Resurrezione - Frasi e citazioni sul Resuscitare

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulla resurrezione (o risurrezione), il risorgere, il ritornare in vita dopo la morte. La credenza che i morti possano resuscitare è diffusa in molte religioni. Secondo la religione cristiana, alla fine dei tempi, tutti gli esseri umani risorgeranno, per vivere un’esistenza interminabile di salvezza o di dannazione.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla risurrezione di Gesù Cristo, sull'anima e sul confronto tra la vita e la morte.
La morte odora di resurrezione. (Eugenio Montale)
Resurrezione
© Aforismario

Il corpo fisico non resuscita: la resurrezione è il risveglio nell'uomo di qualcosa che si era addormentato e che un giorno, dopo un lungo lavoro di maturazione, si risveglierà alla luce.
Omraam Mikhaël Aïvanhov, Discorsi, 1938/86

Potessi vedere un miracolo! Solo un miracolo: un passaggio del Mar Rosso, o una resurrezione, o mio zio Sacha offrire un pranzo...
Woody Allen, Amore e guerra, 1975

La speranza di una generale resurrezione è la massima consolazione che una religione possa dare ai suoi fedeli: morendo, si dice, non si diventerà cenere o polvere, ma si entrerà in uno stato provvisorio dopo il quale si tornerà a vivere, e questa volta per sempre
Corrado Augias e Mauro Pesce, Inchiesta su Gesù, 2006

Buona parte del cristianesimo pratico si basa, più che sulla consapevolezza della resurrezione, sul rispetto di una morale; più profondamente ancora, sulle soluzioni che la religione cristiana da per la vita, individuale o associata.
Corrado Augias e Mauro Pesce, Inchiesta su Gesù, 2006

Morte e resurrezione son un atto solo, un solo mistero.
Divo Barsotti, Alla sera della vita. Diario 1996-1997, 2001

È proprio la Risurrezione che ci apre alla speranza più grande, perché apre la nostra vita e la vita del mondo al futuro eterno di Dio, alla felicità piena, alla certezza che il male, il peccato, la morte possono essere vinti. E questo porta a vivere con più fiducia le realtà quotidiane, affrontarle con coraggio e con impegno.
Jorge Mario Bergoglio (papa Francesco), Udienza Generale, Città del Vaticano, 2013

Ciò che trovo entusiasmante nell'idea del Giudizio Universale è la resurrezione di tutti i corpi, il loro ritrovarsi insieme.
Elias Canetti, La tortura delle mosche, 1992

Festeggiare, a Pasqua, la Resurrezione della Carne con una strage di agnelli è un tragico controsenso!
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

La gazzella si nutre di arbusti ma, contemporaneamente, è il cibo del leone. Non si tratta di una questione di forza o di scaltrezza, bensì del modo in cui Dio ha scelto di mostrarci il ciclo della morte e della resurrezione. In questo ciclo non ci sono vincitori né vinti, ma soltanto fasi che devono compiersi.
Paulo Coelho, Il manoscritto ritrovato ad Accra, 2012

"Karamàzov!", gridò Kòlja. "È vero quello che dice la religione, che resusciteremo dai morti e, tornati in vita, ci vedremo di nuovo tutti, anche Iljùscenka?".
"Resusciteremo senz'altro, e ci vedremo e ci racconteremo l'un l'altro allegramente e gioiosamente tutto ciò che è stato", rispose Aljòscia a metà tra il riso e l'entusiasmo.
"Ah, che bello che sarà", sfuggì a Kòlja.
Fëdor Dostoevskij, I fratelli Karamàzov, 1879

La risurrezione dei corpi renderà più acuta la crisi degli alloggi.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Il Cristianesimo è la religione che onora di più il corpo. Fisicamente, siamo stati fatti a immagine di Dio, il quale si è incarnato storicamente, non miticamente, e alla fine ci sarà la resurrezione dei corpi.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Molti cristiani vivono senza risurrezione.
Paolo Giuntella, Strada verso la libertà, 2004

Ti lamenti che molte tue aspettative son andate deluse, che nessuno dei tuoi desideri più ardenti si è realizzato. Sei tanto povero che tu stesso hai perduto la volontà e il coraggio di sperare: − non vogliamo negarlo, sia perché noi tutti abbiamo non pochi stolti miraggi, sia perché il Signore c'insegna di non aspettare di essere esauditi in tutto. Vi è però un'aspettativa che è impossibile possa andare delusa: perché tu aspetti una resurrezione dei morti, che è per te una nostalgia, di riunirti ai tuoi cari; la nostalgia che ti fa aspettare di vedere un giorno la tua vita trasfigurata in Dio, un'attesa che Dio volga tutto in meglio, perché ancora la tua vita non è finita e tu «non ne conosci né il tempo né l'ora» [Mt. 25, 13].
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Quand'anche Cristo non avesse risuscitato Lazzaro, non è vero ugualmente che questa malattia, che la morte stessa, non è mortale? Quando Cristo si accosta alla tomba e chiama ad alta voce: «Lazzaro, vieni fuori!» (11, 43), è evidente che questa «malattia non è mortale». Ma anche se Cristo non lo avesse detto, il solo fatto ch'Egli, «la resurrezione e la vita» (11, 25), si accosta alla tomba non significa che questa malattia non è mortale? E che vantaggio sarebbe stato per Lazzaro essere risuscitato dai morti, dato che alla fine egli dovrà pur morire; che vantaggio sarebbe stato se non c'era lui, lui, ch'è la resurrezione e la vita per chi crede in lui? No, non è perché Lazzaro fu risuscitato dai morti che si può dire che questa malattia non è mortale: è perché c'è lui, che questa malattia non è mortale.
Søren Kierkegaard, La malattia mortale, 1849

Chi muore destasi, si guardi dal risorgere.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Sicuramente tutti vorrebbero avanzare almeno di un livello di carriera dopo la resurrezione.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

I fideisti credono nella resurrezione, gli atei nel "come back".
Stanisław Jerzy Lec, ibidem

Solo le salme possono risorgere. Per i vivi è molto più difficile.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Ogni giorno moriamo. L'uomo è felice di dormire e si rigira nel letto in cerca del sonno. Forzando, si direbbe ch'egli cerchi d'essere morto. E al mattino, triste o lieto, il risveglio è una piccola resurrezione.
Fausto Melotti, Linee, 1975/78

Un amico mi ha chiesto: "Ti prego in nome della nostra amicizia di dirmi in una parola che cos'è l'uomo nuovo". Gli ho risposto: "La risurrezione".
Matta el Meskin,  Il cristiano, 1999

Che un uomo ritorni alla vita uscendo dalla galleria della morte è contrario a ogni verosimiglianza umana. Non sappiamo nemmeno che significhi davvero il termine "risorgere". Possiamo spingerci al massimo a comprendere che sia una "rianimazione"; non che sia una "risurrezione", per la quale ci manca ogni termine di confronto, non esiste possibile esperienza.
Vittorio Messori, Dicono che è risorto, 2000

La morte odora di resurrezione.
Eugenio Montale (attribuzione incerta - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Forse siamo già risorti. Per punizione.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979

Anche la resurrezione dei morti si adeguerà ai tempi: avverrà a puntate, e soltanto se il pubblico mostrerà di gradirla.
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

La resurrezione dei corpi sarà indispensabile quel tanto che basta per riconoscersi ed essere riconosciuti: di te, dunque, risorgerà la voce.
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

Che ne sarà di quelli ancora vivi, il giorno della resurrezione dei morti?
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

Il miracolo è la negazione del simbolico: la sua evidenza rende impossibile ogni rimando di significato, e la sua verità non può che essere letterale. Vogliamo prendere sul serio la possibilità della resurrezione dei corpi? Allora dobbiamo chiederei, come fa Tommaso d'Aquino, se essi risorgeranno con le unghie e i capelli, e se i corpi risorti saranno tutti della stessa altezza e della stessa età.
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

La punizione dei non credenti consisterà in questo: essi risorgeranno per vivere in eterno, e per riconoscere in eterno il loro errore.
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

Risorgeremo nella carne. In qualche mattatoio celeste.
Simone Sabadin (Aforismi inediti su Aforismario)

Quando sarò morto e qualcuno verrà a parlarmi di risurrezione o balle del genere, gli affibbierò due sberle di quelle...
Arno Schmidt (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ogni separazione ci fa pregustare la morte, − e ogni rivederci ci fa pregustare la resurrezione. − Perciò le stesse persone, che erano state indifferenti l'una all'altra, si rallegrano tanto, quando, dopo venti o trent'anni, si incontrano di nuovo.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Ai cristiani, contrariamente al loro maestro, non è stato concesso di resuscitare i morti, in compenso sono stati capaci, in suo nome, di spedirne a migliaia al creatore prima del tempo.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Anche a Lazzaro, alla fine, è toccato di morire.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Aldilà, paradiso, spirito, anima, resurrezione, reincarnazione, immortalità… Basta assistere alla farsa di una cerimonia funebre con rito religioso, per rendersi conto di come gli umani, dinanzi alla morte, siano rimasti quasi tutti bambini.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Se non credete nella resurrezione dei morti date un'occhiata a un qualunque ufficio nell'ora d'uscita.
Robert Townsend (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La resurrezione dei corpi era ciò che di forte, di chiaro, di intellegibile vi era nelle credenze − e in fondo, la sola cosa che interessasse.
Paul Valéry, Quaderni, 1894/1945 (postumi, 1957/61)

La primavera è una specie di Pasqua di resurrezione della vita, ma senza ascesa al cielo: ognuno resta quaggiù con la sua croce.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

La resurrezione, disse la fenice, è la cosa più semplice che vi sia: nascere due volte non è più strano che nascere una volta sola.
Voltaire, La Princesse de Babylone, 1768

Quando è stato dimostrato o si è creduto di aver dimostrato che ci vuole un miracolo altrettanto grande del diluvio universale o delle dieci piaghe d’Egitto per compiere la resurrezione del genere umano nella valle di Giosafat, ci si chiede che cosa ne sia stato di tutte le anime di quei corpi nell'attesa del momento di rientrare nel loro contenitore. Si potrebbero porre cinquanta domande un po’ spinose, ma i teologi hanno una risposta a tutto.
Voltaire, Dizionario filosofico, 1764

L'amore che redime crede anche nella resurrezione; persevera nel credere anche in essa.
Ludwig Wittgenstein, Pensieri diversi, 1934/37

Bibbia
Di nuovo vivranno i tuoi morti, risorgeranno i loro cadaveri. Si sveglieranno ed esulteranno quelli che giacciono nella polvere, perché la tua rugiada è rugiada luminosa, la terra darà alla luce le ombre.
Isaia, Antico Testamento, VIII a.e.c.

Quando risusciteranno dai morti, non prenderanno moglie né marito, ma saranno come angeli nei cieli.
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Marco, I sec.

Verrà l'ora in cui tutti coloro che sono nei sepolcri udranno la sua voce e ne usciranno: quanti fecero il bene per una risurrezione di vita e quanti fecero il male per una risurrezione di condanna.
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Giovanni, I sec.

Non tutti, certo, moriremo, ma tutti saremo trasformati, in un istante, in un batter d'occhio, al suono dell'ultima tromba; suonerà infatti la tromba e i morti risorgeranno incorrotti e noi saremo trasformati. È necessario infatti che questo corpo corruttibile si vesta di incorruttibilità e questo corpo mortale si vesta di immortalità.
Paolo di Tarso, Lettere ai Corinzi, I sec.

Quando questo corpo corruttibile si sarà vestito d'incorruttibilità e questo corpo mortale d'immortalità, si compirà la parola della Scrittura: La morte è stata ingoiata per la vittoria. Dov'è, o morte, la tua vittoria? Dov'è, o morte, il tuo pungiglione?
Paolo di Tarso, Lettere ai Corinzi, I sec.

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Vita e Morte - Rinascere - ImmortalitàResurrezione di Cristo 

Nessun commento: