Beatitudine - 100 Frasi e citazioni sui Beati

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulla beatitudine e sui beati. La beatitudine si può definire come uno stato di piena e costante felicità, tant'è che in senso religioso si dicono beate le anime elette in paradiso. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla gioia, la letizia, la contentezza e la serenità.
Un minuto intero di beatitudine! È forse poco
per colmare tutta la vita di un uomo? (Fëdor Dostoevskij)
1. Beatitudine
© Aforismario

Mediocrità, amica della quiete, vincolo della pace, nutrice della felice tranquillità dell'animo nostro, e beato riposo in tutta la vita.
Leon Battista Alberti, De iciarchia, 1468

Quando Gesù Cristo dice: "Beati gli affamati perché saranno saziati", Gesù Cristo fa un calcolo delle probabilità.
Charles Baudelaire, Il mio cuore messo a nudo, 1859-66 (postumo, 1887-1908)

Beati coloro che hanno fame e sete di giustizia perché saranno giustiziati.
Piergiorgio Bellocchio, Dalla parte del torto, 1989

La beatitudine è uno stato risultante dall'insieme di tutti i beni.
Severino Boezio, La consolazione della filosofia, VI sec.

Beati i bisessuali che possono guardare tutta l'umanità con gli occhi dell'amore.
Philippe Bouvard, Maximes au minimum, 1999 

L'amante entra nel divino regno della beatitudine in virtù dell'essere amato. Amore vuol dire riversarsi nella beatitudine...
Bettina von Arnim Brentano, Lettere a Goethe, 1807

L'ignoranza è madre della felicità e beatitudine sensuale.
Giordano Bruno, Gli eroici furori, 1585

Stretta e spinosa è la via de la beatitudine
Giordano Bruno, La cena de le ceneri, 1584

Nel paradiso non esiste il matrimonio; evidentemente per non turbare la serenità del luogo.
Samuel Butler (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Può accadere che vi sia felicità nel desiderio, ma beatitudine si ha là dove ogni vincolo è spezzato. La beatitudine non è compatibile con questo mondo. Per essa l'eremita distrugge tutti i propri legami, per essa si distrugge.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Si impara, dunque, a vivere? Sì, se è un vivere senza felicità. La beatitudine non insegna niente. Vivere senza felicità, e non perdere per questo la propria forza, è un'occupazione, quasi una professione. 
Sidonie-Gabrielle Colette, Il ritiro sentimentale, 1907

La felicità non consiste nel possedere dei trofei e dell'oro. È nell'anima che dimora la sede della beatitudine.
Democrito, IV sec. a,e,c, (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Un minuto intero di beatitudine! È forse poco per colmare tutta la vita di un uomo? 
Fëdor Dostoevskij, Le notti bianche, 1848

Oh come la beatitudine d'essere amato raddolcisce qualunque dolore !
Ugo Foscolo, Ultime lettere di Jacopo Ortis, 1802

Se esistesse l'aldilà, la sofferenza eterna non sarebbe meno monotona dell'eterna beatitudine.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Nella vita non esiste una beatitudine più grande di quando finalmente arriva l'idraulico a sbloccarti lo scarico.
Victoria Glendinning (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

«Io credo in Dio!» È questa una bella ed encomiabile parola. Ma riconoscere Dio dove e come si manifesta, è questa propriamente la beatitudine in terra.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Tra la beatitudine dell’incoscienza e l’infelicità di sapere, io ho scelto.
Émile Henry, Aforismi di un terrorista, 1896

La religione non si accontenta – e sul lungo periodo non può farlo – delle proprie straordinarie pretese e delle proprie sublimi certezze. Essa deve cercare di interferire con la vita dei non credenti, degli eretici o degli adepti delle altre fedi. Può parlare di beatitudine nell'altro mondo, ma vuole il potere in questo. 
Christopher Hitchens, Dio non è grande, 2007

Benché la vita del vero cristiano in questo mondo sia una sofferenza continua, l'aspettativa di una felicità eterna è già una beatitudine.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Quando hai capito che la destinazione è la strada e che tu sei sempre sulla strada, non per giungere a destinazione, ma per godere della sua bellezza e della sua saggezza, la vita cessa di essere un dovere e diventa semplice e naturale, una beatitudine in sé e per sé.
Nisargadatta Maharaj, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per me la serenità vale più della felicità. Felicità è una parola molto sopravvalutata. È la gioia che conta − o la beatitudine.
Henry Miller, Lettere, XX sec.

Se fossi Dio, non potrei soffrire le persone pie, e non darei mai la beatitudine a chi vi aspira con un briciolo di virtù e tanta insistenza.
Multatuli, Idee, 1862-1877

La scienza moderna ha come scopo: meno dolore possibile, vita più lunga possibile − cioè una specie di eterna beatitudine, in verità molto modesta in confronto con le promesse delle religioni.
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano, 1878

La beatitudine è la tua stessa natura. Quando si è radicati nel proprio centro, essere beati è naturale.
Osho, Discorsi, 1953/90

La beatitudine è il risultato di un’unità organica con l’universo e l’angoscia quello di un’ostilità.
Osho, Discorsi, 1953/90

Il piacere ti lega, è un legame, ti incatena. La felicità ti dà un po’ più di corda, un po’ più di libertà, ma solo un po’ di più. La beatitudine è libertà assoluta: inizi a elevarti, non sei più parte della terra e della sua rozzezza, diventi parte del cielo.
Osho, Discorsi, 1953/90

Il piacere è animale, la felicità è umana, la beatitudine è divina.
Osho, Discorsi, 1953/90

Il piacere dipende dagli altri. La felicità non è così dipendente dagli altri, ma è ancora separata da te. La beatitudine non è dipendente dagli altri e non è separata da te; è il tuo stesso essere, la tua natura essenziale.
Osho, Discorsi, 1953/90

La beatitudine è equilibrio.
Osho, Discorsi, 1953/90

Quando una persona realizza sé stessa, raggiunge un culmine, una vetta di beatitudine. Allora non c’è più smania di nulla: è totalmente appagata da sé stessa.
Osho, Discorsi, 1953/90

Gli anacoreti si maltrattavano a quel modo, per farsi scusare presso la gente comune la beatitudine che avrebbero goduto in cielo. 
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo, 1952)

Nel mondo non vi è beatitudine durevole: né la stirpe illustre né la bellezza, né la forza né la ricchezza, nulla può evitare la sventura.
Aleksandr Puškin, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'amore vuole spartire la sua beatitudine.
Raymond Radiguet, Il diavolo in corpo, 1921

L'esperienza artistica è così incredibilmente prossima a quella sessuale, alle sue pene e ai suoi piaceri, che i due fenomeni non sono in realtà che forme diverse di una identica brama e beatitudine. 
Rainer Maria Rilke, Lettere a un giovane poeta, 1903/08 (postumo 1929)

L'amore è la misura della tua beatitudine: quanto più sei colmo d'amore, tanto più sarai beato
Albert Samain (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La beatitudine è il possesso del concetto sovrano, l'accesso a un “punto di vista” che unifica l'universo.
Antoine de Saint-Exupéry, Taccuini, 1935/40  (postumi, 1953/75)

Nauseati da un’ultramillenaria beatitudine celeste e non poter farla finita perché beneficiati della vita eterna...
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Una religione che promette un futuro di beatitudine agli ultimi della terra non poteva che avere un grandissimo seguito, perché il mondo è fatto in gran parte di ultimi smaniosi di riscatto.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

La beatitudine non è premio della virtù, ma è la virtù stessa.
Baruch Spinoza, Etica, 1677 (postumo)

Se l'uomo potesse trovare il modo, restando ozioso, di sentirsi utile e fare il suo dovere, ritroverebbe una parte della sua beatitudine. 
Lev Tolstoj, Guerra e pace, 1865/69

Rivolgete tutta la vostra attenzione a voi stesso, mettete le catene ai vostri sensi e cercate la beatitudine non già nelle passioni, ma nel vostro cuore. La fonte della beatitudine non è fuori, ma dentro di noi.
Lev Tolstoj, Guerra e pace, 1865/69

La perfetta beatitudine è naturale soltanto per Dio, per il quale essere ed essere beato sono la stessa cosa. Per tutte le creature invece essere beate non rientra nella loro natura, ma è il loro ultimo fine.
Tommaso d'Aquino, Somma teologica, 1265-1274 (incompiuto)

Beata solitudo, sola beatitudo.
[O beata solitudine, o sola beatitudine].
Detto latino
Beato colui che non si aspetta nulla, perché non sarà mai deluso.
(Alexander Pope)
2. Beati
© Aforismario

Beato colui che sereno, senza pianto, intesse la trama del giorno.
Alcmane, Frammenti, VII sec. a.e.c.

Beati coloro che hanno fame e sete di giustizia perché saranno giustiziati.
Piergiorgio Bellocchio, Dalla parte del torto, 1989 [cfr. citazione di Angelo Cecchelin]

Beato chi non si aspetta gratitudine, perché non rimarrà deluso.
[Blessed is he who expects no gratitude, for he shall not be disappointed].
W. C. Bennett, Blake, 1985

Beati i pacifici che, evitando malizia, orgoglio e ipocrisia, praticano la compassione, l'umiltà e l'amore.
Buddha (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Beati i defunti, gli unici che, riguardo alle sorti future del mondo, possono veramente sentirsi in una botte di ferro.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

Beati quelli che sognano: porteranno la speranza a molti, e correranno il dolce rischio di vedere i loro sogni avverati.
Helder Cãmara (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Beati i cuori che sanno piegarsi, perché non saranno mai spezzati.
Albert Camus (attribuito - vedi "Citazioni errate" su Aforismario).

Beati gli affamati di giustizia perché saranno giustiziati.
[Beati quei che ga sede de giustizia, perché i sarà giustiziai].
Angelo Cecchelin, 1947, cit. in Paolo Rossi, Monologhi, 1989

L'uomo che disse: "Beato colui che non si aspetta nulla, perché non verrà deluso", fa una lode alquanto inadeguata e addirittura fasulla. La verità è: "Beato colui che non si aspetta nulla, perché verrà piacevolmente sorpreso". L'uomo che non si aspetta nulla vede le rose più rosse rispetto agli uomini comuni, l'erba più verde e il sole più abbagliante. Beato colui che non si aspetta nulla, perché possiederà le città e le montagne; beato il mite, perché erediterà la terra.
Gilbert Keith Chesterton, Eretici, 1905

Beati tutti coloro che, nati prima della Scienza, avevano il privilegio di morire alla loro prima malattia.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Beati i morti, perché non dubitano più.
Gabriele D'Annunzio, Il trionfo della morte, 1894

L'essere beato e incorruttibile non ha affanni, né ad altri ne arreca; è quindi immune da ira e da benevolenza, perché simili cose sono proprie di un essere debole.
Epicuro, Massime capitali, IV-III sec. a.e.c.

Beato chi serve, se la mancia è buona.
Piero Ferraris, L'imitazione del Che Guevara, 2017

Beati gli afflitti, perché saranno consolati. Beati i miti, perché erediteranno la Terra. Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio. Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio. Beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il Regno dei Cieli. Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Beati i poveri in spirito, perché di essi è il Regno dei Cieli.
Gesù di Nazareth, in Vangelo secondo Matteo, I sec.

Beati voi poveri, perché vostro è il Regno di Dio. Beati voi che ora avete fame, perché sarete saziati. Beati voi che ora piangete, perché riderete.
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Luca, I sec.

Beato l'uomo che ha sofferto: egli ha trovato la vita!
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Tommaso, I sec.

Per la sua stessa essenza, la religione è la nemica della gioia e del benessere degli uomini. «Beati i poveri! Beati quelli che piangono! Beati quelli che soffrono!». E maledetti quelli coloro che si trovano nell'agiatezza e nella gioia! Tali sono le singolari scoperte annunciate dal cristianesimo!
Paul Henri Thiry d'Holbach, Il buon senso, 1772

Beati i giovani perché erediteranno il debito pubblico.
Herbert Hoover, Discorso alla Conferenza Repubblicana del Nebraska, 1936

Beati coloro che hanno il dono di farsi degli amici, perché è uno dei migliori doni di Dio.
Thomas Hughes, Tom Brown at Oxford, 1861

Beati coloro che coltivano la voluttà dell'attesa.
Jean Josipovici, Citera, 1989

Beato colui che ha trovato nella vita lo scopo della propria esistenza.
Inayat Khan, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Qual sorte d'uomini reputò più beata l'antichità? Quella che sapeva star nei negozii senza pericolo, e viver in ozio con dignità.
Ortensio Lando, Quattro libri de' dubbi, 1552

Beati coloro che si baceranno sempre al di là delle labbra varcando dei gemiti il confine del piacere per cibarsi dei sogni.
Alda Merini, Il maglio del poeta, 2002

Beato chi ha tanto orgoglio da non parlar mai bene di sé; che teme color che l'ascoltano e non compromette i suoi meriti con l'orgoglio degli altri.
Charles-Louis de Montesquieu, Lettere persiane, 1721

Beati voi, giovani, che avete tanto tempo per fare del bene.
Filippo Neri, VI sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Beati quelli che dimenticano, perché essi giungeranno a farla "finita" anche con le loro stupidaggini.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

Beati coloro che posseggono.
Quinto Orazio Flacco, I sec. a.e.c. (attribuito)

Beati, più degli ultimi, quelli che non sono nemmeno partiti.
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

Beato colui che non si aspetta nulla, perché non sarà mai deluso.
[Blessed is the man who expects nothing, for he shall never be disappointed].
Alexander Pope, Lettera a William Fortesuce, 1725

Beati coloro che possono dare senza ricordare e prendere senza dimenticare.
Melvin Schleeds (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Beato chi in gioventù fu giovane.
William Shakespeare (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Beati i ricchi in spirito.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Beati quelli che hanno trovato il loro piccolo paradiso in sé stessi, qui, sulla terra, adesso, perché non c’è speranza di trovarne un altro in cielo, né da qualsiasi altra parte, dopo.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Il Vangelo secondo i concorsi statali italiani: beati gli ultimi (se raccomandati), perché saranno i primi.
Dino Verde (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Prima della fine non chiamare nessuno beato; un uomo si conosce veramente alla fine.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Autori sconosciuti
  • Beati quelli che hanno nostalgia, perché ritorneranno a casa. 
  • Beati quelli che hanno troppe cose da fare per preoccuparsi di giorno, e troppo sonno da smaltire per preoccuparsi di notte.
  • Beati quelli che sanno ascoltare e tacere: impareranno cose nuove.
  • Beati quelli che sanno ridere di sé stessi, perché non finiranno mai di divertirsi.
  • Beati quelli che sono abbastanza intelligenti per non prendersi sul serio: saranno apprezzati dai loro vicini.
  • Beati quelli che sono attenti alle esigenze degli altri, senza sentirsi indispensabili: saranno dispensatori di gioia.
  • Beati sarete voi se saprete guardare seriamente le cose piccole e tranquillamente le cose importanti: andrete lontano nella vita.
  • Beati voi se saprete apprezzare un sorriso e dimenticare uno sgarbo: il vostro cammino sarà pieno di sole.
  • Beato chi è breve, perché avrà le bollette del telefono più leggere.
Beato chi si contenta di una fetta di polenta.
Proverbio italiano

Beati monoculi in terra caecorum.
[Beati i monòcoli nel paese dei ciechi].
Detto latino

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Gioia - Letizia - Contentezza - Serenità

Nessun commento: