Geppi Cucciari - Frasi e battute divertenti

Selezione delle frasi più ironiche e delle battute più divertenti di Geppi Cucciari (Macomer 1973), attrice, comica e conduttrice televisiva italiana. Geppi Cucciari comincia a farsi conoscere dal grande pubblico nel 2003 con la partecipazione al programma cabarettistico Zelig Off, trasmesso su Italia 1, e successivamente, dal 2005 al 2009, a Zelig Circus, su Canale 5. Da allora le sue partecipazioni in TV, anche come conduttrice e attrice, non si contano quasi più. Nel 2008 debutta anche nel cinema recitando nel film Grande, grosso e... Verdone, di Carlo Verdone.
Le battute di Geppi Cucciari riportate in questa pagina sono tratte dai suoi monologhi televisivi a Zelig e dai suoi libri: Meglio donna che male accompagnata (Kowalski 2006) e Meglio un uomo oggi (Mondadori 2010).
Geppi Cucciari
Meglio donna che male accompagnata
© Kowalski 2006 - Selezione Aforismario

Adamo, il primo uomo, ha dato la colpa ad Eva davanti a Dio per la storia della mela, e da allora non avete più smesso.

Ammettiamolo, anche noi donne guardiamo nei punti nevralgici (o nostalgici: dipende da quanto tempo è passato dall'ultima volta che ci hai messo le mani) esattamente come fanno gli uomini, e da che mondo è mondo non si tratta certamente del sorriso.

È ingiusto tentare di cambiare un uomo: meglio cambiare uomo.

Gli uomini soli a trent'anni sono single, hanno la sindrome di Peter Pan, noi donne sole a trent'anni siamo additate come Hannibal Lecter all'ora dell’aperitivo!

Ho sempre pensato che esistano solo tre tipi di uomini: quelli gentili, quelli fedeli e la maggioranza.

La cellulite è una terra di nessuno dove non esiste sincerità: se ne parli con una che ne ha più di te, ti dice che non è nulla di grave ma sotto sotto è felice di non essere la sola. Se lo fai con una che ne ha meno lei ti conforta, ma in realtà si compiace di averne meno.

Le donne parlano di cellulite come gli uomini di calcio: spesso, e per luoghi comuni. Come il calcio divide gli uomini, la cellulite divide le donne.

Ma perché è così difficile trovare un uomo da sposare che sia sensibile, intelligente e fedele? Il fatto è che se in realtà è davvero sensibile, intelligente e fedele se l’è già sposato un’altra.

Molto spesso quelli che noi chiamiamo uomini sono soltanto bambini alti.

Noi donne usciamo una sera per trovare l’uomo della vita, un uomo passa la vita a uscire per trovare la donna di una sera.

Non dico mai la mia taglia perché non mi piace dire le bugie.

Se pure Dio è single, ci sarà un motivo.

Sulla mia tomba scrivete pure Nacque single, morì single per coerenza

Se pure Dio è single, ci sarà un motivo. (Geppi Cucciari)
Meglio un uomo oggi
© Mondadori 2010 - Selezione Aforismario

C'è solo una cosa peggiore di avere trentacinque anni ed essere single: avere trentacinque anni e stare con un uomo che trova l'idea di un figlio attraente quanto quella di seguire un corso serale di uncinetto.
Detestiamo la cellulite ma ci dobbiamo convivere, l’unico sollievo
è sapere che anche le nostre amiche ne sono provviste. (Geppi Cucciari)
Battute da Zelig
Selezione Aforismario

Avete un problema fisico? E risolvetevelo! Non ce l'avete? Createvelo, che tanto, anche se siete magre, i vostri fidanzati i culi delle altre in spiaggia li guardano lo stesso.

C'è solo una cosa peggiore di avere trentacinque anni ed essere single: avere trentacinque anni e stare con un uomo che trova l'idea di un figlio attraente quanto quella di seguire un corso serale di uncinetto.

Ci sono tre tipi di uomini: quelli sinceri, quelli fedeli e la maggioranza.

Come si fa a insultare due persone simultaneamente? Si dice: "Sei peggio di tua madre!".

Dio nella Bibbia ha inventato prima l'uomo, poi lo scarica barile, poi la donna; se no a chi la dava la colpa?

È inutile e ingiusto tentare di cambiare un uomo... basta cambiare l'uomo direttamente.

I maschi qualsiasi a noi non interessano, perché noi vogliamo un uomo, che è più difficile da trovare, perché si sa che maschi si nasce, ma uomini si diventa.

Il mio fidanzato ha una doppia personalità, e io litigo con entrambe.

Il problema non è che siamo noi che siamo grasse, sono le taglie che sono piccole.

Io non credo alle frasi d'amore contenute nei cioccolatini. L'unica frase che dovrebbero metterci è "Stai ingrassando, cretina!".

L'anello per noi donne è il simbolo dell'impegno, della fedeltà, dell'amore eterno; per un uomo l'anello è un buco con la tredicesima intorno.

Maschi, ricordatevi: quando un giorno nella corsa della vita una donna vi busserà alle spalle, non è perché è rimasta indietro, è che vi ha doppiati.

Mettiamoci d'accordo sul significato della parola "noi", che per una donna significa "io e te", per un uomo "io e i miei amici".

Molto spesso noi donne siamo grasse, ma voi uomini siete pesanti, e per questo mettersi a dieta non basta.

Nelle discussioni noi donne vogliamo sempre avere ragione. Da degli studi effettuati nel Massachusetts è risultato che la frase più pronunciata dalle donne non è "Ti amo", che arriva soltanto quarta in classifica, ma: "Vedi, te l'avevo detto!".

Noi donne sopportiamo, sopportiamo e quando non ce la facciamo più ce ne andiamo di casa; un uomo lo sapete perché non se ne va mai via di casa? Perché non è capace di farsi le valige.

Ogni età ha le sue mete prestabilite: a 30 anni vai in discoteca, a 60 Lourdes, in entrambi i casi ti aspetti il miracolo.

Per andare d'accordo con gli uomini basta essere chiare. Infatti all'ultimo che ho trovato ho detto: "Guarda io sono così, prendere o lasciare". E infatti mi ha lasciata.

Per capire una donna ci vuole una donna, per capire un uomo ci vuole un maiale.

Per una donna un figlio è una ragione di vita, ma per un uomo prima dei quarant'anni la gioia di avere un figlio è seconda soltanto alla gioia di avere dei calcoli biliari.

Quando nella corsa della vita una donna ti busserà alle spalle, non è perché è rimasta indietro, ma perché ti ha doppiato.

Quelle che prima sono grasse e cordiali, poi dimagriscono e diventano secche e insopportabili? Meglio grassa che stronza, no?

Quelli che chiamate uomini talvolta sono soltanto bambini alti.

Un uomo solo a trent'anni è un single, è un figo, ci ha la sindrome di Peter Pan. Una donna a trent'anni sola è additata come Hannibal Lecter all'ora dell'aperitivo!

Libro di Geppi Cucciari consigliato
Meglio donna che male accompagnata
Kowalski 2006

Sole a Milano. Tre amiche. Tutte sarde. Tutte vitali e ben inserite nella loro città d’adozione. Tutte single. Lucia, capace di parlare in tribunale come di attaccare una mensola o di ricamare a punto croce; Stefania, che fa la giornalista letteraria ed è la “stronza magra” delle tre; Geppi, che da qualche tempo sta realizzando il suo sogno di fare l’attrice. La loro vita sembra scorrere (quasi) normalmente fino all'arrivo di una lettera dall'aspetto anonimo, che però all'apertura si rivela più pericolosa di un pacco bomba: l’invito al matrimonio di un’amica d’infanzia, proprio quella che sembrava avere meno chance... Meglio donna che male accompagnata è il suo primo ingresso in libreria: un vero romanzo costruito sapientemente, scritto con una penna brillante ed un cuore scintillante. Con tutta la vivacità di Geppi che abbiamo conosciuto in TV e una sorprendente dolcezza.
Note
Vedi anche frasi e battute divertenti di: Luciana Littizzetto - Erma Bombeck - Rita Rudner

Nessun commento: