Sindaco - Frasi, proverbi e battute

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sui sindaci. Il termine "sindaco" deriva dal latino syndĭcus, dal greco σύνδικος "patrocinatore", composto di σύν "con, insieme" e δίκη "giustizia", e indica il capo dell’amministrazione comunale. Oggi che alla carica di "primo cittadino" vengono elette sempre più donne rispetto al passato, si sta affermando il termine femminile "sindaca".
Con la legge 25 marzo 1993, n. 81, è stata introdotta in Italia l'elezione diretta del sindaco e la nomina dei componenti della giunta da parte dello stesso, mentre in precedenza sia il sindaco sia la giunta erano eletti dal consiglio comunale.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla sulla città, i cittadini, le elezioni e gli elettori.
Fare il sindaco non è un lavoro da grigi burocrati destinati a una
carriera sicura. È un’esperienza che si nutre di passione. (Matteo Renzi)
Sindaco
© Aforismario

Molta gente, quando raggiunge una posizione di potere, pensa di essere amata da coloro che la circondano. Il sindaco appena eletto pensa: "Se mi hanno eletto vuol dire che mi apprezzano, che hanno fiducia in me". L'amministratore delegato si compiace dell'applauso che lo accoglie alla prima assemblea e della sollecitudine con cui si mettono a sua disposizione tutti i dirigenti. Eppure basterebbe un attimo di riflessione: "Se al mio posto fosse stato eletto o nominato un altro, costoro si comporterebbero diversamente? No. Quindi non è me che omaggiano, ma la mia carica".
Francesco Alberoni, Abbiate coraggio, 1998

La pecora buona la bastona il prete, quella cattiva il sindaco.
Mirko Badiale (Aforismi inediti su Aforismario)

È vero che il sindaco di Tortona potrebbe essere una ciliegina?
Alessandro Bergonzoni, Le balene restino sedute, 1989

I sindaci sono giudicati da risultati.
[Mayors are judged by results].
Willie Brown (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Una città non è come la fa il sindaco, ma come la fanno i cittadini.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

Credevano in un leader, nel papa, in un divo. Nel peggiore dei casi in un sindaco.
Antonio Castronuovo, Tutto il mondo è palese, 2006

Quando gli oneri della presidenza sembrano insolitamente gravi, rammento sempre a me stesso che potrebbe essere peggio. Potrei essere un sindaco.
[When the burdens of the presidency seem unusually heavy, I always remind myself it could be worse. I could be a mayor].
Lyndon B. Johnson (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Questo è il buono-benzina offerto da Cetto La Qualunque! Fate il pieno di democrazia, 10 euro ce li mette il vostro candidato, votate il vostro sindaco!
Cetto La Qualunque (Antonio Albanese), in Qualunquemente, 2011

Il vero privilegio di essere sindaco sta nella possibilità di essere il prossimo di tutti.
[The true privilege of being Mayor is that I have the opportunity to be everyone's neighbor].
Thomas Menino (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

[Quella di sindaco] è una carica che deve sembrare tanto più bella in quanto non c’è altro compenso né guadagno che l’onore di esercitarla.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

Non esiste una facoltà universitaria per diventare sindaco. Conta l'esperienza di vita.
Ilie Năstase, su la Repubblica, 1996

In Italia non esiste giustizia distributiva. Ne tiene le veci l’ingiustizia distribuita. Per cinque anni il sindaco (oppure il deputato, il prefetto, il ministro) del partito rosso perseguita gli uomini del partito nero e distribuisce cariche o stipendi agli uomini del partito rosso. La situazione sarebbe intollerabile se dopo cinque anni essendo salito al potere il sindaco (c. s.) del partito nero, questi facesse le cose giustamente. E’ chiaro che lascerebbe almeno una metà dell’ingiustizia antecedente. Perciò il sindaco (c. s.) del partito nero fa tutto il rovescio dell’altro; distribuisce cariche e stipendi agli uomini del partito nero e perseguita gli uomini del partito rosso. Così l’ingiustizia rotativa tiene luogo della giustizia permanente.
Giuseppe Prezzolini, Codice della vita italiana, 1921

Come sindaco devo preoccuparmi della buona manutenzione delle strade di campagna: come poeta preferirei che fossero trascuratissime.
[Comme maire, je dois veiller au bon état des chemins ruraux ; comme poëte, je préfère les voir mal entretenus].
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

Tutti si credono capaci di fare il sindaco.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

Fare il sindaco non è un lavoro da grigi burocrati destinati a una carriera sicura. È un’esperienza che si nutre di passione e di commozione. E che incrocia la vita negli snodi più delicati. Vale la pena viverla, sperando che sia un piccolo passo nel lungo cammino che serve per ridare dignità alla politica.
Matteo Renzi, Fuori!, 2011

Fare il sindaco [...] significa non staccare mai.
Matteo Renzi, Fuori!, 2011

Ogni angolo della città deve scatenare un sentimento in chi vuol fare il sindaco. Altrimenti ha sbagliato mestiere. Potrà ragionare di culture politiche, discutere sulle grandi riforme. Magari sarà il più colto dei deputati o il più elegante tra i senatori. Ma non potrà mai fare il sindaco.
Matteo Renzi, Fuori!, 2011

Può provare a fare il primo cittadino solo chi crede che amministrare sia davvero un'estensione del verbo amare.
Matteo Renzi, Fuori!, 2011

Nell'abisso di solitudini che caratterizza il nostro tempo, c'è proprio bisogno di costruire una comunità, di incrociare sogni, di stabilire legami. Evitare l'individualismo dedicando del tempo al servizio del bene comune è già una suggestiva scelta controcorrente. Ma questo vale per ogni tipo di impegno politico. La peculiarità dell'esperienza come sindaco – o come candidato sindaco – sta proprio nel legame intimo e inebriante con la propria città. 
Matteo Renzi, Fuori!, 2011

Fare il sindaco ti pone in contatto con la marginalità, l’esclusione, i servizi sociali. Scopri che quando si parla di nuove povertà si tocca il nodo vero.
Matteo Renzi, Fuori!, 2011

Pensi che ogni giorno, nella tua città, nella Repubblica democratica fondata sul lavoro, un padre o una madre tornano a casa con una lettera di licenziamento in tasca e con la difficoltà di far quadrare i conti per il figlio che va a scuola. E quel dolore non ti è estraneo, quella storia non è un film, quella vicenda ti riguarda. Perché sei il sindaco, comunque vada uno con cui si ha il diritto di parlare, fosse anche soltanto per sfogarsi.
Matteo Renzi, Fuori!, 2011

Un sindaco deve [...] incoraggiare e stimolare i giovani cittadini a sentirsi protagonisti della propria
città.
Matteo Renzi, Fuori!, 2011

Un sindaco non deve solo leggere gli scenari macroeconomici preparati dagli studiosi o dagli istituti di credito, [...]. No. Deve cercare di creare le condizioni perché il suo territorio sia appetibile. Partendo dai servizi più che dai trend economici.
Matteo Renzi, Fuori!, 2011

Vogliamo essere cittadini o solo consumatori? Per un sindaco è un tema centrale. Non sei l’amministratore delegato di un’azienda o di un condominio. Sei il custode pro tempore dei sogni di una comunità.
Matteo Renzi, Fuori!, 2011

In ogni paese c'è una orrenda casa moderna. L'ha progettata un geometra, figlio del sindaco.
Dino Risi, Vorrei una ragazza, 2001

Certo il sindaco intasca qualche tangente, ma fa anche in modo che i treni partano in orario.
Homer Simpson, in Matt Groening, I Simpson, 1989/2013

Qual è il colmo per un sindaco? Avere un'intelligenza fuori dal comune...
Anonimo

Proverbi sul Sindaco
  • Il sindaco nuovo, manda via il vecchio.
  • In mancanza di galantuomini i coglioni fanno il sindaco.
  • Meglio fare il coglione sempre che il sindaco per un mese.
  • Meglio far lo scemo fisso che il sindaco per una volta.
  • Non si conosce il sindaco vecchio finché non viene il sindaco nuovo.
  • Se hai un nemico fallo sindaco.
  • Se vuoi vedere un comune rovinato mettici un sindaco giovane e un prete spiritato.
  • Un sindaco per paese e un porco in ogni casa.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Città - Cittadini - Elezioni ed Elettori

Nessun commento: