Lucciole - Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulle lucciole (in inglese: fireflies). Il nome "lucciola" deriva dal latino lux lucis "luce", ed è usato comunemente per indicare vari insetti coleotteri della famiglia Lampyridae, che si caratterizzano per l’emissione, attraverso organi fotogeni situati nella parte posteriore dell’addome, di segnali luminosi che servono come richiamo sessuale.
A tale proposito, però, scriveva Charles Darwin: "Lo scopo della luminosità della lucciola femmina non si comprende; perché è molto dubbio se l’uso primiero della luce sia quello di guidare il maschio verso la femmina. Non è una seria obiezione a quest’ultima opinione, quella che i maschi mandano poca luce; perché i caratteri secondari sessuali propri a un sesso sovente sono sviluppati in un lieve grado nell'altro sesso. È una obiezione molto più valida quella che le larve splendono, e in alcune specie brillantemente; Federico Müller m’informa che l’insetto più luminoso che egli abbia veduto nel Brasile era la larva di qualche coleottero. I due sessi di certe specie luminose di Elater emettono luce. Kirby e Spence sospettano che la fosforescenza serva a spaventare e far fuggire i predatori".
Sul valore simbolico delle lucciole, scrive Carlo Lapucci: "Piccolo coleottero, deve la sua fama alla particolarità di risplendere nelle notti estive, creando uno spettacolo magico. È detta lanterna delle fate. Quando a fine maggio-giugno le lucciole escono la notte a far lume al grano è segno di caldo e di bel tempo stabile. [...] Se appaiono in sogno le lucciole indicano vane illusioni. Si dice che le lucciole portino soldi: i bambini in campagna usano ancora acchiapparle e metterle sul comodino, sotto un bicchiere rovesciato, in modo che fanno un lumicino nel buio della camera; al mattino al posto delle lucciole troveranno alcune monetine". [Dizionario dei proverbi italiani © Mondadori 2007].
Nel linguaggio comune è molto diffusa l'espressione "prendere lucciole per lanterne", che significa prendere una cosa per un’altra.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sugli insetti, le zanzare e le farfalle.
Siamo qui, nell'oscurità, sospesi tra la poesia delle lucciole
e il fuoco divampante delle stelle. (Susanna Tamaro)
Lucciole
© Aforismario

Affermano che l'aforisma è una saetta. Meglio paragonarlo a una lucciola: il piccolo chiarore intermittente, il percorso imprevedibile, l'estrema precarietà. Un libro di aforismi è uno sciame di lucciole.
Dino Basili, I violini di Chagall, 1991

Magnifico. Di grandezza o splendore superiore a quella a cui lo spettatore è abituato, come le orecchie di un somaro per un coniglio o la gloria di una lucciola per un verme.
Ambrose Bierce, Il dizionario del diavolo, 1911

Un uomo può essere nemico di altri uomini, di altri momenti di altri uomini, ma non d’un paese: non di lucciole, di parole, di giardini, di corsi d’acqua, di tramonti.
Jorge Luis Borges, Finzioni, 1944

− C'è pieno di lucciole [...].
− A vederle da vicino, le lucciole,  [...], - sono bestie schifose anche loro, rossicce.
− Sì,  [...], ma viste cosi sono belle.
 Italo Calvino, Il sentiero dei nidi di ragno, 1947

Siamo tutti vermi, ma io credo di essere una lucciola.
[We are all worms. But I believe that I am a glow-worm].
Winston Churchill (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Come la lucciola: dimessa, minuscola, passiva, e tuttavia carica di mistero per il poeta e di significato erotico per i suoi simili; così, tutte le cose e tutti gli esseri irradiano perennemente un fioco lume per quelli che si curano di cercare. 
Cyril Connolly, La tomba inquieta, 1944

Non mi pare che la lucciola si attribuisca maggior importanza per il fatto incontrovertibile d’essere una delle meraviglie più spettacolari di questo circo, e tuttavia è sufficiente supporre in essa una coscienza per capire che ogni volta che le si accende il pancino l’insetto di luce deve sentire come un solletico di privilegio.
Julio Cortázar, Il gioco del mondo, 1963

Da soli non ce la potete fare. Una lucciola sola, in aperta campagna, fa pena. Ma un esercito di lucciole di notte fa invidia al sole.
Diego Cugia, Alcatraz, 1999

– Le lucciole hanno una vita molto breve.
– Meglio vivere fedeli a se stessi anche solo per un istante.
Bedelia Du Maurier e Hannibal Lecter, in Hannibal, 2013-2015

Le lucciole: piccoli semafori della notte.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Ditemi, chi mai può offendere lo spirito? L’usignolo offende forse il silenzio della notte, o la lucciola le stelle?
Kahlil Gibran, Il profeta, 1923

Se non fosse per il nostro concetto di pesi e misure, staremmo in riverente ammirazione davanti alla lucciola così come lo siamo davanti al sole.
Kahlil Gibran, Sabbia e spuma, 1926

L’amore è notte che si china su un sacro pergolato, un cielo che si fa prato, con le stelle che si tramutano in lucciole.
Kahlil Gibran, Gli dèi della Terra, 1931

Strano ohe quanto più gli uomini presumono e si vantano d’avere aperto gli occhi, tanto più paiono disposti a lasciarsi mostrar lucciole per lanterne.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Quando una massa ignorante si mette a voler vedere con i propri occhi, è fin troppo facile che veda lucciole per lanterne. Però quando formula i suoi giudizi, come di solito fa, con l'intuito del suo grande e generoso cuore, le conclusioni a cui arriva sono spesso tanto profonde e tanto giuste da posseder gli stessi caratteri delle verità rivelate per via soprannaturale. 
Nathaniel Hawthorne, La lettera scarlatta, 1850
Le religioni sono come le lucciole: per brillare hanno bisogno del buio.
(Arthur Schopenhauer)
È sì vero che le lucciole sono molto diminuite, ma non certo scomparse. Il fatto è che insieme è diminuita la curiosità, il desiderio di scoprirle, di osservarle, di conoscerle. E viene da pensare che i due eventi non siano tra loro completamente indipendenti.
Danilo Mainardi, Animali famosi e altri animali, 1992

Nei primi anni sessanta, a causa dell'inquinamento dell'aria, e, soprattutto, in campagna, a causa dell'inquinamento dell'acqua (gli azzurri fiumi e le rogge trasparenti) sono cominciate a scomparire le lucciole. Il fenomeno è stato fulmineo e folgorante. Dopo pochi anni le lucciole non c'erano più. (Sono ora un ricordo, abbastanza straziante, del passato: e un uomo anziano che abbia un tale ricordo, non può riconoscere nei nuovi giovani se stesso giovane, e dunque non può più avere i bei rimpianti di una volta.)
Pier Paolo Pasolini, Scritti corsari, 1975

Io, ancorché multinazionale, darei l'intera Montedison per una lucciola.
Pier Paolo Pasolini, Scritti corsari, 1975

A intervalli, la luce di una lucciola si alterna a se stessa. Attorno, nell'oscurità, la campagna è una immensa assenza di rumore che quasi odora di buono. La pace di tutto duole e pesa.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Che cos'è la vita? Lo sfavillare di una lucciola nella notte. Il respiro sbuffante di un bisonte nell'inverno. La breve ombra che scorre sopra l'erba e si perde dentro il sole. 
Piede di Corvo (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La verità è sfuggevole come la luce intermittente del ventre di una lucciola: a volte la percepisci da lontano, ma se ti avvicini per esaminarla, scompare.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Le religioni sono come le lucciole: per brillare hanno bisogno dell'oscurità.
[Religionen sind wie Glühwürmchen; sie brauchen Dunkelheit um zu leuchten].
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Siamo qui, nell'oscurità, sospesi tra la poesia delle lucciole e il fuoco divampante delle stelle.
Susanna Tamaro, Più fuoco, più vento, 2002

Persino la lucciola [...] i cui cicli di vita per milioni di anni sembrano così insignificanti dal nostro punto di vista, ci sembrerà completamente diversa se in qualche modo provassimo a vedere la sua esistenza dal suo punto di vista.
Richard Taylor, Good and Evil, 1970

Lucciola. Mosca al neon.
Ferrante Alvaro de Torres (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La Luna piena minchionò la Lucciola: / − Sarà l'effetto de l'economia, / ma quel lume che porti è debboluccio... / − Sì, − disse quella − ma la luce è mia!
Trilussa, La lucciola, Poesie, XX sec.

Una povera Lucciola, una notte, / pijò de petto a un Rospo in riva ar fiume / e cascò giù coll'ale mezze rotte. / Ar Rospo je ce presero le fótte. / Dice: − Ma come? giri con un lume / eppoi nemmanco sai / dove diavolo vai? − / La Lucciola rispose: — Scusa tanto, / ma la luce ch'io porto nu' la vedo / perché ce l'ho de dietro: e, in questo, credo / che c'è stato uno sbajo ne l'impianto. / Io dove passo illumino: però / se rischiaro la strada ch'ho già fatta / nun distinguo la strada che farò. / E nun te dico quanti inconvenienti / che me procura quela luce interna: / ogni vorta che accènno la lanterna / li Pipistrelli arroteno li denti... / − Capisco, − disse er Rospo − rappresenti / la Civirtà moderna / che per illuminà chi sta a l'oscuro / ogni tantino dà la testa ar muro...
Trilussa, La lucciola, Poesie, XX sec.

La gloria è come le lucciole, che da lontano brillano ma viste da vicino non hanno né testa né luce.
John Webster, La duchessa di Amalfi, 1614/23

Lucciole, lucciole, dove andate? / Tutte le porte sono serrate / son serrate al chiavistello / con la punta del coltello. / Lucciole, lucciole venite da me, / vi darò il pan del re / il pan del re e della regina / lucciola lucciola pellegrina.
Anonimo

Proverbi sulle Lucciole
  • Disse la lucciola: Anch'io fo lume.
  • Ogni lucciola non è un fuoco.
  • L'ipocrita è come la lucciola: splende ma non riscalda.
  • Le lucciole portano il bel tempo.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Insetti - Zanzare - Farfalle

Nessun commento: