Fegato - Aforismi, frasi e battute

Raccolta di aforismi, frasi e battute sul fegato e sull'espressione "avere fegato". Il termine "fegato" deriva dal latino iecur ficatum "fegato coi fichi", una ricetta diffusa nell'antica Roma, che consisteva nell'ingrassare, riempire o cuocere il fegato d'oca con dei fichi. A proposito dell'etimologia del termine, scrive con una punta di amarezza Guido Ceronetti: "Fegato è dal basso latino fìcatum perché s'ingrassavano le oche da fegato grasso con diete di fichi. Così un nobile organo (forse il più nobile di tutti: il cervello è discutibile) ha preso nome da un'antica malvagità dell'uomo. C'è uno spruzzo di sangue sull'origine di tutto quel che è umano". [Il silenzio del corpo, Adelphi, 1979].
Il fegato è il più voluminosa organo ghiandolare del corpo umano, e svolge alcune fondamentali funzioni, tra le quali: produzione della bile, immagazzinamento del glicogeno, sintesi delle proteine del plasma e rimozione di sostanze tossiche dal sangue.
Gli antichi Greci consideravano il fegato sede dei sentimenti, e nel corso dei secoli è stato sempre collegato, nell'opinione popolare, con varie manifestazioni del carattere e dell’umore, come l'ira, l'invidia e la rabbia. Come nota Voltaire: "Gli uomini si erano accorti che le loro passioni d’amore, di collera, di paura, provocavano movimenti viscerali. Il fegato e il cuore divennero la sede delle passioni". [Dizionario filosofico, 1764].
Ancora oggi, nel linguaggio comune sono molto vive espressioni come "rodersi il fegato", cioè essere pieno di astio o livore; oppure "avere fegato", cioè essere coraggiosi o temerari.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul corpo umano, lo stomaco, la pancia, la bile e il fiele.
La risata è il miglior disinfettante del fegato. (Malcolm de Chazal)
1. Fegato
© Aforismario

Usava un sacco di vitamine per il fegato. Due anni dopo che era morto, hanno dovuto strangolarglielo.
Milton Berle (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Come non inorgoglirsi per certe cose? La richiesta è ufficiale: quando morirò il mio cervello andrà a una famosa università americana. Il fegato a una macelleria del centro.
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Fegato. Organo di dimensioni rilevanti e di colore rosso che la provvida natura ci ha cortesemente fornito per consentirci di avere attacchi di bile.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Fegato. Il dono più prezioso del cielo all'oca; senza di esso, questo volatile non sarebbe in grado di fornirei il paté di Strasburgo.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

A volte pensavo al fegato, ma lui non parlava mai, non diceva mai: "Smettila, tu stai ammazzando me e io ammazzerò te!" Se avessimo il fegato parlante non avremmo bisogno degli Alcolisti Anonimi. Charles Bukowski, Pulp, 1994

Fegato è dal basso latino fìcatum perché s'ingrassavano le oche da fegato grasso con diete di fichi. Così un nobile organo (forse il più nobile di tutti: il cervello è discutibile) ha preso nome da un'antica malvagità dell'uomo. C'è uno spruzzo di sangue sull'origine di tutto quel che è umano.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

La risata è il miglior disinfettante del fegato.
Malcolm de Chazal, Senso plastico, 1948

Ci adatteremmo facilmente ai dispiaceri se la ragione o il fegato non soccombessero ad essi.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Dammi una bottiglia di bourbon, ho il fegato nuovo e gli sto facendo il rodaggio.
Matt Groening, I Simpson, 1989/...

Voglio farti ubriacare e tirarti fuori il fegato e metterti un buon fegato italiano e farti ritornare un uomo. 
Ernest Hemingway, Addio alle armi, 1929

L'ironia è uno sviluppo anormale che, come quello del fegato delle oche di Strasburgo, finisce per uccidere l'individuo.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 

Una volta, un tizio che faceva un censimento, provò a interrogarmi. Mi mangiai il suo fegato con un bel piatto di fave e un buon Chianti.
Hannibal Lecter (Anthony Hopkins), in Jonathan Demme, Il silenzio degli innocenti, 1991

Pensieri foschi e amari non sono assolutamente possibili senza cause fisiologiche. Per diventare il grande accusatore dell'epoca o di tutta la vita bisogna che il nostro fegato vi sia preparato.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Se un uomo scrive bene solo quando è ubriaco gli dirò: ubriácati. E se lui mi dirà che il suo fegato ne soffre, rispondo: cosa è il tuo fegato? È una cosa morta che vive finché vivi tu, mentre le poesie che tu scrivi vivono senza finché.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Prometeo, lui sì che aveva fegato da vendere!
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

La primavera insiste la mattina / dalla mia cucina vedo il mondo tondo, / sempre diverso, sempre ogni mattina, / sin dal giorno prima, / dal giorno prima / con in bocca un gusto amaro che fa / schifo chissà cosa è stato, quello che ho bevuto, / m'alzo dal letto e penso al mio povero, / fegato, fegato spappolato.
Vasco Rossi, Fegato, fegato spappolato, 1979

Morale biologica? Colui che beve troppo alcool sarà punito con una cirrosi epatica, Ma bisogna tuttavia che i suoi cromosomi gli abbiano fabbricato un fegato che vi si presti. Altrimenti, nessuna sanzione.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1939

Questo privilegio della previdenza l'uomo deve scontarlo con la tortura senza tregua della preoccupazione, che parimenti nessun animale conosce: essa è l'avvoltoio che rode il fegato dell'incatenato Prometeo.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Il ruolo di un organo, come il fegato, nella sensibilità generale è sconosciuto − Quando un giorno mi arrivò una lettera che mi procurò una sorpresa tra le più penose − fu per me un'improvvisa coltellata nella regione del fegato.
Paul Valéry, Quaderni, 1894/1945 (postumi, 1957/61)

Il fegato, l'organo più direttamente responsabile nel gestire l'invasione delle sostanze tossiche, si sovraccarica quando mangiamo carne, in particolare quella degli animali imprigionati nei moderni allevamenti. I loro corpi infelici sono così carichi di tossine, ormoni artificiali della crescita, farmaci e residui chimici, steroidi, tumori e malattie croniche che ingerirli sottopone il fegato a un lavoro erculeo e senza fine. 
Will Tuttle, Cibo per la pace, 2005

Il fegato va sepolto nell'olio con la cipolla.
Proverbio

La rabbia avvelena il fegato.
Proverbio

2. Avere Fegato
© Aforismario

Tutto è possibile se hai abbastanza fegato.
[Anything's possible if you've got enough nerve].
J. K. Rowling (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ci vuole del fegato nel dichiararsi atei in punto di morte.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Il fegato è tutto!
Hartman (R. Lee Ermey), in Stanley Kubrick, Full Metal Jacket, 1987

Se un uomo ha abbastanza fegato da combattere con le budella in mano, può bere dalla mia borraccia ogni volta che vuole.
William "Bill" Kilgore (Robert Duvall), in Francis Ford Coppola, Apocalypse Now, 1979

Avessimo avuto il fegato di un Kleist o di un Tenco, non saremmo ancora qui a cincischiare…
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Disprezzo i proprietari di cani. Sono pusillanimi che non hanno il fegato di mordere la gente di persona.
August Strindberg (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Se davvero vuoi addolorare i tuoi genitori e non hai abbastanza fegato da diventare omosessuale, datti all'arte.
Kurt Vonnegut (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il pasto dello scemo: un po' di fegato e poco cervello.
Proverbio

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Corpo umano - Stomaco - Pancia - Bile o Fiele

Nessun commento: