Compatire e Commiserare - Frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul compatimento e la commiserazione. Il termine "compatire" deriva dal latino compăti, composto da con- e pati, "patire", dunque: "soffrire, sopportare insieme", e può avere diverse sfumature di significato (così come il suo sinonimo commiserare): provare compassione verso chi soffre; giustificare o considerare con benevola indulgenza le manchevolezze di qualcuno; oppure provare un senso di pietà mista a disprezzo o a superiorità, come per esempio nelle frasi del tipo: "Ti compatisco per la tua ignoranza". Queste diverse sfumature di significato del termine "compatire" si possono riscontrare nelle citazioni sottostanti.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla compassione, il compiangere e la pietà.
Non si può avere compatimento per gli altri,
quando abbiamo troppo da soffrire per noi stessi. (Luigi Pirandello)
Compatire
© Aforismario

Quanto sono da compatire i grandi, allorché sono infelici! è nemmeno lecito a essi il comparirlo.
Matthieu Bonnafous, Riflessioni filosofico-morali, 1816

Dimostriamo compatimento per le sofferenze degli amici non con le lamentazioni, ma prendendoci cura di loro.
Epicuro, Sentenze, IV-III sec. a.e.c.

Quando si vive troppo a lungo, si perde il diritto di essere compatiti al momento della morte.
Franz Fischer, Aforismi, 1979

Non ho alcuna compassione per le disgrazie collettive. Nessuno compatisce la mia miseria; si arrangino gli altri con le proprie sciagure. Restituisco all'umanità quello che mi dà: indifferenza.
Gustave Flaubert (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non chiedere comprensione neppure al tuo migliore amico. Potrà al massimo compatirti, come chiunque altro.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

È più facile invidiare chi sta meglio che compatire chi sta peggio.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

È proprio degl'infelici ottenere il favore della gente, poiché questo favore, con la sua inutile simpatia, ha la pretesa di compensare il disfavore della fortuna; si vede perciò talvolta che chi nella prosperità era aborrito da tutti, vien da tutti compatito quando è vittima dell'avversità.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Quanto è da compatire una donna in cui si uniscono amore e virtù!
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Lo sventurato non bello, e maggiormente se vecchio, potrà esser compatito, ma difficilmente pianto. Così nelle tragedie, ne' poemi, ne' romanzi ec. come nella vita.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Se uno ha fatto umilmente pubblica ammenda, mostra di compatirlo e non infierire, per non spingerlo a far peggio. Accontentati di infliggergli una pena leggera, e sta' a vedere se cambia vita.
Giulio Mazzarino, Breviario dei politici, XVII sec.

I genitori si compatiscono, dei nonni si sorride, gli antenati si venerano. 
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Non c'è gusto a soffrire se non c'è da chi farsi compatire.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Sono disposto a patire ma rifiuto di essere compatito.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Anche tu vorrai aiutare: ma soltanto coloro di cui capisci pienamente la pena, perché hanno in comune con te un solo dolore e una sola speranza – i tuoi amici, e soltanto nel modo in cui aiuti te stesso: – io li voglio rendere più coraggiosi, più resistenti, più semplici, più giocondi! Voglio insegnare loro quello che oggi così pochi capiscono, e meno di tutti quei predicatori del compatire: – il congioire!
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

Non si può avere compatimento per gli altri, quando abbiamo troppo da soffrire per noi stessi.
Luigi Pirandello, La ragione degli altri, 1915

Molti si lasciano compatire atteggiandosi spesso a vittime per essere con più buona coscienza carnefici. 
Emilio Rega, Sursum Corda, 1993 

Non c'è nessuno da compatire di più di un bambino molto amato in una famiglia unita.
Christiane Rochefort, La porte du fond, 1988

Se ti capita una disgrazia, il primo impulso del tuo amico non sarà il compatimento e neppure il desiderio di aiutarti, bensì la soddisfazione di aver previsto da tempo la sventura che ti sovrastava e, in secondo luogo, la convinzione che tu stesso ne sia la causa.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Compatisci i difetti altrui e cerca di emendare i tuoi.
Amadeus Voldben (Amedeo Rotondi), Pensieri per una vita serena, 2008 (postumo)

Solo chi è molto infelice ha il diritto di compatire un altro.
Ludwig Wittgenstein, Pensieri diversi, 1914-1951 (postumo, 1977)

Figlio, soccorri tuo padre nella vecchiaia, non contristarlo durante la sua vita. Anche se perdesse il senno, compatiscilo e non disprezzarlo, mentre sei nel pieno vigore. Poiché la pietà verso il padre non sarà dimenticata, ti sarà computata a sconto dei peccati.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Proverbi sul Compatire
  • Chi patisce, compatisce.
  • Meglio essere invidiati che compatiti.
  • Per compatire bisogna aver patito.
2. Commiserare
© Aforismario

Tutto ciò che vive, l'animale o l'insetto più ripugnante, trasale, non fa che trasalire; tutto ciò che vive, per il semplice fatto di vivere, merita commiserazione.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Ottimismo e autocommiserazione sono i poli positivo e negativo della viltà contemporanea. 
Cyril Connolly, La tomba inquieta, 1944

Non potete impedirci di guardare con commiserazione i tristi abitanti di questo mondo, tutti quelli che non hanno avuto in sorte il nostro fascino, che non sono stati messi alla prova dalle nostre tribolazioni, che sono privi delle nostre cicatrici e pertanto deboli, gelatinosi.
Dave Eggers, L'opera struggente di un formidabile genio,

Dodici minuti [...] corrispondono all'effettiva durata verificata del dolore genuino. Qualsiasi cosa oltre i dodici minuti è autocommiserazione, e tentativi inutili di far sembrare più importanti i primi dodici minuti.
Harlan Ellison, Idrogeno e idiozia, 1980

Si faccia avanti uno stoico a rivelare le umane risorse e a dire agli uomini che essi non sono salici bisognosi di appoggiarsi, ma possono e devono far da sé; e che con l'esercitare la fiducia in se stessi, nuovi poteri verranno alla luce; che un uomo è la parola fatta carne, nato per diffondere guarigione e salute per le nazioni; che dovrebbe vergognarsi della nostra compassione, e che nel momento in cui egli incomincerà ad agire da sé, gettando via dalla finestra leggi, libri, idolatrie e costumanze, non avremo più commiserazione per lui, ma gratitudine e rispetto; giacché un tale maestro riporterà a splendore la vita dell'uomo e renderà caro il suo nome alla storia universale.
Ralph Waldo Emerson, Fiducia in sé stessi, Saggi, 1841/44

La commiserazione ha e deve avere la sua curiosità.
Victor Hugo, I miserabili, 1862

L’inesperto della vita, e spesso anche l’esperto, in sui primi momenti che si conosce colto da qualche infortunio, massime dove egli non abbia colpa, se pure gli corrono all'animo gli amici e i familiari, o in generale gli uomini, non aspetta da loro altro che commiserazione e conforto, e, per tacere qui d’aiuto, che gli abbiano o più amore o più riguardo che innanzi; né cosa alcuna è sì lungi dal cadergli in pensiero, come vedersi, a causa della sventura occorsagli, quasi degradato nella società, diventato agli occhi del mondo quasi reo di qualche misfatto, venuto in disgrazia degli amici, gli amici e i conoscenti da tutti i lati in fuga, e di lontano rallegrarsi della cosa, e porre lui in derisione.
Giacomo Leopardi, Pensieri, 1845 (postumo)

La strada per l'autocommiserazione è lastricata di rimpianti. E l'autocommiserazione non ha mai fatto niente per nessuno [...] L'autocommiserazione non ha mai pelato una patata.
Willy Russell, The Wrong Boy, 2012

La commiserazione è la parodia della pietà.
Amadeus Voldben (Amedeo Rotondi), Pensieri per una vita serena, 2008 (postumo)

Chi commisera il lupo non ha pietà delle pecore.
Proverbio

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Compassione - Compiangere - Pietà

Nessun commento: