Orrore - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sull'orrore, impressione violenta di spavento mista a ribrezzo o repulsione, provocata dalla vista o dalla percezione di qualcosa di orrenda o di ripugnante.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul terrore, la paura, lo spavento e la fobia.
Uno sguardo al mondo dimostra che l'orrore non è altro che realtà.
(Alfred Hitchcock)
Orrore
© Aforismario

Le passioni sono solo le spezie che spargiamo sull'orrore del tutto.
Djuna Barnes, La passione, 1923

Ogni giornale, dalla prima all'ultima riga, non è altro che un tessuto di orrori. Guerre, delitti, furti, impudicizie, torture, delitti dei principi, delitti delle nazioni, delitti dell’individuo, un’ebbrezza di universale atrocità. E con questo disgustoso aperitivo l’uomo civile accompagna il pasto di ogni mattino. Tutto, in questo mondo, trasuda delitto: il giornale, i muri, e il volto dell’uomo.
Charles Baudelaire, Il mio cuore messo a nudo, 1859-66 (postumo, 1887-1908)

Quest'orrore della solitudine, questo bisogno di dimenticare il proprio io nella carne esteriore, l'uomo lo chiama nobilmente bisogno d'amare.
Charles Baudelaire, Il mio cuore messo a nudo, 1859-66 (postumo, 1887-1908)

Questo universo sfugge a ogni comprensione. Le sue intenzioni sono ignote, i suoi prossimi passi imprevedibili. Se vi è un piano preordinato o una logica nella sua azione, questi sfuggono senz'altro all'umana comprensione. E così il «timore cosmico» è anche l'orrore dell'ignoto: il terrore dell'incertezza.
Zygmunt Bauman, Vite di scarto, 2004

Forme pietrificate e ormai irriconoscibili della nostra prima felicità, del nostro primo orrore − queste sono le abitudini.
Walter Benjamin, Ombre corte. Scritti 1928-1929

Non credo nel male, credo solo nell'orrore. In natura non esiste alcun male, ma soltanto orrore in abbondanza: le epidemie, i flagelli, le formiche, i vermi.
[I don't believe in evil, I believe only in horror. In nature there is no evil, only an abundance of horror: the plagues and the blights and the ants and the maggots].
Karen Blixen (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

È meglio fare una fine orrenda che sopportare orrori senza fine.
Arthur Bloch, Legge di Matsch, La legge di Murphy, 1977

Quando non è una lanterna magica, la memoria è un film dell'orrore.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Sono grandi e giocano come bambini. Giochi da bambini, ecco. Questa gente. Vanno dalla fica alla fossa senza che mai li sfiori, l'orrore della vita.
Charles Bukowski, Storie di ordinaria follia, 1972

«E sarà spento ogni barlume di pietà dall'abitudine al raccapriccio» (orazione di Antonio in Giulio Cesare). Oggi in teatro questa battuta risuona come definizione del presente, dove il raccapriccio (i capelli drizzati) si spiana in un registrare meccanico del fatto raccapricciante, che eticamente lo disintegra.
Guido Ceronetti, Pensieri del tè, 1987

Quasi tutta la storia non è che una sequenza di orrori.
[Presque toute l’Histoire n’est qu’une suite d’horreurs].
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

L’orrore di tutto, oggetti o creature, richiama visioni desolate. C’è da rimpiangere che la terra non abbia abbastanza deserti, si vorrebbero spianare le montagne, si sogna una Mongolia dai tramonti implacabili.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

Orrore della carne, degli organi, di ogni cellula, orrore primordiale, chimico. Tutto in me si disgrega, perfino questo orrore. In quale lardume, in quale pestilenza lo spirito è venuto ad abitare! Questo corpo di cui ogni poro secerne tanto fetore da ammorbare lo spazio non è che una massa di rifiuti attraversata da un sangue appena meno ignobile, non è che un tumore che sfigura la geometria del globo. Ripugnanza soprannaturale! Nessuno mi si avvicina senza rivelarmi involontariamente lo stadio della sua putrefazione, il livido destino che incombe su di lui.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Gli orrori di cui l'universo trabocca fanno parie integrante della sua sostanza; senza di essi cesserebbe fisicamente di esistere.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

«L'orrore e l'estasi della vita» - vissuti simultaneamente, come un'esperienza all'interno di uno stesso istante, di ogni istante.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

È impossibile meditare sulla storia senza provare nei suoi confronti una sorta di orrore.
Emil Cioran, Un apolide metafisico, 1995

Vi sono soltanto due modi per essere un buono scrittore: accettare la vita nella sua interezza come Omero, Shakespeare o Goethe, oppure, come Pascal, Proust, Leopardi, Baudelaire, rifiutarsi in ogni momento di perdere di vista il suo orrore. 
Cyril Connolly, La tomba inquieta, 1944

Nella maggior parte dei casi, i film dell'orrore sono esattamente ciò che sostengono di essere.
Brendan Francis (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Quello che oggi è un giovane pieno di fuoco balzerebbe indietro dall'orrore, se potesse vedere il ritratto di sé stesso quando sarà vecchio.
Nikolaj Gogol', Le anime morte, 1842

Un ideale nella vita è indispensabile. Ci vuole una fede, uno scopo. Così si dice. È un modo di alludere all'orrore che si prova davanti al puro fatto di esistere.
Carlo Gragnani, Si fa per dire..., 1989

Uno sguardo al mondo dimostra che l'orrore non è altro che realtà.
[A glimpse into the world proves that horror is nothing other than reality].
Alfred Hitchcock (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Solo quando il mondo ti crolla addosso scopri l'orrore. Che nel mondo esiste l'orrore. Perché sei sbattuto in un'altra vita e incontri gente di cui non avevi nemmeno immaginato l'esistenza, né il dolore.
Jean-Claude Izzo, Il sole dei morenti, 1999

L'orrore che si prova a momenti nei confronti della propria persona, si ripercuote su altri.
Jean Josipovici, Citera, 1989

L'orrore ha un volto e bisogna essere amici dell'orrore. L'orrore ed il terrore morale ci sono amici. In caso contrario allora diventano nemici da temere. Sono i veri nemici...
Walter E. Kurtz (Marlon Brando), in Francis Ford Coppola, Apocalypse Now, 1979

Chi ha vissuto il vero orrore, non riuscirà mai a gioire per un’alba che sorge.
Menotti Lerro, Aforismi e pensieri, 2013

Appena una crosta è la solidità: / la verità è il fuoco sottostante. / Tutto può scorrere calmo per molti anni, / ma chi non sobbalza di paura / pensando agli orrori che piombano / improvvisi?
Herman Melville, Apparizione, 1866

Gli occhi si aprono alla vita pieni di gioioso stupore per chiudersi − percorsa la parabola delle esperienze esistenziali - colmi di angoscioso orrore.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Non vi è orrore che, essendovi nati dentro, e avendone, per così dire, bevuto il latte, non si trasformi col tempo in abitudine e rassegnata indifferenza.
Anna Maria Ortese, L'Iguana, 1965

Non c'è orrore che diminuisca soffrendolo bestialmente; bisogna invece guardarlo con pacatezza e renderne | utile l'inutilità per mezzo di contemplazione.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/1950 (postumo, 1952).

Certo non la pietà, non l'umiltà, non l'ingenuità, non la debolezza possono salvarci, ma forse il disporsi con orrore a povere, sconfitte e disperate cose come queste.  
Sergio Quinzio, La croce e il nulla, 1984

Sappiamo essere grati alle preoccupazioni della vita, esse ci distolgono dai suoi orrori.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1939

Da tutto questo orrore che è la terra, l’uomo ha saputo estrarre qualche vaga bellezza. È la sua unica gloria.
Maurice Sachs, Derrière cinq barreaux, 1943/45

L'orrore del reale è nulla contro l'idea dell'orrore.
William Shakespeare, Macbeth, ca. 1606

Gli orrori del nostro tempo ci faranno provare nostalgia di quelli del passato.
Charles Simić, Il mostro ama il suo labirinto, 2008

Dietro la risolutezza con la quale si fugge la solitudine si nasconde, forse, l’orrore di diventare cosa tra le cose.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Il vero orrore non è quello dei “morti viventi” partorito dalla macabra fantasia di certi autori, ma quello dei viventi già morti che popolano il mondo reale.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

I notiziari sono sempre abbastanza deludenti: corruzione, stupri, omicidi, terrorismo, guerre, epidemie, carestia, disoccupazione, inquinamento, alluvioni, terremoti e via dicendo; ma niente che lasci mai presagire un’imminente fine del mondo che ci liberi per sempre da quest’immane orrore e, soprattutto, dai notiziari.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Non guardare il mondo con orrore. Il mondo è in te e tu sei il mondo e nel mondo.
Amadeus Voldben (Amedeo Rotondi), Pensieri per una vita serena, 2008 (postumo)

I guardiani notturni nei film dell'orrore hanno un'aspettativa di vita di dodici secondi.
Sam Waas (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La vita è tremendamente deficiente nella forma. Le sue catastrofi avvengono nel modo sbagliato e alle persone sbagliate. V’è un orrore grottesco nelle sue commedie, e le sue tragedie sembrano culminare nella farsa. Si è sempre feriti quando ci avviciniamo alla vita. Le cose durano troppo, o troppo poco.
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: TerrorePaura - SpaventoFobia

Nessun commento: