Uomo Medio - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sull'uomo medio, sull'uomo comune e sull'italiano medio. Con la locuzione "uomo medio" si indica il rappresentante tipico della società, in cui si ritrovano gusti, aspirazioni e comportamenti tipici del ceto medio. Spesso la locuzione "uomo medio" è intesa in senso dispregiativo per indicare "l'uomo massa", un individuo mediocre, privo di qualità particolari, che segue le opinioni e i principi morali della maggioranza.
Ecco una definizione ironica, e anche un po' amara, dell'uomo medio fatta da Marcello Marchesi: "Ma chi è l’uomo medio?” “È colui che ha negato per secoli che la terra girasse, che ha gettato nel rogo le streghe ed ha bruciato in piazza i pazzi; che ha massacrato Pisacane e gli eroi del Risorgimento. È colui che è destinato ad essere smentito dalla storia, dalla vita e dalla scienza mentre la Società si evolve e si trasforma!” Vuoi vedere che l’uomo medio sono io?". [ Il malloppo, 1971].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla mediocrità, la massa e la normalità.
Non è il genio a essere cent’anni in anticipo sul proprio tempo;
è l’uomo comune a essere cent’anni indietro. (Robert Musil)
1. Uomo medio
© Aforismario

La donna media è a capo di qualcosa di cui può fare ciò che vuole; l'uomo medio deve obbedire agli ordini e nient'altro.
Gilbert Keith Chesterton, Tutto considerato, 1908

L'argomento migliore contro la democrazia è una conversazione di soli cinque minuti con l'elettore medio.
Winston Churchill (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Chi non suscita né simpatia né compassione è l’uomo medio, onesto e senza grandi inclinazioni al male. L’uomo che lavora per tirare avanti, che mette su famiglia e la mantiene. L’uomo medio è antipatico. (Io sono antipatico. Mi si sopporta). Per diventare simpatico bisogna comportarsi da canaglia, per farsi amare bisogna farsi mantenere. È l’equivoco erotico che continua. La pietà verso il sesso sostituisce i sentimenti. Il malvagio dà quelle garanzie sessuali che la persona per bene non dà. Le azioni contro la morale e la società sono sintomi di vigoria e di disinvoltura sessuale in chi le compie. Temperamento! Chi si comporta rettamente ammette la sua « ordinaria » attività sessuale e non interessa.
Ennio Flaiano, Diario degli errori, 1976 (postumo)

Che penoso contrasto tra la sfolgorante intelligenza del bambino e le fioche facoltà mentali dell'adulto medio.
Sigmund Freud, L’avvenire di un’illusione, 1927

Essere medi oggi non porta i benefici d’una volta. Non può accadere, visto che i datori di lavoro hanno abbondanza di mano d’opera straniera a buon mercato, di robotica a buon mercato, di software a buon mercato, di automazione a buon mercato, perfino di genio a buon mercato.
Thomas Friedman, Average is Over, su New York Times, 2012

La trasformazione dell'individuo in automa nella società moderna ha accresciuto il senso di impotenza e di insicurezza dell'uomo medio. Perciò questi è pronto a sottomettersi a nuove autorità, che gli offrono sicurezza e liberazione dal dubbio.
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

Nulla riesce più difficile all'uomo medio del sopportare il sentimento di non potersi identificare con un vasto gruppo.
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

L'uomo medio è un eroe anche nel suo tentativo fallito di essere eroe; è motivato dal desiderio di dare un senso alla sua vita, e dalla passione di avvicinarsi il più possibile alle sue frontiere.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

Il sistema sociale condiziona la gente a vedere nel titolo, nell'uniforme, o in qualsiasi altra cosa, la prova che il leader è competente, e finché esistono questi simboli, confermati dall'intero sistema, l'uomo medio non osa nemmeno domandarsi se l'imperatore è tale soltanto per la corona che porta in testa.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

Al giorno d'oggi l'uomo medio è diventato un consumatore di scienza. Si aspetta che la scienza sappia tutto: leggere il giornale ha la stessa funzione che aveva un tempo l'andare in chiesa.
Erich Fromm, I cosiddetti sani, 1991 (postumo)

Sfortunatamente, per l'uomo medio i giornali sono diventati più importanti delle Scritture. Gli consiglierei volentieri di rinunciare alla lettura dei giornali, in tal caso. Non perderebbe niente, così facendo, mentre nelle Scritture e in altra buona letteratura potrebbe trovare vero nutrimento per la propria mente e il proprio spirito.
Mohandas Gandhi, su Harijan, 1932/48

Massa è "l'uomo medio".
José Ortega y Gasset, La ribellione delle masse, 1930

L'uomo medio possiede delle "idee", però manca della funzione di pensare.
José Ortega y Gasset, La ribellione delle masse, 1930

L'uomo medio guarda senza vedere, sente senza ascoltare, tocca senza sentire, mangia senza gustare, si muove senza consapevolezza fisica, respira senza percepire i profumi e parla senza pensare.
[An average human looks without seeing, listens without hearing, touches without feeling, eats without tasting, moves without physical awareness, inhales without awareness of odour or fragrance, and talks without thinking].
Michael J. Gelb, Da Vinci Decoded, 2004 

Il peso della realtà sociale odierna sulla vita dell’uomo medio è tale che ormai predomina il tipo “rassegnato”. Dal momento in cui nasce, l’individuo si sente continuamente ripetere una lezione: c’è un solo modo di farsi strada nel mondo, e cioè rinunciare alla speranza di realizzare pienamente sé stesso.
Max Horkheimer, Eclisse della ragione, 1947

Nella vita vera non esiste l'uomo medio. Ci sono solamente singoli uomini, donne e bambini, ciascuno con le sue idiosincrasie innate, nel corpo e nella mente; e tutti cercano (o sono costretti) di comprimere le loro diversità biologiche nell'uniformità di una qualche forma culturale.
Aldous Huxley, Ritorno al mondo nuovo, 1958

Strappa all'uomo medio le illusioni di cui vive, e con lo stesso colpo gli strappi la felicità. 
Henrik Ibsen, L'anitra selvatica, 1885

Signore e signori! Lo avete letto sui giornali! E ora fremerete d'orrore osservando con i vostri stessi occhi il più raro e tragico degli scherzi di natura! ...L'uomo medio! [...] Fisicamente trascurabile, possiede peraltro un sistema distorto di valori. Notate l'abnorme rigonfiamento del senso di importanza dell'umanità. La coscienza sociale deforme e l'ottimismo atrofizzato. Non è certamente per i debole di stomaco, vero? Sommamente repellenti sono le sue fragili e inutili nozioni di ordine e sanità mentale. Sottoposte a una pressione eccessiva... esse cedono. Come può vivere, già vi odo domandare? Come può questo povero, patetico esemplare sopravvivere nel mondo spietato e irrazionale di oggi? La triste risposta è "Non molto bene". 
Joker, in Batman: The Killing Joke, 1988 

La differenza fra, diciamo, Platone e Nietzsche e l'uomo medio, è maggiore di quella che esiste fra lo scimpanzé e l'uomo medio. Il regno del vero spirito, del vero artista, del santo, del filosofo, sono in pochi a raggiungerlo. 
Richard Linklater, in Waking Life, 2001

Tutto ciò che viene fischiato non è necessariamente bello o nuovo. ma tutto ciò che viene immediatamente applaudito, certo non è superiore alla media delle intelligenze. 
Filippo Tommaso Marinetti, Guerra sola igiene del mondo, 1915

Ogni giorno l'uomo medio è ridotto in poltiglia servile. 
Marshall McLuhan (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Mi considero un uomo comune, eccetto per il fatto che mi considero un uomo comune.
Michel de Montaigne (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Piuttosto di cambiare opinione, l'uomo medio se la tiene addosso finché gli cade a brandelli.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Ad alimentare l’intelligenza dell’uomo medio non c’è nessuno, giacché i preti non parlano alla sua intelligenza, e propriamente neppure la miriade di divulgatori scientifici e tecnici. Abbandonato a sé stesso, l’uomo delle nostre città, e urbanizzate campagne, vive immerso sino al collo nella prassi (squallida ma sempre più urgente e assillante), mentre intorno alla sua testa turbinano, come foglie fatte vorticare dal vento, brani o frammenti di concetti, scompostamente suscitati da pseudoideologi.
Guido Morselli, Diario, 1938/73 (postumo 1988)

Non è il genio a essere cento anni avanti rispetto al proprio tempo, è l’uomo medio a essere cent'anni indietro.
Robert Musil (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ma lei non sa cos'è un uomo medio? È un mostro, un pericoloso delinquente, conformista, colonialista, razzista, schiavista, qualunquista.
Pier Paolo Pasolini, La ricotta, in Ro.Go.Pa.G., 1963

L'uomo medio dei tempi del Leopardi poteva interiorizzare ancora la natura e l'umanità nella loro purezza ideale oggettivamente contenuta in esse; l'uomo medio di oggi può interiorizzare una Seicento o un frigorifero, oppure un week-end a Ostia. 
Pier Paolo Pasolini, Scritti corsari, 1975

Non importa quanti bambini messicani facciamo a pezzi o quanti africani seppelliamo, il primo mondo si gira sempre dall'altra parte. Non gliene frega un cazzo a nessuno. Non importa ai media e non importa ai politici. Di certo non importa all'uomo medio. È troppo impegnato a preoccuparsi dei soldi, del sesso... della religione... del successo... 
Jetstream Sam, in Metal Gear Rising: Revengeance, 2013 

In passato un lavoratore con competenze medie, svolgendo un lavoro medio, poteva ottenere un salario medio. Oggi la media non c’è più.
Beppe Severgnini, Italiani di domani, 2012

La ragazza media preferisce essere bella piuttosto che intelligente, perché sa che l'uomo medio vede assai meglio di quanto pensi.
Anonima, su Ladies's Home journal, 1947

2. Italiano medio
© Aforismario

Il pubblico italiano non è fatto solo di intellettuali, la media è un ragazzo di seconda media che nemmeno siede al primo banco... E' a loro che devo parlare.
Silvio Berlusconi, citato su Corriere della Sera, 2004

Ho superato l'età dell'indignazione e non sono più d'accordo con i moralisti di casa che rimproverano all'italiano medio di non essere un paradigma sociale o morale. L'italiano medio è quello che è e i suoi difetti cominciano a piacermi.
Ennio Flaiano, Frasario essenziale per passare inosservati in società, 1959/72 (postumo, 1986)

Diciamo la verità: la sola pianta che interessi all'italiano medio è la pianta stabile. 
Indro Montanelli, su il Giornale, 1979

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Mediocrità - Massa - Normalità e Anormalità

Nessun commento: