Computer - 100 Aforismi, frasi e battute divertenti

Raccolta di aforismi e battute divertenti sul computer  (o calcolatore elettronico) e in particolare sul personal computer (abbreviato in PC). Il termine "computer" deriva dal verbo inglese to compute "calcolare", e indica una macchina automatizzata in grado di eseguire complessi calcoli matematici e altri tipi di elaborazione dati. Dopo una prima grande diffusione dei cosiddetti computer desktop (cioè "computer da scrivania"), oggi si ha un'ancora maggiore diffusione dei computer portatili e dei palmari. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'informatica, il digitale, internet e i social network.
Oltre il 90% di tutti i problemi del computer possono essere fatti risalire
all'interfaccia posta tra la tastiera e la sedia.
Computer
© Aforismario

La ragione per cui i computer fanno più lavoro delle persone è che non s'interrompono mai per rispondere al telefono.
Joey Adams (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

È noto che il computer più perfezionato del mondo ha un cervello meno sofisticato di quello d’una formica. D’accordo, si potrebbe dir lo stesso di molti nostri parenti, ma costoro ci tocca sopportarli solo alle feste di nozze o altre rare occasioni. La scienza è invece qualcosa da cui siamo dipendenti tutto il tempo.
Woody Allen, Effetti collaterali, 1980

Secondo l'Istat oltre il 54% delle famiglie ha un computer. Ma non ha ancora capito bene come si
imposta il prelavaggio.
Stefano Andreoli e Alessandro Bonino (a cura di), Spinoza. Un libro serissimo, 2010

Presentato il nuovo supercomputer cinese: è dotato di 14.336 processori. E ci abitano dentro in quindici.
Stefano Andreoli e Alessandro Bonino (a cura di), Spinoza. Una risata vi disseppellirà, 2011

Parte della disumanità del computer sta nel fatto che, una volta programmato e messo in funzione, si comporta in maniera perfettamente onesta.
Isaac Asimov, Il vento è cambiato, 1983

Si tratta di migliorare la mente umana tramite l’ingegneria genetica. I computer li perfezioniamo di continuo, quindi perché non dovremmo perfezionare anche il nostro computer interno?
Isaac Asimov, Destinazione cervello, 1987

Non ho paura dei computer, ma della loro eventuale mancanza.
Isaac Asimov [1]

La rivoluzione informatica ha fatto guadagnare un sacco di tempo alle persone, ma esse lo trascorrono al computer!
Khalil Assala [1]

Libri e computer sono strumenti neutri, sta a noi scovare quelli che fanno al caso nostro, scegliere quelli adatti agli interessi, al gusto, alle esigenze nostre. Soprattutto riempirli, libri e computer, di contenuti nostri.
Corrado Augias, Leggere, 2007

I computer danno esattamente quello che gli è stato immesso; se futilità immettiamo, futilità otterremo, ma gli uomini non sono molto diversi.
Richard Bandler, Magia in azione, 1992

Gli esperti sono formalmente unanimi: in linea generale, il computer che meglio si adatta alle vostre esigenze è quello commercializzato due giorni dopo che ne avete acquistato un altro.
David Barry, Dave Barry in Cyberspace, 1996

I computer operano su principi semplici che possono essere facilmente compresi da chiunque abbia del senso comune, un po' d'immaginazione e un QI di 750.
David Barry [1]

L'acquisto del computer giusto e come farlo funzionare correttamente non è più complicato della costruzione di un reattore nucleare con i componenti di un orologio da polso, in una stanza buia, usando solo i denti.
David Barry [1]

Più grande è la memoria di un computer, più velocemente potrà generare messaggi d'errore.
David Barry [1]

Computer: cretino ad alta velocità in dotazione, spesso, a cretini molto lenti.
Stefano Benni (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Quando voglio interagire con un computer, prima che sia pronto a dialogare mi tocca aspettare parecchi minuti dopo averlo acceso. È assurdo, queste macchine dovrebbero essere lì per noi, non l'inverso.
Tim Berners-Lee, L'architettura del nuovo Web, 1999

I computer sono inaffidabili, ma gli uomini ancora di più.
Arthur Bloch, Legge di Gilb sull'inaffidabilità, La legge di Murphy, 1977

Errare è umano, ma per incasinare davvero tutto ci vuole un computer.
Arthur Bloch, Quinta legge dell'inattendibilità, La legge di Murphy II, 1980

I computer sono fantastici, però ti viziano. Il guaio è che nella vita non esiste il tasto "Annulla".
Lauwrence Block [1]

Il computer è straordinario, perché non ci serve solo a memorizzare: ci serve anche a scrivere cose. C’è un programma per scrivere facile fatto apposta che si chiama Word, che è proprio un gioco da ragazzini, da children. Lo dice anche la canzone: “We are the word, we are the children”.
Enrico Brignano (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

È questa l'evoluzione? Ci siamo confezionati vestiti e abbiamo perso la nostra pelliccia; ci siamo confezionati berretti di pelliccia e abbiamo perso i capelli; ci siamo procurati i computer e solo Dio sa cosa perderemo ora.
Valeriu Butulescu, Aforismi, 2002

Il computer è come il Vecchio Testamento: pieno di regole e nessuna pietà.
Joseph Campbell, Il potere del mito, 1988

Soltanto il sapere che esita conta. Questo è ciò che, più di ogni altra cosa, manca al computer: l'esitazione.
Elias Canetti, Un regno di matite, 1996

Il borghese in treno accende sempre il computer portatile, anche se non deve fare nulla di particolare.
Paolo Costa, Aforismi borghesi, 2007

Non capisco l'elettronica: i computer che dovrebbero aiutare a risolvere i problemi, e nella maggior parte dei casi il problema sono loro! Sono come la mia ex moglie: metà dello stipendio per comprargli gli accessori, e ogni errore che fai lo fanno diventare un'enormità e lo memorizzano per sempre.
Giobbe Covatta, Dio li fa e poi li accoppa, 1999

La casa è il posto dove il tuo computer vive e fa girare la tua vita.
Chrome Cowboy [1]

Dopo le ere della pietra, del ferro... è giunta l'era del click.
Liomax D'Arrigo, Liomax... pensò ancora, 2013

Il lettore che non sapesse nulla sui computer dovrebbe solo ricordare che essi sono macchine che fanno esattamente ciò che si dice loro di fare, ma che spesso danno risultati che ci sorprendono.
Richard Dawkins, L'orologiaio cieco, 1986

La prima cosa che capii dei computer è che non perdonano: hanno un loro modo di lavorare freddo, razionale, inflessibile. Oserei dire che non hanno pietà. Procedono per passi successivi, metodici, sempre gli stessi, e non prevedono risposte all’infuori del sì e del no. Di fantasia neanche a parlarne. Pur ottenendo, a volte, risultati strepitosi, se visti da occhi profani, restano comunque dei marchingegni velocissimi ma stupidi.
Luciano De Crescenzo, Ordine e disordine, 1996

Una volta fu chiesto al cibernetico Hofstadter se riusciremo mai ad avere un computer intelligente come l’uomo, e lui, con grande serietà, rispose: «Il giorno in cui un computer capirà quando io una cosa la dico per scherzo e quando no, allora potremo dire di aver costruito un computer intelligente». In altre parole, non è la velocità o la potenza del cervello a distinguere l’uomo dalla macchina, bensì l’ironia.
Luciano De Crescenzo, Ordine e disordine, 1996

Tra utente e computer nasce quasi sempre un rapporto affettivo che prima o poi è destinato ad andare in crisi, anche perché, essendo piuttosto breve la vita media di un computer (tre anni o al massimo quattro), il cambio di un personal (che non a caso si chiama personal) finisce col diventare una specie di abbandono.
Luciano De Crescenzo, Ordine e disordine, 1996

Nessun altro oggetto o persona nasconde tanti segreti quanto un personal computer.
Vittorio Deriu, Giuro di dire la verità, 2009

Chiedersi se un computer possa pensare non è più interessante del chiedersi se un sottomarino possa nuotare.
Edsger Dijkstra, The threats to computing science, 1984

Una volta un tale che doveva fare una ricerca andava in biblioteca, trovava dieci titoli sull'argomento e li leggeva; oggi schiaccia un bottone del suo computer, riceve una bibliografia di diecimila titoli, e rinuncia.
Umberto Eco, La Bustina di Minerva, 2000

Il computer non è una macchina intelligente che aiuta le persone stupide, anzi è una macchina stupida che funziona solo nelle mani delle persone intelligenti.
Umberto Eco, Come scrivere una tesi di laurea con il personal computer, 1986 (prefazione)

Errare è umano, ma per incasinare tutto come si deve ci vuole un computer.
Paul Ehrlich [1]

I computer sono incredibilmente veloci, accurati e stupidi. Gli uomini sono incredibilmente lenti, inaccurati e intelligenti. L'insieme dei due costituisce una forza incalcolabile.
Albert Einstein (attribuito)

Computer. Intelligenza senza cervello
Fulvio Fiori, Umorismo Zen, 2012

I nuovi cervelli elettronici offrono una buona dimostrazione di che cosa si intenda per intelligenza. Essi utilizzano dati che vi sono immessi, confrontano, scelgono e, infine, danno risultati più rapidi e più sicuri di quanto non possa fare l’intelligenza umana. Tutto questo però a condizione che siano in loro preventivamente immessi i dati fondamentali. Quel che il cervello elettronico non può fare è pensare creativamente, e giungere a una intima conoscenza dell’essenza dei fatti osservati, andar oltre i dati che gli sono stati forniti. La macchina può far le veci dell’intelligenza o anche correggerla, ma non può contraffare la ragione.
Erich Fromm, Psicoanalisi della società contemporanea, 1955

Se la realtà scompare dietro il computer, se la socializzazione finisce con l'impoverirsi, pensiamo davvero di formare uomini capaci di gestire la complessità che caratterizza le società occidentali, informatizzando la scuola e inondandola di computer [...]?
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

Verrà un giorno, e non e molto lontano, in cui potremo concludere affari, studiare, conoscere il mondo e le sue culture, assistere a importanti spettacoli, stringere amicizie, visitare i negozi del quartiere e mostrare fotografie a parenti lontani, tutto senza muoverci dalla scrivania o dalla poltrona. Lasciando l'ufficio o l'aula scolastica, non ci staccheremo dalla rete. Allora il computer sarà più di un oggetto da portare con noi o di uno strumento da acquistare: sara il nostro passaporto per una nuova vita mediatica.
Bill Gates, La strada che porta a domani, 1995

Un computer su ogni scrivania e in ogni casa.
[A computer on every desk and in every home].
Bill Gates e Paul Allen (mission aziendale della Microsoft)

Se vuoi conoscere veramente una persona, guarda il suo Hard Disk!
Giovanni Gentili [1]

Certi "giochi" del computer, come la posta elettronica, mi sembrano metafisica pura. E siccome non sono un filosofo, evito di accostarmi.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Il vero pericolo non è che i computer inizieranno a pensare come gli uomini, ma che gli uomini cominceranno a pensare come i computer.
Sydney Justin Harris (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non provare mai a spiegare il computer a un profano. È più facile spiegare il sesso a una vergine.
Robert Anson Heinlein, La Luna è una severa maestra, 1966

Si può insegnare a un computer a dire "Ti amo", ma non gli si può insegnare ad amare.
Albert Jacquard, Piccola filosofia ad uso dei non filosofi, 1997

Il computer, per me, è lo strumento più straordinario che abbiamo inventato. È l'equivalente di una bicicletta per la nostra mente.
Steve Jobs, Memory e Imagination, 1990

I personal computer stanno diventando come i camion. Sempre meno gente ne avrà bisogno.
Steve Jobs, conferenza, Los Angeles, 2010

L'uomo è ancora il più straordinario dei computer.
John Fitzgerald Kennedy, (da un discorso), 1963

I Greci dicevano di una persona incolta: "Non sa leggere né nuotare"; oggi bisognerebbe aggiungere: "né usare un elaboratore".
Primo Levi e Tullio Regge, Dialogo, 1984

I computer sono l'estensione della nostra mente.
Lou Marinoff, Aristotele Buddha Confucio. Per essere felici ora, 2010

I computer hanno aggiunto una nuova dimensione alla perenne lotta di potere che esiste tra l'uomo e la macchina. Siete voi ad avere il controllo del vostro computer, oppure è lui ad averlo su di voi?
Lou Marinoff, ibidem

La creatività e l'innata facilità nell'utilizzo delle nuove tecnologie informatiche possono innescare meccanismi di trasformazione sociale a livello globale. Possibilità, queste, non attuabili nelle società statiche e patriarcali delle epoche precedenti.
Rita Levi Montalcini e Giuseppina Tripodi, I nuovi magellani nell'era digitale, 2006

Il telegrafo, il telefono, la radio e soprattutto il computer hanno fatto sì che chiunque, in qualsiasi parte del mondo, si trovi ora nella condizione di essere a portata d'orecchio. Purtroppo, il prezzo da pagare per questo è la perdita di privacy.
Steven Levy, Crypto, 2001

I computer sono fantastici: in pochi minuti fanno errori che gli uomini riescono a fare solo in qualche mese, e mettendocisi in tanti.
M. Meacham [1]

Non importa quale computer abbiate deciso di comprare; a prescindere dal prezzo, nel momento in cui ritornerete alla vostra macchina, sarà diventato obsoleto come un qualsiasi mangianastri.
Dennis Miller (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Computermusic. È facile profezia che avremo l'Incompiuta di un computer che si è sfasciato sul più bello.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Idiota come un computer.
Alessandro Morandotti, ibidem

È molto probabile che la passione dei computer sarà di collezionare programmatori.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Ormai la nuova unità è «a misura di computer».
Alessandro Morandotti, ibidem

Non esistono più merci, ma pubblicità; non più partiti, ma propaganda; non più idee, ma programmi; non più ideali, ma miti; non più cervelli, ma computer.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Un computer non avrà mai inconscio, emozioni, libido, sentimenti. Non disprezziamo questo nostro impasto di nervi, sangue ed ormoni tipicamente umano.
Davide Morelli (Aforismi inediti su Aforismario)

Non capisco un accidente di computer, non so nemmeno quando occorre cambiare l'olio!
Buzz Nutley [1]

Errare è umano, dare la colpa al computer lo è ancora di più.
Robert Orben [1]

Le donne sono le uniche creature che, quando lavorano al computer, sono in grado di premere tasti che neanche il computer sapeva di avere.
Flavio Oreglio, Non è stato facile cadere così in basso, 2007

Una volta un computer mi ha battuto a scacchi, ma con la boxe thailandese non c'è stata partita.
Emo Philips [1]

I computer sono inutili, possono dare solo risposte.
Pablo Picasso (attribuito)

Un computer ti fa fare più errori e più velocemente di qualunque altra invenzione dell'uomo – con l'eccezione forse delle armi da fuoco e della tequila.
Mitch Ratcliffe (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I computer rendono più facili da fare un sacco di cose, ma la maggior parte di queste non hanno necessità di essere fatte.
Andy Rooney [1]

Pensare? Perché pensare! Abbiamo i computer che lo fanno per noi.
Jean Rostand (attribuzione incerta - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Dalle notizie di oggi: «Migliaia di persone in coda anche piú di ventiquattro ore davanti agli Apple Store di mezzo mondo per accaparrarsi il nuovo modello dell’iPad, il tablet computer prodotto dalla nota azienda informatica statunitense». La tecnologia evolve, la coglionaggine umana rimane sempre la stessa.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Personal computer, blog, internet, siti web, social network, videogiochi… La vita “reale”, oggi, non è che il rifugio di tutti coloro i quali sono incapaci di vivere virtualmente.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Un computer non può sostituire un buon insegnante.
Clifford Stoll, Confessioni di un eretico high-tech, 1999

Per gli hacker un computer significa anche intrattenimento. Non i giochi, non le belle immagini sulla Rete. Il computer in sé è intrattenimento.
Linus Torvalds, in Pekka Himanen, L'etica hacker e lo spirito dell'età dell'informazione, 2001

Prima avevamo un sacco di domande senza risposte. Ora, con l'avvento dei computer, abbiamo un sacco di risposte senza domanda.
Peter Ustinov [1]

I computer sono esattamente come gli esseri umani: fanno qualsiasi cosa tranne che pensare.
John Van Neumann [1]

Penso che ci sia un mercato mondiale per forse cinque computer.
Thomas J. Watson (presidente della IBM dal 1914 al 1956  - citazione erronea attribuita)

Mai fidarsi di un computer che non è possibile gettare dalla finestra.
Steve Wozniak, cit. su Newsbytes, 1997

Il pericolo che i computer possano diventare come gli esseri umani non è tanto grande quanto il pericolo che gli esseri umani possano diventare come i computer.
Konrad Zuse, su Hersfelder Zeitung, 2005

Un computer su ogni scrivania e in ogni casa. (Bill Gates e Paul Allen)
Autori sconosciuti
  • Computer: lo stupido veloce.
  • Computer: macchina progettata per velocizzare e automatizzare gli errori.
  • Gli esseri umani non sono perfetti; gli esseri umani costruiscono i computer: perché i computer dovrebbero essere perfetti?
  • Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere. I computer vengono dall'inferno.
  • I computer hanno molta memoria ma nessun ricordo.
  • I computer non potranno mai rimpiazzare la stupidità umana.
  • I computer non sono intelligenti: sanno contare solo da 0 a 1.
  • Il calcolatore elettronico è l'unica cosa su cui oggi si può contare.
  • Il computer obbedisce ai vostri ordini, non alle vostre intenzioni.
  • I computer in futuro potrebbero pesare non più di 1,5 tonnellate. (su Popular Mechanics, 1949)
  • Oltre il 90% di tutti i problemi del computer possono essere fatti risalire all'interfaccia posta tra la tastiera e la sedia.
  • Un computer è quasi umano, a parte il fatto che non attribuisce i propri errori a un altro computer.
Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: InformaticaInternet - Tecnologia - Robot

Nessun commento: