un paio di scarpe, non guarda mai la scarpa. Si alza e si guarda allo specchio, si guarda il seno, il sedere, di fronte, di lato, eccetera eccetera. Se si piace, allora prende in considerazione la scarpa.
Christian Louboutin, su Dailymail, 2011

La scarpa non è un oggetto, è un vero privilegio
Christian Louboutin, in God Save My shoes, 2011

Se Cupido fosse stato donna, avremmo provato amore soltanto per le nostre scarpe.
Marcello Macrì (Aforismi inediti su Aforismario)

Date a una ragazza le scarpe giuste, e conquisterà il mondo.
Bette Midler, su Houston Chronicle, 1985 (attribuito erroneamente a Marilyn Monroe)

Gli uomini raramente capiscono questa ossessione femminile [per le scarpe], ma hanno comunque una irragionevole reazione pavloviana andando in estasi davanti a una donna ben calzata.
Richard Newbuty, A qualcuno piace tacco, su La Stampa, 2009

Le scarpe delle donne possono disorientare, incantare, soggiogare, divertire l’osservatore.
Richard Newbuty, ibidem

Sex in the City è così popolare perché in realtà è «Shoes in the City».
Richard Newbuty, A qualcuno piace tacco, su La Stampa, 2009 [3]

Gli occhi possono essere le finestre dell'anima, ma le scarpe sono la porta d'ingresso della psiche.
Linda O'Keeffe, Shoes. A Celebration of Pumps, Sandals, Slippers and More, 1996

Le qualità carismatiche delle scarpe hanno più a che fare con il possesso che con l'uso. È la ragione per cui le donne continuano ad acquistare scarpe, anche se ne indossano solo alcune delle molte che possiedono. È il motivo per cui una scarpa adorata è raramente scartata, anche se non è indossabile.
Linda O'Keeffe, ibidem

L'impulso a comprare non ha nulla a che fare con il bisogno: è l'emozione di scivolare in una nuova scarpa e in un nuovo personaggio che suscita il desiderio.
Linda O'Keeffe, ibidem

Ci può essere rassicurazione in una scarpa vecchia, ma non incanto. Il tedio sopraggiunge con la familiarità, e una volta che una scarpa è comoda e invecchiata, perde la sua qualità talismanica.
Linda O'Keeffe, Shoes. A Celebration of Pumps, Sandals, Slippers and More, 1996

Ho cercato di entrare nella mente delle donne, ma dovevo farmi spazio tra troppe paia di scarpe.
Flavio Oreglio [1]

È soltanto per compiacere un'aspettativa maschile che le donne generalmente considerano le scarpe come pezzo principe del loro guardaroba? Niente affatto. Le scarpe occupano un posto importante nel desiderio e nella fantasia femminili, a prescindere: sono belle da provare, guardare, toccare.
Gian Luigi Paracchini, su Corriere della Sera, 2013

Le scarpe sono i totem della libidine incorporea. Le scarpe sono caramelle per gli occhi, poesia per i piedi, ciliegina sull'anima. Rappresentano tutto ciò che avete sempre desiderato: fascino, successo, uno spirito sagace, un appuntamento con il Dio Sesso di vostra scelta, l'abito da sposa di Barbie. Le scarpe suggeriscono che il raggiungimento di queste cose è altrettanto facile come infilarle ai vostri piedi. Sembra che abbiano il potere magico di trasformarvi in qualcun altra, qualcuna senza problemi di pelle, senza capelli sottili, senza una risata equina. E ci riescono.
Mimi Pond, Le scarpe non mentono mai, 1985

Le donne sono famigerate S.S. Sempre Scarpe.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

− Oggi mi sento molto positiva e solare!
− S'era capito dalle scarpe.
Carlo Verdone, Ma che colpa abbiamo noi, 2003

È curioso come un paio di scarpe davvero belle ci faccia sentire bene nella testa − all'estremità opposta del nostro corpo.
Levende Waters [1]

Così tante scarpe e solo due piedi.
Anonima

Se una donna ha meno di cinque paia di scarpe non è una vera donna.
Anonima, in God save my shoes, 2011

Libro consigliato da Aforismario
Voglio quelle scarpe!
La più grande ossessione femminile
Autrice Paola Jacobbi
Editore Sperling & Kupfer, 2009

Questo libro, a metà tra il saggio di costume e il racconto antropologico, prova a spiegare l'inarrestabile ascesa di un feticcio che attraversa la cultura popolare nei secoli, da Cenerentola a Sex & The City. Intorno alle scarpe, le donne hanno costruito - e continuano a costruire - mode e miti, appassionandosi via via a sandali e stivali, a tacchi assassini e ballerine. In base alle calzature che portano ai piedi, le donne si dividono in tribù e categorie dello spirito. In queste pagine, imparerete a identificare quali donne stanno sopra a quali scarpe, com'è fatto l'inconscio di chi porta il tacco a rocchetto e come mai Amleto se la prendeva con le zeppe di Ofelia.

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Membro della donna: Freud si riferisce alla credenza infantile che anche le donne abbiano il pene.
  3. Sex in the City: in realtà il titolo della famosa serie televisiva è Sex and the City. [cfr. citazione di Richard Newbuty].
  4. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Scarpe col Tacco - Scarpe da UomoBorse da donna 

Nessun commento: