Opinioni e giudizi su Freud

Raccolta di frasi, opinioni, giudizi (e qualche battuta ironica) su Sigmund Freud (Freiberg 1856 - Londra 1939) psicoanalista e filosofo austriaco, fondatore della psicoanalisi. Le teorie di Freud hanno avuto un'enorme influenza non soltanto in campo psicologico e psicoterapeutico, ma sulla cultura in genere, sull'arte, la letteratura, la filosofia, ecc.
Su Aforismario, oltre a una grande raccolta di citazioni tratte dalle opere di Sigmund Freud. trovi anche citazioni sulla psicoanalisi e il complesso di Edipo.
Ho sognato Freud. Che significa? (Stanisław Jerzy Lec)
Opinioni su Freud
© Aforismario

Ho lavorato con Freud a Vienna. Ci dividemmo sull'invidia del pene: lui pensava di doverla limitare alle donne.
Woody Allen, in Zelig, 1983

Edipo. Freud lesse quel libro di Sofocle. [...] Chissà, se avesse letto Pinocchio avrebbe inventato il complesso di Geppetto.
Roberto Benigni, E l'alluce fu, 1996

Pensò a cosa avrebbe detto Freud se fosse stato ancora vivo. Probabilmente avrebbe detto: «Però, sono un bel po' longevo!».
Alessandro Bergonzoni, Le balene restino sedute, 1989

Per scandagliare la psiche Freud lancia sonde, Dostoevskij si tuffa.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Freud diventerà interessante solo dopo che ci saremo completamente dimenticati di lui per un lungo tratto di tempo.
Elias Canetti, Un regno di matite, 1996

Se l'inconscio è un abisso, come ha potuto uscirne Sigmund Freud?
Fausto Cercignani, Simply Transcribed, 2014

Come tutti i medici ricchi, Freud era maniaco di collezionismo. La casa in Berggasse era piena di terracotte e bronzetti antichi. Lo studio dove faceva stendere i pazienti formicolava di questi pezzi da collezione. L'effetto doveva essere deprimente.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

"Il talento ha dunque bisogno di passioni? Sì, di molte passioni represse" (Joubert). Non c'è un solo moralista che non possa essere convertito in un precursore di Freud.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Ignorare chi sia Freud e l'esistenza della psicoanalisi salva da molti complessi.
Guido Clericetti, Clericettario, 1993

Il termine fallo è stato reso famoso dal signor Sigmund Freud, il quale definiva tutti i soggetti affusolati simboli fallici; ma alla fine lo stesso Freud ammise: «Certe volte un sigaro è solo un sigaro».
Giobbe Covatta, Sesso? Fai da te!, 1996

Il vecchio [Freud] aveva... una visione acutissima: non si lasciava cullare dalle illusioni se non da una fiducia eccessiva nelle proprie idee.
Albert Einstein, lettera a A. Bacharach, 1949

Freud fu il primo psicoanalista moderno che, contrariamente alla tendenza dominante, indagò nel regno delle passioni umane: amore, odio, ambizione, avidità, gelosia, invidia; passioni di cui prima si erano occupati soltanto drammaturghi e romanzieri divennero, attraverso Freud, argomento di indagine scientifica. Questo può spiegare perché la sua opera trovò un'accoglienza molto più calda e una maggiore comprensione fra gli artisti che fra gli psichiatri e gli psicologi, almeno fino all'epoca in cui il suo metodo divenne lo strumento per soddisfare una crescente richiesta di psicoterapia.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

Gli artisti intuirono immediatamente che Freud era il primo scienziato a occuparsi del loro peculiare argomento, l'«anima» umana, nelle sue manifestazioni più sottili e segrete.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

Mio fratello è figlio unico | perché è convinto che Chinaglia non può passare al Frosinone, | perché è convinto che nell'amaro benedettino | non sta il segreto della felicità, | perché è convinto che anche chi non legge Freud può vivere cent'anni.
Rino Gaetano, Mio fratello è figlio unico, 1976

Freud? Un maniaco sessuale.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Freud? Anche le case hanno le loro cantine, che stanno opportunamente chiuse nel buio.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Freud è il padre della psicoanalisi: essa non ha madre.
Germaine Greer, L'eunuco femmina, 1970

Dobbiamo essere grati a Freud per averci fatto rilevare l'importanza dei sogni.
Carl Gustav Jung, Importanza dell'inconscio in psicopatologia, 1914

Interpretazione dei sogni: l'inconscio fa brutti scherzi. Ma questi vengono spiegati dal pensiero cosciente di Freud. Ciò è sospetto. Ci crederò solo quando l'inconscio di Freud spiegherà i giochi di parole fatti dall'inconscio dei suoi pazienti.
Karl Kraus, Die Fackel, 1899-1936

Se sognassi che nell'interpretare i sogni, Freud usa giri di parole, come dovrei interpretare questo sogno?
Karl Kraus, Die Fackel, 1899-1936

Il maggiore psicopatologo è stato Freud: come un eroe mitologico, egli è disceso agli «inferi», e si è trovato di fronte a terrori agghiaccianti; ma portava con sé la sua teoria, come una testa di Medusa, e con essa li ha trasformati in pietra. Noi, suoi seguaci, abbiamo il vantaggio della conoscenza che egli riportò indietro con sé e ci consegnò. Freud sopravvisse. Tocca a noi vedere se riusciamo a sopravvivere senza far ricorso ad una teoria che è, in qualche misura, uno strumento di difesa.
Ronald Laing, L'Io diviso, 1960

Ho sognato Freud. Che significa?
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Freud ha elaborato le migliori teorie finora, oltre alla mia, su come si costruisce una mente.
Marvin Minsky (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Freud, la vittima più illustre dei complessi freudiani.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Hegel, Freud. Da anni che li studio mi convinco sempre di più che le basi dei loro sistemi sono, logicamente, debolissime. Non resistono a una critica anche abbastanza corsiva. (Per es. l'Interpretazione dei sogni, l'opera freudiana su cui è costruita la psicanalisi, muove da argomenti facilmente confutabili). Eppure Hegel e Freud «condizionano» la cultura moderna, e persino la realtà sociale e politica. Il fatto è che i loro dogmi hanno soddisfatto a delle esigenze diffuse della loro epoca (e della nostra). Sono stati funzionali quanto tempestivi. Ed è questo che conta, non la ragionevolezza o la plausibilità di ciò che uno afferma e insegna.
Guido Morselli, Diario, 1938/73 (postumo 1988)

Freud mi sembra rozzo e medievale. Non voglio che un anziano gentiluomo viennese con l'ombrello mi infligga i suoi sogni.
Vladimir Nabokov (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Freud disprezzava la filosofia e i filosofi, ma non fu che un filosofo, autore di una soggettiva psicologia letteraria.
Michel Onfray, Crepuscolo di un idolo, 2010

Freud dedusse la propria teoria dalla pratica clinica. Falso: essa procede da una autobiografia esistenziale che estende perentoriamente il suo tropismo incestuoso all'intera umanità.
Michel Onfray, Crepuscolo di un idolo, 2010

Freud era un liberatore della sessualità. Falso: la sua opera legittima l’ideale ascetico, la fallocrazia misogina e l’omofobia.
Michel Onfray, Crepuscolo di un idolo, 2010

Sciamano viennese, guaritore costosissimo e stregone postmoderno, Freud ricorre a un pensiero magico in cui il suo verbo è legge.
Michel Onfray, Crepuscolo di un idolo, 2010

Freud era di gran lunga il più lucido e persuasivo fra gli espositori delle teorie di cui sto parlando. Ma qual era il suo metodo di argomentazione? Egli proponeva esempi, li analizzava, e mostrava che si adattavano alla sua teoria, o che la sua teoria si poteva descrivere come una generalizzazione dei casi analizzati. A volte, faceva appello ai suoi lettori perché rimandassero le loro critiche, e dichiarava che avrebbe risposto a tutte le critiche ragionevoli in un'occasione successiva. Ma quando considerai un po' più da vicino un certo numero di casi importanti, scoprii che le risposte non arrivavano mai. Tuttavia, fatto abbastanza strano, molti lettori si ritenevano soddisfatti.
Karl Popper, Poscritto alla logica della scoperta scientifica, 1994

Freud inventò la psicoanalisi, e parecchia pazzia.
Enzo Raffaele, Aforismi sovrani, 2014

La grandezza di Freud non si misura tanto dalle idee che hanno prodotto una scienza e una scuola psicanalitica, quanto piuttosto da quelle che sono rimaste e resteranno per sempre senza avvenire, da certe pagine in cui la sua ingegnosa decifrazione dei simboli si arrende all'abisso che inghiotte tutti i simboli, al maelstrom primordiale della materia vivente, alla cecità intransitabile della «roccia biologica».
Mario Andrea Rigoni, Variazioni sull'impossibile, 1993

Sigmund Freud affermò di aver speso trent'anni di ricerca sull'anima femminile senza mai capire cosa volessero le donne. Ma lui si limitava a cercare di leggerle la mente, non il cuore.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Ciò che mi ha sempre insospettito del genio di Freud è il fatto che abbia messo su famiglia.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Il genio di Freud non si discute, perché soltanto un genio sarebbe potuto arrivare a dire le assurdità che ha detto.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Freud trasformò in lettino l'inginocchiatoio del confessionale e lo rese più comodo. Credo che sia qui il grande beneficio della psicoanalisi.
Anacleto Verrecchia, Rapsodia viennese, 2003

Freud, con le sue fantasiose pseudo-spiegazioni (e proprio perché sono ingegnose), ha reso un pessimo servizio.
Ludwig Wittgenstein, Pensieri diversi, 1934/37

Note
Vedi anche aforismi su: Psicoanalisi - Complesso di EdipoFrasi e citazioni di Sigmund Freud 

Nessun commento: