Emorroidi - Aforismi, frasi e battute

Raccolta di aforismi, frasi celebri e battute sulle emorroidi (dal greco haîma, "sangue" e rhéó, "scorrere"). Le emorroidi sono una dilatazione delle vene emorroidarie, che si trovano nel retto, con formazione di noduli di varia grandezza, che possono causare prurito, bruciori o sanguinamento. Si ritiene che circa il 50% degli individui nell'arco della propria vita possono avere qualche problema di emorroidi.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'ano, la stitichezza, la defecazione e la malattia.
Al mondo esistono due tipi di persone: quelli che hanno le emorroidi e
quelli a cui verranno. (Marva Munson / Irma P. Hall © Ladykillers, 2004)
Emorroidi
© Aforismario

Prego madre natura di infradiciarti di emorroidi, di darti emicranie continue e nausea dirompente, di farti sordo, muto ma non per sempre, minchia, muto ma non per sempre. Che la voce ti venga sporadicamente per pochi secondi nei quali tu spari delle cazzate immani!
Antonio Albanese (Alex Drastico) (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per sbaglio ho confuso la pasta dentifricia con la pomata contro le emorroidi. Ora le mie gengive hanno smesso di sanguinare, e il buco del culo odora di fresca menta alpina! 
Bilbo Baggins [1]

Mi hanno appena operato alle emorroidi. Mi sono lasciato dietro tutti i miei fastidi.
Ken Brett [1]

Soffro di emorroidi e, quando attacco a grattarmi non smetto (mi dà gusto, come aver un rapporto sessuale) non smetto finché non m'esce il sangue, finché il dolore non m'obbliga a smettere. È una cosa che fanno anche le scimmie. Le avrete viste, allo zoo, con i loro culi rossi, sanguinanti.
Charles Bukowski, Storie di ordinaria follia, 1972

A me brucia sempre il culo, ma sono solo le emorroidi. Mi sono fatto operare, una volta. Prima di tagliare ti mandano su questa specie di serpente per l'intestino con una lucina attaccata e guardano dappertutto in cerca del cancro. Il serpente è lungo. E loro te lo infilano su per il culo!.
Charles Bukowski, Donne, 1978

Mi prudeva il buco del culo. Mi stavano tornando le emorroidi? Sentivo il collo rigido e in bocca avevo il sapore del latte andato a male. Mi alzai e andai in bagno. Non potevo soffrire di guardarmi in quello specchio ma lo feci ugualmente. E vidi la depressione e la sconfitta.
Charles Bukowski, Pulp, 1994 

Perché le emorroidi sono chiamate "emorroidi" anziché "anoroidi"?
George Carlin [1]

O questa donna è un uomo o si tratta del più grande caso di emorroidi mai visto!
Jim Carrey, in Tom Shadyac, Ace Ventura - L'acchiappanimali, 1994

Durante i turni clinici avevo sempre manifestato sintomi convincenti di tutte le malattie che avevo studiato. In dermatologia, ero certo che i miei nei stessero crescendo, ogni sera quando tornavo a casa adoperavo uno specchio per controllare la schiena, dove ero convinto che i melanomi spuntassero come gocce di sudore. Durante il turno in chirurgia trovai del sangue nelle feci, sintomo di un'ulcera emorragica, una vera e propria emergenza chirurgica, benché uno degli assistenti avesse detto sprezzante che si trattava solo di emorroidi, e mi dava quindi il benvenuto al club.
Michael Crichton, Viaggi, 1988

Sono seduto in cima al mondo e ho le emorroidi.
Rodney Dangerfield [1]

Non dovete offendervi se io cammino sempre avanti e indietro; mi dovete scusare, ho davvero paura di offendervi, ma il moto mi è proprio indispensabile. Me ne sto sempre seduto, e mi fa tanto, tanto bene poter camminare cinque minuti... Le emorroidi, sapete... Ho sempre intenzione di curarmi facendo ginnastica; ci sono dei consiglieri di stato, mi dicono, dei consiglieri di stato effettivi, e perfino dei consiglieri segreti, che saltano molto volentieri alla corda; guarda un po' cosa vuol dire la scienza, nel nostro secolo!
Fëdor Dostoevskij, Delitto e castigo, 1866

«Non farti mai venire i calli», disse. Poi s‟irrigidì per una fitta misteriosa e improvvisa, e con una mano si compresse il sedere. «O le emorroidi».
John Fante, A ovest di Roma, 1985

Uscì per andare al cesso. Quando si fu nettato, si passò una mano tra le natiche per palpare la leggera escrescenza delle emorroidi e fu felice di avere lì, sottomano, il segno e l'oggetto della sua collera e della sua violenza. Lo toccò ancora leggermente, con la punta dell'indice. Era felice e orgoglioso di sapersi lì quella protezione. Era un tesoro che doveva venerare come cosa preziosa poiché gli dava l'occasione di essere sé stesso.
Jean Genet, Querelle di Brest, 1953

Infilatosi sotto la coperta, si addormentò di un sonno profondo, saporito, e dormì in maniera meravigliosa, come dormono soltanto i fortunati che non conoscono né emorroidi né cimici, né troppo grandi capacità intellettuali.
Nikolaj Gogol', Le anime morte, 1842

Il mio corpo in generale era sede di diverse affezioni dolorose – emicranie, malattie della pelle, mal di denti, emorroidi – che si susseguivano senza interruzione, in pratica non dandomi mai tregua – e avevo solo quarantaquattro anni! Chissà a cinquanta, a sessanta, oltre!… A quel punto non sarei stato altro che una giustapposizione di organi in lenta decomposizione, e la mia vita sarebbe diventata una tortura incessante, cupa e senza gioia, meschina. In fondo il pene era l’unico dei miei organi che non si fosse mai manifestato alla mia coscienza per il tramite del dolore, ma solo per quello del piacere.
Michel Houellebecq, Sottomissione, 2015

Le emorroidi [...] possono essere molto dolorose ed esaurire e deprimere anche il vigore della mente.
Aldous Huxley, L'eminenza grigia, 1941

Chi ti vuole bene davvero non ti regala un cestino [di Natale]. Il cestino te lo regala chi ti vuole vedere morto. Perché è un'arma letale. Tanto vale mettere una pistola dentro un paniere. Se io ti regalo un cotechino da mezzo metro, una putrella di torrone, un barattolo di crema di peperoni, un vaso di mostarda e uno di pepe di caienna, lo so che per bene che ti vada ti vengono delle emorroidi che non ti siedi più fino alla Befana.
Luciana Littizzetto, Col cavolo, 2004

I giapponesi hanno il problema delle emorroidi. Pare che i simpatici amici giapu ne soffrano tantissimo. Ma come è possibile, che mangiano solo riso bianco, pesce crudo e alghe? E allora i calabresi con la ’nduja cosa dovrebbero avere, le fiamme eterne?
Luciana Littizzetto, La bella addormentata in quel posto, 2016

Le emorroidi sono sufficienti a rendere un uomo nervoso e irritabile; ti opprimono e ti danno l'impressione che ti stiano cascando le budella. Possono diventare talmente insopportabili che l'idea di penzolare per i polsi diventa un piacere bello e buono.
Henry Miller, Uccello pazzo, 1930

Al mondo esistono due tipi di persone: quelli che hanno le emorroidi e quelli a cui verranno.
Marva Munson (Irma P. Hall), in fratelli Coen, Ladykillers, 2004 

Che io ricordi, ho sempre avuto le emorroidi. 
Charlotte Roche, Zone umide, 2008

Nessuno ignora che il nostro carattere e il nostro stato d’animo dipendono assolutamente dal gabinetto. Il cardinale di Richelieu era sanguinario solo perché soffriva di emorroidi interne che occupavano il suo intestino retto e indurivano le sue feci.
Voltaire, Dizionario filosofico, 1764

Mi siedo sul vaso. Il didietro mi prude da ammattire. Queste emorroidi me le voglio sterilizzare: un po' d'acqua a bollire, dolore fulminante e chiuso.
Irvine Welsh, Il Lercio, 1998

Noodles: Mi fa piacere rivederti. Stai magnificamente.
Fat Moe: Anche tu.
Noodles: Hai perso anche una trentina di grammi.
Cockeye: Sì, s'è tolto le emorroidi.
Sergio Leone, C'era una volta in America, 1984

Vorrei una pomata per le emorroidi piccanti.
Stupidario medico

L’unguento del ciarlatano cura l’emorroidi e il mal di gola.
Proverbio

Uomo emorroidario uomo ottuagenario.
Proverbio

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Sedere e Ano - Stitichezza o Stipsi - DefecazioneMalattia

Nessun commento: