Sopportare gli Altri e Sé stessi - Frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul sopportare gli altri e sé stessi. Come consiglia Baltasar Gracián, "Bisogna saper sopportare gli sciocchi. I saggi sono sempre stati poco pazienti, perché chi accresce la propria scienza, aumenta anche la propria insofferenza. Chi troppo sa è di difficile contenta tura. La più importante regola di vita, secondo Epitteto, è la pazienza; e a questo egli ridusse la metà della sapienza. Ma se si dovessero tollerare tutte le sciocchezze, ci sarebbe bisogno d'una pazienza infinita. A volte sopportiamo fin troppo da coloro dai quali dipendiamo, e questo è un utile esercizio per imparare a vincer noi stessi. Dalla pazienza ha origine la pace, inestimabile bene che costituisce la felicità sulla terra. E colui che non si sente l'animo di sopportare, dovrà per forza ritirarsi in se stesso, ammesso sempre che riesca a tollerarsi. [Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulle persone insopportabili, sulla sopportazione, l'insopportabile e la tolleranza.
Gli uomini sono nati gli uni per gli altri. Ammaestrali dunque o sopportali.
(Marco Aurelio)
Sopportare gli Altri e Sé stessi
© Aforismario

Sopportarsi è difficile; vincersi lo è ancora di più.
Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

Impara a sopportarti come un istitutore l'allievo, come una madre il figlio. Il tuo compito è quello di trarre il meno cattivo partito possibile da ciò che ti è affidato.
Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

Gli uomini sono nati gli uni per gli altri. Ammaestrali dunque o sopportali.
Marco Aurelio, Pensieri, 166/79

Vivere una storia d'amore fino alla morte sarà ancora il privilegio di alcuni, in futuro... Ma se la vita a due si rivela insopportabile, o anche solo deludente, oggi si sceglie il tepore del "letto tutto per sé".
Élisabeth Badinter, L'uno è l'altra, 1986

Domato, l'elefante va in battaglia. Domato, l'elefante è cavalcato dal re. Colui che ha domato sé stesso è il migliore degli uomini e sopporta con pazienza gli insulti del mondo.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Sopporterò gli insulti del mondo come l'elefante sopporta le frecce in battaglia, perché il mondo è spesso malevolo.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Criticare gli altri aiuta a sopportarsi.
Riccardo Cataldi, Massime e minime, 2005

Ci sono uomini che debbono sopportare la pena di essere se stessi.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Non è facile sopportare i pregi degli altri.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

È facile sopportare con coraggio le sofferenze degli altri.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014 [cfr. citazione di La Rochefoucauld]

Lo stupido è uno sciocco che non parla, e in questo è più sopportabile dello sciocco che parla.
Giacomo Casanova, Storia della mia vita, 1960/62 (postumo)

Serbare i segreti, impiegare bene il tempo e sopportare le offese sono tre cose molto difficili ma altrettanto necessarie a tutti.
Chilone, Frammenti, V sec. a.e.c.

La prima condizione per diventare un santo è amare gli scocciatori, sopportare le visite…
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Il vantaggio non trascurabile di aver molto odiato gli uomini è quello di giungere a sopportarli per esaurimento dello stesso odio.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

«Che cos'è la verità?» è una domanda fondamentale. Ma che cos'è in confronto all'altra: «Come sopportare la vita?». E questa stessa impallidisce vicino a quest'altra ancora: «Come sopportarsi?». - Ecco la domanda capitale alla quale nessuno è in grado di darci una risposta.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Si sopportano le persone solo quando sono morte...
Emil Cioran, Un apolide metafisico, 1995

Ho scritto per ingiuriare la vita e per ingiuriare me stesso. Il risultato? Mi sono sopportato meglio, e ho sopportato meglio la vita.
Emil Cioran, Un apolide metafisico, 1995

La filantropia laica non regge a lungo l'impresa, essendo l'uomo tal bestia che solo l'amor di Dio può fargli sopportare, perfino amare, il suo simile.
Giorgio Colarizi, Zibaldone aforistico, 2001 (postumo)

Gli uomini difficilmente sopportano il coraggio delle donne.
Ivy Compton-Burnett, Una famiglia e un'eredità, 1939

La maldicenza ci rende più sopportabili le virtù altrui.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Nel mondo si prende ognuno per quel che vuol essere; ma bisogna appunto che uno voglia essere qualcosa. Si sopportano le persone scomode più di quanto non si tollerino quelle insignificanti.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

− Sei un lupo solitario, eh?
− Io non sopporto neanche la mia immagine allo specchio.
− Ah, be', questo lo posso capire.
Terence Hill e Bud Spencer, in Nati con la camicia, 1983
La stupidità assume due forme, loquace o silenziosa:
la seconda è sopportabile. (Bruce Lee)
Vi sono alcuni che possono vivere soltanto nella promiscuità; altri, più rari, non si sopportano che nella solitudine.
Jean Josipovici, Citera, 1989

Quando non si tratta che d'amarsi, non c'è pericolo a lasciarsi reciprocamente sedurre dalle grazie e dalle buone qualità l'un dell'altro; – ma, quando si tratta di matrimonio, sarebbe utile che ciascuno sapesse se potrà sopportare i difetti dell'altro.
Alphonse Karr, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Santo, a sopportar gli altri. Saggio, a tollerar se stesso.
Nunzio La Fauci, Questo quasi nulla, 2008

Tutti siamo abbastanza forti da sopportare i mali altrui.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

La stupidità assume due forme, loquace o silenziosa: la seconda è sopportabile.
Bruce Lee, Pensieri che colpiscono, 2000 (postumo)

Non esiste nulla di meglio della paziente sopportazione degli insulti per darti una pace più grande, mentre prosegui sulla tua strada. La pazienza non è passiva: al contrario, è energia concentrata.
Bruce Lee, Pensieri che colpiscono, 2000 (postumo)

Tirando le somme ti ama veramente solo chi ti sopporta.
Claudia Magnasco, In solita solitudine, 2015

Quando si abbia imparato a sopportarsi è facile sopportare gli altri.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

È vero, abbiamo buoni motivi per stimare poco ciascuno dei nostri conoscenti, fossero anche i più grandi; ma altrettanto buoni per rivolgere questo sentimento contro noi stessi. E così sopportiamoci a vicenda, visto che sopportiamo noi stessi.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

«lo non giovo a me stesso», disse uno per spiegare la sua inclinazione per la società. «Lo stomaco della società è più forte del mio, esso mi sopporta».
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Una persona che ti ripugni, va sopportata. Dopo un po' viene fuori − infallibile − qualcosa di non comune, di vero. Ciò anche se costei ti seccava per la sua banalità e insincerità. Anzi, per questo.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Non v'è saggezza più grande né più utile al mondo di quella di sopportare l'altrui follia.
François des Rues, Le margherite francesi, 1598

È necessario sopportare gli altri, ma in primo luogo è necessario sopportare sé stessi e rassegnarsi ad essere imperfetti.
Francesco di Sales, XVII sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ciò che rende socievoli gli uomini è la loro incapacità di sopportare la solitudine e, in questa, sé stessi.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Io non riuscirei più a sopportare me stesso il giorno in cui qualche cosa mi divenisse insopportabile.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Ames parentem, si aequus est: si aliter, feras.
[Ama il padre se è giusto, se non lo fosse sopportalo].
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

La vita è uno stato permanente di sopportazione: sopportazione del mondo, degli altri, di sé stessi; e quando viene meno la nostra capacità di sopportare, impazziamo o, piú comunemente, moriamo.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Sopportiamo meglio le persone che hanno difetti diversi dai nostri più facilmente di quelle che hanno i nostri stessi difetti: ai brutti non piace specchiarsi.
Amadeus Voldben (Amedeo Rotondi), Pensieri per una vita serena, 2008 (postumo)

Nessuno di noi riesce a sopportare negli altri i suoi stessi difetti.
Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray, 1891

Sopporta il prossimo tuo come te stesso.
Aforismario, Taccuino elettronico, 2009/...

Se vuoi essere sopportato, sopporta gli altri
Anonimo, De Imitatione Christi (Imitazione di Cristo - attribuito a Tommaso da Kempis e altri), XV sec.

Nessun commento: