Dissenso - Frasi e citazioni sul Dissentire

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul dissenso e sul dissentire da opinioni altrui, cioè pensarla in maniera diversa, non condividere idee o comportamenti di altre persone.
Come afferma Diego Fusaro: "Il dissenso prende forma nel poliedrico arcipelago delle passioni e del sentire, come rivela la sua stessa radice semantica, che rimanda, appunto, a un sentire diversamente (dissentio) rispetto al modo comune. La sua sorgente originaria deve, dunque, essere ravvisata nel sentire oppositivo e antagonistico, e di conseguenza in un moto dell’animo che si dirige obstinate contra rispetto a dove ci si attenderebbe si dirigesse se seguisse il suo corso «naturale»". [Pensare altrimenti. Filosofia del dissenso, Einaudi, 2017].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla protesta, la disobbedienza civile, la polemica e la discussione.
La libertà è sempre libertà di dissentire. (Rosa Luxemburg)
Dissenso
© Aforismario

Nelle democrazie non esiste un potere coercitivo cui sia demandato il compito di tenere a freno il dissenso. Nello stato liberaldemocratico attuale non esistono campi di concentramento né organi di censura, mentre le prigioni, affollate come sono, non hanno celle riservate agli oppositori o ai dissidenti politici. La libertà di pensiero, di espressione e di associazione ha raggiunto livelli senza precedenti ed è più vicina che mai a diventare realmente illimitata.
Zygmunt Bauman, La solitudine del cittadino globale, 1999

Le sofferenze e i disagi contemporanei sono dispersi e diffusi; e così il dissenso che producono. La dispersione del dissenso, l'impossibilità di concentrarlo e di ancorarlo a una causa comune, nonché di dirigerlo contro un colpevole comune, rende solo più acute le pene.
Zygmunt Bauman, La solitudine del cittadino globale, 1999

Mazza. Bastone del comando che rappresenta l'autorità. La sua forma, che è quella di una pesante clava, ne rivela gli scopi e gli usi originari, atti a sconsigliare il dissenso.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Solo i vili considerano inimicizia il dissenso; essi incapaci della verità, e perciò esecranti chiunque la dice. 
Cesare Cantù, Biografie per corredo alla Storia universale, 1845

Solo la libertà del dissenso rende credibile il consenso.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Quando vorresti soffocare o ignorare il dissenso, ricordati di quante volte hai dissentito.
Fausto Cercignani, Simply Transcribed. a cura di Brian Morris, 2014

Abbiamo dato vita a un diramato sistema di comunicazioni mediante radio, televisione e giornali; e tuttavia la gente è disinformata e indottrinata più che informata della realtà politica e sociale. In effetti, nelle nostre opinioni e idee c'è un grado di uniformità che potrebbe spiegarsi senza difficoltà se fosse il risultato di pressioni politiche, il prodotto della paura; sta invece di fatto che tutti concordano “volontariamente”, nonostante che il nostro sistema si basi proprio sull'idea del diritto al dissenso e sulla predilezione per la diversità delle idee.
Erich Fromm, La disobbedienza e altri saggi, 1981 (postumo)

La storia dell’umanità è storia di dissensi.
Diego Fusaro, Pensare altrimenti. Filosofia del dissenso, 2017

La rivoluzione e la ribellione, la defezione e la protesta, la rivolta e l’ammutinamento, l’antagonismo e il disaccordo, l’insubordinazione e la sedizione, lo sciopero e la disobbedienza, la resistenza e il sabotaggio, la contestazione e la sollevazione, la guerriglia e l’insurrezione, l’agitazione e il boicottaggio: sono tutte figure proteiformi del dissenso, espressioni plurali che trovano il loro fondamento nell'unica matrice del «sentire altrimenti» rispetto all'ordine, al potere, al discorso dominante.
Diego Fusaro, Pensare altrimenti. Filosofia del dissenso, 2017

A differenza del consenso, che può essere passivo e strutturarsi nella forma dell’inerte accettazione, ricevendo piú propriamente il nome di assenso, il dissenso si dà solo come attivo e affermativo. Ed è quanto piú manca nel nostro tempo del consenso di massa e dell’omologazione generalizzata, ove tutti pensano e sentono il medesimo.
Diego Fusaro, Pensare altrimenti. Filosofia del dissenso, 2017

È solo dissentendo, e organizzando in forme strutturate il proprio sentire altrimenti, che l’individuo può maturare come soggetto, ossia come portatore di una sua visione critica e personale, scelta liberamente e non accettata passivamente perché imposta dall'ordine simbolico dominante.
Diego Fusaro, Pensare altrimenti. Filosofia del dissenso, 2017

Il potere, in ogni epoca e in ogni sua configurazione, aspira piú o meno apertamente a rimuovere il dissenso, o reprimendolo o impedendo il suo stesso costituirsi, come sempre piú spesso accade nel nostro mondo della manipolazione organizzata e del «si dice» planetario; in cui la tradizionale repressione dei dissenzienti diventa superflua in assenza dei dissenzienti stessi, sostituiti da un gregge amorfo di cultori ignari e felici della loro stessa schiavitú.
Diego Fusaro, Pensare altrimenti. Filosofia del dissenso, 2017

Il dissenso affonda le sue radici nella dimensione prerazionale del sentire, per poi organizzarsi concettualmente e politicamente. Questo vuol dire che si può gradualmente imparare a dissentire, educandosi a non trovare normale e naturale ciò che capita sempre.
Diego Fusaro, ibidem

Non vi è piú bisogno, per il potere, di punire e perseguitare i dissenzienti quando l’umanità intera è ridotta a gregge amorfo di atomi senza qualità e senza spessore culturale, incapaci di pensare diversamente e, dunque, di dissentire in forme che non siano quelle preordinate dal potere stesso.
Diego Fusaro, Pensare altrimenti. Filosofia del dissenso, 2017

L’integralismo economico ci vuole tutti calcolanti e non pensanti, operativi e non dissenzienti.
Diego Fusaro, ibidem

A rigore, non può esservi dissenso ove non vi sia un consenso. Il movimento del dis-sentire, infatti, implica immancabilmente una reazione rispetto a un idem sentire diffuso e generalizzato, prendendo posizione contro il quale l’individuo o il gruppo rivendicano la propria secessione in nome di un sentire altrimenti.
Diego Fusaro, Pensare altrimenti. Filosofia del dissenso, 2017

Per sottrarsi al suo possibile disinnesco conformistico, il dissentire deve organizzarsi coralmente, forse anche nella forma di un ipotetico «partito del dissenso», in grado di opporsi all'oggi maggioritario partito del pensiero unico e del consenso di massa.
Diego Fusaro, Pensare altrimenti. Filosofia del dissenso, 2017

Se sentite il dovere di dissentire, dovreste badare a che le vostre opinioni esprimano le vostre piú intime convinzioni e non siano semplicemente concepite come una comoda protesta di fazione.
Mohandas Gandhi, Antiche come le montagne, 1958 (postumo)

Si parla di più di colui che dissente, che di colui che è d’accordo.
Kahlil Gibran, Massime spirituali, 1962 (postumo)

Chi dissente offende, perché condanna l'altrui giudizio
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Ogni dissenso inizia in modo pacifico.
J. Edgar Hoover (Leonardo DiCaprio), in J. Edgar, 2011

La libertà è sempre libertà di dissentire.
Rosa Luxemburg, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Chi sente di esercitare un grande influsso sull'interiorità di un altro, gli deve lasciare briglie completamente sciolte, anzi vedere volentieri e provocare egli stesso occasioni al dissenso; altrimenti si farà inevitabilmente un nemico.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Il tempo guarisce i dolori e placa i dissensi, perché mutiamo, non si è più la stessa persona. Né l'offensore né l'offeso sono più i medesimi.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Bisogna allontanare con ogni mezzo e sradicare col ferro e col fuoco e con vari espedienti, dal corpo la malattia, dall'anima l'ignoranza, dal ventre la ghiottoneria, dalla città la ribellione, dalla casa il dissenso, e al tempo stesso la sproporzione in ogni cosa. 
Pitagora, in Giamblico di Calcide, Vita di Pitagora, III-IV sec.

Trova più gusto in un dissenso intelligente che in un consenso passivo, perché, se apprezzi l'intelligenza come dovresti, nel primo caso vi è una più profonda consonanza con le tue posizioni che non nel secondo.
Bertrand Russell, La migliore risposta al fanatismo: il liberalismo, su New York Times Magazine, 1951

Ricevere critiche, incontrare dei dissensi, fare arrabbiare qualcuno, è un prezzo necessario da pagare per poter compiere qualunque azione all'interno del mondo umano. Tanto più se questa nasconde in sé una certa dose di coraggio.
Yamada Takumi, Aforismario anticrisi, 2012

Possono gli uomini incerte cose convenire mentalmente ed essere col cuore dissenzienti.
Niccolò Tommaseo, Dizionarietto morale, 1867

Quando i critici dissentono tra loro, l'artista è d'accordo con sé stesso.
Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray, 1891 (prefazione)

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: ProtestaPolemica - Discussione - Disobbedienza

Nessun commento: