Scontento - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sullo scontento (o scontentezza) e sull'essere scontenti di sé stessi, di qualcuno o di qualcosa. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'insoddisfazione, l'infelicità, la delusione e l'avvilimento.
"E vissero sempre infelici e scontenti." Così, per non ingannare
il suo bambino termina le favole. (Ennio Flaiano)
Scontento
© Aforismario

Chi è scontento degli altri è sempre scontento di sé.
Alain (Émile-Auguste Chartier), Ragionamenti di un Normanno, 1912

Gli scontenti falliscono sempre perché lo scontento diventa una disdetta. Lo scontento crea ciò che teme; indispone il mondo e irrita le circostanze.
Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

Non impennarsi contro tutto. Prendere il mondo (e gli uomini, che ne son parte) piuttosto come occasione di gaudio che di dispetto. Vincere anche il tormento e la scontentezza di sé. Se la vita è una possibilità di bene, bisogna saperne gioire.
Ugo Bernasconi, Parole alla buona gente, ca. 1933 (postumo 1987)

La maggior parte della gente è scontenta, perché pochi sanno che la distanza tra uno e niente è più grande che fra uno e mille.
Ludwig Börne, Il pazzo nel cigno bianco, 1827

Un compromesso è perfetto quando tutti sono scontenti.
Aristide Briand (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'unico modo per non scontentare nessuno è non essere mai esistito.
Bruno Cancellieri (Aforismi inediti su Aforismario)

Le facce dei veri scontenti emettono segnali di fame d’ideale.
Guido Ceronetti, Pensieri del tè, 1987

Esistono individui che non sono contenti se non sono scontenti.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Gli straripamenti metafisici sono propri dei monaci, dei debosciati e dei barboni. Un impiego avrebbe fatto anche di Buddha un semplice scontento.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Finché si è scontenti di sé non tutto è perduto.
Emil Cioran, Quaderni, 1957/72 (postumo 1997)

Borghesia è qualunque insieme di individui scontenti di ciò che hanno e soddisfatti di ciò che sono.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Lo scontento alimenta l’odio, e l’odio conduce ad atti di violenza
Albert Einstein, Pensieri, idee, opinioni, 1950

La scontentezza è mancanza di fiducia in sé stessi, è infermità del volere.
Ralph Waldo Emerson, Saggi, 1841/44

Non essere scontento né troppo delicato di stomaco nei confronti degli avvenimenti
Epitteto, in Arriano (a cura di), Diatribe, ca. 108

"E vissero sempre infelici e scontenti." Così, per non ingannare il suo bambino termina le favole. 
Ennio Flaiano, Diario notturno, 1956

Quando l'uomo non ha più freddo, fame e paura è scontento.
Ennio Flaiano, Don't forget, 1976 (postumo)

I giovani sono degli scontenti entusiasti.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

In politica è più facile non scontentare che accontentare.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

L'uomo ha ottimi motivi per essere scontento.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Chi si accontenta di una sola donna sarà sempre scontento di se stesso.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Una volta, non molto tempo fa, gli scontenti si aspettavano belle novità dal futuro. Oggi gli stessi scontenti si aspettano dal futuro soltanto pericoli. Non sanno vivere qui e ora.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Una volta un poeta povero e uno stupido ricco s’incontrarono a un crocevia e cominciarono a conversare. E tutto quanto si dicevano rivelava la loro scontentezza. Passò allora l’Angelo della Strada e posò la mano sulla spalla dei due. Ed, ecco, miracolo: ognuno dei due scambiò con l’altro ciò che possedeva. Poi si separarono. E, strano a dirsi, il poeta si guardò la mano e non vi scorse altro che un pugno di arida, mobile sabbia; e lo stupido chiuse gli occhi e non avvertì altro che una fuggevole nuvola dentro il suo cuore.
Kahlil Gibran, Il vagabondo, 1932 (postumo)

Non s'ha da vivere scontenti, ché sarebbe pochezza d'animo, né soddisfatti, ché sarebbe stoltezza.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647
Ogni progresso è dovuto agli scontenti. Le persone contente
non desiderano alcun cambiamento. (Herbert George Wells)
I dolori, le delusioni e la malinconia non sono fatti per renderci scontenti e toglierci valore e dignità, ma per maturarci. 
Hermann Hesse, Peter Camenzind, 1904 

Le persone più contente di sé stesse sarebbero anche le più felici, se non avessero spesso l'occasione d'essere scontente dagli altri.
Honor Laplaigne, La morale d'un egoista, 1900

Pubblicità – un mezzo studiato per rendervi scontenti di ciò che avete e farvi desiderare ciò che non avete.
Serge Latouche, La scommessa della decrescita, 2007

Gli uomini sono sempre scontenti perché sono sempre infelici.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Le persone stesse che sono sensibili, suscettive d’entusiasmo ec. non lo sono sempre, o quando più quando meno, secondo le circostanze, e anche secondo certi tempi alle volte periodici. Ora il sintomo del ritorno della sensibilità o della maggior forza e frequenza abituale dei suoi effetti, è, si può dir, sempre, una scontentezza, una malinconia viva ed energica, un desiderio non si sa di che, una specie di disperazione che piace, una propensione ad una vita più vitale, a sensazioni più sensibili. Anzi la sensibilità e l’entusiasmo in tali ritorni non compariscono bene spesso che sotto queste forme. Ecco come la sensibilità, e l’energia delle facoltà dell’anima sia compagna della scontentezza e del desiderio.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Tutte le volte che assegno una carica, faccio cento scontenti e un ingrato.
Luigi XIV (il Re Sole), XVII-XVIII sec. (attribuzione incerta - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Lo scontento deriva dal fatto che ognuno pretende dall'altro un po' più del massimo che può dare.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Se agli scontenti, ai biliosi e ai brontoloni si impedisse di riprodursi, si potrebbe già trasformare come per incanto la terra in un giardino di felicità.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

La volontà propria non sarà mai paga, nemmeno se avesse il potere di tutto quel che vuole; mentre, appena vi si rinuncia, si è subito soddisfatti. Senza di essa, non si può essere scontenti; per opera sua, non si può essere contenti.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Le donne sono sempre troppo contente di sé stesse per essere scontente di noi.
Henri de Régnier, Lui o Le donne e l'amore, 1928

È meglio essere, diceva un illustre filosofo, un Socrate scontento che un porco soddisfatto. Senza dubbio. Ma un Socrate anche soddisfatto non è più da compiangere di un porco scontento?
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1939

Siamo rimasti così in pochi ad essere scontenti di noi stessi.
Marcello Rubini (Marcello Mastroianni), in La dolce vita, 1960

Quel quotidiano, comune scontento del quale soffre la maggior parte della gente nei paesi civili è tanto più insopportabile in quanto, non avendo alcuna causa esterna evidente, sembra inevitabile. Io credo che tale scontento sia dovuto in gran parte a un modo errato di considerare il mondo, a un'etica sbagliata, ad abitudini sbagliate, che portano alla distruzione di quel gusto e di quell'appetito naturali per le cose possibili dai quali alla fine dipende tutta la felicità.
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

Le nature eternamente scontente sono quelle che vengono colte da una noia mortale nel corso di un'esperienza pur importante, perché in ispirito l'hanno già consumata da tempo. Chi sa veramente godersi la vita, invece, è grato per le modeste sorprese che sono solite attenderlo, o che quanto meno sa di potersi attendere, anche nell'esperienza più insignificante.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Se abbiamo una volta per tutte conosciuto chiaramente, come le nostre buone qualità e forze, così i nostri difetti e debolezze, fissando in corrispondenza la nostra meta e rassegnandoci per ciò che è irraggiungibile, sfuggiremo, grazie a ciò, nel modo più sicuro e fin dove la nostra individualità lo consentirà, al più amaro di tutti i dolori, la scontentezza di noi stessi, che è l'immancabile conseguenza del non conoscere la propria individualità, della falsa presunzione e della temerarietà che ne deriva.
Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, 1819

L’umano è l’essere piú incontentabile di questo mondo; l’unico capace di essere scontento anche quando è felice.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

È difetto assai comune non essere mai contenti della propria sorte, e non essere scontenti del proprio ingegno.
Madeleine de Souvré de Sablé, Massime, 1678 (postumo)

Essere troppo scontenti di sé è debolezza, essere troppo contenti è stupidità.
Madeleine de Souvré de Sablé, Massime, 1678 (postumo)

Ogni progresso è dovuto agli scontenti. Le persone contente non desiderano alcun cambiamento.
Herbert George Wells (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Lo scontento è il primo passo nel progresso di un uomo o di una nazione.
Oscar Wilde, Una donna senza importanza, 1893

Colla pioggia e col sole sempre qualcuno è scontento.
Proverbio

Gli scontenti e i brontoloni di fuscelli fan bastoni.
Proverbio

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Insoddisfazione - Infelicità - Delusione - Avvilimento

Nessun commento: