Invulnerabilità - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sull'invulnerabilità e sull'essere invulnerabile, cioè inattaccabile. A mo' d'introduzione, riportiamo una profonda riflessione di Elias Canetti sul desiderio dell'essere umano di sentirsi invulnerabile: "Il corpo dell'uomo è nudo ed esposto a pericoli, soggetto nella sua fragilità a ogni aggressione. Spada, lancia e freccia possono penetrare nel suo corpo. Egli ha inventato scudo e armatura, ha costruito intorno a sé mura e intere fortezze. Ma la sicurezza che egli maggiormente desidera è una sensazione di "invulnerabilità". Per conseguirla, l'uomo ha tentato due diverse vie: vie diametralmente opposte, che conducono a diversissimi risultati. Nel primo caso ha cercato di allontanare da sé il pericolo, ponendo fra sé e il pericolo grandi spazi che si potessero abbracciare con lo sguardo e controllare. L'uomo, per così dire, si è celato dinanzi al pericolo e lo ha bandito. Nel secondo caso, invece, egli ha scelto una via di cui sempre è più fiero. Tutte le tradizioni più antiche sono colme di vanterie e di autoelogi: l'uomo è andato a cercare il pericolo, vi si è deliberatamente esposto. Lo ha lasciato avvicinare quanto più possibile, giocando tutto sulla sorte. Di tutte le situazioni possibili, egli ha scelto la più rischiosa e l'ha spinta all'estremo. Ha riconosciuto in qualcuno un nemico, e lo ha provocato. Forse era già suo nemico, forse invece lo considerava così per la prima volta. Comunque ciò sia accaduto nei particolari, gli obiettivi erano il supremo pericolo e l'irrevocabilità della sorte. È questa la via dell"'eroe". Cosa vuole l'eroe? A che cosa veramente egli mira? La gloria che tutti i popoli hanno tributato ai loro eroi, una gloria tenace, non transitoria, in quanto le imprese di quelli si alternano o si succedono con sufficiente rapidità, inganna sui motivi più profondi di tali imprese. Se ne dedurrebbe che gli eroi abbiano fatto tutto ciò unicamente pensando alla gloria; ma io credo che l'obiettivo originario fosse un altro: che fosse, cioè, la sensazione di invulnerabilità così acquisibile in misura sempre maggiore". [Massa e potere, 1960].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'invincibilità, la forza, la corazza e la vulnerabilità.
È la conoscenza dei pericoli che ce li fa temere: chi si credesse
invulnerabile non avrebbe paura di nulla. (Jean-Jacques Rousseau)
Invulnerabilità
© Aforismario

Molti individui vengono sconfitti e molte imprese falliscono perché, dopo aver avuto un buon risultato, credono di essere diventate invulnerabili e non ricordano che i concorrenti hanno già studiato le loro mosse, hanno imparato da loro.
Francesco Alberoni, L'ottimismo, 1994

Solo il punto di vista religioso, d'una religione attiva e morale, spirituale e profonda, dà alla vita tutta la sua dignità e tutta la sua energia. Rende invulnerabili e invincibili.
Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

Chi non indugia a porsi fra i migliori è come un sacerdote, un ministro degli dèi, poiché vive in comunione con la divinità che dimora dentro di lui e che, ascoltata e rispettata, lo rende incontaminato dai piaceri, invulnerabile da qualsiasi dolore, immune da ogni offesa, insensibile ad ogni malvagità, simile ad un atleta in lotta nella più nobile gara – quella per il dominio sulle passioni – tutto preso dall'amore per la giustizia, pronto ad accogliere in pieno qualsiasi evento gli riservi il destino e alieno dal pensare a ciò che dicano, facciano o pensino gli altri quando non riguardi l’utile comune.
Marco Aurelio, Pensieri, ca. 166-179

Una potenza misteriosa mi spinge verso una meta che ignoro. Finché non l'avrò raggiunta sarò invulnerabile, invincibile. Dopo, anche un soffio di vento basterà a rovesciarmi.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

Chi ha bandito il pericolo, chi si è nascosto dinanzi ad esso, ha unicamente differito la propria sorte. Solo chi affronta la sorte, chi davvero sopravvive, chi torna a combattere, chi accumula gli istanti di sopravvivenza, può raggiungere la sensazione di invulnerabilità.
Elias Canetti, Massa e potere, 1960

Il popolo vuole invulnerabile il suo eroe.
Elias Canetti, Massa e potere, 1960

La tenacia e l'invulnerabilità sono dimensioni psicologiche che caratterizzano l'essere femminile, ma che spesso sono velate da un'apparente fragilità. Per queste ragioni, non dovremmo mai farci confondere dalle apparenze poiché sotto una manifesta debolezza può celarsi una straordinaria forza. Il femminile, inoltre, può rivelare una sorprendente invulnerabilità e tenacia soprattutto nel caso in cui intenda perseguire determinati obiettivi e ideali.
Aldo Carotenuto, L'anima delle donne, 2001

Fortunatamente, in ogni corazza è possibile rintracciare una fessura in cui mirare e attraverso la quale riuscire a colpire. Se fossimo invulnerabili, invece, le frecce di Eros non potrebbero colpirci. La nostra vulnerabilità, quindi, ci garantisce la relazionalità con l'altro, ci preserva dalla solitudine e ci offre l'opportunità di intessere nuovi legami.
Aldo Carotenuto, L'anima delle donne, 2001

Il pauroso - vittima di una soggettività esagerata - si crede, assai più degli altri uomini, il bersaglio di avvenimenti ostili. In questo errore si incontra con il coraggioso, che, al contrario, vede l'invulnerabilità dappertutto. Entrambi hanno toccato gli estremi di una coscienza infatuata di se stessa: contro l'uno, tutto cospira; per l'altro, tutto è favorevole.
Emil Cioran, Sommario di decomposizione, 1949

«L'uomo non ami nulla e sarà invulnerabile» (Zhuang-zi). Massima profonda quanto inoperante. Come giungere all'apogeo dell'indifferenza, quando la nostra stessa apatia è tensione, conflitto, aggressività?
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Rendersi invulnerabili vuol dire chiudersi alla quasi totalità delle sensazioni che si provano nella vita in comune.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

L'uomo saggio si slancia sempre dalla parte dei propri assalitori. È più interesse suo che degli altri trovare il proprio punto debole. La ferita si cicatrizza e cade dal suo corpo come una pelle morta, e quando essi stanno per trionfare, ecco! egli li supera invulnerabile.
Ralph Waldo Emerson, Saggi, 1841/44

Per una tremenda stagione della vita, l'adolescente inganna sé stesso; crede di poter fregare il mondo. Si ritiene invulnerabile. 
John Irving, Le regole della casa del sidro, 1985

Quando una spada ti trafigge l'anima importa conservare l'occhio calmo, non perdere sangue, accogliere la freddezza della spada con la freddezza della pietra. Attraverso quella trafittura, dopo quella trafittura diventare invulnerabili.
Franz Kafka, Quaderni in ottavo, 1916/18

L'innocenza è la solida rocca che nessuna ingiustizia o ingratitudine umana possono prendere o abbattere; l'innocenza è la purezza che nessuna violenza violenza può oltraggiare, è l'invulnerabilità che neppure la morte può ferire a morte.
Søren Kierkegaard, Discorsi edificanti, 1843

Un animo grande è superiore all'ingiuria, all'ingiustizia, al dolore, al dileggio; e sarebbe invulnerabile, se non soffrisse per compassione.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

L’uomo ordinario è coraggioso e invulnerabile, come un eroe, quando non vede il pericolo, quando non ha occhi per esso. Viceversa: l’eroe ha l’unico punto vulnerabile nel dorso, cioè dove non ha occhi.
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano, 1878

È la conoscenza dei pericoli che ce li fa temere: chi si credesse invulnerabile non avrebbe paura di nulla.
Jean-Jacques Rousseau, Emilio o Dell'educazione, 1762

La resilienza comporta un prezzo da pagare: non è vero che le persone resilienti sono felici. La resilienza non ha nulla a che vedere con l'invulnerabilità o con il successo sociale: essa presuppone di morire in un primo momento, affrontare le prove prima di superarle e solo in seguito uscirne rinforzati.
Fabio Sbattella e Marilena Tettamanzi, Fondamenti di psicologia dell'emergenza, 1994

Nulla in natura è tanto sacro da non trovare un sacrilego, ma non per questo gli esseri divini sono meno in alto, se esiste chi cerchi di assalire una grandezza posta di molto oltre sé, anche se non la toccherà; è invulnerabile non quel che non viene colpito, ma quel che non viene leso.
Lucio Anneo Seneca, La fermezza del saggio, Dialoghi, I sec.

Il sapiente non è soggetto ad alcuna offesa; pertanto non importa quante frecce siano scagliate contro di lui, dal momento che è del tutto invulnerabile.
Lucio Anneo Seneca, La fermezza del saggio, Dialoghi, I sec.

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: InvincibilitàForza - Corazza - Vulnerabilità

Nessun commento: