Ostriche - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulle ostriche. L'ostrea, comunemente chiamata "ostrica", è un genere di mollusco bivalve, molto apprezzato sia dal punto di vista gastronomico, per il suo gusto particolare, sia da quello della gioielleria, per la produzione di perle.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulle conchiglie, le perle, la pesca e i pescatori.
Il nostro dovrebbe essere una sorta di lavoro da ostriche:
fare di ogni dolore una perla. (Giovanni Soriano)
Ostrica
© Aforismario

Non mangio mai ostriche. Sono ancora vive quando si mangiano. Il cibo mi piace morto − non malato, non ferito − morto.
Woody Allen, in Don't drink the water, 1966

Benedico il giorno in cui ho scoperto sulla lingua il velluto inebriante, quasi erotico, dell’ostrica che segue un morso di pane con burro salato. Ne ho analizzato la magica delicatezza con tale grazia e virtuosismo che per tutti quel boccone divino è diventato un atto religioso.
Muriel Barbery, Estasi culinarie, 2000

Quattro ostriche chiare, fredde, salate, senza limone né condimenti. Inghiottite piano piano e benedette per l’altezzosa freschezza di cui mi ricoprivano il palato.
Muriel Barbery, Estasi culinarie, 2000

Quattro ostriche senza fronzoli. Preludio totale e senza concessioni, sontuoso nella sua frugale modestia.
Muriel Barbery, Estasi culinarie, 2000

Che sapore hanno le ostriche! Pastoso, pieno, ramato, con una cremosità quasi di panna, che si svela quando le mastichi e ne analizzi il gusto. Le ho accompagnate con della birra c ho cominciato a galleggiare su di una nuvola di puro piacere gastronomico.
James Beard, Love And Kisses and a Halo of Truffles, 1994

Un'ostrica, che meraviglia di delicatezza, che concentrazione di sapida eccellenza, che boccone superiore a tutti gli altri bocconi; chi per primo ha avuto la fede di crederci e il coraggio di farlo? L'aspetto non è invitante.
[An oyster, that marvel of delicacy, that concentration of sapid excellence, that mouthful bwefore all other mouthfuls, who first had faith to believe it, and courage to execute? The exterior is not persuasive].
Henry Ward Beecher (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il colmo dell'ottimismo è entrare in un grande ristorante e sperare nella perla che si troverà in un'ostrica per pagare il conto.
[Le comble de l'optimisme, c'est de rentrer dans un grand restaurant et compter sur la perle qu'on trouvera dans une huître pour payer la note].
Tristan Bernard (Fonte sconosciuta - attribuito a Ugo Tognazzi - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Ostrica. Mollusco viscido e melmoso che la civiltà costringe l'uomo a mangiare senza averne eliminato prima le interiora. Il guscio viene dato comunemente ai poveri. 
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Sapete come si sviluppa la perla nell'ostrica? Un corpo estraneo insopportabile, per esempio un granello di sabbia, penetra dentro al guscio, e l'ostrica, per seppellire quel granello, secerne calce; e in questo processo rischia la morte. Allora, dico io, al diavolo la perla, purché l'ostrica resti sana!
Bertolt Brecht, Vita di Galileo, 1939

I molluschi, e soprattutto le ostriche, forniscono poche sostanze nutritive; ecco perché si può mangiarne molte senza compromettere il pasto che segue subito dopo.
Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto, 1825

Preparammo del punch e prendemmo diletto a mangiare le ostriche nel modo voluttuoso degli amanti. Le succhiammo l'uno dalla lingua dell'altro, una a una. Lettore voluttuoso, provale, e poi dimmi se non sono il nettare degli dèi!
Giacomo Casanova, Storia della mia vita, 1789/98 (postumo, 1825)

Per puro caso, un’ostrica che stavo per mettere in bocca a Emilia sdrucciolò fuori dal guscio e le cadde sul seno. La ragazza fece il gesto di raccoglierla con le dita, ma io glielo impedii, reclamando il diritto di sbottonarle il corpetto per raccoglierla con le labbra nel fondo in cui era caduta…
Giacomo Casanova, Storia della mia vita, 1789/98 (postumo, 1825)

Un'ostrica è un pesce a forma di noce.
Jean-Charles, La Foire aux cancres, 1962

Per costruire la conchiglia, un’ostrica deve farsi passare nel corpo cinquantamila volte il proprio peso d’acqua marina... Dove sono andato a cercare lezioni di pazienza!
Emil Cioran, Confessioni e anatemi, 1987

[Quando assaggi un'ostrica] stai assaporando il mare, ecco tutto. Solo che la sensazione di inghiottire un sorso d'acqua salata è stata cancellata come per magia, e stai per ricordarti qualcosa di indefinito, le sirene, o l'improvviso profumo delle alghe sul riflusso della marea, o una poesia che hai letto da qualche parte, qualcosa che parlava di certo del sapore della vita...
Eleanor Clark, The Oysters of Locmariaquer, 1964

Non mi ricordo più chi lo ha scritto, ma gli abitanti di Itaca erano cosi poveri che mangiavano solo ostriche e aragoste.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

Prima di darmi alla luce mia madre soffriva tremendamente ed era in una situazione tragica: non riusciva a mangiar nulla, eccetto ostriche ghiacciate e champagne. Quando mi chiedono quando abbia cominciato a ballare, rispondo: "Nel grembo di mia madre, grazie alle ostriche e allo champagne, il cibo di Afrodite."
Isadora Duncan, My Life, 1927

La perla rimane pura per sempre, mentre la polpa dell'ostrica le marcisce intorno. 
Eleanor (Saoirse Ronan), in Neil Jordan, Byzantium, 2012 

Amo le ostriche: si ha l'impressione di baciare il mare sulla bocca.
[J'adore les huitres: on a l'impression d'embrasser la mer sur la bouche].
Léon-Paul Fargue (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Tutta l'arte è autobiografica; la perla è l'autobiografia dell'ostrica.
Federico Fellini, su Atlantic, 1965

Le donne sono un po’ come le ostriche: si spera sempre ci sia dentro la perla.
Fulvio Fiori, Umorismo Zen, 2012

L'ostrica conduce un'esistenza terribile e al contempo eccitante. Tanto per cominciare, le possibilità che venga al mondo sono minime. Ma se ce la fa, se sopravvive agli strali del suo stesso, stravagante destino e se nelle due settimane della sua spensierata giovinezza trova un appiglio liscio e pulito a cui aggrapparsi, la sua vita adulta sarà una girandola di passioni e pericoli.
M. F. K. Fisher, Biografia sentimentale dell'ostrica, 1941 

La stella marina avvinghia le sue lunghe braccia intorno all'ostrica come un orribile amante, le divarica con forza le valve, la penetra con il suo stomaco e la digerisce.
M. F. K. Fisher, Biografia sentimentale dell'ostrica, 1941

Non se ne mangiano più. Sono troppo care.
Gustave Flaubert, Dizionario dei luoghi comuni, 1850/80 (postumo 1913)

Disse un’ostrica a un’altra ostrica sua vicina: «Ho dentro di me un gran dolore. È qualcosa di pesante e tondo, e io sono allo stremo». Replicò l’altra ostrica con altezzoso compiacimento: «Sia lode ai cieli e al mare, io non ho nessun dolore in me. Sto bene e sono sana sia dentro che fuori». In quel momento passava un granchio e udì le due ostriche, e disse a quella che stava bene ed era sana sia dentro che fuori: «Sì, tu stai bene e sei sana; ma il dolore che la tua vicina porta in sé è una perla di straordinaria bellezza».
Kahlil Gibran, La perla, in Il vagabondo, 1932 (postumo)

È il genio, come una perla nell'ostrica, solo una splendida malattia?
Heinrich Heine, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Mentre mangiavo le ostriche col loro forte sapore di mare e il loro leggero sapore metallico che il vino ghiacciato cancellava lasciando solo il sapore di mare e il tessuto succulento, e mentre bevevo da ogni valva il liquido freddo e lo annaffiavo col frizzante sapore del vino, perdevo quel senso di vuoto e cominciavo a essere felice, e a fare progetti.
Ernest Hemingway, Festa Mobile, 1964

Per l’universo la vita dell’uomo non ha maggiore importanza di quella di un’ostrica.
David Hume, Sul suicidio, 1783

Vienna: l'aristocratico mangia ostriche, il popolo sta a guardare. Berlino: il popolo non sta a guardare se l'aristocratico mangia ostriche. Ma in ogni caso, perché all'aristocratico sia risparmiato ogni fastidio e il popolo venga svagato, anch'esso mangia ostriche. Questa è la democrazia che io accetto.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

L'esperienza insegna che, oltre le cinque-sei dozzine, le ostriche cessano di essere gradevoli.
Grimod de La Reynière, Almanach des Gourmandes, 1804

Le ostiche sono la classica apertura di una colazione invernale... anzi, sono quasi indispensabili.
Grimod de La Reynière, Almanach des Gourmandes, 1804

L'ostrica, quando la luna è piena, s'apre tutta, e quando il granchio la vede, dentro le getta qualche sasso o festuca, e questa non si può riserrare, onde è cibo d'esso granchio. Così fa chi apre la bocca a dire il suo segreto, che si fa preda dello indiscreto uditore.
Leonardo da Vinci, Codici, XV-XVI sec. (postumo)

Pescare l'ostrica / sperando nella perla. / Aprire l' ostrica / restando come un pirla. / Chiudere l'ostrica / e in seno al mar riporla. / Questa è la vita del pescator...
Marcello Marchesi, Congedo, in Essere o benessere?, 1962

Piccole e succulente, [le ostriche] sembrano delle piccole orecchie racchiuse in una conchiglia e si sciolgono tra il palato e la lingua come caramelle salate.
Guy de Maupassant, Bel Ami, 1885

Il buon Dio ha disposto tutto in modo molto più sapiente di quanto il superficiale possa immaginare. Come potrebbe per esempio soltanto la popolazione di Londra consumare ogni anno centodieci milioni di ostriche se questo mollusco non possedesse una capacità riproduttiva tanto prodigiosa?
Karl May (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il mondo è un’ostrica, ma le perle non le trovi sotto il cuscino!
Arthur Miller, Morte di un commesso viaggiatore, 1949

Detesto i rimedi che infastidiscono più della malattia. Essere soggetto alla colica, e soggetto ad astenermi dal piacere di mangiare ostriche, sono due mali per uno.
[Je hais les remèdes qui importunent plus que la maladie. D’être sujet à la colique, et sujet à m’abstenir du plaisir de manger des huîtres, ce sont deux maux pour un].
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

Molto di ciò che risiede nell'intimo dell'uomo è simile all'ostrica: nauseante e viscido e difficilmente afferrabile, tanto che è necessario un nobile guscio con nobile ornato per scusarlo. Ma anche quest'arte bisogna imparare: avere un guscio e una bella parvenza e una cecità intelligente!
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Il nostro occhio e la nostra estetica ci accompagnano anche a tavola, e molti bocconi prelibati ci rimangono preclusi perché l'occhio dice: «Questo ha un aspetto ripugnante», «queste linee sono estranee al mio gusto». Per l'ostrica - e del resto anch'essa è per molti un cibo impossibile - è il fine lavoro della conchiglia che, per così dire, parla a difesa della massa nauseabonda e viscida e prega l'occhio di non stare a guardare mentre viene inghiottita.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Ostriche: io proprio non riesco a immaginare perché qualcuno voglia mangiare qualcosa di così gommoso per giunta servito in un portacenere!
Miss Piggy, in Jim Henson, Muppet Show, 1976-1981

Siamo legati ai nostri corpi come un'ostrica alla conchiglia.
Platone (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Le ostriche del Mar di Marmara sono già più grosse di quelle di Lucrino, più dolci di quelle della Bretagna, più gustose di quelle di Medoc, più piccanti di quelle di Efeso, più piene di quelle spagnole… più bianche di quelle del Circeo; di quest’ultime è assodato che non ve ne sono di più dolci o più tenere.
Plinio, I sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non c'è bisogno di ricordarmi che anche un uomo che non ama le ostriche, gli asparagi e il buon vino ha un'anima e persino uno stomaco. Ha semplicemente un'istintiva attrazione per l'infelicità.
[You needn't tell me that a man who doesn't love oysters and asparagus and good wines has got a soul, or a stomach either. He's simply got the instinct for being unhappy highly developed].
Saki, The Chronicles of Clovis, 1911

Le ostriche possiedono una bellezza più sublime di qualsiasi religione; ci perdonano non soltanto la nostra scortesia nei loro confronti: la giustificano addirittura inducendoci a essere assolutamente crudeli con loro. Non appena si presentano in tavola pare che si dedichino completamente alla loro nuova destinazione. Nel cristianesimo o nel buddismo non esiste nulla di paragonabile all'altruismo di
un'ostrica.
Saki, The Chronicles of Clovis, 1911

Ho rinunziato per tutta la vita alle ostriche e ai funghi. Non sono cibi, ma servono solo a stuzzicare la gola anche quando si è sazi; cose molto gradite ai crapuloni che si rimpinzano oltre ogni loro capacità; cose che si mandano giù facilmente e altrettanto facilmente si rigettano.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Scapoli. Uomini che sanno quanto remota sia la probabilità di trovare una perla in un'ostrica.
Bill Siater (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il nostro dovrebbe essere una sorta di lavoro da ostriche: fare di ogni dolore una perla.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Ardito fu colui che per primo mangiò un'ostrica.
Jonathan Swift, Garbata conversazione, 1738

Non sono mai stato un gran mangiatore di ostriche, né riesco a gustarle nature come qualcuno, ma necessito di una gran quantità di salse, limoni, pepe di cayenna, pane, burro etc. per renderle accettabili al palato.
William Makepeace Thackeray, The Fitz-Boodle Papers, 1842

L'ottimista è un uomo che, senza una lira in tasca, ordina delle ostriche nella speranza di poterle pagare con la perla trovata.
Ugo Tognazzi (attribuito - vedi "Citazioni errate" su Aforismario) [cfr. citazione di Tristan Bernard].

Molte sono le ostriche, ma le perle sono rare.
Orson Welles, in F come falso, 1974

L'ostrica, quando un granello di sabbia le entra dentro e la ferisce, non si mette a piangere e non si dispera. Giorno dopo giorno trasforma il suo dolore in una perla, il capolavoro della natura.
Anonimo

Una volta o l'altra alla maggior parte degli uomini è accaduto un rapporto sessuale tristemente simile al tentativo di spingere un'ostrica attraverso la toppa di una serratura.
Anonimo

Non tutte le ostriche hanno la perla.
Proverbio

Ostriche e granci spendi assai e poco mangi.
Proverbio

La perla preziosa proviene da un volgare ostrica.
Proverbio cinese

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Conchiglie - Perla - Pesca e Pescatori

Nessun commento: