Viltà - Frasi e citazioni sull'essere Vili

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulla viltà e sulle persone vili. Il termine "vile" deriva dal latino vīlis "di poco valore", e riferito a persona, indica scarso valore morale; mancanza di coraggio nell'affrontare un pericolo, nel ribellarsi alle sopraffazioni o nell'assumersi la responsabilità delle proprie azioni.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla vigliaccheria, la codardia e la paura.
È una bestia che sta sempre in agguato, la viltà. Ci morde tutti,
ogni giorno, e son pochi coloro che non si lasciano sbranare da lei.
(Oriana Fallaci)
1. Viltà
© Aforismario

Dalla paura di tutti nasce nella tirannide la viltà dei più. 
Vittorio Alfieri, Della Tirannide, 1777

Posson qualche volta le donne consigliar l'uomo a viltà. Ma sempre sono pronte ad ammirarlo se non le ascolti.
Ugo Bernasconi, Parole alla buona gente, ca. 1933 (postumo 1987)

Ci si vendica di una viltà, commettendone un'altra.
Petrus Borel, Le coffret d'ébène, XIX sec.

Sento dir molto male della superbia dei grandi; ma non vi sarebbe la loro superbia senza la nostra viltà.
Gottfried August Bürger, Poesie, 1778

Che abiezione, che schifo, che senso di vomito sentirci crescere dentro quella stessa viltà e quell'impotenza che abbiamo disprezzato negli altri. 
Albert Camus, Caligola, 1944

Ogni possibile viltà diventa una meravigliosa speranza se uno sa riconoscerla. Ecco quel che penso. Non bisogna mai fare i difficili sul modo di evitarsi uno sbudellamento, né perder tempo a cercare le ragioni della persecuzione di cui sei oggetto. Sfuggirvi è quel che basta al saggio.
Louis-Ferdinand Céline, Viaggio al termine della notte, 1932

Gli individui, come le nazioni, hanno virtù diverse e identici difetti. Nostro patrimonio comune è la viltà.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Nostro patrimonio comune è la viltà.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

Servirsi delle virtù dell'avversario per sconfiggerlo è una viltà senza pari.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Ogni pace si compra con delle viltà.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La servitù nasce e vive dalla comune viltà. Tutte le declamazioni contro gli abusi della tirannide sono meno efficaci che il dire ai servi: contatevi.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

È una bestia che sta sempre in agguato, la viltà. Ci morde tutti, ogni giorno, e son pochi coloro che non si lasciano sbranare da lei.
Oriana Fallaci, Lettera a un bambino mai nato, 1975 

Non difendere il proprio territorio, la propria casa, i propri figli, la propria dignità, la propria essenza, è contro Ragione. Accettare passivamente le sciocche o ciniche menzogne che ci vengono somministrate come l'arsenico nella minestra è contro Ragione. Assuefarsi, rassegnarsi, arrendersi per viltà o per pigrizia è contro Ragione. 
Oriana Fallaci, La forza della ragione, 2004

Nonviolenza e viltà sono termini in contraddizione. La nonviolenza è la più grande virtù, la viltà il più grande vizio. La nonviolenza scaturisce dall'amore, la viltà dall'odio. La nonviolenza subisce sempre, la viltà infligge sempre la sofferenza.
Mohandas Gandhi, Young India, 1929

La viltà, por non farai scorgere troppo, inventò il destino.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Uomo con troppi bisogni, uomo pronto ad ogni viltà.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

La pigrizia e la viltà sono le cause per cui tanta parte degli uomini, dopo che la natura li ha da lungo tempo affrancati dall'eterodirezione (naturaliter maiorennes), tuttavia rimangono volentieri minorenni per l'intera vita e per cui riesce tanto facile agli altri erigersi a loro tutori. 
Immanuel Kant, Risposta alla domanda: che cos'è l'Illuminismo?, 1783

Molti vogliono e condursi teco vilmente, e che tu ad un tempo, sotto pena del loro odio, da un lato sii tanto accorto, che tu non dia impedimento alla loro viltà, dall'altro non li conoschi per vili.
Giacomo Leopardi, Pensieri, 1845 (postumo)

Gettarsi in mezzo ai nemici può essere il segno distintivo della viltà.
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881

La viltà non salva nessuno dalla morte.
Gaio Sallustio Crispo, De bello Iugurthino, I sec. a.e.c.

Porgere l’altra guancia, quando non è viltà, è prepotenza fatta a sé stessi.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Ci sono parecchie valide difese dalla tentazione, ma la più sicura è la viltà.
Mark Twain, Seguendo l'equatore, 1897

Coscienza è soltanto il nome che la viltà – evitando la lotta – scrive sopra il proprio scudo.
Oscar Wilde, La duchessa di Padova, 1883

La coscienza e la viltà sono esattamente la stessa cosa. La coscienza è semplicemente il marchio di fabbrica della ditta. Tutto qui.
Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray, 1891

Alcuni, di fronte alla malvagità e alla cattiveria, si ritraggono non per viltà ma per ripugnanza a discutere con un insolente.
Marguerite Yourcenar, Archivi del nord, 1977

Sii sempre pronto a dire ciò che pensi, e il vile ti scanserà. (William Blake)
2. Vile
© Aforismario

Sii sempre pronto a dire ciò che pensi, e il vile ti scanserà.
[Always be ready to speak your mind, and a base man will avoid you].
William Blake, Proverbi infernali, in Il matrimonio del Cielo e dell'Inferno, 1790/93

Colui che dispera degli avvenimenti è un vile, ma colui che spera nella condizione umana è un pazzo.
Albert Camus, Taccuini, 1935/59 (postumo 1962/89)

Vile, veramente vile solo chi ha paura dei suoi ricordi.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Il dir menzogne è l'unica arte della bassa capacità, e il solo rifugio dei vili.
Philip Dormer Stanhope Chesterfield, Lettere al figlio, 1737/68 (postumo 1774-1890)

Il saggio è compiacente ma non vile; l'uomo mediocre è vile ma non compiacente.
Confucio, Dialoghi, ca. 479/221 a.e.c. (postumo)

Vili fino a quando un rischio li minaccia, gli umani diventan spavaldi dopo che il rischio è passato.
Oriana Fallaci, Lettera a un bambino mai nato, 1975 

Il «vile anonimo» è quello che scaglia il sasso e nasconde la mano. Noi siamo tutti un po' anonimi, non foss'altro perché nascondiamo il vero nome nostro e lo strozzino si fa chiamar banchiere, il letterato si fa chiamar poeta e il demagogo si fa chiamare padre della patria.
Domenico Giuliotti e Giovanni Papini, Dizionario dell'omo salvatico, 1923

Il buon Dio non rende liberi i popoli vili 
Adolf Hitler, La mia battaglia, 1925/26

Esistono i vili di cervello e i vili di cuore.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Il mondo è una lega di birbanti contro gli uomini da bene, e di vili contro i generosi.
Giacomo Leopardi, Pensieri, 1845 (postumo)

Quando si è cristiani, di qualunque sesso si sia, non è permesso esser vili. L'anima del cristianesimo, se si può dir così, è il disprezzo di questa vita e l'amore dell'altra.
François de Salignac de La Mothe-Fénelon, L'educazione delle fanciulle, 1687

La natura degli uomini superbi e vili è, nelle prosperità esser insolenti e nelle avversità abietti e umili.
Niccolò Machiavelli, Istorie fiorentine, 1532 (postumo)

Il più vile degli assassini è quello che ha dei rimorsi.
Jean-Paul Sartre, Le mosche, 1943

Come l'esperienza insegna, i più vili e codardi nel momento del pericolo si fanno tracotanti a parole e, con la lingua, assolutamente decisi.
Publio Cornelio Tacito, Storie, ca. 100

Non sempre chi s'arrabbia ha torto; il vile non va in collera mai.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Bisogna evitare le persone vili senza peraltro farsele nemiche.
Proverbio cinese

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Vigliaccheria e Vigliacchi - Codardia e Pavidità

Nessun commento: