Conversazione - Frasi e citazioni sul Conversare

Raccolta di aforismi, frasi e battute divertenti sulla conversazione e sull'arte di conversare. Il termine "conversazione" deriva dal latino conversatio -onis "il trovarsi insieme", e indica un amichevole colloquio tra più persone. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul dialogo, il colloquio, la discussione e il chiacchierare.
Di fronte agli imbecilli non c'è che un modo per mostrare il proprio
spirito: evitare qualsiasi conversazione con loro. (Arthur Schopenhauer)
Conversazione
© Aforismario

I conversatori sono dei prodighi. Conversare è buttare il proprio ingegno dalla finestra.
Louise-Victorine Ackermann Choquet, Pensieri di una solitaria, 1882

Molti sanno discutere, pochi conversare.
Amos Bronson Alcott, Concord days, 1872

La conversazione è il sesso dell'anima
Isabel Allende, Afrodita, 1998

In una conversazione, la persona che possiede soltanto banconote di grosso taglio e non riesce mai a cambiare in spiccioli, facilmente verrà presa per un pezzente.
Amedeo Ansaldi, Manuale di scetticismo, 2014

Il savoir-faire consiste nel saper sostenere in modo brillante una conversazione irrimediabilmente futile. Per possedere questa dote, bisogna essere molto al di sopra o molto al di sotto dell’indignazione.
Amedeo Ansaldi, Manuale di scetticismo, 2014

Conversazione. Una fiera dove si sfoggiano i prodotti più vani dell'intelligenza, e in cui ogni espositore è troppo intento a sistemare la propria merce per prestare attenzione a quella del proprio vicino.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Nella conversazione figuriamo come in una orchestra, deve ciascuno è più attento alla propria parte che a quella degli altri.
Matthieu Bonnafous, Riflessioni filosofico-morali, 1816

La conversazione è una cosa tanto superflua eppure tanto necessaria, in cui gli uni non dicono sempre ciò che sanno, e gli altri non sanno sempre ciò che dicono.
Stanislas de Boufflers, Pensées, saillies et bons mots, 1816 (postumo)

Le conversazioni faccia a faccia sono molto più efficaci, e le videoconferenze sono sempre un ripiego rispetto a una tazza di tè bevuta insieme.
Richard Branson, Il business senza segreti, 2008

La conversazione sta al pensiero come la scatola di fiammiferi al fiammifero.
Anselmo Bucci, Il pittore volante, 1930

Conversando, sforzatevi di dire di tanto in tanto una banalità. L’amor proprio di chi vi ascolta ve ne sarà riconoscente.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

Non si conversa più, non si racconta più, non si sussurra più. Si chiacchiera o si discute.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Tutto ciò che si guadagna conversando si perde discutendo.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Una pausa di silenzio durante una conversazione ed è panico.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Tolto quanto ci ammanniscono i media, non abbiamo nulla da dirci, non abbiamo esperienze comuni su cui conversare.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Le conversazioni assomigliano ai viaggi per mare: ci si stacca da terra quasi senza accorgersene, per avvedersi poi di aver lasciato riva solo quando si è già molto lontani.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

L'arte della parentesi è uno dei grandi segreti della conversazione in società.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

La conversazione è feconda soltanto fra spiriti dediti a consolidare le loro perplessità.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

I silenzi inattesi che calano nel bel mezzo di una conversazione vi riportano subito all'essenziale, vi rivelano tutto ciò che l'uomo ha perduto inventando la parola.
Emil Cioran, Quaderni, 1957/72 (postumo 1997)

L'arte del conversare sta nel nascondere all'interlocutore la sua miseria. La genialità nel farlo essere, in quel momento, un Creso.
 Marina Cvetaeva, Indizi terrestri, 1917/19

Quando un adulto e un bambino conversano insieme, non c’è da una parte un "adulto intelligente, equilibrato, assennato, capace di un pensiero logico" e dall'altra parte un "bambino sprovveduto, incapace di capire, rigido nelle sue concezioni ed egocentrico", ma due persone che, indipendentemente dalla loro età, sono intelligenti o sciocche, rigide o disponibili al dialogo e alla comprensione.
Tilde Giani Gallino (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Primo dovere d'un conversatore è far passare agli altri la voglia d'interromperlo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Com'è pesante la conversazione della gente leggera!
Roberto Gervaso, ibidem

La conversazione è l'arte di far dire agli altri quello che più ci piace ascoltare.
Roberto Gervaso, ibidem

S'esaurisce una conversazione più parlando di quel che si conosce che di quel che s'ignora.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Più che dire ciò che gli piacerebbe dire, il grande conversatore dice ciò che l'ascoltatore vuol sentirsi dire.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Le persone intelligenti sono sempre il miglior manuale di conversazione.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Chi fa un libro ci mette dentro, di solito la parte migliore di sé; e per questo, conversare con i libri, è più piacevole che conversare con gli uomini.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Alla conversazione durante un party nessuno contribuisce più degli assenti.
Audrey Hepburn (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Conversare è l'arte di parlare senza pensare.
Viktor de Kowa (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L’arguzia della conversazione non consiste tanto nel mostrarne molta quanto piuttosto nel lasciare agli altri di trovarne: chi dall’incontro con voi esce soddisfatto di sé e del proprio ingegno, lo è mirabilmente di voi. Agli uomini non piace affatto ammirarvi, vogliono piacere; cercano meno di essere istruiti e perfino divertiti che di essere apprezzati e applauditi; e il piacere più squisito è fare quello altrui.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Nelle conversazioni occorre prendere una posizione giusta tra una certa pigrizia che si ha nel parlare o talvolta una mente distratta che, spingendoci lontano dal tema della conversazione, ci fa formulare insulse domande o sciocche risposte, e una certa attenzione importuna prestata alla minima parola che sfugga, per metterla in risalto, scherzarci sopra, trovarvi un mistero che gli altri non vedono, cercarvi finezza e acutezza, col solo pretesto di piazzarvi la propria.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Nelle conversazioni si parla impulsivamente, spesso per vanità o per capriccio, di rado con sufficiente attenzione; del tutto presi dal desiderio di rispondere a ciò che non si ascolta affatto, s’inseguono le proprie idee, spiegandole senza il minimo riguardo per i ragionamenti altrui; ben lungi dal trovare insieme la verità, non ci si è ancora accordati su quale verità sia da cercare. Chi potesse ascoltare tali conversazioni e trascriverle farebbe risaltare talvolta buoni argomenti che non hanno alcuna prosecuzione.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Se dedicassimo seria attenzione a tutto ciò che di futile, di vacuo e di puerile si dice nelle comuni conversazioni, si proverebbe vergogna di parlare o di ascoltare, e ci si condannerebbe forse a un silenzio perpetuo che, nei rapporti, sarebbe cosa ben peggiore dei discorsi inutili.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Si scorgono persone le quali, nelle conversazioni o nei rapporti sporadici che si hanno con loro, infastidiscono con le loro ridicole espressioni, con la stramberia e, se posso dire, con l’improprietà dei termini di cui si servono, come pure con la giustapposizione di certe parole, che s’incontrano insieme soltanto in bocca loro, e che essi costringono a significare cose assolutamente estranee all'intenzione dei loro primi inventori. Parlando, non seguono né la ragione né l’usanza ma il loro gusto eccentrico, che la voglia di scherzare sempre, e forse di brillare, trasforma poco a poco in un gergo tipicamente loro, divenendo alla fine il loro idioma naturale; accompagnano un linguaggio così stravagante con un gesto affettato e una pronuncia contraffatta. Sono tutti paghi di sé stessi e del fascino del proprio estro, e non si può dire che ne siano totalmente sprovvisti, ma li si compatisce per quel po’ che ne hanno; e, quel che è peggio, se ne cade vittime.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

La confidenza alimenta la conversazione più dell'intelligenza.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Le conversazioni sul tempo diverranno interessanti ai primi segni della fine del mondo.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Se l'arte della conversazione fosse da noi in maggior onore, minore sarebbe l'incremento demografico.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Il restare contenti di una persona, non vuol dire, e non è altro in sostanza che il restar contenti di se medesimi. Noi amiamo la conversazione, usciamo soddisfatti dal colloquio ec. di coloro che ci fanno restar contenti di noi medesimi, in qualunque modo, o perché essi lo procurino, o perché non sappiano altrimenti, ci diano campo di figurare. ec. Quindi è che quando tu resti contento di un altro, ciò vuol dire in ultima analisi che tu ne riporti l’idea di te stesso superiore all'idea di colui.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

− Davvero lei sta facendo un corso di conversazione?
− Sì.
Steve Martin (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Sapere e non parlare, capire e non odiare, tollerare e non indignarsi: ecco le regole d'oro della conversazione.
Giulio Mazzarino, Breviario dei politici, 1684 (postumo)

Con le persone sospette limita la conversazione alle formule più banali: bella giornata! come va la salute?
Giulio Mazzarino, Breviario dei politici, 1684 (postumo)

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo.
[With thee conversing I forget all time, all seasons and their change, all please alike].
John Milton, Paradiso perduto, 1667

Bisogna guardarsi dal mostrare di voler essere sempre al centro della conversazione. Ci si rende amabili quando si ascolta volentieri e senza rivalità, e si consente anche agli altri di mostrar dello spirito.
Damien Mitton, Pensieri sull'onestà, 1694 (postumo)

In procinto di contrarre un matrimonio bisogna porsi la domanda: credi tu di poter ben conversare fino alla vecchiaia con questa donna? Ogni altra cosa nel matrimonio è transitori, mentre la maggior parte del tempo della vita comune è presa dalla conversazione.
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano, 1878

Dopo una conversazione con qualcuno si parla dell’interlocutore nel modo migliore, quando si è avuto occasione di mostrare davanti a lui in tutto il loro splendore il proprio spirito e la propria amabilità. Di ciò approfittano gli uomini scaltri che vogliono disporre qualcuno in modo favorevole a loro, porgendogli nella conversazione le migliori occasioni per una buona battuta e simili. Sarebbe pensabile un’allegra conversazione fra due molto scaltri, di cui ciascuno volesse disporre l’altro in modo favorevole a lui, e che perciò nel discorso continuassero a porgere e a offrire gli spunti migliori, senza che essi fossero raccolti, sicché il discorso si svolgerebbe in complesso senza spirito e senza amabilità, dato che ciascuno rimanderebbe all'altro l’occasione di fare dello spirito e di mostrarsi amabile.
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano, 1878

Ogni buona conversazione deve essere un monologo a due
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Conversazione: gara nell'interrompersi a vicenda.
Pitigrilli (Dino Segre), Dizionario antiballistico, 1953

C'è stata un'epoca della conversazione, c'è stata un'epoca della discussione. Incapaci dell'una, nauseati dell' altra, non ci resta adesso che il soliloquio in compagnia.
Mario Andrea Rigoni, Variazioni sull'impossibile, 1993

Di fronte agli imbecilli non c'è che un solo modo per mostrare il proprio spirito: evitare qualsiasi conversazione con loro.
Arthur Schopenhauer, Scritti postumi, 1804/60 (postumo 1966/75)

Mi piace sentirmi parlare. È una delle cose che mi divertono di più. Spesso sostengo lunghe conversazioni con me stesso e sono così intelligente che a volte non capisco nemmeno una parola di quello che dico.
Oscar Wilde, Il razzo illustre, in Il principe felice e altri racconti, 1888

È bello sostenere da soli tutta la conversazione. Si risparmia tempo e si evitano discussioni.
Oscar Wilde, ibidem

La conversazione dovrebbe sfiorare tutto, ma non soffermarsi su nulla.
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

Bisogna preferire le donne che hanno un passato: la loro conversazione è straordinariamente divertente.
Oscar Wilde, Il ventaglio di lady Windermere, 1892

In ultima analisi il legame di ogni rapporto, dall'amicizia al matrimonio, è la conversazione. La conversazione deve avere una base comune, e tra due persone di cultura molto diversa la sola base comune possibile è al livello più basso.
Oscar Wilde, De Profundis, 1897 (postumo, 1962)

Sono pochissimi gli amici con cui si possa stare in silenzio. Una volta che si smette di parlare inutilmente, il corpo scandisce con naturalezza i ritmi impressi in noi nel corso di lunghi anni. La conversazione diventa lenta e pacata.
Banana Yoshimoto, Il corpo sa tutto, 2000

Autori sconosciuti
  • Conversazione. Concorrenza di voci in cui colui che sta prendendo fiato viene chiamato ascoltatore.
  • Conversazione: monologo in presenza di altri.
  • La conversazione tra Adamo ed Eva era difficile perché non avevano nessuno di cui sparlare.
  • La miglior specie d'amico è quel tipo con cui puoi stare seduto in un portico e camminarci insieme, senza dire una parola, e quando vai via senti come se sia stata la miglior conversazione mai avuta.
  • Monologo: l'idea di certe persone di un'ottima conversazione.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Dialogo - ColloquioDiscorso - Chiacchierare 

Nessun commento: