Giglio - Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul giglio (dal latino līlium). In botanica, il giglio indica diverse piante appartenenti al genere delle liliacee, che comprende un'ottantina di specie, molte delle quali sono coltivate per la bellezza dei fiori, che possono assumere diverse colorazioni (gigli bianchi, gialli, rossi, o screziati). Di solito, in Italia quando si parla di gigli ci si riferisce al giglio bianco o giglio di sant'Antonio (nome latino: Lilium candidum), con fiori candidi e molto profumati, originario della Siria e della Palestina, che cresce spontaneo nelle zone più calde d’Italia.
Ha scritto Gertrude Jekyll: "Lilium candidum era una delle glorie del giardino di luglio, e tale rimane ai giorni nostri. Infatti, nonostante l'introduzione di molte nuove splendide varietà, il Giglio di Sant'Antonio, così puro e maestoso, detiene ancora il suo primato. Gli altri Gigli del giardino erano il Martagone color porpora, Lilium chalcedonicum e Lilium pomponium, entrambi a fiore rosso, l'arancio Lilium croceum già menzionato, i Gigli tigrati e il precoce Lilium pyrenaicum, piuttosto insignificante e con un odore penetrante e sgradevole".
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui fiori, l'orchidea, la rosa e i tulipani.
Osservate come crescono i gigli del campo: non tessono, eppure io vi dico
che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro.
(Gesù di Nazaret - Vangelo)
Giglio
© Aforismario

Ho colto gigli splendidi e profumati, / pudicamente chiusi, / come una schiera di fanciulle innocenti. / Dai tremuli petali, bagnati di rugiada / ho bevuto profumo, felicità, pace.
Anna Achmatova, Gigli, XX sec.

Io ti odoro o mia Tuttafiore / Tutti i gigli in te salgono come cantici d'amore e d'allegrezza / E questi canti che verso di te spiccano il volo / accanto a te mi trascinano.
Guillaume Apollinaire, Cavalli di Frisia, Poesie, XX sec.

Che cosa c'è di più bello del contemplare la propria vita e trovarla pura come un giglio?
Honoré de Balzac, Papà Goriot, 1834

Il pudico giglio coltivato in impudiche serre.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Nei suoi occhi c'è un giardino, dove rose e gigli bianchi fioriscono.
[There is a garden in her eyes, where roses and white lilies flow].
Thomas Campion (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Le cose più semplici della vita sono anche quelle più straordinarie. Dobbiamo soltanto consentire loro di rivelarci la propria essenza. I gigli di campo non tessono né filano. Tuttavia, neanche l'eccelso Salomone poté disporre di una veste lussuosa e raffinata come quella dei fiori.
Paulo Coelho, Il manoscritto ritrovato ad Accra, 2012

Al mattino al mio risveglio | cerco in cielo gli aironi | e il profumo bianco del giglio.
Rino Gaetano, Cerco, 1978

Forse il più bel fiore è la rosa. Ma il giglio è così pieno di mistero!
Géza Gárdonyi, Gli schiavi di Dio, XX sec.

Dove prende il giglio quel biancore stupendo? Dalla terra? La terra è nera
Géza Gárdonyi, ibidem

Di giorno non si sente il suo profumo, pare che nasconda ogni tesoro in sé. Bisogna avvicinarsi ad esso, curvarsi sopra il suo calice bianco per ricevere qualcosa dal suo respiro. Di notte, nel buio, soltanto questo fiore è sveglio nel gran silenzio delle stelle. Il suo biancore risplende nel buio e riempie il giardino d'un dolce profumo. Perché cerca di nascondersi durante il giorno? Perché emana il suo profumo soltanto di notte? Perché è più bianco? Perché è più profumato di altri fiori?
Géza Gárdonyi, Gli schiavi di Dio, XX sec.

Niente è più bello di un giglio che fiorisce, più malinconico di un giglio che appassisce, più immondo di un giglio che marcisce.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Perché vi affannate per il vestito? Osservate come crescono i gigli del campo: non lavorano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro. Ora se Dio veste così l'erba del campo, che oggi c'è e domani verrà gettata nel forno, non farà assai più per voi, gente di poca fede?
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Matteo, I sec.

I fiori − come i gigli evocati da Gesù, e come tante altre cose che brillano nel mondo − sono importanti perché anzitutto suscitano il nostro stupore. Gli studi degli specialisti sui fiori e su altre meraviglie sono secondari.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

L’anima del ragazzo sottoposta ai colpi del dolore è come un giglio bianco appena in boccio. Trema di fronte alla brezza, apre il cuore allo spuntare del giorno e richiude i petali al giungere delle ombre notturne.
Kahlil Gibran, Le ali spezzate, 1912

In primavera camminerò a fianco dell’amore tra violette e gelsomini e berrò le gocce residue dell’inverno nelle coppe dei gigli.
Kahlil Gibran, Le ali spezzate, 1912

I gigli e l’erica non vivono che un giorno, eppure quel giorno vale un’eternità, perché è liberi che lo trascorrono.
Kahlil Gibran, Gesù figlio dell'Uomo, 1928

Andate fuori, nei campi, incontro alla vostra speranza e, seduti tra i gigli, ascoltateli mentre canticchiano nel sole. Non tessono, loro, vesti per coprirsi, e non sollevano tronchi né pietre per costruirsi un rifugio; ma cantano, invece. Colui che lavora nella notte provvede ai loro bisogni e la rugiada della Sua grazia bagna i loro petali.
Kahlil Gibran, Gesù figlio dell'Uomo, 1928

La goccia di rugiada che rotola la sua sfera nell'ombrosa cavità del giglio non è dissimile da voi che raccogliete la vostra anima nel cuore di Dio.
Kahlil Gibran, Il giardino del profeta, 1933 (postumo)

C’erano il giglio e la rosa sul suo viso, c’era il tramonto nei capelli; e rideva l’alba sulle sue labbra.
Kahlil Gibran, Il vagabondo, 1932 (postumo)

Tu hai piantato un bianco giglio nel deserto del mio cuore spezzato, e mi hai trasferito in una remota valle per mostrare a me stesso un inaridito me stesso.
Kahlil Gibran, La voce del maestro, 1963 (postumo)

Mi piacciono i santi ; ma a quelli che tengono in mano un giglio preferisco quelli che tengono in mano una spada.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Il giglio è il più sacro e il più bello di tutti i fiori d'Egitto. Sbocciano nel fango e splendono nell'oscurità come un dono degli dèi per ricordarvi che non importa quanto qualcosa sia negativo, migliorerà. Che non importa quanto scura sia la notte, la luce risplenderà per voi.
[Lily it’s the most sacred and beautiful of all flowers in Egypt. They bloom in mud and shine in the darkness like a gift from the gods to remind you that no matter how bad something is, it will get better. That no matter how dark the night, the light will come for you].
Sherrilyn Kenyon, The Guardian, 2011

Un giglio o una rosa non fingono mai, e la loro bellezza è quella che è.
[A lily or a rose never pretends, and its beauty is that it is what it is].
Jiddu Krishnamurti (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il giglio è fiore di grande bellezza, che sboccia in maggio e giugno. Per il suo straordinario candore è simbolo di purezza e contende alla rosa il trono del regno dei fiori.
Carlo Lapucci, Dizionario dei proverbi italiani, 2006

Anche i gigli nella palude tremano di fronte alla bonifica.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Se ci si potesse saziare con un giglio, anche il maiale sarebbe un esteta.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Là quel giglio è succhiato crudelmente da un'ape, nelle sue parti più sensibili, più vitali. Il dolce mele non si fabbrica dalle industriose, pazienti, buone, virtuose api senza indicibili tormenti di quelle fibre delicatissime, senza strage spietata di teneri fiorellini.
Giacomo Leopardi, Zibaldone di pensieri, 1817/32 (postumo, 1898-1900)

…e i gigli sui greti di fiumi remoti, freddi e solenni, in un’eterna sera nel fondo di continenti veri. Senza niente di più eppure veri.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Il giglio è un fiore assolutamente cretino.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

E non mi dire che sei puro come un giglio / che sei un padre perché ci hai un figlio  / credi che basti avere un figlio  / per essere un uomo e non un coniglio?
Vasco Rossi, Deviazioni, 1983

Ricordate che le cose più belle del mondo sono la più inutile; pavoni e gigli per esempio.
[Remember that the most beautiful things in the world are the most useless; peacocks and lilies for instance].
John Ruskin, Le pietre di Venezia, 1851/53

Manibus, date, lilia plenis, purpureos spargam flores animamque nepotis his saltem accumulem donis et fungar inani munere
[Spargete gigli a piene mani, che io sparga fiori purpurei e possa colmare almeno con questi doni l'anima del nipote e compia quest'inutile onore].
Virgilio, Eneide, I sec. a.e.c. [1]

Come un giglio fra i cardi, così la mia amata tra le fanciulle.
Cantico dei Cantici, Antico Testamento, IV sec a.e.c.

Proverbi sul Giglio
  • Donna tra i figli, rosa tra i gigli. [2]
  • Non lice che dappertutto il giglio abbia radice.
  • Non sempre ci sono i gigli in fiore e cantan le cicale.
Quando rimani con due soldi soltanto, compra una pagnotta di pane con uno, e un fiore con l'altro.
Proverbio cinese

Saggio è l'uomo che, avendo due pagnotte, ne vende una per comprare un giglio.
Proverbio cinese

Note
  1. Questo verso è talvolta inciso su lapidi mortuarie di bambini, recisi nella primavera della vita.
  2. La mamma in mezzo ai figli è lo spettacolo più bello che si possa vedere, dove la bellezza e l’amore (rosa) si uniscono alla grazia e all'innocenza (gigli). [Carlo Lapucci, Dizionario dei proverbi italiani © Mondadori 2007].
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Fiori - OrchideaTulipani - Rosa

Nessun commento: