Camerieri - Aforismi, frasi e battute divertenti

Raccolta di aforismi, frasi e battute divertenti sui camerieri e sulle cameriere, cioè coloro che provvedono al servizio di distribuzione degli alimenti, alla preparazione delle tavole, alla preparazione e distribuzione di bevande, ecc., sia in locali pubblici (ristoranti, bar, ecc.), sia in abitazioni signorili. Ai camerieri considerati secondo questa seconda accezione, è dedicato il secondo paragrafo di questa raccolta. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul ristorante, i cuochi, i bar e gli hotel.
Per un'ottima cena bisogna essere in due: io e un buon cameriere.
(Nubar Gulbenkian)
1. Camerieri
© Aforismario

– Tu non sei mai stata depressa? Cioè, il tuo lavoro non ti butta giù? non so...
– Oh, sempre meglio che fare la cameriera!
– Sai che buffo? Tutte le puttane con cui ho parlato dicono che è sempre meglio che fare la cameriera. Fare la cameriera deve essere il peggiore lavoro del mondo, incredibile!
Cookie e Woody Allen, in Harry a pezzi, 1997

Un cannibale è uno che va al ristorante e ordina un cameriere.
[A cannibal is a person who walks into a restaurant and orders a waiter].
Morey Amsterdam (attribuito anche a: Jack Benny - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ieri al ristorante mi ha servito un cameriere che penso prima facesse il meccanico. Ogni cinque minuti passava e chiedeva: “Acqua e olio, tutto a posto?”
Federico Basso [1]

Altezzoso. Altero e sdegnoso, come per esempio un cameriere.
Ambrose Bierce, Il dizionario del diavolo, 1911

Cameriere: "Abbiamo praticamente tutto sul nostro menu".
Cliente: "Vedo. Adesso però me ne può portare uno pulito?".
Jacob M. Braude [1]

Dio non può rispondere a tutti coloro che lo chiamano. È come il cameriere in un ristorante. Ha troppi tavoli da servire.
Mel Brooks [1]

Quando sono arrivato a Roma sono rimasto molto impressionato da due cose: dal Colosseo e dalla cameriera della mia stanza d’albergo. Tutt’e due avevano una struttura incredibile.
Mel Brooks [1]

Tra le molte cose che le aveva insegnato, nel poco tempo passato assieme, c'era la norma fondamentale di non essere mai antipatici con i camerieri. Non prima che ti servano il cibo.
Diego Cajelli, Scolopendra Gigantea, in AA.VV., Bugs, 2008

Che meraviglioso fascino ha sempre la hostess. Forse perché è rimasta l'unica cameriera che tratta ancora con gentilezza i clienti.
Guido Clericetti, Clericettario, 1993

Ho chiesto al cameriere, ''Questo latte fresco?", e lui mi ha risposto: "Signora, tre ore fa era erba".
Phyllis Diller [1]

Alla festa era così elegante che lo scambiarono tutti per un cameriere.
Eros Drusiani (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Un cliente in un ristorante continua a lamentarsi con il cameriere: chiede di alzare l'aria condizionata perché ha caldo, poi chiede di abbassarla perché ha freddo, poi di alzarla di nuovo perché c'è troppo caldo. E il cameriere dimostra una pazienza esemplare: va avanti e indietro assecondando i desideri del cliente senza alterarsi minimamente. Al che un altro cliente lo ferma e gli fa: "Ma perché non lo manda a quel paese, quello scocciatore?". "Oh, non si preoccupi" gli sorride il cameriere "Qui non abbiamo l'aria condizionata!".
Fashanu (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

In un ristorante le cameriere servono col petto nudo. Dopo dieci minuti, in attesa delle pietanze che non arrivano, la loro nudità diventa solo irritante; poiché in fondo, superata la prima piacevole sorpresa, è il buon servizio che conta − e ci sentiamo ridicoli, come nella sala d’aspetto di un postribolo che non funziona.
Ennio Flaiano, Diario degli errori, 1976 (postumo)

Ci vuole un bel coraggio, al ristorante, a chiamare cameriere il cameriere.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Il senso di liberazione che ci procura il frettoloso congedo di un cameriere cui non abbiamo dato la mancia; e l'imbarazzo che proviamo dopo avergliela data.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

C'è il cameriere denominato «guerre ascellari», quello che ha una giacca che da dieci anni non vede una lavanderia e delle ascelle che più di una doccia avrebbero bisogno di una derattizzazione. Questi sono i più pericolosi. Sono sempre sudati e ti piazzano l'ascella davanti alla faccia. In questi casi l'unico sistema è far di tutto per evitare che ti allunghi lui il piatto sul tavolo, in quanto l'allargata di braccio ti sprigiona intorno zaffate letali. Per cui, fingendo una collaborazione al limite dell'assunzione part-time, è bene anticiparli allungando noi le braccia per recuperare lestamente il piatto e prevenire così il bombardamento olfattivo.
Ezio Greggio, È lui o non è lui?, 1997

Per un'ottima cena bisogna essere in due: io e un buon cameriere.
Nubar Gulbenkian (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I ristoranti sono occasioni in cui gli osti salutano, i clienti ordinano e i camerieri mangiano.
Karl Kraus, Pro domo et mundo, 1912

Un cameriere è un uomo che porta un frac senza che nessuno se ne accorga. Per contro ci sono degli uomini che hanno l'aspetto di camerieri appena si mettono un frac. Così in ambedue i casi il frac non ha nessun valore.
Karl Kraus, Pro domo et mundo, 1912

Uno che lavora quando gli altri mangiano.
Ive Lar [1]

Il cameriere ai due clienti seduti al tavolino: "Tè o caffè, signori?". Primo cliente: "Io prendo del tè'". Secondo cliente: "Anch'io... e si assicuri che il bicchiere sia pulito!". Il cameriere esce, prende i tè, ritorna. Cameriere: "Ecco i due tè. Chi aveva chiesto il bicchiere pulito?".
Elena Loewenthal (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

− Cameriere, per favore, le dispiace togliere il dito dalla mia bistecca?
− Va bene, va bene, però non mi dia la colpa se torna a cadere.
Mauroemme [1]

Non litigare mai con i vicini, con i suoceri e con i camerieri al ristorante!
Sandro Pandolfi, Il tempo verticale, 2011

Nei ristoranti giapponesi, dove servono il pesce crudo, anche i pesci dell’acquario sono molto belli, ma hanno sempre un’aria preoccupata.
Dado Tedeschi [1]

L'uomo mangia anche con gli occhi, specie se la cameriera è carina.
Ugo Tognazzi [1]

Un uomo di una certa età, è un uomo che, al ristorante, fa più attenzione ai piatti che alle cameriere.
[Un homme d'un certain âge, c'est un homme qui, au restaurant, fait plus attention aux plats qu'aux servantes].
Pierre Veber (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Mr. White: Fare la cameriera è il mestiere più diffuso tra le ragazze che non hanno titoli di studio in questo paese. È il lavoro che praticamente ogni donna può fare e camparci anche, e questo solo per via delle mance.
Mr. Pink: E chi se ne fotte?!
Mr. Brown: Che stronzo!
Mr. Pink: Voglio dire, mi dispiace che il governo tassi le mance, è una puttanata, ma non è colpa mia! Lo so che le cameriere appartengono a una di quelle categorie che lo prendono sempre in culo dal governo e se ci fosse una petizione contro la tassazione delle mance, io la firmerei. Se si dovesse votare voterei, ma non voglio seguire la corrente. In quanto alla stronzata delle ragazze che non hanno titoli di studi, che imparino a battere a macchina, perché se si aspettano che paghi io l'affitto per loro, stanno fresche!
Quentin Tarantino, Le iene, 1992

È diventato famoso quel cameriere, che scoperto a addizionare nel conto anche la data, si giustificò dicendo che il tempo è denaro.
Anonimo

In quel ristorante si mangia così male che i camerieri danno la mancia ai clienti.
Anonimo

− Cameriere, una mosca nella minestra!
− Gliela porto subito, signore.
Anonimo

− Cameriere, cosa fa questa mosca nella mia minestra?
− Mah, si direbbe che nuoti.
Anonimo

− Cameriere! È inaudito... nella minestra c'è un ragno!
− Ah... ecco chi s'è mangiato la mosca.
Anonimo

− Cameriere, in questa salsa c'è un capello!
− Strano, è stata fatta con i pomodori pelati...
Anonimo

− Cameriere, mi dia del maiale.
− Porco!
Anonimo

− Cameriere, mi dia del maiale in agrodolce.
− Signore, lei è un lurido maialetto.
Anonimo

− Cameriere, questa salvietta è sporca!
− Strano, l'ho data ad altri cinque clienti e nessuno si è lamentato.
Anonimo

− Cameriere, mi porti un piatto di errori di grammatica.
− Mi spiace, signore: non li abbiamo.
− E allora perché li mettete nel menu?
Anonimo (attribuito a François Véron)

2. Cameriere
© Aforismario

Ci si innamora a vent'anni: dopo si innamorano soltanto le cameriere.
Gianni Agnelli [1]

Era così intelligente che non capiva la sua cameriera.
Roberto Bazlen, Note senza testo, 1979 (postumo)

Il segreto del mio successo con le donne? Tratto le cameriere come duchesse e le duchesse come cameriere.
Beau Brummell, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La cameriera che prova orgoglio nello spolverare la biblioteca. Il rispetto per la cultura limitato alla gente umile.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

La figlia del re di Francia, guardando le mani di una cameriera, disse: "Come? Anche voi avete cinque dita come me?".
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

Una vecchia cameriera al mio "Come vanno le cose?" risponde senza fermarsi: "Vanno per la loro via".Quella pur banalissima risposta mi ha scosso fino alle lacrime.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Quel giorno parlavamo a tavola di «teologia». La cameriera, una contadina analfabeta, ascoltava in piedi. «Credo in Dio soltanto quando ho mal di denti» disse. Dopo un'intera vita, il suo intervento è il solo che io ricordi.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

La natura, benigna, ha provveduto che ciascuno sia un eroe agli occhi del suo cameriere, altrimenti gli eroi dovrebbero spazzolarsi gli abiti da soli.
Joseph Conrad (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Nessuno è un eroe per il proprio cameriere.
[Il n'y a pas de héros pour son valet de chambre].
Anne-Marie Bigot de Cornuel, lettera a Melle Aïssé, 1728

Se è vero che nessuno è un grand'uomo per il suo cameriere, è anche vero che nessuna donna è un mistero per il cameriere del marito.
Ulisse Diello (James Mason), in Joseph L. Mankiewicz, Operazione Cicero, 1952

Si dice che non ci sono eroi per i loro camerieri. Ma ciò avviene perché solo l'eroe sa riconoscere l'eroe. Il cameriere saprà magari giudicare i suoi simili.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Perché un uomo le rimanga accanto, una donna dev'essere una cameriera in salotto, una cuoca in cucina e una sgualdrina in camera da letto. Ho assunto le prime due e mi occupo personalmente della camera da letto.
Jerry Hall (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Pochi uomini sono stati ammirati dai loro camerieri.
[Peu d'hommes ont été admirés par leurs domestiques].
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

Commovente spettacolo di sempre, versione dolceamara dell'eterno confronto di Eva con Eva: la cameriera che si prova di nascosto, davanti allo specchio, il vestito della signora.
Mario Andrea Rigoni, Vanità, 2010

La dissimulazione è la virtù dei re e delle cameriere.
Voltaire, Le sottisier, 1880 (postumo)

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: RistoranteCuochi e Chef - Bar - Hotel e Albergo

Nessun commento: