Oscurantismo - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sull'oscurantismo e sugli oscurantisti. Il termine "oscurantismo (dal verbo "oscurare") è l'atteggiamento di opposizione al progresso, alla libertà di pensiero, alla diffusione della conoscenza e allo sviluppo sociale e culturale.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul fanatismo, il conservatorismo e il Medioevo .
Il vero oscurantismo non consiste nell'impedire la diffusione di ciò
che è vero, chiaro e utile, ma nel mettere in circolazione ciò che è falso.
(Johann Wolfgang Goethe)
Oscurantismo
© Aforismario

In nome del Dio creatore, la religione ha sovente combattuto la scienza. In nome del dio dollaro, l'economicismo rischia di confinarla, di soffocarla. A meno che non vi riesca prima l'oscurantismo dei fondamentalisti.
Claude Allègre, Dio e l'impresa scientifica, 1997

L'oscurantismo scientifico, si sa, non ha niente da invidiare all'oscurantismo religioso. 
François Brune, I morti ci parlano, 1989

Il fanatismo religioso deriva dall'oscurantismo e non dalla fede. Benché la terra segua un movimento rotatorio, una parte di essa rimane al buio.
Valeriu Butulescu, Aforismi, 2002

Tra l'uomo colto e il progressista ogni dialogo si spegne sul nascere. Il primo tace dinanzi a cotanta grossolanità, il secondo dinanzi a cotanto «oscurantismo».
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Vi è forse una tirannide più degradante di quella del papato messo lì nel cuore della Penisola per impedirle di costituirsi, per seminarla di briganti, per raccogliere nel suo seno, tutto quanto l'oscurantismo mondiale, per mantenere tra questo povero popolo la miseria l'ignoranza e la discordia! 
Giuseppe Garibaldi, Lettera al Direttore della Gazzetta di Torino, 1867

Il vero oscurantismo non consiste nell'impedire la diffusione di ciò che è vero, chiaro e utile, ma nel mettere in circolazione ciò che è falso.
[Der eigentliche Obskurantismus ist nicht, daß man die Ausbreitung des Wahren, Klaren, Nützlichen hindert, sondern daß man das Falsche in Kurs bringt].
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

La scienza è orientata verso un obiettivo: diminuire l’umano pensare, limarlo, ordinarlo uniformemente. La ricerca odierna consiste nell'aprire una sinistra breccia nell'intimità individuale. Tutte le possibilità di esercitare sul cervello un qualsiasi controllo sono fatte oggetto di attive esperienze. Esistono numerose cliniche dove già si arriva - su un soggetto illuso o costretto - a spezzare, rieducare o alterare la sua personalità. Il suo comportamento ne uscirà modificato, e come appartenente a un altro. La società potrà così manovrarlo a suo piacimento, usarlo per i suoi fini quando sarà il momento.
Jean Josipovici, La scienza oscurantista, 1978

Se la specie umana sopravviverà, gli uomini del futuro considereranno la nostra epoca illuminata, immagino, come un vero e proprio secolo d'oscurantismo.
Ronald Laing, La politica dell'esperienza, 1967

L'essenziale nella negromanzia dell'oscurantismo non è che esso voglia oscurare le menti, bensì che esso voglia annerire l'immagine del mondo, oscurare la nostra idea dell'esistenza. Per far ciò esso ricorre certo al mezzo di impedire il rischiaramento degli spiriti: ma talvolta usa anche il mezzo esattamente opposto e cerca, con un estremo raffinamento dell'intelletto, di ingenerare tedio per i frutti di questo. I cavillosi metafisici, che preparano lo scetticismo e che col loro eccessivo acume eccitano alla diffidenza verso l'acume, sono buoni strumenti di un più sottile oscurantismo. È possibile che persino Kant possa essere adoperato a tale scopo? anzi, che egli, secondo la sua stessa famigerata dichiarazione, abbia voluto, almeno temporaneamente, qualcosa di siffatto: aprire la strada alla fede, avendo mostrato al sapere i suoi limiti? Ma in realtà ciò non è riuscito, né a lui né ai suoi successori sui sentieri di lupo e di volpe di questo oscurantismo estremamente raffinato e pericoloso, anzi dell'oscurantismo più pericoloso: giacché qui la negromanzia appare in un involucro di luce.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

L'oscurantismo, che è l'humus delle religioni, si combatte con la tradizione razionalista occidentale. Un buon uso del proprio intelletto, la guida dello spirito secondo l'ordine razionale, lo sviluppo di una vera volontà critica, la mobilitazione generale dell'intelligenza, il desiderio di camminare sulle proprie gambe, sono tutte occasioni per far arretrare i fantasmi.
Michel Onfray, Trattato di Ateologia, 2005

[Mettere] in discussione le religioni in generale e i tre monoteismi in particolare, ai quali va imputato un vero e proprio odio verso la vita, il disprezzo per le donne, il rifiuto dell’intelligenza, la condanna della ragione, l’invito all'obbedienza, il culto dell’oscurantismo, il gusto per la pulsione di morte, l’elogio del genuflettersi e cosi via.
Michel Onfray, Il post-anarchismo spiegato a mia nonna, 2012

Nel corso degli ultimi quattrocento anni lo sviluppo della scienza ha permesso agli uomini di capire meglio il funzionamento della natura e di controllare in parte le forze naturali. Gli appartenenti al clero hanno combattuto in questi anni una battaglia senza possibilità di vittoria contro la scienza in campi quali astronomia e geologia, anatomia e fisiologia, biologia, psicologia e sociologia. Sconfitti in un ambito hanno cercato di prendere posizione in un altro. Persa la battaglia in astronomia hanno fatto del loro meglio per ostacolare lo sviluppo della geologia; hanno combattuto contro Darwin in campo biologico e nel momento presente combattono ancora contro le teorie scientifiche della psicologia e dell’apprendimento. In ogni nuova fase essi cercano di far dimenticare al pubblico il loro oscurantismo del passato, affinché l’oscurantismo presente non sia riconosciuto come tale.
Bertrand Russell, Rassegna di spazzatura intellettuale, 1943

In una società impregnata di tecnologia come la nostra, ma sempre più assediata da nuovi profeti, impeti di irrazionalità e falsa ricerca del meraviglioso, allontanarsi dalla scienza o permettere che venga demonizzata, significa in realtà consegnarci ai veri demoni: l'irrazionalità, la superstizione, il pregiudizio, ed entrare in un'epoca di nuovo oscurantismo.
Carl Sagan, Il mondo infestato dai demoni, 1996

Ora è un po' troppo tardi per bruciare tutti i libri, abolire le accademie e alle università far penetrare fino al midollo il pro ratione voluntas [1] per far ritornare I'umanità al livello al quale si trovava nel Medioevo. E non c'è nulla da ottenere con un pugno di oscurantisti: costoro sono guardati oggi come gente che vuol spegnere la luce per poter rubare. Perciò è evidente che i popoli già cominciano a scuotersi di dosso il giogo della fede: se ne vedono i sintomi dovunque.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

L'ignoranza intellettuale ha detronizzato l'ignoranza volgare. L'oscurantismo cambia pelle sotto la bandiera del progresso.
Raoul Vaneigem, Il libro dei piaceri, 1980

Che i preti siano oscurantisti lo si vede anche dall'abito nero che indossano. E che cosa vogliono gli oscurantisti? Spegnere la luce per rubare.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997 [cfr. citazione di Schopenhauer].

Capire cose nuove vuol dire aprire orizzonti che nessuno prima era riuscito a immaginare. I limiti dello sviluppo materiale dipendono da quello culturale. Continueranno le menzogne culturali a portare fuori strada i popoli? Io sono ottimista e penso che a vincere non sarà l'oscurantismo moderno con le sue menzogne, ma la Scienza.
Antonino Zichichi, Scienza ed emergenze planetarie, 1993

Note
  1. Hoc (non Sic) volo, sic iubeo, sit pro ratione voluntas. (Questo voglio, così comando, che il mio volere valga da ragione). Decimo Giunio Giovenale, Satire, II sec. [cfr. ciyazione di Schopenhauer].
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Fanatismo - ConservatorismoMedioevo

Nessun commento: