Stilisti e Modelle - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e battute divertenti sugli stilisti e sulle modelle (o indossatrici). Il termine "stilista" è qui considerato (sul modello dell’inglese stylist), per indicare chi crea, progetta e indirizza la moda e lo stile di collezioni, capi e accessori nel settore dell’abbigliamento.
L'Italia è nota in tutto il mondo per i suoi grandi stilisti, tra cui si possono ricordare: Giorgio Armani, Gianfranco Ferrè, Ottavio Missoni, Valentino, Gianni Versace, Dolce e Gabbana, Prada e Krizia.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla moda, l'eleganza, lo stile, l'abbigliamento e la sartoria.
La mia passione: creare abiti, per tutto il resto sono un disastro! (Valentino)
1. Stilisti
© Aforismario

Ho dato all'uomo la scioltezza, la flessuosità, la morbidezza della donna. E alla donna il comfort, l'eleganza dell'uomo.
Giorgio Armani, intervista di Claudio Altarocca, su La Stampa, 1994

Fondamentalmente ritengo che l'apparire abbia breve durata, ma l'essere sia per la vita.
Giorgio Armani, intervista, su Playboy, 2010

I cretini non sono mai eleganti. Gli intelligenti invece, anche con due stracci addosso sono vestiti logicamente, quindi sono sempre eleganti.
Giorgio Armani, intervista di Paolo Mosca, su La Notte, 1982

Io ciò tutto firmato. Tutto firmato a campiali! Ciò il mio stilista di fiducia, Rocco Marocco... O già, la classe non si sciacqua!
Annamaria Barbera, Sono stata spiegata?, 2003

I vestiti che preferisco sono quelli che invento per una vita che non esiste ancora, per il mondo di domani.
Pierre Cardin, cit. su L'Economiste, 2007

Mi considero un artista, con l'unica differenza che le mie creazioni s'indossano, non si appendono a un muro.
Roberto Cavalli (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per prima cosa io non disegno, non ho mai disegnato un vestito. Adopero la mia matita solo per tingermi gli occhi e scrivere lettere. Scolpisco il modello, più che disegnarlo. Prendo la stoffa e taglio. Poi la appiccico con gli spilli su un manichino e, se va, qualcuno la cuce. Se non va la scucio e poi la ritaglio. Se non va ancora la butto via e ricomincio da capo… In tutta sincerità non so nemmeno cucire.
Coco Chanel, cit. in Sofia Gnoli, Un secolo di moda italiana, 1900-2000, 2005

I sarti hanno dimenticato che dentro un vestito c'è una donna, qualcuno che possa muoversi e salire in macchina senza che le scoppino le cuciture della sottana.
Coco Chanel (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per essere insostituibili bisogna essere unici.
Coco Chanel [1]

Un uomo può indossare ciò che vuole. Resterà sempre un accessorio della donna.
Coco Chanel [1]

Noi ragazze da bambine abbiamo letto tutte Piccole Donne e Piccole Donne crescono, mentre i maschi leggevano Zagor, Capitan Miki, Blek Macigno eccetera. Pare invece che i maschi che da piccoli hanno letto Piccole Donne siano poi da grandi diventati stilisti.
Lella Costa (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Stilisti che vendendo cenci da cinquantamila euro al pezzo si comprano storici palazzi e piani interi da Bloomingdale's.
Oriana Fallaci, Oriana Fallaci intervista sé stessa, 2004

Per essere una brava designer a Hollywood bisogna essere una combinazione tra psichiatra, artista, stilista, sarta, puntaspilli, storica, infermiera e addetta agli acquisti.
Edith Head (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il mio solo compito è creare desiderio per ciò che non è necessario.
Karl Lagerfeld, su la Repubblica, 2013

Io non creo abiti, io creo sogni.
Ralph Lauren (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

È possibile istituire delle quote azzurre fra gli stilisti? No, perché così non si può andare avanti. Le avete viste le sfilate dell’uomo? La moda maschile è gayssima. Anzi. Non è solo gay: è arcigay. Mi chiedo. Sarà mica perché la maggior parte degli stilisti sono gay? Faccio questa ipotesi un po’ azzardata. Ma uno, un etero che disegni abiti da etero, uno, ce lo vogliamo mettere? Ce lo vogliamo schiaffare un sarto che vesta un uomo non da donna?
Luciana Littizzetto, La Jolanda furiosa, 2008

Lo stilista Giorgio Armani ha confessato la settimana scorsa di aver dato mazzette alla Guardia di Finanza. È stato condannato a sei mesi, in cui deve indossare scarpe marroni con un vestito blu.
Norm MacDonald [1]

Se per secoli le donne sono state costrette dal potere maschile a vestirsi in maniera oppressiva, quasi sempre i grandi ideatori della moda, gli stilisti, i truccatori, i parrucchieri, sono stati gay. La fantasia omosessuale veniva e viene sfruttata dal sistema – l'abbiamo visto – per reprimere le donne e conciarle come l'uomo vuole.
Mario Mieli, Elementi di critica omosessuale, Einaudi, 1977

Si parla della «delirante» immaginazione degli stilisti. Che errore! Nessuno è più timido. Imitano, copiano, combinano. Non inventano. D’altronde non ne sarebbero capaci. La moda li spinge pungolandoli e loro avanzano, sgraziati. Solamente, siccome sembrano molto agitati, si crede che siano in preda alla febbre creatrice. Ecco tutto.
Francis de Miomandre, La moda, 1926

Quando compri un vestito, con il tuo gesto interferisci su delicati equilibri: un abito subisce enormi variazioni di prezzo in base al tipo di gente che se lo mette. Tutte le volte che viene portato da un personaggio famoso, da un’attrice riconosciuta, da qualche donna di «bon ton», il suo prezzo cresce parecchio; quando invece lo indossa una sciattona, subisce un tracollo d’immagine, diventando più dozzinale. Ecco perché gli stilisti lungimiranti fanno abiti strampalati: vogliono evitare che cadano in mani sbagliate. Così, per star nel sicuro, accettano il rischio che non li metta nessuno.
Gianni Monduzzi, Il manuale della playgirl, 1985

Prima dell’avvento del prêt-à-porter, le donne si confezionavano gli abiti da sole oppure andavano dalla sarta: quella sì che era la verace espressione di ciò che erano e di ciò in cui stavano comode, pur rimanendo nei limiti dettati dalla moda del tempo. Con l’arrivo del prêt-à-porter, invece, nessun capo di abbigliamento è più fatto «per» la donna che lo compra. Tutto ciò che vediamo da Zara, Mango e H&M è fatto per una donna completamente immaginaria, è un’idea dentro la testa dello stilista che decidiamo di comprare se, tanto per dire, ci piace al 70%. Questo è il massimo cui possiamo aspirare. Di rado, quasi mai, troviamo qualcosa che ci piaccia al 100% e che desideriamo veramente (anche se mai e poi mai lo ammetteremmo a noi stesse). Ho deciso di rimanere in sciopero in merito alle scarpe da donna. Mi asterrò dal partecipare fino a quando gli stilisti non produrranno qualcosa in cui sia possibile camminare per oltre un’ora con il passo agile di Gene Kelly in procinto di lanciarsi in un balletto, e senza che insorgano lancinanti dolori il giorno dopo.
Caitlin Moran, Ci vogliono le palle per essere una donna, 2011

Gli stilisti, evidentemente, non pensano alle conseguenze delle loro azioni. E’ vero che le donne (ma
anche gli uomini) sono disposti a grandi sacrifici pur di apparire affascinanti e desiderabili, ma c’è un limite.
Beppe Severgnini, L'intruso 2, 2000

Questa era la mia passione: creare abiti, per tutto il resto sono un disastro!
Valentino, in L'ultimo imperatore, 2008

Io so cosa vogliono le donne. Vogliono essere belle.
Valentino, in L'ultimo imperatore, 2008

L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare. (Giorgio Armani) [2]
2. Modelle / Indossatrici
© Aforismario

Tutte le modelle sono alieni.
Agente J (Will Smith), in Men in Black 3, 2012

Non importa se modelle o commesse / certe donne si faranno gioco di te / trattale tutte da principesse e sarai un re.
Articolo 31, I consigli di un pirla, 2003

Col lifting si può essere belle ma è impossibile avere grazia. Del resto basta pensare che il prototipo attuale della bellezza femminile è la modella: «sotto il vestito niente».
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Tutte le donne credono di essere brutte, anche le più carine. Un uomo che capisse questo potrebbe scop***si più donne di Don Giovanni. "Tutte" indistintamente pensano di avere una brutta fi**a. "Tutte" credono di avere un sacco di difetti. Tutte pensano di avere il sedere troppo grosso, i seni troppo piccoli, le cosce troppo grasse, le caviglie troppo spesse. Anche le modelle e le attrici, anche le donne apparentemente così belle da non doversi preoccupare di niente passano il tempo a preoccuparsi.
Erica Jong, Paura di volare, 1973

Non c'è proprio limite alla follia umana. Una modella svizzera, attraverso un delicato intervento di chirurgia plastica, s'è fatta allungare le gambe di tre centimetri. Motivo? Perché non rientrava nell'altezza delle modelle classiche. Per ora non cammina più ma è un dettaglio. Volete sapere quanto era alta prima dell'operazione? Un metro e settantadue. Pensa te. Modella? Ma ti sei lessata i neuroni col phon?
Luciana Littizzetto, Rivergination, 2006

L’indossatrice è triste perché, a sera, deve lasciare quei begli abiti, come un’attrice povera che recita un ruolo da regina e riprende il metrò per rientrare nel suo piccolo appartamento. L’indossatrice è una regina che abdica tutte le sere.
Francis de Miomandre, La moda, 1927

Indossatrici: animali pregiati allevati in riserve e esposti al pubblico due volte l'anno.
Dino Risi, Vorrei una ragazza, 2001

Il backstage sta alle sfilate come le stalle stanno alle corse. La differenza è che le cavalle mangiano, e hanno uno sguardo attento. Capisco che le modelle siano sotto pressione; ma molte hanno la vivacità di un attaccapanni.
Beppe Severgnini, L'intruso 2, 2000

[Modelle]. Sotto il vestito, niente: e va bene. Ma sotto i capelli, un po’ di cervello non ci starebbe male.
Beppe Severgnini, L'intruso 2, 2000

Ancora polemiche per le modelle anoressiche. Anche la moda ha i suoi scheletri negli Armani.
Dario Vergassola, Un annetto buono, 2009

Note

  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. "L'eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare". Questa citazione, abbastanza diffusa su internet, è probabilmente una variazione della frase pronunciata da Giorgio Armani nel corso dell'intervista con Roberto Gervaso per il Corriere della Sera pubblicata nel 1980: "Lo stile è eleganza non stravaganza. L'importante è non farsi notare, ma ricordare".
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: ModaSartoria - Abbigliamento - Indossare - Stile e Classe

Nessun commento: