Aggressione - Frasi e citazioni sull'Aggredire

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulle aggressioni e sull'aggredire gli altri verbalmente o fisicamente. Come notano Adam Fraczek e Silvia Bonino: "È utile fare riferimento alla distinzione tra aggressione fisica (pugni, calci, graffi, morsi. ecc.), aggressione verbale (insulti, frasi ironiche o offensive, ecc.) e aggressione indiretta (pettegolezzi, bugie, false accuse, esclusione dal gruppo, ecc.)". [Psicologia contemporanea, 2005].
Secondo Erich Fromm: "Dobbiamo distinguere nell'uomo due tipi completamente diversi di aggressione. Il primo, che egli ha in comune con tutti gli animali, è l'impulso, programmato filogeneticamente, di attaccare (o di fuggire) quando sono minacciati interessi vitali. Questa aggressione "difensiva", «benigna», è al servizio della sopravvivenza dell'individuo e della specie, è biologicamente adattiva e cessa quando viene a mancare l'aggressione. L'altro tipo, l'aggressione «maligna», e cioè la "crudeltà e la distruttività", è specifica della specie umana, e praticamente assente nella maggior parte dei mammiferi; non è programmata filogeneticamente e non è biologicamente adattiva; non ha alcuno scopo e, se soddisfatta, procura voluttà". [Anatomia della distruttività umana, 1973].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'aggressività, la violenza, il picchiare e la violenza sulle donne.
Ieri notte ho salvato una ragazza da un'aggressione.
È bastato controllarmi. (Rodney Dangerfield)
Aggressione
© Aforismario

La bontà è invincibile, se è autentica, priva di ipocrisia e di ostentazione. Che male infatti potrà mai farti chi ti offende, fosse anche l’uomo più prepotente, se, nonostante tutto, continui a mostrarti benevolo verso di lui e magari lo ammonisci con dolcezza e lo correggi pacatamente nel momento stesso in cui ti aggredisce? “No, fratello mio, non è per questo che siamo nati, il male lo fai a te stesso, non a me”. Digli così. E dimostragli, con diplomazia e allargando il discorso, che questa è la verità, che né le api né altri animali socievoli per natura si comportano come lui. Bada, però, di non usare un atteggiamento ironico o di riprovazione: semmai, parlagli con affetto, senza rancore, e non come se tenessi una lezione o per farti applaudire da chi ti ascolta, ma, al contrario, da solo a solo, anche in presenza di altri.
Marco Aurelio, Pensieri, ca. 166-179

Nessuno aggredisca un bramino, ma questi, se è aggredito, non si adiri. Guai a colui che aggredisce un bramino, ma ancor più al bramino che riversa la sua ira sull'aggressore.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Bisogna aggredire sé stessi in maniera così devastante che alla fine passi la voglia di riprovarci.
Elias Canetti, La rapidità dello spirito, 1994

Tutto va sopportato, insopportabile è solo l'aggressione alle persone per le quali si nutre l'amore più grande.
Elias Canetti, La rapidità dello spirito, 1994

La storia, "aggressione dell'uomo contro sé stesso".
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Ieri notte ho salvato una ragazza da un'aggressione. È bastato controllarmi.
[I saved a girl from being attacked last night. I controlled myself.
Rodney Dangerfield (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'emergere di un comportamento aggressivo presuppone sempre l'esistenza della frustrazione e, viceversa, l'esistenza della frustrazione porta sempre a qualche forma di aggressione.
John Dollard (et al.), Frustrazione e aggressività,  1939

Trattenersi dall'aggressione è in genere cosa perniciosa, rende malato, affligge.
Sigmund Freud, Compendio di psicoanalisi, 1938

Il cervello degli animali è programmato filogeneticamente per mobilitare impulsi di attacco o di fuga quando sono minacciati interessi vitali, come il nutrimento, lo spazio, i piccoli, l'accesso alle femmine. Lo scopo fondamentale è eliminare il pericolo; questo avviene, per lo più, con la fuga o, se questa è impossibile, combattendo o assumendo efficaci posizioni di minaccia. Lo scopo dell'aggressione difensiva non è il piacere di distruggere, ma la conservazione della vita. Una volta che lo scopo è stato raggiunto, sparisce l'aggressione con i suoi equivalenti emozionali.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

L'uomo tende a essere motivato dalla propria tendenza, predisposta filogeneticamente, all'aggressione difensiva, quando sono minacciate la sua vita, la sua salute, la sua libertà o proprietà (in quelle società in cui la proprietà privata esiste e ha molta importanza). Certo tale reazione può essere superata con le convinzioni morali e religiose e con l'addestramento, ma è in pratica diffusa fra la maggioranza degli individui e dei gruppi. Infatti l'aggressione difensiva spiega, forse, la maggior parte degli impulsi aggressivi umani.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

L'aggressione «maligna», e cioè la "crudeltà e la distruttività", è specifica della specie umana, e praticamente assente nella maggior parte dei mammiferi; non è programmata filogeneticamente e non è biologicamente adattiva; non ha alcuno scopo e, se soddisfatta, procura voluttà.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

L'aggressione maligna, ricordiamolo bene, è specificamente umana e non deriva dall'istinto animale. Non contribuisce alla sopravvivenza fisiologica dell'uomo, ma è un elemento importante del suo funzionamento mentale. È una di quelle passioni potenti e dominanti in certi individui e culture, e non in altri.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

Quando una donna è aggredita, può non indugiare a pensare in termini di himsa o ahimsa. [1] Il suo primo dovere è difendersi. È libera di usare qualsiasi mezzo o metodo le venga in mente, per salvaguardare il suo onore. Dio le ha dato unghie e denti. Deve usarli con tutta la sua forza e, se necessario, morire nella lotta.
Mohandas Gandhi, Antiche come le montagne, 1958 (postumo)

I lupi aggrediscono l’agnello durante la notte, ma le macchie di sangue rimangono sulle pietre della valle fino al sopraggiungere dell’alba, e il sole rivela a tutti il crimine.
Kahlil Gibran, Segreti del cuore, 1947 (postumo)

L’uomo di retto intendimento e di animo generoso non aggredisce, ma non indietreggia.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

L'uomo deve elaborare per ogni conflitto umano un metodo che rifiuti la vendetta, l'aggressione, la rappresaglia. Il fondamento di un tale metodo è l'amore.
Martin Luther King, Discorso per il premio Nobel, 1964

Credo che gli unici esseri che non ci aggredirebbero mai, sono i genitori e i cani. Infatti, quanto più li maltrattiamo più ci vogliono bene.
Menotti Lerro, Aforismi di una notte, 2008

Lo stupro di un uomo da parte di una donna è inconcepibile: non solo per ragioni meccaniche, ma perché della sessualità femminile non fa parte il piacere dell'aggressione.
Dacia Maraini, La bionda, la bruna e l'asino, 1987

L'uomo aggredisce la materia per trarne materiali aggressivi. E la materia si vendica distruggendo l'uomo.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Spesso si aggredisce e ci si fa un nemico, per nascondere la propria vulnerabilità.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Come mai dei pesci piranha hanno rinunciato ad aggredire un avvocato caduto in acqua? Si è trattato di un gesto di cortesia tra colleghi.
Michael Rafferty (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Gli individui, le nazioni, i continenti si odiano e si minacciano. Perché una cosa stia (momentaneamente) in piedi, bisogna che parta da aggressione. L'aggressione allo stato puro è la cosa più apprezzata.
Umberto Saba, Scorciatoie e raccontini, 1946

Ingenuus animus non fert vocis verbera.
[Un animo nobile non sopporta le aggressioni verbali].
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Fra tutte le passioni l’amore è la più forte, perché aggredisce insieme testa, cuore e corpo.
Voltaire, Quaderni, XVIII sec. (postumo, 1952)

Anche quando ricorrono all'aggressione, gli animali non si mostrano così impauriti e vendicativi da volere la morte dei loro avversari intraspecifici. E tanto meno intendono farne una strage, come è invece abitudine dell’homo sapiens.
Danilo Zolo, Sulla paura, 2011

Note
  1. Himsa o ahimsa: violenza o nonviolenza [cfr. citazione di Gandhi].
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Aggressività - Violenza - Picchiare - Violenza sulle Donne

Nessun commento: