Rinfacciare - Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul rinfacciare qualcosa a qualcuno. Come suggerisce la parola stessa "rinfacciare" significa dire qualcosa in faccia a qualcuno, ricordargli in modo duro e umiliante i benefici fattogli, oppure, rimproverargli i suoi difetti o i suoi errori.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul rimprovero, il biasimo, la disapprovazione e il giudicare.
Un beneficio rinfacciato vale quanto un'offesa. (Jean Racine)
Rinfacciare
© Aforismario

Armatevi delle armi dell'amore e vedrete che nessuno potrà resistervi, e non vi si potrà mai rinfacciare il fatto che abbiate voluto usare tali armi.
Omraam Mikhaël Aïvanhov, Discorsi, 1938/86

Nell'ultima storia che ho avuto, beh, io le sono sempre stato vicino e lei mi ha piantato. Gliel'ho rinfacciato. Ho detto: «Ricordi quando è morta tua nonna? Io ero lì, per te. E quando fosti bocciata a scuola? Io ero lì, per te. Ricordi quando hai perso il lavoro? Io ero lì, per te!» E lei: «Lo so. Porti sfiga!»
Tom Arnold (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Giornalisti. Rigorosamente in livrea, ciascuno dalle colonne della sua pagina-fortilizio, si rinfacciano a vicenda d’essere servi.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

Poveretto: sua moglie passò la vita a rinfacciargli di aver perso la faccia da una vita.
Fulvio Fiori, Umorismo Zen, 2012

È un poeta così cattivo che sette città si rinfacciano il disonore di avergli dato i natali.
Ennio Flaiano, Diario degli errori, 1976 (postumo)

I privilegi che rinfacciamo agli altri diventano diritti quando ne godiamo noi.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Le donne che ci rinfacciano i loro sacrifici sono quelle per le quali meno siamo disposti a sacrificarci.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Chi può sopportare che qualcuno rinfacci ad altri colpe o difetti uguali ai suoi? 
Decimo Giunio Giovenale, II sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Noi ci lasciamo rinfacciare i nostri difetti, ci lasciamo punire e sopportiamo con pazienza, per essi, tante cose; ma perdiamo ogni pazienza non appena si pretende da noi che ce ne sbarazziamo.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Solitamente le critiche teatrali sono spietati elenchi di peccati che uno spirito maligno rinfaccia a mo' di rimprovero ai poveri ladroni senza offrir loro una mano per guidarli su una strada migliore.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Il Paradiso non è per chi rinfaccia agli altri dei favori che ha fatto.
Maometto, in Abdullah Al-Mamun Suhrawardy, I detti del Profeta, 1905

L’impegno e la volontà, con l’amore, non hanno nulla a che fare. Anzi, più ci si impegna, più tutto va a rotoli. Perché prima o poi l’altro finisce con il rimproverarti tutto ciò che hai fatto. Una lista infinita, piena di quello che hai detto, preteso, sperato, voluto, recriminato. Te lo rinfaccia e se ne va via.
Michela Marzano, L'amore è tutto, 2013 

Quando sei impegnato in un affare, nulla al mondo ti deve far perdere la concentrazione e sviarti su altre cose. Se manchi a un dovere, non servirà a niente che tu ne abbia inseguiti tanti: il tuo eccesso di attività ti sarà rinfacciato come un errore.
Giulio Mazzarino, Breviario dei politici, 1684 (postumo)

Non parlare dei regali che hai fatto, o sembrerà che tu li rinfacci ai beneficiari; se vi sarai costretto, dirai che non meriti ringraziamenti, perché non hai fatto altro che saldare un debito di riconoscenza.
Giulio Mazzarino, Breviario dei politici, 1684 (postumo)

Non vantarti di aver tirato qualcuno dalla tua parte con i tuoi consigli, neppure se te li aveva chiesti lui, o la prossima volta ti farà resistenza. E se sbaglia, non rinfacciargli di non averti dato retta; è meglio che tu lo consoli e dia la colpa agli esecutori.
Giulio Mazzarino, Breviario dei politici, 1684 (postumo)

Dare tutto se stesso finché si ama, non solo non costa fatica ma riempie di soddisfazione. Senonché, cessato l'amore, te lo senti rinfacciare come si fosse trattato di un sacrificio.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

La gratitudine è quel sentimento la cui mancanza viene costantemente rinfacciata.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

La ragione ci dice che cambiamo costantemente ma per un congegno di adattabilità non siamo in grado di avvertirlo. Ce ne rendono edotti gli altri, rinfacciandocelo.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Le rinunce e i sacrifici per amore dell'altro o del quieto vivere creano solo insoddisfazione in chi le fa ed espongono il rapporto al rischio di rinfacci, recriminazioni e ricatti morali. Quindi, anziché avvicinarci all'altra persona, alla lunga rischiano di allontanarcene nostro malgrado o di farci vivere un rapporto costantemente teso.
Raffaele Morelli, Come amare ed essere amati, 2003

I parenti di un suicida gli rinfacciano come una colpa di non essere rimasto in vita per riguardo alla loro reputazione.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

L'alternarsi di amore e odio caratterizza per un lungo periodo lo stato interiore dell'uomo che vuoi diventare libero nel suo giudizio sulla vita; egli non dimentica nulla e alle cose rinfaccia tutto, sia il bene sia il male. Da ultimo, quando la lavagna della sua anima sarà tutta coperta di esperienze, non disprezzerà né odierà l'esistenza, ma neanche l'amerà, e rimarrà invece al di sopra di essa ora con l'occhio della gioia, ora con quello della tristezza, e i suoi sentimenti saranno come la natura ora estivi, ora autunnali.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Qual crudeltà rinfacciare agli altri le poche virtù che abbiamo e molestarli e tormentarli su questo punto!
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Produce sempre un qualche piacere rinfacciare un beneficio a un ingrato.
Publio Ovidio Nasone, I sec. a.e.c. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Un beneficio rinfacciato vale quanto un'offesa. 
Jean Racine, Mitridate, 1673

Avvertite il giovane dei suoi errori prima che vi cada: quando vi è caduto, non glieli rinfacciate; non fareste che infiammare e far sollevare il suo amor proprio. Una lezione che sdegna non dà profitto
Jean-Jacques Rousseau, Emilio o Dell'educazione, 1762

Non conosco niente di più sciocco di queste parole: «Ve l'avevo ben detto». Il miglior mezzo di far rammentare a un ragazzo ciò che gli si è detto sta nel parere di averlo dimenticato. Invece, quando lo vedrete vergognoso di non avervi creduto, fategli dolcemente dimenticare questa umiliazione con buone parole. Egli si affezionerà certamente a voi, vedendo che voi vi trascurate per lui, e che invece di finire di schiacciarlo, lo consolate.
Jean-Jacques Rousseau, Emilio o Dell'educazione, 1762

È gente sgradevole quella che, invece di essere riconoscente alla guida per averla condotta a un bel punto panoramico, si comporta come se l'avesse scoperto da sé proprio in quel momento, e se la guida non si unisce al suo entusiasmo con sufficiente fervore le rinfaccia anche la mancanza di senso della natura.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Il mettere in luce spiritualità e intelligenza 6 soltanto un modo indiretto per rinfacciare a tutti gli altri la toro incapacità e ottusità.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Quando ci si rinfaccia le cose, [...] non si è più in due nel rapporto, ma in tre – tu, io e il tarlo che ha cominciato a rodere la nostra storia.
Susanna Tamaro, Per sempre, 2011

Badate che le cose da voi dette o fatte quando siete perdente, altri non le possa a voi rinfacciare se mai veniste ad essere vincitore.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Era solamente con lei che mettevo in gioco dei sentimenti. E lei stava con me perché aveva bisogno di sentirsi utile. Di sentirsi importante. Lei voleva essere la felicità. La mia felicità. Esisteva solamente in funzione delle mie esigenze. Infatti, quando ci siamo lasciati mi ha elencato e rinfacciato tutte le cose che aveva fatto per me, oltre a dirmi che sono un egoista capace solo di pensare a me stesso.
Fabio Volo, Un posto nel mondo, 2006

Perché mi nascondi la tua faccia e mi consideri come un nemico? Vuoi spaventare una foglia dispersa dal vento e dar la caccia a una paglia secca? Poiché scrivi contro di me sentenze amare e mi rinfacci i miei errori giovanili; tu metti i miei piedi in ceppi, spii tutti i miei passi e ti segni le orme dei miei piedi.
Giobbe, Antico Testamento, ca. VI-IV sec. a.e.c.

Tendiamo insidie al giusto, perché ci è di imbarazzo ed è contrario alle nostre azioni; ci rimprovera le trasgressioni della legge e ci rinfaccia le mancanze contro l'educazione da noi ricevuta.
Libro della Sapienza, Antico Testamento, I sec. a.e.c.

Ogni tanto, dovremmo rinfacciarci anche le cose belle.
Anonimo 

Ti ho sempre rinfacciato di non provare niente per me. Ti rinfacciavo quello che avrei dovuto rinfacciare a me stesso. Ho ancora qualcosa da rinfacciarmi ma sto cercando di andarmi d'accordo.
Anonimo (attribuito a Charles Bukowski)

Proverbi sul Rinfacciare
  • Boccone rinfacciato non affogò mai nessuno.
  • Carità rinfacciata diventa una sassata.
  • Chi ricorda i benefici li rinfaccia.
  • Dono rinfacciato, non è grato.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: RimproveroBiasimo - Giudicare e Giudizio degli altri

Nessun commento: