Declino - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul declino, e in particolare sul declino fisico o morale, e sul declino di individui o di intere civiltà. Il termine "declinare" significa discendere, calare, piegare verso il basso o volgere verso il termine (come nell'espressione "il declinare della vita".
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla decadenza, l'invecchiamento e il tramonto.
Il declino comincia con la sostituzione dei sogni con ricordi, e termina
con la sostituzione di ricordi con altri ricordi. (Nassim Nicholas Taleb)
Declino
© Aforismario

Nessuno è mai uguale a noi e neanche il miglior amico può intervenire nel nostro progetto di vita. Anche in mezzo alla folla siamo soli a decidere e in questo alternarsi di avvenimenti soltanto il pensiero positivo della nostra mente può condurci al di là del tempo e dello spazio e salvarci dal declino.
Romano Battaglia, Incanto, 2008

Quando arriva il momento, una volta superate le illusioni della giovinezza, in cui ci accorgiamo che il nostro amore e la pietà per gli altri aumentano, tutto il resto ha meno importanza. L'essenziale è aver prodotto gratitudine intorno a noi perché è l'unica forza che può salvarci dal declino.
Romano Battaglia, Incanto, 2008

Ci sono persone che hanno vissuto con ritmo, che hanno completato il ciclo dell'esistenza passando dall'infuriare della giovinezza alle solide conquiste della maturità e al quieto e pacifico declino verso la morte. La gente di questo genere non teme la morte né lotta per sfuggirla giacché la vita è sempre stata completa, realizzata come un'opera d'arte. Non hanno mai temuto né negato la vita. Non accettano la morte per stanchezza o disperazione ma l'accettano perché hanno compiuto il ciclo con compiuta soddisfazione.
Louis Bromfield, Mister Smith, 1951

Non si deve parlare di declino del Comunismo o di declino del Capitalismo, si deve parlare del fallimento dell'umanità o se si preferisce del trionfo della stupidità.
Carl William Brown, Aforismi contro il potere e l'autorità della stupidità, 2015

La faccia è la prima cosa che si butta via quando la fortuna ti abbandona, il resto del declino segue in tempi più lunghi.
Charles Bukowski, Taccuino di un vecchio sporcaccione, 1969

− Quelli come te sono la principale causa del declino culturale, politico ed economico del nostro Paese!
− Addirittura? Non pensavo di essere così importante. Ma vaffanculo, ragno al limone!
Cristiana Capotondi e Nicolas Vaporidis, in Volfango De Biasi, Come tu mi vuoi, 2007

Tutti i declini sono qui con me, per sostenermi.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

Il declino di un popolo coincide con un massimo di lucidità collettiva. Quando gli istinti che creano i «fatti storici» si indeboliscono, sulle loro rovine si erge la noia. Gli Inglesi sono un popolo di pirati che, dopo avere depredato il mondo, hanno cominciato ad annoiarsi. I Romani non sono scomparsi dalla faccia della terra in seguito alle invasioni dei barbari né a causa del virus cristiano, un virus ben più sottile fu loro fatale. Una volta privati dell’azione si trovarono costretti ad affrontare la vacuità del tempo, maledizione sopportabile per un pensatore, tortura incomparabile per una collettività.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

Il ruolo dei periodi di declino è di mettere a nudo una civiltà, di smascherarla, di spogliarla delle sue seduzioni e dell'arroganza legata alle sue realizzazioni. Essa potrà così discernere quanto valeva e vale, e quanto vi era di illusorio nei suoi sforzi e nelle sue convulsioni.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Paragonati ai periodi di espansione, e in realtà di demenza, quelli di declino sembrano sensati, e lo sono, lo sono anche troppo - e ciò li rende quasi altrettanto funesti degli altri.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Ho incominciato a declinare dal momento in cui l'estasi ha cessato di visitarmi, in cui lo straordinario è uscito dalla mia vita. Al suo posto doveva insediarsi uno stupore sterile e ansioso, che alla lunga rischia di svalutarsi, di afflosciarsi, di perdere tutto, anche l'ansia.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Nella storia sono affascinanti solo i periodi di declino, perché solo in quelli si pongono veramente i problemi dell’esistenza in genere e della storia in quanto tale.
Emil Cioran, Un apolide metafisico, 1995

L'Occidente è in declino perché è composto da vecchie nazioni che hanno creato qualcosa e ora avvertono una sorta di fatica storica. È un fenomeno fatale nella storia, una sorta di agonia che può durare a lungo. Non è una stanchezza passeggera. E' una lunga usura delle civiltà.
Emil Cioran, Un apolide metafisico, 1995

L'innocenza mi commuove nelle donne in declino, perché in esse è un ricordo e un rimorso.
Ennio Flaiano, Frasario essenziale, 1959/72 (postumo, 1986)

Il successo racchiude in sé i semi del proprio declino.
Pierre de Coubertin (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Tramontare è l'inevitabile declinare della luce o è l'inconsapevole sottrarsi della terra alla luce? Cogliere il senso di questa domanda è decidersi per un'attesa o per una scelta.  
Umberto Galimberti, Il tramonto dell'Occidente, 2005

Nel disperato tentativo di opporsi all'intelligenza della natura, che, per la sopravvivenza della specie, vuole l'inesorabile declino degli individui, chi non accetta la vecchiaia è costretto a stare continuamente all'erta per cogliere di giorno in giorno il minimo segno di declino. Ansia, ipocondria c depressione diventano le malefiche compagne di viaggio dei suoi giorni, mentre sue ossessioni sono lo specchio, la bilancia, la dieta, la palestra, la profumeria, e quanto può dare l'illusione di ridurre la distanza dalla giovinezza.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

Fa più male il declinare dell'animo che quello del corpo.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Solo un Dio può ancora salvarci. L’unica possibilità che ci resta è di preparare, nel pensiero e nella poesia, una disponibilità verso l’apparire del Dio, o verso l’assenza del Dio nel nostro declino: così da declinare in presenza del Dio che manca.
Martin Heidegger, intervista a Der Spiegel, 1966

Finché consideriamo ogni tremito, ogni macchiolina epatica sulla pelle, ogni nome dimenticato esclusivamente come indizio di declino, affliggiamo la nostra mente tanto quanto la sta affliggendo la vecchiaia. Il ripetersi spesso, ogni volta che vediamo la nostra faccia allo specchio, di questa diagnosi negativa su ciò che ci sta accadendo dimostra la potenza dell'idea alla quale abbiamo imbrigliato l'ultima parte della vita.
James Hillman, La forza del carattere, 1999

L'inizio e il declino dell'amore li si avverte dall'imbarazzo che si scopre in noi nel trovarsi soli insieme.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Sono ben poche persone che, nell'età del primo declino, non facciano intuire dove il loro corpo e il loro spirito verranno meno.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

La civilizzazione avanza e la poesia declina.
Thomas Babington Macaulay, Milton, 1825

Una reputazione letteraria dipende più dalla moda che un abbigliamento di grande stilista… e declina più in fretta.
Francis de Miomandre, La moda, 1927

Una deprimente caratteristica del nostro tempo è l'accresciuta crudeltà dovuta a un rapido calo del livello civile e umano. Non più tramonto del solo Occidente, bensì declino inarrestabile di tutta l'umanità.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Malvagio destino: non c'è apice senza declino.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Il mio amore è così smisurato che non sopporto il pensiero del tuo lento declino. Perciò ti lascio.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Le fedi che sorgono sono necessariamente intransigenti, mentre sono transigentissime le fedi che declinano e muoiono.
Benito Mussolini, Scritti e discorsi, 1914/39

Ogni epoca ha nella sua misura di forza altresì una misura per determinare quali virtù le siano permesse e quali le siano proibite. O essa possiede le virtù della vita ascendente, e allora si oppone dal suo intimo fondamento alle virtù della vita declinante; oppure è essa stessa una vita declinante - e allora ha bisogno anche delle virtù del tramonto, e odia tutto ciò che si giustifica soltanto con la pienezza, con la sovrabbondante ricchezza di forze.
Friedrich Nietzsche, Il caso Wagner, 1888

Il calcio è l'ultima rappresentazione sacra del nostro tempo. È rito nel fondo, anche se è evasione. Mentre altre rappresentazioni sacre, persino la messa, sono in declino, il calcio è l'unica rimastaci. Il calcio è lo spettacolo che ha sostituito il teatro. 
Pier Paolo Pasolini, su L'Europeo, 1970

Se la letteratura di una nazione declina, la nazione si atrofizza e decade.
Ezra Pound, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Nei rapporti tra gli uomini le fasi statiche sono rare quanto nella vita del singolo. Ci sono inizio, sviluppo, apice, declino e fine, e proprio come per l'individuo persino malattie di genere quanto mai diverso: indisposizioni, malanni congeniti, stati di esaurimento, segni di vecchiaia; e non mancano neppure le ipocondrie.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Quando una nobile vita si è preparata per la vecchiaia, quello che rivela non è il declino ma i primi giorni dell'immortalità.
Madame de Staël, XVIII-XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il declino comincia con la sostituzione dei sogni con ricordi, e termina con la sostituzione di ricordi con altri ricordi.
Nassim Nicholas Taleb, Il letto di Procuste, 2010

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Decadenza - Invecchiare - Tramonto

Nessun commento: