Minigonna - Aforismi, frasi e battute divertenti

Raccolta di aforismi, frasi e battute divertenti sulla minigonna (dall'inglese miniskirt), gonna molto corta sopra il ginocchio, adottata nella moda femminile internazionale negli anni '60 del XX secolo. L'Ideazione della minigonna è spesso attribuita alla stilista inglese Mary Quant, ma probabilmente il suo contributo è stato più che altro quello di lanciarla nella moda internazionale, perché la minigonna era già indossata da molte ragazze. Come ha ammesso la stessa Mary Quant: "Né io, né Courrèges, abbiamo avuto l'idea della minigonna. È stata la strada ad inventarla". E inoltre: "Le vere creatrici della mini sono le ragazze, le stesse che si vedono per la strada".
Come nota Patrizia Calefato: "Quando Mary Quani, dal suo atelier londinese di King' Road, ebbe nei primi anni Sessanta la geniale idea di lanciare su larga scala l'uso di una gonna corta diversi centimetri sopra il ginocchio, era già da un po' che le ragazze della Swinging London l'avevano spontaneamente inventata e la esibivano nella loro "moda di strada" quotidiana. Da allora sono trascorsi diversi decenni: anni di grandi amori, di ciclici abbandoni, di battaglie per indossarla contro padri severi e presidi all'antica, di sfida a sguardi maschili troppo compiaciuti e invadenti, di scaramucce contro cicce esorbitanti. Ultima, tra le battaglie che la minigonna ha dovuto sostenere, quella contro gli stilisti che alcuni anni fa ne decretarono la fine. Battaglia dalla quale è uscita a pieno vincitrice, per un corale anche se silenzioso "no" ai guru della moda venuto da parte di milioni di donne di ogni età, per le quali ormai la minigonna, in varie versioni e in varie lunghezze, è diventata un capo di vestiario da cui non è possibile prescindere, un capo "universale", potremmo dire". [Mass moda: linguaggio e immaginario del corpo rivestito, Meltemi, 1996].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla gonna, i vestiti, la moda, le borse, le scarpe, ecc.
Oggi le gonne diventano sempre più corte e le scollature
sempre più profonde: dobbiamo solo aspettare che s'incontrino.
(Pierre-Jean Vaillard - Foto: Megan Fox)
Minigonna
© Aforismario

Indossava una minigonna e un golfino aderente, e il suo corpo descriveva una tale serie di parabole che avrebbe fatto venire l'infarto a un bue tibetano.
Woody Allen, Saperla lunga, 1971

L'omelia deve essere come la minigonna: breve, concisa e aperta al mistero.
Sergio Angeli, Aforismi, invidia e aceto balsamico, 2005

− Ma teee... guarda che per una donna la vita comincia a 40 anni! Prendi me, se metto una minigonna e vado in centro chi mi ferma?
− La protezione civile.
Stefano Bellani, Il grande libro dei ma tee...?, 2008

Nella storia del costume e nella storia delle donne la minigonna rappresenta sicuramente un intoppo, un intralcio, una rottura, in una logica dell'abito femminile che prescrive per tradizione che questo abbia innanzi tutto la funzione "morale" di coprire, cancellare, nascondere il corpo.
Patrizia Calefato, Mass moda, 1996

La minigonna è un segno femminile "forte" che condensa nella sua storia valori di libertà rispetto alle censure e alle false ipocrisie. L'accorciamento dell'orlo dell'abito ha infatti sempre coinciso nel nostro secolo con momenti di emancipazione femminile: negli anni Venti le gonne "charleston" segnarono in maniera provocatoria la crisi definitiva delle crinoline, delle doppie balze, dei mutandoni, e anche la messa in discussione di una pruderie modellata sull'immaginario maschile, che assegna a "ciò che non si vede" un valore erotico più intenso rispetto a ciò che si vede.
Patrizia Calefato, Mass moda, 1996

Se intorno agli anni Cinquanta, la gonna al ginocchio fu introdotta come capo funzionale al ruolo produttivo delle nuove generazioni di donne lavoratrici, la minigonna degli anni Sessanta fu invece un vero segno di liberazione e portò con sé una ventata di anticonformismo nell'ambito della moda istituzionale di quegli anni.
Patrizia Calefato, Mass moda, 1996

Noi che con le minigonne abbiamo cambiato il punto di vista degli uomini!
Noi che ci arrotolavamo la gonna in vita per farla diventare mini... appena uscite da casa.
Noi che andavamo in discoteca con la minigonna nella borsa perché in casa era proibita...
Noi che la minigonna era una bandiera di libertà.
Noi che quando uscivamo indossando la minigonna, la nonna si faceva il segno della croce.
Noi che indossammo la prima minigonna... e la nonna ci chiese se era finita la stoffa.
Noi che le gonne erano mini mini sotto un cappotto maxi maxi.
Noi che avevamo una minigonna così mini che prima di uscire papà ci diceva: «Mi raccomando, non tossite!».
Noi che nel '70 indossavamo la minigonna lunga trenta centimetri. E incontravamo sempre uomini che ci facevano salire galantemente la scalinata prima di loro...
Carlo Conti, Noi che... I migliori anni, 2010

Per la mia generazione, la rivoluzionaria era Mary Quant: che meraviglia le compagne di scuola tutte, all'improvviso, con la gonna corta.
Franco Cordelli, su Corriere della sera, 2010

"Poi c'era Ettore Lorusso, il professore di matematica. Chiamava sempre alla lavagna Daniela Molazza, e le chiedeva di scrivere quanto più in alto possibile. Più Daniela si allungava per scrivere in alto, più la minigonna saliva e più lui scivolava sulla sedia verso il basso e si ricopriva di bava e sudore: era una specie di professore mannaro. Nonostante gli scongiuri e i paletti di frassino, come vedeva Daniela e la sua minigonna trasfigurava: gli si allungava la lingua, i capelli gli si azzeccavano sulla calotta cranica ed entrava in trance: era un invasato. Daniela però aveva dieci in matematica e non era neanche capace di scriverlo, il dieci; tu potevi saper fare il calcolo integrale a memoria, ma senza la minigonna era un quattro garantito.
Giobbe Covatta, Dio li fa e poi li accoppa, 1999

Minigonna [...] se provassi a indossarla io mi si fermerebbe sul braccio tipo fascia del capitano.
Geppi Cucciari, Meglio donna che male accompagnata, 2006

Se hai le gambe da fenicottero, scoprile senza timore e mettiti minigonne e vestiti corti.
Eliselle, 101 modi per diventare bella, milionaria e stronza, 2010

La mia gonna corta è la mia sfida. Non vi permetterò di farmi paura. La mia gonna corta non è un'esibizione, è ciò che sono prima che mi obbligaste a nasconderlo o a soffocarlo. Fateci l'abitudine. La mia gonna corta è felicità. Mi sento in contatto con la terra. Sono qui. Sono bella. La mia gonna corta è una bandiera di liberazione nell'esercito delle donne.
Eve Ensler, Io sono Emozione, 2011

La mia gonna corta non è una supplica non vi chiede di essere strappata o tirata su o giù. La mia gonna corta non è un motivo legittimo per violentarmi anche se prima lo era è una tesi che non regge più in tribunale. La mia gonna corta, che voi ci crediate o no, non ha niente a che fare con voi.
Eve Ensler, Io sono Emozione, 2011

A dire il vero, non è che ho la gonna corta, è che ho le gambe lunghe.
[It's not really a shorter skirt, I just have longer legs].
Anna Kournikova [1]

A noi tocca essere fighe sempre. Caschi il mondo. Ma per essere tali bisogna possedere una dote essenziale: non patire il freddo. Io personalmente non ce la faccio. Tengo il piumone nel letto fino a Ferragosto, pensa se riesco a resistere vestita come una rollata di vitello solo di bretelline. Mi faccio addirittura crescere i capelli perché patisco il freddo alle orecchie... Eppure ci sono donne che viaggiano con minigonne alte come cerotti e salvabuchi copricapezzolo anche nei giorni della merla. O hanno il sangue freddo come i pitoni reticolati o una copertura antibiotica perenne. E agli uomini piacciono da matti.
Luciana Littizzetto, La principessa sul pisello, 2002

Basta con ’sta storia: “Eh, però se ti metti la minigonna poi non è che puoi pretendere...”. No, invece pretendo. Se mi metto la mini a cerotto e il top scopri filippe io donna so che attiro l’attenzione. Se non son cretina so che le possibilità che qualcuno mi stampi la mano sul tafanario sono altissime. E magari tutto sommato è quello che cerco. Ma da lì, dalla mano morta alla violenza sessuale ne corre, è come passare dal risotto alla merda, se mi consentite la licenza poetica. “Eh, ma se vai in giro vestita così provochi il maschio.” Ma stiamo mica parlando di maschio del dobermann, che quando è in calore ti si attacca al polpaccio e fa tutto il repertorio del kamasutra coi cuscini! Stiamo parlando di
maschio della specie umana, un minimo di autocontrollo dovrebbe avercelo.
Luciana Littizzetto, La Jolanda furiosa, 2008

Il preside di un istituto professionale ha decretato l'applicazione alla lettera del regolamento scolastico. Proibiti i jeans strappati, la minigonna, le magliette aderenti. Inoltre: donne a casa o col velo, uomini a testa coperta, lapidazione per gli adulteri.
Daniele Luttazzi, Tabloid, 1997

In minigonna, in hot-pants, comunque si vestisse, quando uscivamo insieme, si voltavano tutti. Guardavano lei e poi guardavano me. Con un’aria a dir poco insolente. Sapevo cosa pensavano e non potevo impedire che lo pensassero. Però mi seccava. E lei sola non voleva uscire. In un vicolo di Trastevere le arrivò da un portone un complimento da coltellate: “ ’A chiappe d’oro!” Che fare? Il sordo.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

Quando, diversi anni fa, sono uscite le minigonne gli uomini erano come impazziti. Ma io ero piuttosto preoccupato, perché ho pensato: be', a questo punto non possono più accorciare, e dovranno per forza allungare.
Bertrand Morane (Charles Denner), in L’uomo che amava le donne,1977

Mio padre di recente mi ha fatto notare: «Ai tempi miei, le ragazze con la minigonna non si vedevano!». «Papà, se è per questo manco ora: escono direttamente con la mutanda!»
Alessandro Siani, Un napoletano come me, 2009

La bellezza di una donna si vede dagli occhi e dal sorriso. Non da una maglia scollata o una minigonna. La bellezza di una donna è la sua semplicità.
Michela Strega [1]

Essere una donna / non vuol dir riempire solo una minigonna.
Anna Tatangelo e Mogol, Essere una donna, 2005

Una donna è giovane quanto le sue ginocchia.
[A woman is as young as her knees].
Mary Quant (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Puoi dire se una donna è giovane o meno guardandole le ginocchia.
Mary Quant, ibidem

Oggi le gonne diventano sempre più corte e le scollature sempre più profonde: dobbiamo soltanto aspettare che s'incontrino.
[Etant donné que les jupes raccourcissent et que les décolletés deviennent de plus en plus bas: il n'y a qu'à attendre que les deux se rejoignent].
Pierre-Jean Vaillard, Il riccio verde, 1970

Di rispetto per se stessi e non altro è fatta la sana reattività di chi non va supinamente a rimorchio di moda e mode. Guardatevi da imperativi destinati acriticamente alla pazza folla, rifiutate le gonnelline elasticizzate se avete un sedere autorevole, sfuggite alla minigonna se le gambe non sono perfette, esercitate su di voi lo spirito critico di cui siete capaci guardando gli altri.
Maria Venturini, Dizionario delle felicità, 1998

Autori sconosciuti
  • Le minigonne sono come le statistiche: danno delle idee, ma nascondono l'essenziale.
  • Le tasse sono come le minigonne. Si dice sempre: "Oltre questo limite non possono andare". E ci si sbaglia sempre!
  • Più le gonne delle donne si accorciano, più gli occhi degli uomini si allungano.
Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Gonna - JeansAbbigliamento - Moda

Nessun commento: