Linguaggio del Corpo - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul linguaggio del corpo (in inglese: Body language), componente fondamentale della comunicazione non verbale. Il linguaggio del corpo comprende postura, gesti, movimenti, espressioni e mimica che accompagnano o meno la parola rendendo la comunicazione umana più espressiva.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla comunicazione non verbale e il linguaggio.
Non esistono parole più chiare del linguaggio del corpo,
una volta che si è imparato a leggerlo. (Alexander Lowen)
Linguaggio del Corpo
© Aforismario

Di solito le persone vi diranno esattamente ciò che avete bisogno di sapere attraverso il loro linguaggio del corpo e attraverso le parole che usano, letteralmente.
Richard Bandler e Owen Fitzpatrick, PNL è Libertà, 2005

Gran parte di quello che comunichiamo non avviene attraverso le parole che scegliamo, ma attraverso il nostro corpo, la nostra espressione e la nostra voce.
Richard J. Bowerman, La scienza della persuasione, 2015

Gran parte di quello che comunichiamo non avviene attraverso le parole che scegliamo, ma attraverso il nostro corpo, la nostra espressione e la nostra voce.
Richard J. Bowerman, La scienza della persuasione, 2015

Oltre il 90% dell’efficacia nel nostro modo di comunicare è dato dal Linguaggio del Corpo e dalla Qualità della Voce.
Richard J. Bowerman, La scienza della persuasione, 2015

Sii consapevole del tuo Linguaggio del Corpo. Diventa consapevole di ciò che i tuoi occhi, la tua bocca, la tua postura e le tue mani stano facendo (e comunicando!). Usa questi strumenti a tuo vantaggio.
Richard J. Bowerman, La scienza della persuasione, 2015

Nella comunicazione bisogna prestare molta attenzione al linguaggio del corpo, che essendo inconscio svela ciò che la coscienza non sa e non dice.
Aldo Carotenuto, La nostalgia della memoria, 1988

Il linguaggio del corpo costituisce una modalità primaria, preverbale di comunicazione, dotata di un fortissimo potere coercitivo sull'altro, che a questo punto non può ignorare il messaggio.
Aldo Carotenuto, Amare tradire, 1991

Comunichiamo continuamente con tutto il corpo, dai più evidenti movimenti delle mani alle variazioni di dimensioni delle pupille. Allo stesso modo utilizziamo la voce. Anche se spesso non siamo in grado di cogliere consapevolmente questi segnali, il nostro inconscio lo fa per noi. Tutta la comunicazione, che avvenga grazie al linguaggio del corpo, agli odori, al tono di voce, alla carica emotiva o alle parole, è raccolta, immagazzinata e interpretata dall'inconscio, che risponde con un segnale adeguato attraverso gli stessi canali inconsci e non verbali.
Henrik Fexeus, Leggere il pensiero non è una magia, 2007

Se non vi è accordo tra le parole e quel che esprimono linguaggio del corpo e voce, l’interlocutore finirà col seguire il messaggio non verbale.
Henrik Fexeus, Leggere il pensiero non è una magia, 2007

Una delle occasioni in cui più è utile saper leggere il linguaggio del corpo altrui – e usare correttamente il proprio – è quando siamo improvvisamente attratti da qualcuno.
Henrik Fexeus, Leggere il pensiero non è una magia, 2007

Se abbiamo l’impressione che qualcuno non ci piaccia nonostante il suo atteggiamento amichevole, è probabile che abbiamo colto qualcosa nel suo linguaggio del corpo e in altri canali di comunicazione involontaria. Ma è anche probabile che siano state le microespressioni a rivelarci quel che l’altro pensa davvero di noi: troppo rapide per essere colte a livello conscio, non sfuggono comunque al nostro inconscio.
Henrik Fexeus, Leggere il pensiero non è una magia, 2007

"Suo marito sa della sua relazione?", chiesi. "No", disse lei, "Ma lei come ha fatto a saperlo?". "Me l'ha detto il suo linguaggio del corpo", risposi. Teneva le caviglie incrociate. Io non riesco a farlo. La gamba destra era incrociata sopra la sinistra e il piede passava intorno alla caviglia. Era completamente serrata. Secondo quanto so dalla mia esperienza, ogni donna sposata che ha una relazione che vuole mantenere segreta si chiude sempre in quel modo.
Milton Erickson, in Sidney Rosen, La mia voce ti accompagnerà, 1981

Chi ha occhi per vedere e orecchi per intendere si convince che ai mortali non è possibile celare nessun segreto. Chi tace con le labbra chiacchiera con la punta delle dita, si tradisce attraverso tutti i pori. Perciò il compito di render coscienti le cose più nascoste dell’anima è perfettamente realizzabile.
Sigmund Freud, Frammento di un’analisi d’isteria (Il caso clinico di Dora), 1901 [1]

In una società che accetta le malattie del corpo, ma molto meno i problemi dell'esistenza, l'unica via praticabile resta quella di esprimere in termini di malattia somatica i propri problemi personali. In questo modo l'individuo difende la sua dignità e si garantisce contro la delusione a cui potrebbe andare incontro con una comunicazione diretta. Comunicando in termini somatici, chi ha bisogno d'amore è in grado di indurre la persona amata a essere più premurosa e attenta nei suoi riguardi. Se non ci riuscirà direttamente potrà riuscirci con il medico. Il significato di molte certificazioni mediche e di altrettante perizie psicologiche è da ricercarsi in quel linguaggio del corpo che, tradotto in linguaggio verbale, suonerebbe pressappoco così: «Faccia in modo che dal mio certificato risulti che deve smetterla di trascurarmi, che deve dedicarmi del tempo e dell'attenzione. In una parola, che deve amarmi».
Umberto Galimberti, Le cose dell'amore, 2004

Il corpo non mente mai.
[The body never lies].
Martha Graham (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Noi siamo quello che appariamo: vero, ma soltanto quando le apparenze sono lette in modo immaginativo, soltanto quando l’occhio che percepisce studia ciò che vede come se fosse un’immagine duratura. Questo occhio cerca nei dati il gesto significativo, lo stile caratteristico, il giro delle frasi, i ritmi delle parole. Questo occhio è addestrato dagli aspetti visibili della natura umana. Impara facendo «people watching», studiando i primi piani del film, le posture del ballo e le movenze alle feste, il linguaggio del corpo e la vita della strada.
James Hillman, La forza del carattere, 1999
Nessun mortale può celare un segreto. Chi tace con le labbra
chiacchiera con la punta delle dita e si tradisce attraverso tutti i pori.
(Sigmund Freud)
I criminali di carriera dicono di usare il linguaggio del corpo nella scelta delle loro vittime. Con l'esperienza hanno imparato che certe persone non si difendono bene come le altre. Quello che cercano sono quei segni eloquenti rivelati dai movimenti rigidi e scoordinati e dal comportamento disorientato della loro potenziale preda.
Peter A. Levine, Traumi e shock emotivi, 1997

L'organismo vivente si esprime piú chiaramente con il movimento che non con le parole. Ma non solo col movimento! Nelle pose, nelle posizioni e nell'atteggiamento che assume, in ogni gesto, l'organismo parla un linguaggio che anticipa e trascende l'espressione verbale.
Alexander Lowen, Il linguaggio del corpo, 1958 [2]

Non esistono parole più chiare del linguaggio del corpo, una volta che si è imparato a leggerlo.
[No words are so clear as the language of body expression once one has learned to read it].
Alexander Lowen, Il linguaggio del corpo, 1958

Qualsiasi intelligente studioso del comportamento umano sa che le parole possono essere usate per mentire. Spesso le sole parole non permettono di capire se l'informazione trasmessa è vera o falsa. Questo è vero soprattutto per le affermazioni di carattere personale. Quando, per esempio, un paziente dice: "Sto bene", oppure: "Ho una vita sessuale fantastica, non ho problemi sessuali", dalle sole parole non si può sapere se dice la verità o no. Spesso diciamo ciò che vogliamo che gli altri credano. Il linguaggio del corpo invece, se l'osservatore lo sa leggere, non può ingannare.
Alexander Lowen, Bioenergetica, 1975 [3]

Poiché il corpo esprime chi siete, imprime negli altri l'immagine di quanto siete nel mondo.
Alexander Lowen, Bioenergetica, 1975

Il linguaggio del corpo non mente.
Alexander Lowen, ibidem

In quanto organi espressivi, gli occhi hanno un ruolo importante nel linguaggio del corpo. Uno sguardo è in grado di comunicare tanto significato che spesso giudichiamo le reazioni di una persona dagli occhi.
Alexander Lowen, Bioenergetica, 1975

Spesso il tono di voce o lo sguardo di una persona hanno un impatto maggiore delle parole che pronuncia.
Alexander Lowen, Bioenergetica, 1975

Per poter leggere il linguaggio del corpo è indispensabile essere in contatto con il proprio corpo e avere sensibilità per le sue espressioni.
Alexander Lowen, Bioenergetica, 1975

Il sé non pub essere disgiunto dal corpo e la coscienza di sé non pub essere separata dalla consapevolezza del corpo. Per me, almeno, la via della crescita è quella del contatto con il mio corpo e della comprensione del suo linguaggio.
Alexander Lowen, Bioenergetica, 1975 [3]

I nostri desideri negati diventano linguaggio del corpo: ci sembrano disturbi, ma sono solo messaggi.
Raffaele Morelli, Le piccole cose che cambiano la vita, 2008

Il dialogo è una fase delicata nell'approccio con l’altro sesso perché si scoprono le carte: si parla di sé, delle proprie attitudini e aspettative, si rivelano atteggiamenti e condizioni, ci si mostra buoni o scadenti conversatori e si mette alla prova la compatibilità con l’altro. È quindi importante apparire aperti, attenti e interessati e prestare attenzione ai segnali del corpo dell’interlocutore che fanno da barometro per valutare come procede l’interazione.
Marco Pacori, Il linguaggio del corpo in amore, 2011

La funzione del primo scambio verbale all'inizio di un’interazione amorosa è dare il via ufficiale alle danze. [...] Se si è già stabilito un rapporto con il linguaggio del corpo non ha nessuna importanza ciò che si andrà a dire: non servono battute sagaci o frasi a effetto, basta un semplice: «Come ti chiami?» «Vieni spesso in questo locale?» o qualsiasi altra osservazione, anche scontata.
Marco Pacori, Il linguaggio del corpo in amore, 2011 [4]

Come l'astronomo è in grado di calcolare con sicurezza matematica dalla più piccola deviazione di un astro dall'orbita l'influsso di un corpo celeste sconosciuto in qualche punto del cosmo, anzi forse di stabilire da ciò l'esistenza di quel corpo, allo stesso modo il conoscitore d'anime potrà dedurre dallo sguardo, dall'espressione, dagli atteggiamenti, dall'inflessione di un essere umano che gli è familiare − dunque da minimi cambiamenti che sfuggono al profano − la presenza di un nuovo influsso sconosciuto molto prima di quell'essere stesso, anzi, persino se costui non dovesse mai prendere coscienza della deviazione dalla propria orbita.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Parlo due lingue, corpo e inglese.
[I speak two languages, Body and English].
Mae West (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Le tue azioni parlano così forte che non riesco a sentire quello che dici.
[Your actions speak so loudly, I can not hear what you are saying].
Anonimo (attribuito a Ralph Waldo Emerson)

Note
  1. La citazione di Freud si trova su internet riassunta così: "Nessun mortale può mantenere un segreto: se le labbra restano mute, parlano le dita".
  2. Alexander Lowen, The language of the body, 1958 © Feltrinelli, 1978
  3. Alexander Lowen, Bioenergetics, 1975 © Feltrinelli, 1983
  4. Marco Pacori, Il linguaggio del corpo in amore © 2011 Sperling e Kupfer
  5. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Comunicazione Non VerbaleLinguaggio - Comunicazione e Incomunicabilità

Nessun commento: