Ministri - Frasi e battute sui Governanti

Raccolta di aforismi, frasi e battute umoristiche sui ministri e sui governanti. Il termine "ministro" deriva dal latino minister, da minor, minus "minore, meno", e letteralmente indica un servitore, un aiutante. In senso generico, si definisce ministro chi è al servizio di un’autorità o di un’amministrazione. Nelle seguenti citazioni, si fa riferimento ai ministri intesi come componenti del Governo. In questo senso, il termine "ministro"  è considerato come sinonimo di governante, di chi regge politicamente uno Stato, chi è a capo del governo.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul Governo, il governare e contro il malgoverno.
Non è vero che siamo governati da un branco di poveri imbecilli; siamo
governati da imbecilli ricchissimi. (Hanns-Hermann Kersten © Baldinger)
1. Ministri
© Aforismario

Ministro. Agente con molto potere e poca responsabilità.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Che cosa occorre per essere deputato? Insistenza nel farsi avanti e sottomissione davanti agli elettori. Per essere Ministro? Il senso dell'equilibrio e l'arte di promettere le stesse cose a persone diverse. Inoltre, quando si possiede il potere, non si ha più che un terrore: quello di perderlo servendosene.
Alfred Capus (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ministro. Ultimo termine della gloria umana.
Gustave Flaubert, Dizionario dei luoghi comuni, 1913 (postumo)

Quanti amici, quanti parenti nascono in una notte al nuovo ministro! Gli uni fanno valere gli antichi legami, gli studi in comune, i diritti di vicinato; gli altri sfogliano la loro genealogia, risalendo fino a un trisavolo e richiamandosi alla linea paterna e a quella materna; si vuole essere in qualche modo legati a quest’uomo e si dice più volte al giorno che esiste un legame; lo si stamperebbe volentieri: è amico mio e sono lietissimo della sua promozione, devo congratularmene, mi è vicinissimo. Gente vana e devota alla fortuna, cortigiani insulsi, parlavate così otto giorni or sono? È forse diventato, da allora, una persona più giusta, più degna della scelta che il principe ha appena fatto? Aspettavate questa circostanza per conoscerlo meglio?
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Che i ministri cambino spesso è un male; ma c'è di peggio, ed è quando un ministro cattivo non cambia mai.
Joseph Pelet de la Lozère, Pensieri morali e politici, 1873

L'occasione fa l'uomo ministro.
Marcello Marchesi, 100 neoproverbi, 1965/68

Ministro senza portafoglio non teme lo scippo.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

Spesso si osserva che un primo ministro, fuori del suo ufficio, non è altro che un pomposo retore, e il generale senza esercito somiglia al mite eroe di una fiera di villaggio.
William Somerset Maugham, La luna e sei soldi, 1919

Vuoi giudicare della vanità della vita politica? Guarda nelle anticamere dei ministeri i ritratti dei ministri appesi infila: X, Y, Z. Chi se li ricorda Più? La tristezza li soffoca. Una sala anatomica è più allegra: almeno riesci a distinguere un Piede da una testa.
Ugo Ojetti, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I ministri non sono scelti perché persone competenti nell'agricoltura, nei lavori pubblici, nelle finanze, nelle poste e telegrafi, bensì perché piemontesi, liguri, lombardi, toscani, siciliani, abruzzesi; o perché appartenenti al gruppo a, b, c. Si è ministri non per quello che si è fatto, ma per il dialetto che si capisce, per il gergo parlamentare che si parla.
Giuseppe Prezzolini, Codice della vita italiana, 1921

Non è vero, in modo assoluto, che in Italia non esiste giustizia. È invece vero che non bisogna mai chiederla al giudice, bensì al deputato, al ministro, al giornalista, all'avvocato influente, eccetera. La cosa si può trovare: l'indirizzo è sbagliato.
Giuseppe Prezzolini, Codice della vita italiana, 1921

Il portaborse non è solo e sempre colui che accompagna un parlamentare, un sottosegretario o un ministro importante reggendogli la ventiquattrore piena di scartoffie. Nel ramo c'è, si, chi non sa far di meglio ma ci sono soprattutto coloro che, oltre a essere servizievoli, hanno anche un cervello, pensano alla carriera e, prima o poi, la fanno; nella politica o nei suoi dintorni.
Guido Quaranta (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

A un ministro si addice meno dire delle sciocchezze che farne.
Cardinale di Retz, Memorie, 1675/77 (postumo, 1717)

Un ministro che escogita degli accorgimenti, un esattore delle imposte che fa un buon affare, un furfante che ottiene una borsa di denaro, fanno tutti all'incirca la stessa cosa, ma ognuno di loro cerca di nobilitarne l’idea con dei termini propri del suo mestiere. Se uno, spudoratamente, mi dichiarasse senza ambagi di aver appena commesso un’insigne furfanteria, forse troverei nelle sue parole un po’ più d’arroganza, ma di certo molto meno vigliaccheria.
Jean-Jacques Rousseau, Frammenti politici, XVIII sec.

Com'è potuto accadere che un qualunque ministro (da minus, ‘meno’) – in origine un dipendente, un sottoposto che assisteva un suo superiore –, da umile servitore dello Stato sia giunto – e in Italia forse piú che altrove – a considerarsene un privilegiatissimo padrone?
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Un ministro sarà pure un “servitore dello Stato” – il che, per molti, pare sia un titolo onorifico –, ma è pur sempre un servitore, e, peggio ancora, un politico.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Tra il dire e il fare, c'è di mezzo il Ministro.
Dino Verde [1]

Le smentite del Ministro hanno le gambe corte.
Dino Verde [1]

Da noi, nessun ministro si rassegna a rassegnare le dimissioni.
Dino Verde [1]

L'unico consiglio che non porta mai a nulla di buono è il Consiglio dei Ministri.
Dino Verde [1]

2. Governanti 

Un governante che ha bisogno della religione è un debole. Ma nessun debole dovrebbe mai governare.
Mustafa Kemal Atatürk, in Harold Courtenay Armstrong, Grey Wolf: Mustafa Kemal, 1932 

Un bravo comico deve sempre difendere il suo paese da chi lo governa.
Roberto Benigni, su Corriere della sera, 2007

Lo spirito umano non è ancora abbastanza maturo, perchè i governanti facciano ciò che debbono, e i governati ciò che vogliono.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

Alcuni popoli hanno i governanti che si meritano, altri purtroppo li hanno anche peggiori.
Carl William Brown, Aforismi contro il potere e l'autorità della stupidità, 2015

La gente comune se ne frega di molte cose, ma soprattutto della politica, così i governanti possono fregare meglio la gente comune.
Carl William Brown, Aforismi contro il potere e l'autorità della stupidità, 2015

Non so concepire maggiore sventura per un popolo colto che vedere riunito in una sola mano, in mano de’ suoi governanti, il potere civile e il potere religioso.
Camillo Benso, conte di Cavour, Discorsi parlamentari, 27 marzo 1861

Per politica s’intende l’arte di conservare in vita lo Stato. L’abilità [...] di restare al governo mentre lo Stato precipita non può essere chiamata politica.
Confucio, Dialoghi, ca. 479/221 a.e.c. (postumo)

Civiltà è ciò che è miracolosamente scampato allo zelo dei governanti.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Affinché i governanti siano educati in un clima di idee disinteressate c'è bisogno di una classe sociale oziosa.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Il governante intelligente deve proporsi sistematicamente di risolvere soltanto il minor numero di problemi.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

L'immoralità del governante è l'ultimo baluardo del cittadino contro il crescente dominio dello Stato.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Quando i governanti si reputano mandatari dell'intera umanità, il terrore è alle porte.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

È sui governanti che bisogna vigilare) non sui governati! 
Friedrich Dürrenmatt, XX sec. [1]

I veri governanti sono i milioni che faticano.
Mohandas Gandhi, su Harijan, 1947

Ingovernabile non è l'Italia: sono i suoi governanti.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

I nostri governanti non fanno quello che, al loro posto, quasi tutti noi non faremmo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Quando, in Italia, i governanti cadono, a farsi male sono i governati.
Roberto Gervaso, ibidem

Nelle democrazie, i governanti raramente sono peggiori dei governati.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Chi dice che la politica è un' arte, non ha mai visto all'opera i nostri governanti.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

All'uomo di partito si richiede temperamento; all'uomo di governo, carattere.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Agli uomini politici che passano dalla critica all'azione, assumendo le responsabilità del governo, si muove spesso l'accusa di mutare le loro idee; ma in verità ciò che accade, non è che essi le mutino, ma le limitano adattandole alla realtà e alle possibilità dell'azione nelle condizioni in cui si deve svolgere necessariamente.
Giovanni Giolitti, Memorie della mia vita, 1922

Il miglior sedativo per le smanie rivoluzionarie consiste in una poltrona ministeriale, che trasforma un insorto in un burocrate.
Giovanni Giolitti (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I governanti fanno credere, e il pregiudizio è antico, che il governo sia strumento di civiltà e di progresso per un popolo. Ma, per chi bene osservi, la verità invece è che tutto il movimento in avanti dell'umanità è dovuto allo sforzo dei singoli individui, della iniziativa anonima delle folle, dell'azione diretta del popolo.
Pietro Gori, Il vostro "ordine" e il nostro "disordine", conferenza alla Bersaglieri Hall, San Francisco, 1896

Il saper dissimulare è una gran dote per chi governa
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Quando i maligni e gli ignoranti governano, non è meraviglia che la virtù e la bontà non sia in prezzo; perché i primi l'hanno in odio, i secondi non la conoscono.
Francesco Guicciardini, Ricordi, 1512/30

Purtroppo, con le citazioni della Bibbia in bocca agli uomini di governo, finora non si sono fatte esperienze liete.
Hermann Hesse, Guerra e pace, 1946

Che fortuna per i governanti che i governati non pensino. 
Adolf Hitler, XX sec. [1]

I governi e i governanti hanno soltanto quel potere che loro si attribuisce; perché il potere non si dà, si piglia.
Auguste-Hilarion de Kératry, Alcuni pensieri, 1833 

Non è vero che siamo governati da un branco di poveri imbecilli; siamo governati da imbecilli ricchissimi.
Hanns-Hermann Kersten, Euphorismen und rosa Reime, 1978

Chi governa in pubblico o in privato è sempre oggetto d'odio e di querele de' governati. Gli uomini sono sempre scontenti perché sono sempre infelici. Perciò sono scontenti del loro stato, perciò medesimo di chi li governa.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Come non si può fare che gli uomini siano mai felici, e però né anche che siano contenti, così niun governante né pubblico né privato, qualunque amore abbia a' soggetti, qualunque cura del loro bene, qualunque sollecitudine di scamparli o sollevarli dai mali, qualunque merito insomma verso di loro, non può mai ragionevolmente sperare che essi non l'odino e non lo querelino, anche i più savi, perché è natura nell'uomo il lagnarsi di qualcuno, quasi altrettanto che l'essere infelice, e questo qualcuno è per l'ordinario e molto naturalmente quello che li governa.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

I politici migliori governano meno degli incapaci, ma vengono più a lungo ricordati dalla storia.
Menotti Lerro, Aforismi di una notte, 2008

Chi rompe, non paga e siede al governo.
Leo Longanesi, La sua signora, 1957

Per la salute dei popoli il morbo più temibile è l'ambizione dei governanti.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Niente di più comune di un politico grasso. Ma come può, uno che non riesce nemmeno a governare il proprio stomaco, dirigere alcunché?
Marco Oliverio (Aforismi inediti su Aforismario)

La storia ci fa conoscere che le classi governanti hanno sempre procurato di parlare al popolo il linguaggio che stimavano non il più vero, ma il più conveniente allo scopo a cui miravano.
Vilfredo Pareto, Manuale di economia politica, 1906

La faccia che hanno i governanti nelle foto di gruppo il giorno dell’investitura. La gioia dell’ambizione appagata, la fiera della vanità. Bisognerebbe misurare i battiti del loro cuore sotto l’abito di cerimonia. Vivono quel momento come un volo nuziale.
Luigi Pintor, Il nespolo, 2001

Il problema del controllo dei governanti e della limitazione dei loro poteri è in sostanza un problema istituzionale, il problema insomma di dar vita a istituzioni capaci di impedire anche ai cattivi governanti di fare troppo danno.
Karl Popper, La società aperta e i suoi nemici, 1945

I governanti italiani hanno un braccio lungo e uno corto: quello lungo serve a prendere e arriva dappertutto; quello corto serve a dare e non raggiunge che i più vicini.
Ignazio Silone [1]

L’assunzione d’indebiti privilegi da parte della classe dirigente italiana, la sua pervasiva corruzione, la sua arroganza – per non dire la sua strafottenza –, il suo morboso attaccamento al potere, il suo sfrontato interesse privato a discapito di quello pubblico, non di rado la sua palese incapacità e ignoranza, e, cosa piú importante, la sua assoluta mancanza di decoro, hanno raggiunto livelli talmente elevati e si protraggono da cosí tanto tempo, che in un altro paese civile – ma civile davvero, non a parole – tutto ciò avrebbe sicuramente generato una grande rivolta popolare; cosa che in Italia non c’è mai stata, e c’è da disperare potrà mai esserci in futuro – se non, forse, per invidia –, perché, in fondo, gli italiani sono fatti della stessa pessima pasta dei loro governanti.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Per individuare i veri governanti di ogni società, tutto quello che dovete fare è porvi questa domanda: chi è che non mi è permesso criticare?
[To determine the true rulers of any society, all you must do is ask yourself this question: Who is it that I am not permitted to criticize?].
Kevin Alfred Strom, All America must know the terror that is upon us, 1993 (attribuito erroneamente a Voltaire - vedi "Citazioni errate" su Aforismario).

Tutti i governanti ogni due anni dovrebbero consultare uno psichiatra.
Stranky [1]

− Da quando c'è lui… treni in orario, e tutto in ordine!
 − Per fare arrivare i treni in orario, però se vogliamo mica c'era bisogno di farlo capo del governo. Bastava farlo capostazione.
Massimo Troisi, in Le vie del Signore sono finite, 1987

Quale il governatore del popolo, tali i suoi ministri; quale il capo di una città, tali tutti gli abitanti.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Note
  1. Citazione tratta da Sergio Pizzuti, L'arte della politica e i giochi di potere © Edizioni Simone 2004
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: GovernoGovernare - Contro il Governo - Stato e Statisti

Nessun commento: