Precipizio - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul precipizio, dal latino praecipitium, da praeceps -cipĭtis, composto di prae- "pre-" e caput "capo", letteralmente: persona che cade con il capo all'ingiù, o che comunque precipita dall'alto [cfr. Vocabolario Treccani]. Il precipizio è un luogo ripido e scosceso dal quale si può facilmente precipitare. Nel linguaggio comune è molto diffusa la locuzione "essere sull'orlo del precipizio", per indicare il trovarsi in prossimità di un fallimento o a un passo da un evento disastroso o irreparabile.
Come introduzione a questa raccolta di citazioni, riportiamo un bel Koan Zen, il cui significato è quello di cogliere ciò che di buono offre il momento presente, perfino quando ci si trova sull'orlo del precipizio: "Un uomo che camminava per un campo si imbatté in una tigre. Si mise a correre, tallonato dalla tigre. Giunto a un precipizio, si afferrò alla radice di una vite selvatica e si lasciò penzolare oltre l'orlo. La tigre lo fiutava dall'alto. Tremando, l'uomo guardò giù, dove, in fondo all'abisso, un'altra tigre lo aspettava per divorarlo. Soltanto la vite lo reggeva. Due topi, uno bianco e uno nero, cominciarono a rosicchiare pian piano la vite. L'uomo scorse accanto a sé una bellissima fragola. Afferrandosi alla vite con una mano sola, con l'altra spiccò la fragola. Com'era dolce!".
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'abisso e il baratro.
L'amore è un fiore delizioso, ma bisogna avere il coraggio
di andare a coglierlo sui bordi di un precipizio spaventoso. (Stendhal)
Precipizio
© Aforismario

Ogni volta che mi muore un amico più giovane un rimorso mi trafigge: come se io stesso, scansandomi con destrezza, l’avessi fatto cascare al mio posto nel precipizio.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

A volte a nostra insaputa ci troviamo diretti verso un precipizio, sia che ciò avvenga per caso o intenzionalmente, non possiamo fare niente per evitarlo.
Benjamin Button (Brad Pitt), in Il curioso caso di Benjamin Button, 2008

Tra noi e il nostro domani si allarga il precipizio in cui dobbiamo sprofondare.
Albert Caraco, Breviario del Caos, 1982 (postumo)

Stiamo camminando nell'ombra della morte futura, la morte è la dimensione soprannumeraria della nostra esistenza, il precipizio incombe su di noi e al precipizio ci stiamo recando in fila.
Albert Caraco, Breviario del Caos, 1982 (postumo)

Per traversare una montagna che ci separa da una fertile pianura, bisogna fare lunghi giri per evitare i precipizi di cui il più sovente è seminato il cammino.
Camillo Benso, conte di Cavour, Lettere, XIX sec.

Grazie alla malinconia − questo alpinismo dei pigri − scaliamo dal nostro letto tutte le cime e sogniamo al di sopra di tutti i precipizi.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Se, con il coraggio di guardare le cose in faccia, avessimo quello di sospendere la nostra corsa, non fosse che per un istante, questa tregua, questa pausa a misura terrestre basterebbe a rivelarci la vastità del precipizio che ci insidia e il terrore che ne conseguirebbe si muterebbe presto in preghiera o in lamento, in una convulsione salutare.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Mi interessano tutti quelli che sono avviati alla catastrofe, come pure quelli che sono riusciti a collocarsi oltre la catastrofe. La mia più grande ammirazione va a chi si è trovato sull'orlo del precipizio.
Emil Cioran, Un apolide metafisico, 1995

La via del pensatore, nelle sue più tese meditazioni cammina sempre sull'orlo di un precipizio. Un piede in fallo ed ei precipita... nella pazzia.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Più si scalano le montagne più pericolosi diventano i precipizi. Ma senza la prossimità dei precipizi, alle altezze che si è voluto raggiungere non c'è brivido.
Umberto Galimberti, Le cose dell'amore, 2004

Conviene procedere adagio là dove si teme di trovare grandi precipizi; e perciò la Sagacia vada innanzi a tastar terreno e la Prudenza ad occuparlo.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Che cosa è la vita? Il viaggio di un zoppo e infermo che con un gravissimo carico in sul dosso per montagne ertissime e luoghi sommamente aspri, faticosi e difficili, alla neve, al gelo, alla pioggia, al vento, all'ardore del sole, cammina senza mai riposarsi dì e notte uno spazio di molte giornate per arrivare a un cotal precipizio o un fosso, e quivi inevitabilmente cadere.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Chi di noi volendosi mettere per una stanza a camminare dentro due linee in uno spazio di un palmo e mezzo, ed anche meno, non è capace di farlo, senza neppur pensare di squilibrarsi? (Eccetto il caso che vi pensino, per qualche circostanza che li metta o nel puntiglio, o nella necessità ec. di non isquilibrarsi; perocché allora correranno parimente rischio di patirlo.) Or ponete che questo medesimo spazio sia un trave, o una tavola posta a modo di ponte sopra un altissimo precipizio, o sopra un fiume, senza ripari né appoggi da veruna parte. Quanti sono coloro che non si fiderebbero di passarvi, o passandovi perderebbero l’equilibrio, o correrebbero più volte vicinissimo rischio di perderlo! E pure a questi medesimi non manca né la facoltà né l’abito giornaliero, di far tutto quello che bisogna perché quel passaggio non faccia loro alcun male; cioè l’abito di camminare allo stessissimo modo tuttogiorno senza punto squilibrarsi, quando lo squilibrarsi non è pericoloso.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Qualche volta il fuggire la morte fa sì che le corriamo incontro, come quelli che, per paura del precipizio, vi si gettano da sé.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

Disgrazia vuole che una volta che siete nel precipizio, non importa chi vi abbia dato la spinta, andate sempre fino in fondo: la caduta preme, si spinge e si accelera da sola.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

Scrutare l'abisso, ma fermarsi sull'orlo del precipizio.
Davide Morelli (Aforismi inediti su Aforismario)

Corriamo senza curarci del precipizio, dopo aver messo qualcosa davanti a noi per impedircene la vista.
[Nous courons sans souci dans le précipice après que nous avons mis quelque chose devant nous pour nous empêcher de le voir].
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Il più gran filosofo del mondo, mettetelo sopra un'asse anche più larga del necessario: se sotto c'è un precipizio, ancorché la ragione lo convinca che non c'è pericolo, si lascerà vincere dall'immaginazione. Molti non potrebbero pensarci senza impallidire e sudar freddo.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Chi è fiero della propria paura osa tendere cavi sui precipizi; si lancia all'assalto dei campanili; allontana e unisce le montagne. Ecco il viaggio da fare: alzati quando il filo si mischia alla carta del cielo.
Philippe Petit, Trattato di funambolismo, 1985

Non c'è in natura una passione più diabolicamente impaziente di quella di colui che, tremando sull'orlo di un precipizio, medita di gettarvisi.
Edgar Allan Poe, Il genio della perversione, 1845

Scegliere è come trovarsi davanti al precipizio: se arretri ti salvi ma se avanzi forse potresti anche volare.
Cristina Prina (Aforismi inediti su Aforismario)

– Così non sì può più andare avanti! – disse fermandosi a un passo dal precipizio.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Fortunato colui che sa fermarsi al bordo del precipizio e sa impedirsi di cadervi!
Jean-Jacques Rousseau, Lettera a d'Alambert, 1758

Mettersi ad amare qualcuno, è un'impresa. Bisogna avere un'energia, una generosità, un accecamento... C'è perfino un momento, al principio, in cui bisogna saltare un precipizio: se si riflette non lo si fa.
Jean-Paul Sartre, La nausea, 1938

Quante volte una situazione accolta con grande letizia è stata il primo passo verso il precipizio, ha innalzato ancora più un personaggio che stava già in alto, come se tale altezza non fosse sufficiente per consentire una caduta disastrosa!
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Non c’è esistenza piú vuota a questo mondo di quella assillata dalla continua ricerca del divertimento propria di chi vive costantemente sull'orlo del precipizio della noia.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

L'amore è un fiore delizioso, ma bisogna avere il coraggio di andare a coglierlo sui bordi di un precipizio spaventoso.
[L'amour est une fleur délicieuse, mais il faut avoir le courage d'aller la cueillir sur les bords d'un précipice affreux]. 
Stendhal, Sull'amore, 1822

I consigli sono doni pericolosi, anche se scambiati fra saggi, e tutte le strade possono finire in un precipizio.
John Ronald Reuel Tolkien, Il Signore degli Anelli, 1955

Dieci ciechi camminavano in montagna, quando si trovarono di fronte a un precipizio: a tutti tremarono le gambe per la paura indicibile. Il primo della fila inciampò e precipitò nel burrone. Gli altri dissero: “Accidenti, poveraccio”, e piangendo rimasero paralizzati, senza riuscire a fare un passo avanti. In quel momento, l'uomo caduto gridò dal profondo del precipizio: “Non preoccupatevi. Sebbene sia caduto, non mi sono ferito e adesso sono tranquillo. Prima di cadere avevo molta paura, ma adesso sono veramente tranquillo. Anche voi, se volete essere senza preoccupazioni, buttatevi giù”.
Yamamoto Tsunetomo, Hagakure, 1709/16 (postumo 1906)

Tutti apparteniamo allo stesso mondo, e male e bene, peccato e innocenza, procedono di pari passo. Chiudere gli occhi per non vedere una metà della vita, è come accecarsi per camminare con più sicurezza su di un terreno cosparso di buche e precipizi.
Oscar Wilde, Il ventaglio di lady Windermere, 1892

Proverbi sul Precipizio
  • Ai voli troppo alti e repentini sogliono i precipizi esser vicini.
  • Chi non ha giudizio suda e corre a precipizio.
  • Col giudizio giri largo al precipizio.
  • Giovane senza esercizio finisce a precipizio.
  • La via del vizio conduce al precipizio.
  • Troppo giudizio fa andare a precipizio.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Abisso - Baratro e Voragine

Nessun commento: