Medici e Dottori - 200 Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta di aforismi, frasi, battute e proverbi sui medici e i dottori. Il medico è colui che esercita la professione medica dopo aver conseguito il titolo accademico, seguito il tirocinio prescritto e ottenuto l'abilitazione. Nel linguaggio comune, il termine "dottore" è usato spesso come sinonimo di medico.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul rapporto tra medico e paziente, sulla medicina e sulla malattia.
Il miglior medico è la natura:
guarisce tre quarti delle malattie e non sparla dei suoi colleghi.
Foto: Rembrandt, Lezione di anatomia del dottor Tulp, 1632
Medici / Dottori
© Aforismario

La paura di essere perseguitati per negligenza è una delle peggiori tragedie della medicina moderna. Questa ladra della gioia nella pratica medica ha rubato l'umanità dei medici. La nostra società ci sta dicendo che non abbiamo diritto di commettere errori.
Patch Adams, Salute!, 1993

La salute è responsabile di ogni singolo individuo. La maggior parte dei problemi ha componenti importanti nello stile di vita. Il medico viene chiamato in causa quando ormai è stato già raggiunto un certo livello di danno. Ecco perché al Gesundheit abbiamo un cartello che recita: "Per favore vivete una vita sana - la medicina è una scienza imperfetta".
Patch Adams, Salute!, 1993

Muoio grazie all'aiuto di troppi medici.
Alessandro Magno, IV-III sec. a.e.c. (Ultime parole prima di morire)

Il vantaggio dei medici è che quando commettono un errore, lo seppelliscono subito.
Alphonse Allais, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per me il medico ideale dovrebbe essere un uomo dotato di una profonda conoscenza della vita e dell'anima, che indovina intuitivamente ogni sofferenza o disturbo di qualsiasi tipo, e ristabilisce la pace con la sua sola presenza.
Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

Io reputo che ufficio del medico sia di rendere la salute e di alleviare le sofferenze e i dolori, non solo quando questo sollievo può condurre alla guarigione, ma anche quando può servire a procurare una morte dolce e calma. Al contrario i medici si fanno una specie di scrupolo e di religione di tormentare ancora il malato allorquando la malattia è senza speranza; a mio avviso invece, essi dovrebbero possedere tanta abilità da addolcire colle loro mani le sofferenze e l’agonia della morte.
Francis Bacon, Sull'utilità e il progresso del sapere, 1605

Niente da dire contro i medici, gente grandiosa: prima quando si aveva una puntura di zanzara ci si grattava, oggi ci possono prescrivere dodici pomate diverse e nessuna serve.
Gottfried Benn, Invecchiare: problema per artisti, 1954

Il mio dottore mi diede sei mesi di vita, ma quando non lo potei pagare me ne diede altri sei.
Milton Berle [1]

Meglio ci guarisce il medico che ci fa vedere anche la sua piaga.
Ugo Bernasconi, Parole alla buona gente, ca. 1933 (postumo 1987)

Tra cento cosiddetti medici solo di rado si trova un vero medico, e di conseguenza i malati sono sempre e in ogni caso una comunità condannata all'infermità e alla morte. 
Thomas Bernhard, Il respiro, 1978

I medici sono o dei megalomani o degli sprovveduti e, in ogni caso, nuocciono ai malati se questi ultimi non prendono essi stessi l'iniziativa.
Thomas Bernhard, Il respiro, 1978

Pochissimi sono i medici che ammettono di non sapere quasi niente e, di conseguenza, di non poter fare quasi niente.
Thomas Bernhard, Il respiro, 1978

Generali e medici entrano in Paradiso attraverso la porta dei fornitori.
Tristan Bernard [1]

Ogni tanto incontro il dottore che dieci anni fa mi dette per spacciato. Volta sempre la faccia dall'altra parte disgustato: non me l’ha mai perdonata.
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Mal di testa, nausea, brividi. Sii il medico di te stesso, dicono. L’ho fatto. Visti i risultati, non so cosa aspettano a radiarmi dall'Albo.
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Una madre intelligente fa spesso una diagnosi migliore di un cattivo medico.
August Bier, XIX-XX sec. (attribuito)

Riesumatore di cadaveri. Dicesi di chi deruba i vermi e procura ai giovani medici ciò che i loro colleghi più anziani hanno fornito al becchino.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Dottore. Un gentiluomo che prospera con le malattie e muore con la buona salute. 
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Medico. Persona alla quale guardiamo fiduciosi quando siamo malati e ringhiamo sospettosi quando stiamo bene.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Attenti al medico che ha un rimedio per tutto.
Arthur Bloch, Monito di Matz, La legge di Murphy II, 1980

L'abilità di un medico è inversamente proporzionale alla sua disponibilità.
Arthur Bloch, Seconda legge di Telesco, La legge di Murphy II, 1980

Mai andare da un dottore le cui piante d’ufficio sono morte.
Erma Bombeck [1]

I dottori hanno fatto tutto quello che hanno potuto, ma nonostante ciò sono ancora vivo.
Ashleigh Breant [1]

I medici prestano il giuramento di Ippocrate, il cui principio essenziale è "non nuocere ad altri". Mi chiedo: quante altre professioni possono permettersi di mettere questo scopo sopra tutti gli altri?
David Brin, Rifiuti, 1993

Pochissimi e poco noti sono li veri medici, quasi tutti sono veri ammalati. 
Giordano Bruno, Cena de le Ceneri, 1584

Chi vive secondo le prescrizioni del medico, vive infelicemente. 
Robert Burton, Anatomia della malinconia, 1621

I dottori sono simili agli avvocati; la sola differenza è che gli avvocati ti derubano soltanto, mentre i medici ti derubano e per di più ti uccidono. 
Anton Čechov, Ivanov, 1887

Scoprire che il medico non è un Dio fa soffrire, perché non riusciamo ad abbandonare l'idea di un Dio guaritore e amico sopra di noi.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Cercano disperatamente nel medico lo sciamano o il sacerdote; il medico, ottuso, impaurito, si barrica dietro la Tecnica, la Chimica, la Fisica, l'Esperimento, l'Analisi.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Vuoi essere medico specialista? Specializzati, come i più sottili Egizi, in Malattia Ignota.
Guido Ceronetti, ibidem

Il buon medico non deve fermarsi al Bene come Vita e Salute e al Male come Morte e Malattia, perché in questo orizzonte troppo professionale la sua vita morale resta soffocata. Se la sua vita morale non è sufficientemente larga, non potrà veramente capire vita-salute-morte-malattia, e non consolerà mai in modo adeguato i suoi malati. Nell'azione dovrà sempre restare dentro quello schema; ma averlo nel pensiero rotto e mescolato, perché l'azione sia morbida e leggera, non monotona e non servile.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Le donne hanno oggi il medico, come ieri avevano il confessore. I disastri che provocheranno questi nuovi confessori non saranno inferiori a quelli che provocavano un tempo quei vecchi medici.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

La maggior parte delle mie paure, circa i mali fisici, riguarda i medici e le loro cure, non la malattia. 
Guido Ceronetti, Pensieri del tè, 1987

Il medico prudente quando non sa quello che dice, la miglior cosa che possa fare, è quella di stare zitto.
Carlo Collodi, Le avventure di Pinocchio, 1881

La sanità mi fa paura. Ieri dovevo portare gli esiti delle analisi al mio medico della mutua. Mi sono sbagliato e ho preso le spese di condominio. Lui le ha guardate e ha detto: «Ahi, ahi, ahi: abbiamo il gasolio altino...»
Antonio Cornacchione [1]

Come medico devi accettare il fatto che quello che facciamo ha un solo scopo: guadagnare tempo. Cerchiamo di prolungare la partita, nient'altro; ma poi finisce sempre allo stesso modo. 
Dr. Perry Cox (John C. McGinley), in Scrubs - Medici ai primi ferri, 2001/10

Sono diventato medico per le stesse quattro ragioni di tutti: donne, soldi, potere e donne.
Dr. Perry Cox (John C. McGinley), ibidem

Un medico deve prendere in considerazione non solo l'organo malato, né deve limitarsi all'uomo, ma deve guardare all'uomo inserito nel proprio mondo.
Harvey Cushing, cit. in René Dubos, Man Adapting, 1966

Il medico deve parere molto da più di quanto è: quindi il gergo. La pomposa frase virgiliana “lignos ferro inspicat acuto” (?) non significa in fondo che far zolfanelli... Il mondo s'è sempre lasciato condurre pel naso dai nomi. Tutti possono dire mal di capo: il medico dovrà dirlo emicrania. Una emicrania sembrerà sempre qualche cosa più grave di un “mezzo dolore di capo”.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Di Franck, medico che impiegò tutti i suoi guadagnati averi per erigersi un monumento funebre colossale [...], può dirsi che “restituì al cimitero quanto il cimitero gli diede".
Carlo Dossi, ibidem

Di solito s’imparano le lingue per poter esprimere chiaramente quel che si sa; ma sembra che i medici imparino il loro gergo solo per confondere ciò che non sanno affatto.
Charles Dufresny, Divertimenti seri e faceti, 1698/1707

C’è qualche analogia fra i medici e gli amministratori. Gli amministratori mandano in rovina i casati più solidi e i medici rovinano i corpi più robusti; la rovina dei casati arricchisce gli amministratori e la rovina dei corpi arricchisce i medici.
Charles Dufresny, ibidem

Quando un malato si affida completamente alla natura, corre molti rischi; quando si affida completamente ai medici, rischia ancora molto: ma, rischio per rischio, preferisco affidarmi alla natura perché almeno sono certo che agisce in buona fede, secondo i suoi mezzi, e non trae vantaggio dal prolungare le malattie.
Charles Dufresny, ibidem

Tutti i medici dovrebbero essere obbligati a sposarsi: non è forse giusto che restituiscano allo Stato almeno alcuni uomini in cambio di tutti quelli che gli tolgono di continuo?
Charles Dufresny, ibidem

«Oh dottore! Temevo che non riuscisse ad arrivare e che io sarei dovuto morire senza il suo aiuto.»
Leopold Fechtner [1]

Nulla di più ingiusto della volgare opinione, che rappresenta i medici come amici della morte. Credo invece che se si opponesse il numero di quelli che son stati guariti dalla medicina al numero di quelli che ne sono stati vittime, i primi supererebbero di molto i secondi.
Henry Fielding, Tom Jones, 1749

Quasi tutti i medici hanno la loro malattia preferita.
Henry Fielding, ibidem

I cultori dell'arte di Esculapio sostengono giustamente che nel momento in cui la malattia entra da una porta, il medico dovrebbe essere introdotto da un'altra.
Henry Fielding, Tom Jones, 1749

Un medico deve lavorare diciotto ore al giorno e sette giorni alla settimana. Se questo non riesci ad accettarlo, abbandona pure la professione.
Martin Henry Fischer, Fischerismi, 1944

Ecco un buon consiglio per la pratica: collabora con la natura; essa fa più della metà del lavoro e non chiede alcun compenso.
Martin Henry Fischer, Fischerismi, 1944

Solo le donne e i medici sanno quanto la menzogna sia necessaria e benefica agli uomini. 
Anatole France, Storia comica, 1903

Metà delle vite che voi [medici] salvate non sono degne di essere salvate, perché sono inutili, mentre l'altra metà non andrebbe salvata perché è perfida. La vostra coscienza non vi rinfaccia mai l'empietà di questa guerra permanente contro i piani della Provvidenza?
Benjamin Franklin, lettera al medico J. Fothergill, 1764

Un medico è un uomo che viene pagato per raccontare delle fandonie nella camera del malato, sino a quando la natura non l'abbia guarito o i rimedi non l'abbiano ucciso.
Antoine Furetière, XVII sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Arte più misera, arte più rotta non c’è del medico, che va in condotta.
Arnaldo Fusinato, Il medico condotto, 1914

La vista d'un medico mi rassicura; di due m'atterrisce.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Ci sono medici che ci aiutano a vivere; altri, che ci aiutano a morire.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Ci sono medici che ci fanno più paura delle malattie.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Ciò che più ci fa soffrire è quel che il medico fa per il nostro bene.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Mi fido solo dei medici che sbagliano le diagnosi infauste.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Quando il medico ci esorta a farci coraggio è il momento in cui lo perdiamo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La vicinanza dei medici mi fa paura quasi quanto la loro lontananza.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Chi deve addentrarsi in un sapere, dev'essere ingannato o ingannare se stesso, se non vi è costretto irresistibilmente da necessità esterne. Chi si farebbe medico, se si vedesse a un tratto davanti tutti gli orrori che lo aspettano?
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Il medico saggio deve essere esperto tanto per prescrivere un rimedio quanto per non prescrivere nulla. 
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Nel credere al medico, non dimenticare che l'esperienza sua non può in tutto fare le veci dell'esperienza tua. 
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

I medici non sbagliano mai: è il malato che ha sbagliato medico.
Marco Grassi [1]

Capita una cosa quando le persone scoprono che sei un medico. Smettono di vederti come una persona e cominciano a considerarti più di quello che sei. Loro ci devono vedere così, come degli dei, altrimenti siamo come tutti gli altri, insicuri, imperfetti, normali. Così facciamo i forti, facciamo gli stoici, nascondiamo il fatto di essere fin troppo umani. 
Meredith Grey (Ellen Pompeo), in Grey's Anatomy, 2005/13

I dottori per guarirvi hanno bisogno di poco: purché vi possano proibire qualcosa tutto va a posto. L'astuzia sta nel farsi proibire soltanto le cose cui si tiene di meno.
Giovannino Guareschi, Lo Zibaldino, 1948

La morfina è stata inventata per permettere ai medici di dormire tranquilli. 
Sacha Guitry, Mio padre aveva ragione, 1919

Nessuna famiglia prende così poche medicine come quella del dottore, eccettuata quella del farmacista.
Oliver Wendell Holmes (senior), Saggi di medicina, 1861/91

Un medico coscienzioso deve morire con il malato se non possono guarire insieme.
Eugène Ionesco, La cantatrice calva, 1950

La vita è breve, l'arte vasta, l'occasione fuggevole, l'esperimento malcerto, il giudizio difficile. Al medico tocca far si che non solo egli stesso adempia quanto è necessario, ma anche il malato, gli assistenti, le circostanze esterne.
Ippocrate di Cos, Aforismi, V-IV sec. a.e.c. (attribuito)

Stare dove la vita è ridotta a un filo sottile è traumatico ma può insegnare parecchie cose a un dottore.
Enzo Jannacci, Intervista di Fabio Cutri, su Corriere della Sera, 2009

Un medico animato da fede religiosa? Può contestare il fatto che la Chiesa abbia lo stomaco buono. Ma che nell'acqua benedetta ci siano batteri, lo deve ammettere per forza!
Karl Kraus, Die Fackel, 1906/13

Il mio medico dice che se continuo a bere così non arriverò alla vecchiaia. Ma io al mio caro dottore non credo. Perché ogni notte vedo più vecchi ubriaconi che vecchi dottori.
Joe E. Lewis (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Una volta il medico era come un cecchino: al massimo ne faceva fuori uno alla volta. Poi è arrivata la Mutua ed è come se gli avessero messo in mano una mitragliatrice. Una strage!
Oreste Lionello [1]

Un medico che si vanta dei suoi successi dovrebbe cambiare mestiere.
Christian Jacq, Il giudice d'Egitto, 1993/94

Il malato non vuole veramente sapere, bensì ubbidire. L'autorità del medico è un gradito punto fermo che lo dispensa dalla riflessione e dalla responsabilità proprie.
Karl Jaspers, Il medico nell'età della tecnica, 1958

I medici coltivano l'illusione rassicurante di incontrare per tutta la vita lo stesso corpo.
Jean Josipovici, Pensieri in rotta, 1989

Per l’uomo sano la ricetta migliore consiste nell’evitare i medici, affidarsi alla verità del corpo e tuttavia non trascurarne gli avvertimenti.
Ernst Jünger, Trattato del Ribelle, 1951

Regni sul tuo volto imperturbabile tranquillità accanto de' malati: datti anzi a divedere con essi gioviali, e loro favella con dolcezza. Nella infermità che li affligge trovano essi sufficiente argomento di raccapriccio, senza che tu in aggiunta, standotene in fosca e malinconica guardatura, rappresenti loro l'effigie della morte piuttosto che il simulacro gradevole e sospirato della salvezza.
Alessandro Knips Macoppe, Cento aforismi medico-politici, 1795

Finché gli uomini potranno morire, e ameranno vivere, il medico sarà oggetto di ironia, e pagato profumatamente.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Un grande dottore uccide più gente che un grande generale.
Gottfried Wilhelm Leibniz, XVII-XVIII sec. (attribuito)

Fin quando il medico ci proibisce qualcosa, tutto va bene. La situazione diventa seria quando improvvisamente ci permette tutto
Robert Lembke (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il New England Journal of Medicine riporta che nove medici su dieci sono convinti che un dottore su dieci sia un idiota.
Jay Leno [1]

Il medico non ha il senso delle proporzioni. La diagnosi, la prognosi, la terapia sono tutto il suo mondo. Eppure per l'uomo sano la malattia è solo una disgrazia, una parentesi, un incidente. Per l'avvocato è l'occasione per una causa di risarcimento. Per il filosofo è una riflessione sulla caducità delle cose umane. Per il sacerdote è un invito a rivolgersi alla misericordia divina. E tutti hanno ragione. Pare impossibile, ma tutti hanno ragione. 
Rosario Magrì, Il medico delle isole, 1982

La maggior parte dei medici costruisce edifici di parole per nascondervi la propria ignoranza e i propri interessi. 
Rosario Magrì, Il medico delle isole, 1982

Con le donne sono sempre stato un disastro, fin da bambino. Quando si giocava al dottore a me facevano guidare l’autoambulanza.
Boris Makaresko [1]

Diaulo era un medico, ora è un becchino: ciò che fa da becchino lo aveva fatto anche da medico.
Marco Valerio Marziale, Epigrammi, I sec.

Il lavoro più facile al mondo è quello del medico legale. Interventi chirurgici su persone decedute: che cosa potrebbe andarti storto? Sentirne ancora il battito?
Dennis Miller (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ho conosciuto un uomo che, a buona ragione, sosteneva di non dover mai dire: “Il tale è morto per una febbre e un’infiammazione polmonare” ma: “È morto per quattro medici e due farmacisti”.
Molière, L'amore medico, 1665

[Quello del medico] trovo sia il più bel mestiere al mondo, dato che, si faccia bene oppure male, si è pagati sempre allo stesso modo. Il lavoro mal fatto non ci ricade mai addosso; e tagliamo a piacimento la stoffa su cui lavoriamo. Un calzolaio, intento a fabbricare scarpe, pagherebbe di tasca
sua il cuoio che dovesse andar perduto; ma qui, si può perdere un uomo, senza che ci costi nulla. Gli errori non vanno mai a nostro carico, la colpa è sempre di chi muore. Insomma, il bello del mestiere è che, tra i morti, c’è sempre un’onestà e una discrezione senza pari al mondo: non li si sente mai lamentarsi col medico che li ha ammazzati.
Molière, Il medico per forza, 1666

Fra i medici, la fortuna è molto più utile della ragione.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

[I medici] hanno un modo molto vantaggioso di giovarsi di ogni specie di avvenimenti, poiché quello che la fortuna, quello che la natura o qualche altra causa estranea (il cui numero è infinito) produce in noi di buono e di salutare, è privilegio della medicina attribuirselo.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

I medici non si accontentano di avere il governo della malattia, rendono malata la salute, per impedire che uno possa mai sfuggire alla loro autorità.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

Una cosa però l'ho imparata da tutta questa vicenda. No, anzi: due. La prima è che i medici sanno parlare, però non sanno ascoltare; e ora sono circondato da tutte le medicine inutili che ho preso nel corso di un anno. La seconda cosa che ho imparato è che la mattina, prima della colazione, fa bene bere un bicchiere d'acqua.
Nanni Moretti, Caro diario, 1993 [2]

I medici sono come gli sbirri, non fanno mai promesse.
John Munch (Richard Belzer), in Law & Order - Unità vittime speciali, 1999/...

[I medici] hanno questa fortuna, che il sole illumina il loro successo, e la terra nasconde il loro errore.
Nicocle di Salamina, IV sec. a.e.c., cit. in Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

Oggi la più alta formazione spirituale di un medico non è raggiunta quando egli conosca i metodi migliori e più recenti, si sia in essi esercitato e sia capace di trarre quelle rapide conclusioni dagli effetti alle cause, per cui vanno famosi i diagnostici : egli deve inoltre possedere un'eloquenza che si adatti a ogni individuo e gli strappi il cuore dal petto ; una virilità la cui sola vista basti a fugare la pusillanimità (il tarlo che rode tutti gli ammalati) ; una versatilità da diplomatico nel destreggiarsi fra quelli che hanno bisogno di gioia per la loro guarigione e quelli che devono (e sanno) dispensare gioia per ragioni di salute ; la sottigliezza di un poliziotto e di un avvocato nell'intendere i segreti di un'anima senza tradirli - insomma, un buon medico ha bisogno oggi degli artifici e delle prerogative di mestiere di tutte le altre classi di professionisti : così equipaggiato, egli è allora in grado di diventare un benefattore per tutta la società
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Bisogna essere nati per il proprio medico, altrimenti si perisce a causa del proprio medico.
Friedrich Nietzsche, ibidem

I medici più pericolosi sono quelli che, da attori nati, imitano con perfetta arte di illusione il medico nato.
Friedrich Nietzsche, ibidem

Medico aiuta te stesso: così aiuterai anche i tuoi malati.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Il prestigio dei medici riposa sull'ignoranza delle persone sane e malate: e questa ignoranza a sua volta riposa sul prestigio dei medici.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Ci sono soltanto due tipi di dottori: quelli che esercitano col loro cervello e quelli che esercitano con la loro lingua.
William Osler, Aequanimitas, 1889

Il senso comune in materia medica è raro, e di solito è in rapporto inverso al grado di istruzione.
William Osler, su The Montreal Medical Journal, 1895

Dio e il Dottore, adoriamo allo stesso modo / ma soltanto quando siamo in pericolo, non prima. / Passato il pericolo, entrambi sono ugualmente ricambiati, / Dio è dimenticato e il Dottore è disprezzato.
Robert Owen, Epigrammi, XIX sec.

Morire, caro il mio dottore, è l'ultima cosa che farò!
Henry John Temple Palmerston (Ultime parole prima di morire)

Io mantengo verso i medici una benevola diffidenza, perché a furia di studiare le malattie finiscono per considerare la salute anch'essa come una malattia.
Alfredo Panzini, Io cerco moglie!, 1920

Il ciarlatano studia le malattie negli organi malati, dove non trova che gli effetti, rimanendo ignorante per quello che riguarda le cause. Il vero medico studia le cause delle malattie, studiando l'uomo universale.
Paracelso, XVI sec. [1]

Le opere, non le chiacchiere, fanno il medico.
Paracelso, XVI sec. [1]

Non sono né il diavolo né il medico a guarire, ma solo Dio attraverso la medicina.
Paracelso, XVI sec. [1]

I pediatri mangiano perché i bambini non mangiano.
Meyer A. Perlstein [1]

Solo al medico è conceduto dar morte agli uomini impunemente.
Francesco Petrarca, Epistole, 1325/74

I medici senza clienti si chiamano scienziati. 
Pitigrilli (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

[Pausania] diceva che il medico migliore è quello che non fa marcire gli ammalati, ma li seppellisce direttamente.
Plutarco, Apoftegmi spartani, I-II sec.

A un medico [...] non basta essere preparato. Messo di fronte a sintomi che possono essere di tre o quattro malattie diverse, è in definitiva il suo fiuto, il suo «colpo d’occhio» a decidere con quale malattia, nonostante le apparenze press’a poco simili, ha probabilmente a che fare. Questo dono misterioso non implica superiorità nelle altre parti dell’intelligenza; e un essere di grande volgarità, a cui piaccia la peggiore pittura o la peggiore musica, e privo di qualsiasi curiosità intellettuale, può perfettamente possederlo.
Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913/27

Gli errori dei medici sono innumerevoli. Peccano normalmente di ottimismo riguardo al regime, di pessimismo riguardo all'esito.
Marcel Proust, ibidem

In certi casi complessi, tutta la scienza medica del mondo non basterà a decidere se il tumore invisibile è fibroso o no, se l’operazione deve essere fatta o meno. È il fiuto [...] che decide, nel grande generale come nel grande medico.
Marcel Proust, ibidem

Per un’affezione che i medici guariscono con dei medicamenti (quantomeno assicurano che qualche volta sia capitato), ne procurano dieci in soggetti sani, inoculando quell’agente patogeno, mille volte più virulento di tutti gli altri microbi, che è l’idea di esser malato.
Marcel Proust, ibidem

Una gran parte di quello che i medici sanno, è insegnata loro dai malati.
Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913/27

I medici sono i più felici tra gli uomini: la rinomanza proclama i loro successi e la terra ricopre i loro errori. 
Francis Quarles, Hieroglyphics of the Life of Man, 1637 [cfr. citazione di Nicocle di Salamina]

Osserva quanta importanza si dà al piccolo medico, e com'è autorevole il suo tono quando nel suo intimo è ben sicuro che sta curando una malattia insignificante.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

La temperanza e il lavoro sono sono i due veri medici dell'uomo: il lavoro aguzza l'appetito e la temperanza impedisce di farne abuso. 
Jean-Jacques Rousseau, Emilio o Dell'educazione, 1762

Non v'è quasi altra differenza fra un medico buono ed uno cattivo che questa: il primo è innamorato della guarigione, il secondo della malattia. Il cattivo medico non desidera guarire radicalmente l'ammalato ma solo calmare i sintomi che lo fanno soffrire. Così il cliente, grato del sollievo, ritorna. 
Umberto Saba, Scorciatoie e raccontini, 1946

I medici sono gli uomini d'affari della scienza. Alcuni medici hanno la passione della loro scienza: ne sono i poeti.
Maurice Sachs, Dietro cinque sbarre, 1952

La cosa peggiore dei medici è che ti guardano come se tu non fossi te stesso.
Ramón Gómez de la Serna, Greguerías, 1917/60

Il mio medico mi ha dato due settimane di vita. Spero capitino in agosto.
Ronnie Shakes [1]

Se la salute è la cosa piú importante che si possa – e che ci si possa – augurare, è anche perché essa ci consente di non rischiare d’incorrere in uno dei piú sgradevoli effetti collaterali della malattia: essere costretti, in momenti di particolare debolezza e vulnerabilità, ad avere a che fare con medici, chirurghi, dentisti, psichiatri e con tutti quegli operatori della salute che, in genere, mostrano una disponibilità e una capacità di comprensione empatica non molto dissimili da quelle di un perito delle assicurazioni o di un esattore delle tasse.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Si credeva che Apollo, dio della medicina, fosse anche quello che mandava le malattie: in origine i due mestieri ne formavano uno solo; è ancora così.
Jonathan Swift, Pensieri su vari argomenti, 1706/26

I migliori medici del mondo sono tre: il dottor Dieta, il dottor Riposo e il dottor Ottimismo.
Jonathan Swift, Garbata conversazione, 1738

Ognuno, se sapesse quel che i medici fanno, gli cederebbe volentieri la metà dei propri beni, a patto che non si accostassero mai troppo.
Lev Tolstoj, Sonata a Kreutzer, 1889

Il medico dovrebbe essere sacerdote e magistrato e oratore e milite nel suo ministero: pietà, sapienza, coraggio, eloquenza.
Niccolò Tommaseo, Sull'educazione, 1834

Per taluni medici contemporanei, il giuramento di Ippocrate è diventato una vaga promessa.
Dino Verde [1]

Medico: cacciatore per il quale la caccia è aperta tutto l'anno.
Pierre Véron [1]

Solo i dottori trovano le parole per ingannarti, è questo che imparano all'università, e tu esci dallo studio sollevato ma appena arrivi all'ascensore ti rendi conto che sono balle a pagamento e fai la faccia di Bob Hope quando scopre uno scheletro nell'armadio: lo richiude subito come se niente fosse ma dopo due minuti urla per lo spavento.
Cesarina Vighy, L'ultima estate, 2009

Bisogna avere una religione, ma non credere ai preti; così come bisogna avere delle regole di vita, ma non credere ai medici.
Voltaire, Quaderni, XVIII sec. (postumo, 1952)

Non è bene, per un medico, ammettere che non si sente bene.
Herbert George Wells, Il giocatore di croquet, 1937

Gli studenti di medicina sono come i bambini a tavola: si devono vedere ma non sentire.
Cristina Yang (Sandra Oh), in Grey's Anatomy, 2005/...

Mio figlio è un dottore nato: riesce a scrivere cose che nessuno riesce a leggere.
Henny Youngman [1]

Ci sono medici che amano il malato e desiderano guarirlo e ci sono medici che amano la malattia e desiderano conoscerla.
Juan Varo Zafra (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Autopsia: l'ultima indiscrezione del medico.
Michel Zamacoïs, XX sec. [1]

Un medico che, invece di erudizione e genio, non ha altro che arroganza, è un vero ciarlatano.
Johann Georg Zimmermann, XVIII sec. [1]

Onora il medico come si deve secondo il bisogno, anch'egli è stato creato dal Signore.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.  

Fa' passare il medico - il Signore ha creato anche lui - non stia lontano da te, poiché ne hai bisogno. Ci sono casi in cui il successo è nelle loro mani. Anch'essi pregano il Signore perché li guidi felicemente ad alleviare la malattia e a risanarla, perché il malato ritorni alla vita.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.  

Chi pecca contro il proprio creatore cada nelle mani del medico.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.  

La scienza del medico lo fa procedere a testa alta, egli è ammirato anche tra i grandi.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.  

Autori sconosciuti
  • Avevo la pressione bassa, poi ho visto la parcella del dottore ed è andato tutto a posto.
  • Gli alberi sono esseri che si ammalano come tutti gli altri, ma avendo radici fisse al suolo non possono recarsi dal medico. Per questo vivono a lungo.
  • Il medico sta male se nessuno sta male.
  • Il miglior medico è la natura: guarisce tre quarti delle malattie e non sparla dei suoi colleghi. (attribuito a Galeno e Louis Pasteur - vedi "Citazioni errate" su Aforismario).
  • Il mio dottore dice che facendo le scale a piedi si guadagnano minuti di vita. Rampa dopo rampa ho guadagnato due settimane, durante le quali pioverà sempre. (attribuito a Woody Allen)
Proverbi sul Medico
  • A dispetto dei medici si vive fino alla morte.
  • A tre cose non credere: ad alchimista povero, a medico malato e a eremita grasso.
  • Chi ai medici si dà a sé si toglie.
  • Con le mani in mano non si va dal medico.
  • Dio guarisce e il medico è ringraziato.
  • Dottori, farmacisti e avvocati, libera nos Domine.
  • Dov’entra il sole non entra il medico.
  • È buon medico quello che si cura le proprie ferite.
  • È un gran medico chi conosce il proprio male.
  • Error di medico volontà di Dio.
  • Gli errori dei medici li copre la terra.
  • I coglioni fanno i medici grassi.
  • I dottori purgano i corpi, le borse e i letti.
  • I medici e le patate fanno i loro frutti sotto terra.
  • I medici sono come i ciechi: vanno al tasto.
  • Il dottor Blaga curava il culo per una piaga.
  • Il dottore s’esercita sui malati.
  • Il dottore va e viene e chi ha il male se lo tiene.
  • Il medico cura, la natura guarisce.
  • Il medico di Valenza: lunghe falde e poca scienza.
  • Il medico è la via del Cielo.
  • Il medico è un boia pagato dal cliente.
  • Il medico ha tre facce: d’uomo quando s’incontra, d’angelo quando è necessario e di diavolo quando è finita la malattia.
  • Il medico pietoso fa la piaga verminosa.
  • Il medico va e viene e chi ha il male se lo tiene.
  • Il miglior dottore è il tempo.
  • Il tempo è il miglior medico.
  • Le feci e l’orina sono il primo pasto del medico. [3]
  • Medici e guerre spopolano le terre.
  • Medico ammalato, alchimista povero e cane che non abbaia, non ti ci perdere.
  • "  " cristiano e avvocato pagano.
  • "  " e pistola ti salvan la vita e ti sfondan le tasche.
  • Medico giovane e vecchio barbiere, fuggi, fuggi.
  • "  " giovane fa la gobba al cimitero.
  • Medico giovane ingrassa il sagrato.
  • "  " giovane, cimitero pieno.
  • "  " vecchio e barbiere giovane.
  • Medico vecchio e chirurgo giovane.
  • "  " vecchio e medicina nuova.
  • Medico, cura te stesso.
  • Medice, cura te ipsum. (cit. in Vangelo secondo Luca)
  • Meglio ci dia spacciati il dottore che l’avvocato.
  • Meglio un dottore fortunato che bravo.
  • Meglio veder in casa il fornaio che il medico.
  • Mentre i medici discutono il malato muore.
  • Mentre il dottore pensa il malato muore.
  • Ne ammazza più la penna del medico che la spada del cavaliere.
  • Nella casa del medico e del prete non si sente la fame né la sete.
  • Nessun buon medico prende mai medicine.
  • Nessun medico è meglio di tre.
  • Non c’è miglior dottore di Nostro Signore.
  • Non è dottore ognun che porta il saio.
  • Per quanto faccia un medico ne lascia sempre più vivi che morti.
  • Prima viene il medico molte volte, poi il sacerdote alcune volte, e alla fine il becchino una volta sola.
  • Quando arriva il dottore scompare il dolore.
  • Quando chiami il medico chiama anche il notaio.
  • Quando l’ammalato muore si grida al medico, quando guarisce si canta ai santi.
  • Quando la morte s’avvicina non c’è medico né medicina.
  • Tempo d’epidemia medici in allegria.
  • Tra i dottori in medicina il più bravo è chi indovina.
Durante la malattia il medico è un padre; durante la convalescenza un amico; quando si è guariti, un guardiano.
Detto brahmanico

Il medico è come il tetto che garantisce dalla pioggia, ma non dal fulmine.
Proverbio cinese

Nessun medico è meglio di tre.
Proverbio tedesco

Un mezzo medico vicino è meglio di uno intero lontano.
Proverbio tedesco

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Nell'ultimo episodio di Caro diario, intitolato Medici, Nanni Moretti racconta della sua disavventura, vissuta realmente, alle prese con un linfoma di Hodgkin diagnosticato soltanto dopo una lunga serie di consulti medici discordanti tra loro.
  3. Le feci e l’orina sono il primo pasto del medico (Stercus et urina medici sunt prandia prima). Dileggio medievale sui medici, i quali erano costretti a esaminare simili delizie, perfino ad assaggiare l’orina. Rispondevano i medici: Nobis sunt signa, / vobis sunt prandia digna: ‘‘Per noi sono segni, per voi sono degni pasti’’.
  4. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Medico e Paziente - Medicina - Chirurgia e Chirurghi

Nessun commento: