Abisso - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sull'abisso (dal latino abyssus, dal greco ἄβυσσος "senza fondo"). Per "abisso" s'intende una grande profondità della terra o del mare (in questo caso è più comune il termine al plurale: abissi). Il termine "abisso" è spesso usato in senso figurato col significato di profondità interiore, distanza incolmabile, perdizione morale, ecc. 
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul precipizio, il baratro e la profondità.
Se scruterai a lungo in un abisso, anche l'abisso scruterà dentro di te.
(Friedrich Nietzsche)
Immagine: Viandante sul mare di nebbia, Caspar David Friedrich, 1818
Abisso
© Aforismario

L'uomo non può fare a meno di ciò che non può raggiungere. È nato dunque per l'aspirazione e per la sofferenza, a meno che Dio non colmi l'abisso ch'egli stesso ha scavato nella nostra anima.
Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

Talvolta può bastare mezza parola per intuire l’abisso morale e intellettuale che ci separa da una persona.
Amedeo Ansaldi, Manuale di scetticismo, 2014

La sventura è un marciapiede per il genio, una piscina per il cristiano, un tesoro per l'uomo abile, per i deboli un abisso.
Honoré de Balzac, Cesare Birotteau, 1837

Gli anni sono l’abisso della vita, ma sulla nostra strada c’è abbastanza luce per guidare i nostri passi.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

Noi vogliamo, per quel fuoco che ci arde nel cervello, tuffarci nell'abisso, inferno o cielo non importa. Giù nell'ignoto per trovarvi il nuovo.
Charles Baudelaire, Il viaggio, I fiori del male, 1857/61

Nell'amore, come pressoché in tutti gli affari umani, l’intesa cordiale è il risultato di un malinteso. Questo malinteso, è il piacere. L’uomo urla: O mio angelo! La donna sospira: Mamma! mamma! E questi due imbecilli sono persuasi di pensare in accordo. – L’abisso insormontabile, che fa l’incomunicabilità, resta insuperato.
Charles Baudelaire, Il mio cuore messo a nudo, 1859/66 (postumo 1887/1908)

Noi ci costringiamo a non percepire il nostro abisso. Eppure, per tutta la vita, non facciamo altro che guardare giù, al nostro abisso fisico e psichico, pur senza percepirlo.
Thomas Bernhard, Perturbamento, 1967

Sii sempre con me, assumi qualsiasi forma, fammi impazzire! Solo non lasciarmi in questo abisso dove non riesco a trovarti!
Emily Brontë, Cime tempestose, 1847

Ogni uomo è un abisso, e dà le vertigini a guardarci dentro.
[Jeder Mensch ist ein Abgrund, es schwindelt einem, wenn man hinabsieht].
Georg Buchner, Woyzeck, 1836/37 (incompiuto e postumo, 1879) [1]

Grandi sono le soddisfazioni di una vita laboriosa, agiata e tranquilla, ma ancora più grande è l'attrazione dell'abisso.
Dino Buzzati, Bestiario, 1991 (postumo)

Forse sono la punta dei miei dolci abissi.
Alberto Casiraghy, L'anima e la foglia, 2003

Solo finché c'è il gusto dell'abisso c'è avventura umana.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Quando ripenso alle mie notti, a tante solitudini e a tanti supplizi in quelle solitudini, desidero di andar via, di abbandonare i sentieri battuti. Ma dove andare? Vi sono fuori di noi abissi non meno profondi di quelli dell’anima.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

Con molte precauzioni mi aggiro intorno alle profondità, per carpire loro qualche vertigine e poi svignarmela, come uno scroccone dell’Abisso.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

L'abisso è in noi e fuori di noi, è il presentimento di ieri, l'interrogativo di oggi, la certezza di domani.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

In ogni istante della nostra vita abbiamo un piede nella favola e l'altro nell'abisso.
[Em cada instante das nossas vidas temos um pé nos contos de fadas e o outro no abismo].
Paulo Coelho, Undici minuti, 2003

Com'è debole e misera l'anima nostra, senza difesa contro i risvegli e gli assalti di quanto men nobile e men puro dorme nella oscurità della nostra vita incosciente, nell'abisso inesplorato ove i ciechi sogni nascono dalle cieche sensazioni! Un sogno può avvelenare un'anima; un sol pensiero involontario può corrompere una volontà.
Gabriele D'Annunzio, Il piacere, 1889

La morte: un ponte o un abisso?
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La vita: un ponte lanciato su un abisso.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

L’abisso non può comprendere il canto delle stelle.
Kahlil Gibran, Una lacrima e un sorriso, 1914

Non c’è profondità al di fuori dell’anima dell’uomo, e l’anima dell’uomo è l’abisso che invoca sé stesso
Kahlil Gibran, Gesù figlio dell'Uomo, 1928

L’abisso non può udire il canto delle stelle
Kahlil Gibran, Segreti del cuore, 1947 (postumo)

Tra due persone per quanto vicine possano essere, rimane sempre un abisso che può essere colmato soltanto dall'amore, di volta in volta, e solo con una passerella di fortuna.
Hermann Hesse, Demian, 1919

La natura umana è come un abisso, che neanche i saggi conoscono.
Hsiao Mi (Han Yin-chieh), in Lo Wei, Il furore della Cina colpisce ancora, 1971

Le nostre difficoltà quotidiane celano abissi, non sono altro che la punta di un enorme iceberg.
Alejandro Jodorowsky, Psicomagia, 1997

Il cuore è un abisso quando vi si precipita.
Roger Judrin, Parole abitate, 1985

Una volta conoscevo l'abisso dove non c'è speranza e dove l'oscurità si stende su ogni oggetto. Fu allora che l'amore venne e liberò la mia anima. Una volta conoscevo soltanto oscurità e immobilità. Ora conosco la speranza e la gioia.
Helen Keller, Ottimismo, 1903

Chi volge gli occhi al fondo di un abisso, è preso dalla vertigine. Ma la causa non è meno nel suo occhio che nell'abisso.
Søren Kierkegaard, Il concetto dell'angoscia, 1844

Non v'è paese che conosca alture più vaste o più profonde di abissi dell'anima umana.
Theodor Kröger, Il villaggio sepolto nell'oblio, 1934/81

In cima a ogni vetta si è sull'orlo di un abisso.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Non è l'abisso che separa, ma la differenza di livello.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Per saltare nell'abisso non occorre trampolino.
Stanisław Jerzy Lec, ibidem

Chi è stato sospeso su un abisso dovrebbe essere ormai capace di fare l'altalena.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Notturno mare, il tuo silenzio è tanto | non turbato così, | che favellar quest'anima l'incanto | del proprio sogno udì. || Che del vorace abisso al tetro aspetto | ch'empie di tema il cor, | questo segreto d'un eterno affetto | scende più addentro ognor.
Nikolaus Lenau, Calma sul mare, XIX sec.

Fine ideale: precipitare a occhi chiusi nel buio di un abisso senza fondo, all'infinito.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Scrutare l'abisso, ma fermarsi sull'orlo del precipizio.
Davide Morelli (Aforismi inediti su Aforismario)

Come per passare accanto a un abisso o per attraversare un profondo torrente su un ponticello si ha bisogno di una ringhiera, non per aggrapparsi a essa - ché crollerebbe immediatamente - bensì per suscitare per l'occhio l'idea della sicurezza, così si ha bisogno da giovani di persone che ci rendano inconsapevolmente il servizio di quella ringhiera. È vero, esse non ci aiuterebbero, se noi volessimo veramente, in un grande pericolo, appoggiarci a esse, ma danno il senso tranquillizzante della protezione vicina (per esempio i padri, i maestri e gli amici, come tutti e tre di solito sono).
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Innalzati sopra la tua vita come sopra al tuo dolore, affissa lo sguardo laggiù in fondo negli abissi senza fine!
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881

Il coraggio ammazza anche la vertigine in prossimità degli abissi: e dove mai l'uomo non si trova vicino ad abissi!
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

In verità, come il sole, cosi io amo la vita e tutti gli abissi del mare. E questo sia per me la conoscenza: ogni abisso si innalzi alla mia altezza!
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Chi lotta con i mostri deve guardarsi di non diventare, così facendo, un mostro. E se tu scruterai a lungo in un abisso, anche l'abisso scruterà dentro di te.
[Wer mit Ungeheuern kämpft, mag zusehn, dass er nicht dabei zum Ungeheuer wird. Und wenn du lange in einen Abgrund blickst, blickt der Abgrund auch in dich hinein].
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

L'uomo è un cavo teso tra la bestia e il superuomo, – un cavo al di sopra di un abisso.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1885

Corriamo spensieratamente verso l'abisso, non prima di aver messo qualcosa tra noi e lui per impedirci di vederlo.
[Nous courons sans soucis dans le précipice, après que nous avons mis quelque chose devant nous pour nous empêcher de le voir].
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

L'unico modo di sfuggire all'abisso è di guardarlo e misurarlo e sondarlo e discendervi.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi – un pozzo che fissa il cielo.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Nessuno può non andare oltre. E oltre c'è un abisso.
Antonio Porchia, Voci, 1943

Quando il superficiale mi stanca, mi stanca tanto, che per riposare ho bisogno di un abisso.
Antonio Porchia, Voci, 1943

È nella malattia che ci rendiamo conto che non viviamo soli, ma incatenati a un essere d'un altro regno, dal quale ci separano degli abissi, che non ci conosce e dal quale è impossibile farci comprendere: il nostro corpo.
Marcel Proust, I Guermantes, 1920

Non è concepibile definirsi "spiriti liberi" senza essere stati capaci di rischiare il salto sull'abisso che separa la realtà dal sogno.
Emilio Rega, Casus irreducibilis, 1998

Si finisce con l'avere la sensazione disperatamente netta e sicura che la vita non è se non la corsa verso un abisso, senz'ancora che possa trattenere, senza alcuna seria speranza di trovare nel fondo di esso qualsiasi forma di salvezza, senza che nulla valga la pena di fare, poiché tutto si cancella e si distrugge. Puro e semplice precipitare in un vuoto.
Giuseppe Rensi, Cicute, 1931

Sono nel profondo dell'abisso, e non so più pregare.
Arthur Rimbaud, Vergine folle, Una stagione all'inferno, 1873

È sempre meglio tendersi freddamente la mano sopra il profondo abisso di un'eterna estraneità piuttosto che abbracciarsi commossi sopra i gorghi ingannevoli della comprensione.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

L'abisso della mia anima chiama sempre a gran voce l'abisso di Dio: dimmi, qual è più profondo?
Angelus Silesius, Il pellegrino cherubico, 1674

L'amore è la nostra unica difesa contro l'abisso in questo universo insensato.
Lisa Simpson, in Matt Groening, I Simpson, 1989/...

La donna? Per certuni un buco: per altri un abisso.
Ardengo Soffici, Giornale di bordo, 1915

Là dove tanti, discettando di “animo umano”, vedono – non senza orgoglio – un insondabile abisso, io trovo una semplice palude; e se, in effetti, non è possibile scorgerne il fondo, non è perché le sue acque siano troppo profonde, ma perché son torbide.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Il passato è un abisso spalancato nel quale è mortalmente dolce lasciarsi scivolare.
Michel Tournier, Diario estimo, 1993-2000

Stanco di essere sulle cime scesi di proposito negli abissi in cerca di nuove sensazioni.
Oscar Wilde, De Profundis, 1897 (postumo, 1962)

Nel mondo ognuno ha un suo abisso personale. Ci sono tante sofferenze al cui confronto la tua e la mia non sono niente, e se solo potessimo sperimentarle, ne saremmo sopraffatti e moriremmo sul colpo.
Banana Yoshimoto, Ricordi di un vicolo cieco, 2003

Abyssus abyssum invocat.
[L’abisso chiama l’abisso].
Salmi, Antico Testamento, III sec. a.e.c.

Note
  1. La frase di Georg Buchner è citata anche nel film di Roberto Benigni La tigre e la neve (2005): "Ogni persona è un abisso, vengono le vertigini a guardarci dentro".
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Baratro e Voragine - Precipizio

Nessun commento: