Farmaci e Medicinali - Frasi e battute umoristiche

Raccolta di aforismi, proverbi e battute divertenti sui farmaci e sui medicinali (o medicine). Un farmaco è una sostanza naturale o sintetica, capace di produrre nell'organismo modificazioni funzionali, utili o dannose, mediante un’azione fisico-chimica. Un medicinale è una preparazione farmaceutica  che serve a riportare nella norma una funzione patologicamente alterata o a favorire i processi riparativi di una lesione. [cfr. Vocabolario Treccani].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sugli psicofarmaci, la farmacia, i farmacisti, le prescrizioni mediche, la cura e l'effetto placebo.
Se gettassimo in fondo al mare tutte le medicine che utilizziamo,
sarebbe tanto meglio per noi e tanto peggio per i pesci.
(Oliver Wendell Holmes)
Farmaci / Medicinali
© Aforismario

Il riso è la medicina migliore.
Patch Adams, Salute!, 1993

Abbiamo bisogno non solo di buoni farmaci ma anche di un buon ambiente psicologico, che ci consenta di ritrovare un equilibrio interno che la biochimica da sola non può compensare. Un medico mi ha detto una frase che mi è rimasta impressa [...]: «Vede, c'è gente che viene da noi e avrebbe bisogno non di tre pillole al giorno, ma di tre abbracci al giorno.»
Piero Angela, Viaggio nel mondo del paranormale, 1978

Conservare la propria salute con la sobrietà e il lavoro piuttosto che con i farmaci.
Bonaventure d'Argonne, L'educazione, 1691

Se in salute rifuggite completamente dai farmaci, quando il vostro corpo ne avrà bisogno vi sembreranno troppo estranei. Se ve li renderete troppo familiari, non opereranno alcun effetto al momento della malattia.
Francis Bacon, Saggi, 1597-1625

Raccomando un po' di dieta in certi periodi, più che l'uso frequente di medicinali, a meno che non siano diventati un'abitudine; infatti le diete apportano miglioramento al corpo e lo disturbano meno.
Francis Bacon, Saggi, 1597-1625

Gli uomini vivono di malattie e muoiono di farmaci.
Mirko Badiale (Aforismi inediti su Aforismario)

Overdose. Una dose fatale di farmaci che viene così chiamata se è stata somministrata da qualcuno non in possesso di regolare laurea in medicina.
Ambrose Bierce, Il dizionario del diavolo, 1911

Una medicina è una sostanza che iniettata in un ratto produce un articolo.
Arthur Bloch, Definizione di Matz, La legge di Murphy II, 1980

L’acqua, l’aria e la pulizia sono i principali prodotti della mia farmacia.
Napoleone Bonaparte, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La salute dipende più dalle precauzioni che dalle medicine.
Jacques Bénigne Bossuet, XVII sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Le medicine per la memoria non funzionano. I pazienti dimenticano di prenderle. 
Paolo Burini [1]

Se l’alimentazione fosse un tema maggiormente compreso, e se la prevenzione e le cure naturali fossero più accettate nella comunità medica, non ci troveremmo a riversare nei nostri corpi una tale quantità di farmaci tossici e potenzialmente letali nella fase più avanzata di una malattia. Non cercheremmo freneticamente nuovi medicinali che alleviano i sintomi ma spesso non fanno nulla per contrastare le cause fondamentali delle nostre patologie. Non spenderemmo il nostro denaro per realizzare, brevettare e commercializzare farmaci “miracolosi” che spesso causano problemi di salute addizionali.
T. Colin Campbell, The China Study, 2005

I benefici promessi con l’assunzione di integratori di singole sostanze nutritive si stanno rivelando altamente discutibili. Il mio messaggio da ricordare è perciò il seguente: se volete la vitamina C o il beta-carotene, non ricorrete al flacone nell'armadietto dei medicinali, ma al cestino della frutta o alla verdura verde in foglia.
T. Colin Campbell, The China Study, 2005

La scienza, più di ogni altra disciplina, è diventata la speranza di molti proseliti, dopo che il Prozac o il Viagra hanno lasciato intendere che i miracoli non sono poi così impossibili.
Aldo Carotenuto, Il gioco delle passioni, 2002

I prodotti farmaceutici per cani e gatti dovrebbero essere prima sperimentati sull'uomo, tenuto in appositi stabulari.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

«Senza rimedio morale le medicine sono inutili» (Constantin Hering, Homoeopathic Domestic Physician). Non solo inutili, ma dannose. E la grande fame di farmaci morali vagherà per il mondo, gonfiandosi sempre più, insaziabile...
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Alcune delle più grandi invenzioni del XX − antipiretici, antibiotici, voltaren, cortisonici, psicofarmaci, ipotensivi, ansiolitici, e pannolini e pannoioni assorbenti − che cosa raccontano, se non l’infinita miseria del corpo umano, la sua ingiustificabile umiliazione di ogni momento, la sua dipendenza schiacciante dalle oscillazioni delle forze della morte.
Guido Ceronetti, Insetti senza frontiere, 2009

Non usare alcun medicamento, bene spesso è l'ottima sorta di medicamento.
Francesco Chiari, Cento aforismi fisico-medici, 1743/84

L'orina di vacca è il solo medicamento di cui i monaci fossero autorizzati a servirsi, nelle prime comunità buddhiste. Restrizione quanto mai sensata. Se uno aspira alla pace, la raggiungerà soltanto respingendo tutto ciò che è causa di turbamento, tutto ciò che l'uomo ha innestato sulla semplicità, sulla salute originaria.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Un tempo gli uomini morivano della propria morte, era il loro destino, morivano senza cure. Oggi, grazie ai farmaci, l’uomo conduce una falsa vita, una vita prolungata artificialmente. Non vive più il suo destino.
Emil Cioran, Un apolide metafisico, 1995

L’umanità scomparirà quando saranno scoperti i farmaci per tutte le malattie.
Emil Cioran, Un apolide metafisico, 1995

Il dolore è di per sé una medicina.
William Cowper, Carità, 1782

Omicidi, crimini, povertà. Queste cose non mi spaventano. Quello che mi spaventa sono le celebrità sulle riviste, la televisione con cinquecento canali, il nome di un tizio sulle mie mutande, i farmaci per capelli, il viagra, poche calorie. 
Tyler Durden (Brad Pitt), in Fight Club, 1999

I veleni sono le nostre principali medicine, uccidono le malattie e salvano la vita.
Ralph Waldo Emerson, Condotta di vita, 1860

La metà dei farmaci moderni potrebbe essere buttata fuori dalla finestra, se non ci fosse il rischio di essere inghiottita dagli uccelli.
Martin Henry Fischer, Fischerismi, 1944

Il tratto "anestetico" non è tipico solo delle droghe, ma anche dei farmaci che, per il loro valore anestetizzante e quindi nichilistico, hanno un successo da far invidia al sistema moderno delle merci, dal momento che nessun bene di consumo può competere con loro in termini di soddisfazione e di piacere.
Umberto Galimberti, L'ospite inquietante, 2007

Al primo segno del più leggero cattivo-stare nel tuo corpo, invece di dare denaro alle imprese farmaceutiche, siediti, chiude gli occhi, fa' tre respirazioni profonde, entra nel tuo interno e domanda: "Che cosa è quello che devo sapere?." Perché il tuo corpo sta tentando di dirti. qualcosa. Se ti precipiti alla cassetta dei medicinali, quello che gli dici in realtà al tuo corpo è: "Taci!."
Louise Hay, Vivere, 1997

Un farmaco miracoloso è un farmaco che farà ciò che l'etichetta dice che farà.
Eric Hodgins, Episode, 1963

Credo fermamente che se gettassimo in fondo al mare tutte le medicine che utilizziamo, sarebbe tanto meglio per noi e tanto peggio per i pesci.
[I firmly believe that if the whole materia medica, as now used, could be sunk to the bottom of the sea, it would be better for mankind-and all the worse for the fishes].
Oliver Wendell Holmes (senior), Saggi di medicina, 1861/91

I medicinali sono sempre stati virtuali veleni, ma i loro effetti secondari non desiderati sono aumentati di pari passo con la loro potenza e diffusione.
Ivan Illich, Nemesi medica, 1976

I vizi entrano nella composizione delle virtù come i veleni nella composizione dei farmaci. La prudenza li riunisce e li tempera, servendosene utilmente contro i mali della vita.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Ci sono degli affari e delle malattie che i rimedi certe volte rendono più gravi; ed è un segno di grande intelligenza capire quando è pericoloso usarli.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Veleni e medicine sono spesso fatti con le stesse sostanze, sono solo dati con intenti diversi.
Peter Mere Latham, XIX sec. [3]

Io vorrei conoscere personalmente i signori che di mestiere inventano i nomi delle medicine. Quelli che prendono lo stipendio per battezzare le supposte. Ma io dico: già stai male e sei depresso, perché rincarare ancora la dose? Si comincia dalla scatola che di solito è viola, un colore tutt'altro che tranquillizzante. Direi lievemente funereo. Un pelino lugubre. E poi il nome. Il mio antibiotico si chiama Ritro, e non da certo l'idea di un qualcosa che ti fa andare verso la guarigione. Ma ci sono anche medicinali con nomi peggiori. C'è la categoria di quelli sospesi: Iodosan, Zerinol, Lasonil, Colbiocin, Simpatol. Ma vi prego. Cosa sono? Tempi di danza? Valzer viennesi? Oppure quelli che nascondono cripticamente nel nome il perché della loro esistenza. Faccio un esempio. Il farmaco che cura la carenza di ormone maschile si chiama Sustanon. Leggetelo al contrario e l'enigma è presto risolto. Ma il massimo, l'apice supremo della follia umana sta racchiuso nel nome di un farmaco per urinare che si chiama (giuro, esiste) Ben Ur. Ma vi rendete conto? Perché allora non chiamare quello contro la diarrea Quo Vadis?
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Non c'è medicina che guarisca quello che non guarisce la felicità.
Gabriel García Márquez, Dell'amore e di altri demoni, 1994

Se per farmaci intendete porcherie di farmacia, io sono di avverso parere. L’ultima volta che andai dal dottore mi diede tante medicine che, dopo guarito, stetti male per un mese intero.
Groucho Marx (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Muoiono più persone per i loro rimedi, che per le malattie.
Molière, Il malato immaginario, 1673

Non c’è nessuna medicina che non abbia qualche proprietà nociva: e se quelle stesse che ci giovano ci danneggiano in qualche modo, che cosa devono fare quelle che ci sono somministrate del tutto a sproposito?
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

Tutto quello che si rivela salutare alla nostra vita si può chiamare medicina.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

Le violente baruffe del farmaco e del male sono sempre a nostro discapito, poiché la lite si svolge in noi. E il farmaco è un soccorso infido, per sua natura nemico della nostra salute e che non ha accesso nel nostro stato se non attraverso il disordine.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

Al momento del loro primo ingresso in farmacia, gli effetti collaterali che tutti i farmaci comportano in quanto per loro natura veleni – lo si voglia o no, nessuno escluso – non sono conosciuti che in minima parte e delle loro interazioni con gli altri farmaci, compresi quelli cosiddetti "naturali" e gli alimenti, si sa ancor meno. Così, quando il paziente assume più di un medicinale, questi effetti incrociati diventano difficilissimi da prevedere, addirittura un terno al lotto perché, non dimentichiamolo, tra le mille variabili rientra anche quella unica, non riproducibile, del paziente stesso in quanto laboratorio biochimico di straordinaria e in grandissima parte sconosciuta complessità.
Stefano Montanari, Il girone delle polveri sottili, 2008

I farmaci sono un business più colossali di questi anni a cavallo dei due millenni, con gruppi industriali che hanno bilanci paragonabili a quelli di una nazione
Stefano Montanari, Il girone delle polveri sottili, 2008

Se la ricerca partorisce un farmaco che oggettivamente non ha nulla da offrire di quanto esiste già, si mette insieme una squadretta di "scienziati", si fa loro scrivere una bella serie di articoli fasulli che saranno pubblicati su grandi riviste; si sponsorizzano congressi, meglio se con annessa vacanza; si esercita pressione serrata a livello dei medici.
Stefano Montanari, Il girone delle polveri sottili, 2008

Il progresso della scienza si manifesta sotto forma di medicinali sempre più micidiali.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Buone notizie: l’Agenzia per i farmaci ha approvato una pillola che aiuta a perdere peso dando l’impressione di sentirvi sazi. La dose raccomandata è di cinquemila pillole al giorno.
Conan O’Brien (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il desiderio di prendere medicine è forse la grande caratteristica che differenzia l'uomo dagli altri animali.
William Osler, Science, 1891

Uno dei principali doveri del medico è quello di educare i suoi pazienti a non prendere le medicine.
William Osler [1]

I medici sono più pericolosi delle malattie, ma le medicine sono ancor più pericolose dei medici.
Giovanni Papini, La spia del mondo, 1955

Basta un poco di zucchero / e la pillola va giù / tutto brillerà di più. 
Mary Poppins (Julie Andrews), in Mary Poppins, 1964

Per un'affezione che i medici guariscono coi loro farmaci, costoro ne provocano dieci in soggetti sani, inoculando quell'agente patogeno mille volte più virulento di qualunque altro microbo: l'idea di essere malati.
Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913/27

A Genova quando guariamo da una malattia, prendiamo le medicine e, per paura che ci scadano, ci ammaliamo un’altra volta.
Emilio Razzetti (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La temperanza e il lavoro sono le due vere medicine dell'uomo: il lavoro stimola il suo appetito e la temperanza gl'impedisce di abusarne.
Jean-Jacques Rousseau, Emilio o Dell'educazione, 1762

Il miglior farmaco del medico è Tintura di tempo!
Béla Schick [1]

La scadenza dei farmaci cancella ogni illusione sul passare del tempo.
Alberto Schön, Infallibili errori, 2006

La più grande voluttà del malato è aprire scatolette di cartone con contagocce nuovi e volantini dettagliatissimi.
Ramón Gómez de la Serna [1]

Oggi i medicinali si possono comprare anche nei supermercati, e quando fai la spesa finiscono mischiati nelle buste con altri prodotti. Mio nonno disse alla nonna: «Mari', mò scendo e vaco a vattere 'o farmacista, pecché 'sti supposte non solo nun m'hanno fatto passa' a febbre, ma so' pure troppo grosse!». La nonna, calma: «Pasca', rimetti 'e bastoncini Findus 'nto frigorifero...».
Alessandro Siani, Non si direbbe che sei napoletano, 2011

Ci sono rimedi peggiori della malattia.
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.  

Anche una piccola supposta ha la sua dignità. Quando è chiamata a compiere il suo dovere lo fa fino in fondo e senza mai guardare in faccia nessuno. Si mette subito in cammino cercando umilmente la propria strada. E se qualcuno le si para davanti dicendole con presunzione ed arroganza: "Lei non sa chi sono io" quasi sempre si tratta di uno stronzo.
Mirco Stefanon (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La medicina consiste nell'introdurre droghe che non si conoscono in un corpo che si conosce ancora meno.
Voltaire [1]

Amo i dottori e odio le medicine.
Walt Whitman [1]

A molti pazienti si danno troppe medicine. Non è raro che i pazienti usino una moltitudine di farmaci tutti prescritti dal loro medico e che talvolta un paziente che accusi nausea e vertigini guarisca dopo solo alcuni giorni di ospedale semplicemente perché allontanato dalla scatola di medicinali di famiglia.
Henrik R. Wulff (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Contro la forza della morte non c'è medicina negli orti.
Scuola Medica Salernitana, Regola Sanitaria, ca. XII sec.

Il Signore ha creato medicamenti dalla terra, l'uomo assennato non li disprezza.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Dio ha dato agli uomini la scienza perché potessero gloriarsi delle sue meraviglie. Con esse il medico cura ed elimina il dolore e il farmacista prepara le miscele. Non verranno meno le sue opere! Da lui proviene il benessere sulla terra.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la tua medicina sia il cibo.
Anonimo ((attribuito a Ippocrate)

Ho preso così tante medicine che ogni volta che tossisco guarisco qualcuno.
Anonimo

Avrei bisogno di un'aspirina in supposte effervescenti.
Stupidario medico
Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la tua medicina sia il cibo.
Evoluzione delle medicine
  • 2000 a.C: “Tieni, succhia questa radice miracolosa!”.
  • anno 1000: “Quella radice è un veleno. Recita questa preghiera”.
  • anno 1850: “Questa preghiera è superstizione. Bevi questa pozione”.
  • anno 1940: “Questa pozione è un veleno. Ingoia questa pillola”.
  • anno 1985: “Questa pillola non funziona. Prendi questo antibiotico”.
  • anno 2000: “Questo antibiotico non è naturale. Tieni, succhia questa radice miracolosa”.
Proverbi sulle Medicine
  • A male mortale né medico, né medicina vale.
  • Chi prende medicine senza male distrugge la salute e il capitale.
  • Con due occhi si compra la medicina, con uno si dà al malato e con gli occhi chiusi si prende.
  • I migliori dottori sono la dieta, poco lavoro e vita lieta.
  • La migliore medicina è pillole di gallina, lampi di forno e sciroppo di cantina.
  • Quando una medicina è cara, se non fa bene al malato, fa bene allo speziale.
  • Quando una medicina è cara, se non purifica il corpo, purifica la borsa.
  • Se la pillola avesse un buon sapore, dorata non sarebbe di fuori.
  • Si muore del male come della medicina.
La medicina buona è amara. 
Proverbio africano

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Farmacia e Farmacisti - Psicofarmaci - CuraEffetto Placebo

Nessun commento: