Aeroporto - Aforismi, frasi e battute divertenti

Raccolta di aforismi, frasi e battute divertenti sull'aeroporto, vasto campo pianeggiante, attrezzato con piste di cemento per l’atterraggio e il decollo dei velivoli. Oggi alcuni grandi aeroporti non sono più semplici luoghi di transito per viaggiatori in attesa del loro aereo, ma veri e propri centri commerciali. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sugli aerei, il volo, il viaggio, la partenza e l'arrivo.
Nell'era spaziale, l'uomo riuscirà a fare il giro del mondo in due ore:
un'ora di volo e una per raggiungere l'aeroporto. (Neil H. McElroy)
Aeroporto
© Aforismario

Non può essere un caso che in nessuna lingua terrestre esista l'espressione "Bello come un aeroporto". Gli aeroporti sono brutti. Alcuni sono molto brutti. Certi raggiungono un livello di bruttezza che può solo essere il risultato di uno sforzo consapevole.
Douglas Adams, La lunga oscura pausa caffè dell'anima, 1988

La bruttezza degli aeroporti dipende dal fatto che sono pieni di gente stanca e di pessimo umore che ha appena scoperto che i propri bagagli sono sbarcati a Murmansk (l'aeroporto di Murmansk è l'unico che fa eccezione a questa regola altrimenti infallibile), e gli architetti per lo più si sono sforzati di riflettere questo stato d'animo nelle loro creazioni.
Douglas Adams, La lunga oscura pausa caffè dell'anima, 1988

Adorava gli aeroporti: le piacevano l'odore, il rumore, l'atmosfera, la gente che correva qua e là con le valigie, felice di partire, felice di tornare. Le piaceva vedere gli abbracci, cogliere la strana commozione dei distacchi e dei ritrovamenti. L'aeroporto era il posto ideale per osservare le persone.
Cecelia Ahern, Ps: I Love You, 2004

La parola «aeroporto» serve spesso per definire un prato, accanto al quale un contadino tiene una pompa di benzina mimetizzata. In alcune parti del paese è un gioco diffuso, un'occasione per gareggiare: la Caccia all'Aeroporto.
Richard Bach, Biplano, 1966

Torre di controllo. Controllo del traffico aereo. Da dove sono venuti fuori questi nomi? Non controllano proprio niente. La gente da quella torre parla con i piloti e li avverte di certe condizioni. È il pilota che fa tutti i controlli che si devono fare. È un gioco di parole senza importanza? Quante volte avete sentito dire da un incompetente: «Non c'è torre di controllo? Ma non è pericoloso?». Immaginate cosa penserebbe se sapesse che la terminologia ufficiale per un aeroporto senza torre di controllo è aeroporto incontrollato! Provate a spiegarlo a un giornalista! La parola stessa denuncia un incidente che deve succedere, aeroplani che dopo un sussulto cadono su scuole e orfanotrofi. Ecco la descrizione di milioni e milioni di decolli, il tipo di decollo fatto ogni giorno, ogni minuto: Il velivolo leggero decollò da un aeroporto incontrollato, senza controllo radio, senza piano di volo. Uau!
Richard Bach, Un dono d'ali, 1974

Non viaggio mai in aereo. Il viaggio verso l’aeroporto mi fa venire il mal d’auto.
Milton Berle [1]

Sono appena tornato da un viaggio di piacere. Ho accompagnato mia suocera all'aeroporto.
Milton Berle [1]

Se sei in anticipo, sarà cancellato. Se sei puntuale, dovrai aspettare. Se sei in ritardo, sarà troppo tardi.
Arthur Bloch, Principio di Luposchainsky sui voli, La legge di Murphy II, 1980

Avete mai notato che la prima valigia sul nastro trasportatore dell'aeroporto non appartiene mai a nessuno?
Erma Bombek [1]

In Italia parcheggiare un'auto all'aeroporto costa più del volo! Forse conviene andare in auto e parcheggiare l'aereo...
Maurizio Crozza [1]

Ogni volta che sono depresso per come vanno le cose al mondo, penso all'area degli arrivi dell'aeroporto. È opinione generale che ormai viviamo in un mondo fatto di odio e avidità, ma io non sono d'accordo. Per me l'amore è dappertutto. Spesso non è particolarmente nobile o degno di note, ma comunque c'è: padri e figli, madri e figlie, mariti e mogli, fidanzati, fidanzate, amici.
Richard Curtis, Love Actually - L'amore davvero, 2003

Gli aeroporti un tempo gli piacevano molto per la loro natura di punti nodali, per gli incroci che rendono possibili tra le intenzioni e il caso.
Andrea De Carlo, Leielui, 2010

Chi era Leonardo da Vinci?" "Un aeroporto" rispose la candidata numero 18 all'elezione di Miss Universo. Nessuna delle altre miss, però, si mise a ridere.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

Impossibile negli aeroporti italiani nascondere oggetti nei bagagli perché da noi c'è un triplo controllo: quello delle guardie, del metal-detector e quello degli addetti al trasporto dei bagagli.
Antonio Di Stefano (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Gli aeroporti possono essere insidiosi.
Frank Dixon (Stanley Tucci), in Steven Spielberg, The Terminal, 2004

Sul muro di un locale di Madrid c'è un cartello che dice: È PROIBITO IL CANTO FLAMENCO. Sul muro dell'aeroporto di Rio de Janeiro c'è un cartello che dice: È PROIBITO GIOCARE CON I CARRELLI PORTAVALIGIE. Il che vuol dire che c'è ancora gente che canta e c'è ancora gente che gioca. 
Eduardo Galeano, Parole in cammino, 2006

Se uno ti accompagna all'aeroporto è chiaro che è all'inizio di una relazione, ecco perché io non accompagno nessuno all'aeroporto all'inizio di una relazione. Perché alla fine le cose cambiano, e tu non l'accompagni più all'aeroporto, e io non voglio sentirmi dire: "Come mai non mi accompagni più all'aeroporto?" 
Harry (Billy Crystal), in Harry ti presento Sally, 1989
Sono appena tornato da un viaggio di piacere.
Ho accompagnato mia suocera all'aeroporto. (Milton Berle)
Non dimenticate che le ferie sono fatte per riposarsi, non per sfinirsi nelle stazioni o negli aeroporti.
Luciana Littizzetto, Col cavolo, 2004

L’Europarlamento ha approvato l’introduzione negli aeroporti del body scanner che sarebbe una specie di metal detector che riesce a guardare sotto i vestiti dei viaggiatori. Praticamente ti vedono nudo. Caso mai ti fossi sistemato sotto le ascelle una carica di tritolo. Tu passi davanti alla macchina con la tua bella giacchetta, camicia e cravatta e loro ti vedono il ciciu. Ma cosa pensano ’sti qua? Che siamo tutti come Cicciobombo cannoniere con tre bombe nel sedere? Che c’abbiamo una scimitarra infilata tra le chiappe? Privacy, privacy e poi io entro col mio bel tailleur e loro mi vedono la jolanda? Comunque, per le donne passi. Più o meno le nostre si somigliano. Ma i maschi no. Per chi c’ha un walterino sarà un disastro, perché non può fare come in palestra, che passa dall’accappatoio alle mutande alla velocità del suono. Deve stare col suo bel tappo di spumante alla vista di tutti. Col suo lombrico della frutta alla mercé. Solo quelli che hanno un cormorano al posto del walter faranno un figurone. Li vedremo entrare a passi lunghi e bacino in avanti chiedendo alle addette: “Che ne dici amore di quest’arma di distruzione di massa?”.
Luciana Littizzetto, La Jolanda furiosa, 2008

Si potrebbe fare in modo che dagli altoparlanti degli aeroporti e delle stazioni si capisca qualcosa di quel che viene detto? Tu sei all'aeroporto e senti: “L’imbarco per il volo aztrrrrrrnndici diretto a nannera... è spostato al gate nnndddddiotto”. Una mazza. Non si capisce una cippa. Alle stazioni invece senti: “Il treno proveniente da grdrdrdrdrdrd e diretto a boftefsdj è in arrivo sul binario ffteftfd”. Ma lo fanno apposta? Mettono delle cornacchie al posto degli speaker? Fanno gli annunci con in bocca una rana viva? Tu senti l’annuncio e vedi la gente che corre di qua e di là come le formiche quando togli il sasso da sopra il formicaio. Ma anche il più stitico impianto di Karaoke da cinquanta euro che trovi al supermercato, funziona meglio
Luciana Littizzetto, La Jolanda furiosa, 2008

Sì, ho cinquant'anni. Ma se togliete tutto il tempo che ho aspettato i bagagli all'aeroporto... 
Groucho Marx [1]

Nell'era spaziale, l'uomo riuscirà a fare il giro del mondo in due ore: un'ora di volo e una per raggiungere l'aeroporto.
[In the space age, man will be able to go around the world in two hours - one hour for flying and one hour to get to the airport].
Neil H. McElroy, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

All'aeroporto mi hanno perso la valigia. Sono andata all'ufficio apposito e l'impiegata mi ha detto: "No, la sua valigia non l'abbiamo vista". E ci aveva addosso la mia Lacoste!
Federica Reggiani [1]

La teoria scientifica che prediligo è quella secondo la quale gli anelli di Saturno sono interamente composti dai bagagli smarriti dagli aerei di linea. 
Mark Russell [1]

Il progresso si riconosce dal fatto che i voli sono sempre più brevi e i tragitti in macchina per l'aeroporto sempre più lunghi.
Alberto Sordi [1]

L'aeroporto contemporaneo praticamente è uno shopping center, la parte del passeggero è la meno importante, non interessa a nessuno cosa diventi il passeggero e quali siano i suoi problemi.
Ettore Sottsass, Conversazioni sotto una tettoia,  (a cura di Davide Vargas), 2004

Gli aeroporti, falsi come i messaggi pubblicitari, isole di relativa perfezione anche nello sfacelo dei paesi in cui si trovano, si assomigliano ormai tutti; tutti parlano nello stesso linguaggio internazionale che dà a ciascuno l'impressione di essere arrivato a casa. Invece si è solo arrivati in una qualche periferia da cui bisogna ripartire, in autobus o in taxi, per un centro che è sempre lontanissimo.
Tiziano Terzani, Un indovino mi disse, 1995

Se Dio avesse voluto veramente che gli uomini volassero, avrebbe reso più facile arrivare all'aeroporto.
George Winters [1]

La mia vita è come un aeroporto. Tutti vanno e vengono se servo, ma nessuno sta per molto.
Anonimo

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Aeroplano e Volo in AereoViaggio - Volo - Partenza-Arrivo-Ritorno

Nessun commento: