Codardia - Frasi e citazioni sulla Pavidità

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più ironiche sulla codardia, la pavidità e la pusillanimità. Tutti questi termini, pur con qualche leggera sfumatura di significato, sono tra loro sinonimi, e designano l'atteggiamento di chi manca di coraggio per affrontare situazioni difficili o rischiose, o di chi, per paura, evita di ribellarsi alle sopraffazioni o di assumersi la responsabilità delle proprie azioni.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla vigliaccheria, la viltà e la paura.
Meglio essere codardi per un minuto che morti per il resto della vita.
(Proverbio irlandese)
1. Codardia
© Aforismario

Il segreto di ogni potere consiste nel sapere che gli altri sono più codardi di noi.
Ludwig Börne (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Quando molti sognano e soltanto pochi realizzano, l'intero mondo si sente codardo.
Paulo Coelho, Veronika decide di morire, 1998

Se consenti a una persona codarda e vile di entrare nel tuo mondo, devi aspettarti di patire un dolore terribile. Non cercare di giustificarti incolpando il tuo prossimo, poiché è sempre il padrone che apre la porta di casa.
Paulo Coelho, Il manoscritto ritrovato ad Accra, 2012

L'assenza di paura è il primo requisito della spiritualità. I codardi non possono mai essere morali.
Mohandas Gandhi, su Young India, 1919/32

La paura può servire ma mai la codardia.
Mohandas Gandhi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Temo più un codardo innocente che un audace colpevole.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La riflessione rende gli uomini codardi.
[Reflection makes men cowards].
William Hazlitt, Caratteristiche, 1823 (cfr. citazione di William Shakespeare)

Un codardo. Per nascondersi dal nemico gli camminò dietro tutta la vita.
Alejandro Jodorowsky, Il tesoro dell'ombra, 2003

Quegli stessi che credono grave, o maggiore che non è, ogni leggera malattia che loro sopravviene, caduti in qualche malattia grave o mortale, la credono leggera, o minore che non è. E la cagione d'ambedue le cose è la codardia che gli sforza a temere dove non è timore, e a sperare dove non è speranza.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Esiste uomo tanto codardo da non preferire cadere almeno una volta piuttosto che vacillare in eterno?
Cormac McCarthy, Suttree, 1979

Se ti senti incline alla riconciliazione, chiediti anzitutto cosa ti ha reso così malleabile: cattiva memoria, indolenza o codardia.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Non v'è che frode in uno scellerato; ma un codardo è peggio cento volte di un bicchier di vino adulterato; uno scellerato codardo. 
William Shakespeare, Enrico IV, 1598

I codardi muoiono molte volte innanzi di morire; mentre i coraggiosi provano il gusto della morte una volta sola.
[Cowards die many times before their deaths; the valiant never taste of death but once].
William Shakespeare, Giulio Cesare, ca. 1599

La coscienza ci rende tutti codardi.
William Shakespeare, Amleto, 1602

Se il codardo corresse contro i nemici con la rapidità che li fugge, li spaventerebbe.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Peccare di silenzio, quando bisognerebbe protestare, fa di un uomo un codardo.
Ella Wheeler Wilcox, Protest, 1914

Meglio essere vigliacchi per un minuto che morti per il resto della vita.
[It is better to be a coward for a minute than dead for the rest of your life].
Proverbio irlandese (attribuito a Woody Allen - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

I codardi muoiono molte volte prima di morire, mentre i valorosi
provano il gusto della morte una volta sola. (William Shakespeare)
Foto: Morte di Giulio Cesare, Vincenzo Camuccini, 1798
Museo nazionale di Capodimonte, Napoli.
2. Pavidità
© Aforismario

Gli uomini sono pigri più ancora che pavidi e più di tutto temono proprio i fastidi che una onestà e nudità incondizionata imporrebbe loro.
Friedrich Nietzsche, Schopenhauer come educatore, 1874

In un partito c’era un uomo che era troppo timoroso e pavido per contraddire mai i suoi camerati: se ne aveva bisogno per ogni servizio, da lui si otteneva tutto, perché egli temeva la cattiva opinione dei suoi compagni più della morte; era una misera anima debole. Essi si accorsero di ciò e, sfruttando le suddette qualità, fecero di lui un eroe e alla fine addirittura un martire. Benché il pavido uomo dicesse intimamente sempre di no, con le labbra diceva sempre di sì, finanche sul patibolo, quando morì per le convinzioni del suo partito: al suo fianco stava cioè uno dei suoi vecchi compagni, che con lo sguardo e la parola lo tiranneggiò talmente, che egli veramente patì la morte nella maniera più compita. Viene da allora celebrato come martire e grande carattere.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Non voler offendere nessuno, non voler ledere nessuno può essere indice sia di un modo di pensare giusto, sia di un modo di pensare pavido.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Destino e fatalità sono gli scudi dell'uomo pavido.
Paola Poli (Aforismi inediti su Aforismario)

Nessuno è tanto pavido da preferire di stare sempre in bilico, piuttosto che di cadere una volta per tutte.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Guai ai cuori pavidi e alle mani indolenti e al peccatore che cammina su due strade! Guai al cuore indolente perché non ha fede; per questo non sarà protetto.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

3. Pusillanimità
© Aforismario

I prìncipi dell'intelligenza sono in genere borghesi pusillanimi.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La gioventù ha a volte uno smisurato amor proprio, e l'amor proprio giovanile è quasi sempre pusillanime.  
Fëdor Dostoevskij, Il villaggio di Stepànčikovo, 1859 

L'ipocrisia è la prudenza dei pusillanimi.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Se non sei un pusillanime o un tristo, dirai: Meglio non avere ciò di cui s'è meritevoli, che essere immeritevoli di ciò che si ha. 
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

L'umiltà è un modo pusillanime di brillare un poco.
Multatuli, Idee, 1862/77

Del rango decide la quantità di potenza che tu sei: il resto è pusillanimità.
Friedrich Nietzsche, La volontà di potenza, 1901/06 (postumo)

Strappa l'oppresso dal potere dell'oppressore, non esser pusillanime quando giudichi.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Vigliaccheria - ViltàPaura

Nessun commento: