Esercito - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e battute ironiche sull'esercito, cioè l'insieme delle forze armate di uno Stato. In senso più ristretto, s'intende per "esercito" le forze militari terrestri, distinte dalle forze militari che operano in mare (marina) e nell'aria (aeronautica).
Su Aforismario trovi altre due raccolte di citazioni correlate a questa sul militare, i soldati e i generali.
Alla fine è sempre un plotone di soldati a salvare la civiltà. (Oswald Spengler)
Esercito
© Aforismario

È stato detto, che il più pazzo popolo del mondo sarebbe un popolo di savi, come il più cattivo esercito sarebbe un esercito di capitani.
Francesco Algarotti, Pensieri diversi, 1765 (postumo)

Due eserciti che si combattono sono un grande esercito che si suicida.
[Deux armées aux prises, c'est une grande armée qui se suicide].
Henri Barbusse, Il fuoco, 1916

L'esercito è quel posto dove la mattina ci si sveglia presto per udire gli strepiti di persone corte di cervello che portano i capelli corti.
Dave Berry (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Diserzione. Avversione al combattimento che si dimostra abbandonando l’esercito e la moglie.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Esercito. Categoria del tutto improduttiva che difende il suolo della patria divorando tutto ciò che potrebbe attirare un nemico o fargli desiderare di invaderlo.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Marcia. Nelle vicende di ogni esercito è quella corrente che si muove verso la ricerca e la conquista del bottino.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Ogni ordine che può essere frainteso viene frainteso.
Arthur Bloch, Assioma dell'esercito, La legge di Murphy, 1977

Devi avere un certo fisico per entrare nell'esercito. Un medico guarda dentro un orecchio, un altro guarda nell'altro orecchio e se non possono vedersi sei arruolato. Se invece riescono a vedersi entri a far parte della polizia militare.
John Brown (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Battaglie. Eserciti in fuga, stendardi nella polvere... E le sfilate dei vincitori sotto i balconi, con pifferi, trombe, tamburi. Tutto da ridere, se non fosse per le madri, fino alle lacrime.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

In tutti i tempi e in tutti gli eserciti i militari vengono addestrati pesantemente e unicamente per le parate: diventano automi dell'ordine chiuso, in grado tutt'al più di garantire con la sola presenza le repressioni della piazza. La potenza degli Stati, come quella degli uomini, si appoggia fiduciosa all'immagine. In caso di guerra contano l'improvvisazione della truppa e la fortuna dei generali.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Il Dio degli Eserciti è diventato il Dio della Borsa.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

L’esercito nazionale è stato creato per proteggere le classi elitarie contro i poveri dell’interno, nonché contro i ricchi dell’esterno.
Malcolm de Chazal, Senso plastico, 1948

Nell'esercito si impara in fretta l'arte di attendere.
Lee Child, Colpo secco, 2001

Quando un esercito dei bianchi combatte gli indiani e vince, questa è considerata una grande vittoria, ma se sono i bianchi ad essere sconfitti, allora è chiamata massacro.
Chiksika, XVIII sec.

Zilu chiese: «Maestro, se tu dovessi comandare tre eserciti, chi vorresti al tuo fianco?». Il Maestro disse: «Certamente non vorrei con me chi avesse la spavalderia di affrontare una tigre senza armi o attraversare un fiume a guado, o che affrontasse la morte senza rimpianti. Dovrebbe essere invece uno che abbia paura prima di agire, e che metta in pratica i piani dopo averli accuratamente preparati».
Confucio, Dialoghi, ca. 479/221 a.e.c. (postumo)

Zigong chiese sul governo.
Il Maestro disse: «Sufficienti alimenti, un esercito adeguato, e la fiducia del popolo».
Zigong chiese: «Se si dovesse rinunciare ad una di queste tre cose, quale bisognerebbe tralasciare per prima?».
Il Maestro disse: «L’esercito».
Zigong chiese: «Se si dovesse rinunciare ad una di queste due cose, quale bisognerebbe tralasciare?».
Il Maestro disse: «Gli alimenti. La morte è sempre stata inevitabile. Ma senza la fiducia il popolo non avrebbe su chi basarsi».
Confucio, Dialoghi, ca. 479/221 a.e.c. (postumo)

Quanto più una cosa è importante, tanto meno importa il numero dei suoi difensori. Se per difendere una nazione c'è bisogno di un esercito, per difendere un'idea basta un solo uomo.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Finché gli eserciti esisteranno, qualsiasi conflitto grave porterà alla guerra. Un pacifismo che non lotti attivamente contro gli armamenti nazionali è impotente e merita di restarlo.
Albert Einstein, su Mein Weltbild, 1934

È una macchina diabolica, l'esercito, e il militarismo un ingranaggio mortale.
Oriana Fallaci, Insciallah, 1990

Dio è sempre con i battaglioni più forti.
Federico il Grande (Federico II re di Prussia), lettera alla duchessa di Sassonia-Gotha, 1760

Quanto valga l’uomo di coraggio è cosa incredibile! Un uomo può mettere in fuga un esercito e non è esagerazione. Io ho veduto degli eserciti colti dal panico fuggire davanti non ad un uomo solo ma a meno d’un uomo, davanti ad un pericolo immaginario.
Giuseppe Garibaldi, Clelia o Il governo dei preti, 1870

Quando ho perso il mio fucile, l’esercito mi ha fatto pagare 85 dollari. Ecco perché nella Marina il capitano affonda con tutta la nave.
Dick Gregory (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Io nell'esercito ci stavo come un pesce dentro l'acqua. Non è così difficile. Devi solo rifare il letto lindo e pinto, e stare in piedi diritto, e a ogni domanda rispondere sempre: "Sì, sergente istruttore!".
Tom Hanks, in Robert Zemeckis, Forrest Gump, 1994

In cima all'educazione militare deve esserci ciò che già al vecchio esercito fu attribuito come merito sommo: alla scuola dell'esercito il ragazzo deve essere trasformato in un uomo, deve non solo imparare ad obbedire ma altresì acquistarsi le premesse del futuro comando. Deve imparare a tacere non solo quando è rimproverato a ragione, ma anche quando è rimproverato a torto.
Adolf Hitler, La mia battaglia, 1925/26

Si può resistere all'invasione degli eserciti; non si resiste all'invasione delle idee.
Victor Hugo, Storia di un delitto, 1877/78

Gli eserciti permanenti (miles perpetuus) devono col tempo del tutto cessare. Infatti essi minacciano incessantemente di guerra altri stati con la disposizione ad apparirvi sempre preparati; li istigano a superarsi l'un l'altro nella moltitudine degli armati, che non conosce limiti, e, poiché, per le spese dedicatevi, la pace infine diventa ancor più opprimente di una guerra breve, per disfarsi di questo fardello sono essi stessi causa di guerre d'aggressione; a ciò si aggiunge che venir assoldati per uccidere o essere uccisi appare includere un uso degli esseri umani come semplici macchine e utensili nella mano di un altro (lo Stato) che mal si concilia col diritto dell'umanità nella nostra propria persona.
Immanuel Kant, Per la pace perpetua, 1795

Uno dei principi fondamentali della guerriglia è che per vincere basta non perdere; un esercito regolare, invece, per non perdere deve vincere. 
Henry Kissinger, Gli anni alla Casa Bianca, 1980

Dove s'accampano gli eserciti crescono sterpi e rovi; al seguito di grandi guerre ci sono anni di carestia.
Lao Tzu, Tao Te Ching, ca. V sec. a.e.c.

Quando voi fa' la rivoluzione, l'urtima 'osa che devi fa' è mettetti contro l'esercito.
Marco Malvaldi, Carnevale in giallo, 2014

Se tu dormi i tuoi sonni tranquilli, e se lo straniero non viene a calpestare collo zoccolo insolente del suo cavallo i tuoi campi, è perché l’esercito nazionale, veglia per te.
Paolo Mantegazza, Il bene e il male, 1861

Quand'ero nell'esercito mi diedero una medaglia per aver ammazzato due uomini e mi congedarono per averne amato uno.
Leonard Matlovich (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il cosiddetto dio degli eserciti è sempre dalla parte della nazione che ha la migliore artiglieria, i migliori generali.
Ernest Renan, Dialoghi e frammenti filosofici, 1876

Alla fine è sempre un plotone di soldati a salvare la civiltà.
Oswald Spengler, Il tramonto dell'Occidente, 1918/23

Lo sapete perché non vogliono i gay nell'esercito americano? Personalmente, credo che abbiano paura di migliaia di ragazzi con degli M-16 tra le mani. Chi oserebbe chiamarli «finocchi»?
Jon Stewart (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Catturare intatto un esercito nemico è meglio che sterminarlo. Meglio catturare una divisione intatta che distruggerla: meglio catturare un battaglione intatto che distruggerlo: meglio catturare una compagnia intatta che distruggerla. Questo è il principio fondamentale dell’Arte della Guerra.
Sun Tzu, L'arte della guerra, ca. V sec. a.e.c.

Chi è veramente esperto nell'arte della guerra sa vincere l’esercito nemico senza dare battaglia, prendere le sue città senza assieparle, e rovesciarne lo Stato senza operazioni prolungate.
Sun Tzu, L'arte della guerra, ca. V sec. a.e.c.

Chi ha creato un esercito compatto, con ufficiali e soldati che combattono uniti per un unico fine, sarà
vittorioso.
Sun Tzu, L'arte della guerra, ca. V sec. a.e.c.

In guerra, disporre unicamente di un esercito numeroso non rappresenta di per sé un vantaggio. Ricordati di non agire mai facendo affidamento soltanto sulla semplice forza del numero.
Sun Tzu, ibidem

Se l’esercito è disunito e confuso, i sovrani vicini avranno terreno facile per creare turbamenti. Questo è il senso del detto: “Un esercito indisciplinato ne conduce alla vittoria un altro”.
Sun Tzu, L'arte della guerra, ca. V sec. a.e.c.

Un esercito che manchi di equipaggiamento, di cibo e di denaro, sarà perduto.
Sun Tzu, ibidem

Un esercito può essere paragonato a un fiume, perché proprio come il fiume evita le alture e si precipita nella vallata, altrettanto devono fare le truppe: scansare il pieno e colpire il vuoto.
Sun Tzu, L'arte della guerra, ca. V sec. a.e.c.

Un esercito vittorioso prima vince, poi dà battaglia; un esercito destinato alla sconfitta prima dà battaglia, poi spera di vincere. 
Sun Tzu, L'arte della guerra, ca. V sec. a.e.c.

Un sovrano può danneggiare il proprio esercito in tre modi. Il primo modo è quando, senza conoscere la situazione, ordina alle truppe di avanzare o ritirarsi nelle circostanza sbagliate. Questo vuol dire “legare l’esercito”. Il secondo modo è quando, senza conoscere l’Arte della Guerra, assume il comando dell’esercito. Ciò provoca incertezza tra gli ufficiali. Il terzo modo è quando, pur senza conoscere l’arte delle manovre, dirige le operazioni militari. Ciò determina incertezza fra le truppe.
Sun Tzu, L'arte della guerra, ca. V sec. a.e.c.

Temo di più un esercito di cento pecore guidato da un leone che un esercito di cento leoni guidati da una pecora.
Charles-Maurice de Talleyrand-Périgord, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Arruolati nell'esercito e vedrai l'altro mondo.
Dylan Thomas (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Un esercito è uno strumento d'omicidio e il costruire e comandare un esercito – ovverosia ciò di cui si occupano con tanta disinvoltura i re, gli imperatori, i presidenti – è soltanto una preparazione all'omicidio.
Lev Tolstoj, Non uccidere, 1900

L’esercito è come un film vietato ai minori di 14 anni: troppa violenza e poco sesso.
Mort Walker, Beetle Bailey, 1950/...

Un esercito è chiamato a servire un Paese, non a governarlo.
George Washington, XVIII sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'esercito è una falce, non uno scalpello.
Bruce Willis, in Edward Zwick, Attacco al potere, 1998

Quante volte un piccolo esercito ha sconfitto un esercito grande col permesso di Dio, perché Dio sta con i perseveranti!
Corano, VII sec. a.e.c.

Arruolati nell'esercito, conosci persone interessanti e ammazzale.
Anonimo

L'esercito è il braccio armato della stupidità.
Anonimo

Un esercito di ciechi, al seguito di un generale cieco, è condannato alla sconfitta.
Proverbio cinese

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Militare e Militarismo - Soldati - GeneraliGuerra e Pace 

Nessun commento: