Caterina Kotia Marchese - Frasi "over the word"

Selezione di aforismi, frasi e citazioni di Caterina Kotia Marchese (Palermo 1971), scrittrice e aforista italiana. I seguenti pensieri di Caterina Kotia Marchese sono tratti dal libro Over the word (Se il dubbio è un macigno la certezza è un colpo in canna), pubblicato da Irda Edizioni nel 2013.
Caterina Kotia Marchese
Over the word
Se il dubbio è un macigno la certezza è un colpo in canna 
© Irda Edizioni 2013

A volte ci vuole più forza nell'arrendersi, che nel combattere, soprattutto quando è la vita, che sfacciatamente, insiste nel farti deporre le armi.

A volte il male ricevuto dagli altri è poca cosa, rispetto a quello che si subisce da se stessi.

Alcune persone non piacciono perché non le si conosce abbastanza. Tante altre piacciono per lo stesso motivo.

Ammirevoli sono quelle rare persone che non sovrastano il sentimento e la propria evoluzione, per far fede a dei principi, e non mancano comunque di coerenza. Perché ciò che scelgono viene da un sentire profondo di sé.

Bisognerebbe fidarsi più della vita che delle persone, non perché quest'ultime non siano sincere, ma perché spesso non sono esse stesse coscienti di quanto poco profondo sia, solitamente, ciò che provano.

Certe solitudini penetrano nelle ossa come freddo umido tagliente, lasciando ferite profonde che difficilmente guariranno.

Chi ti ama veramente detesta solo non poterti vivere, comunque tu sia.

Ci sono relazioni speciali, come piante rare, che hanno bisogno di un ambiente protetto da sguardi esterni, per poter sbocciare.

Come ci si può liberare della trappola, se la stessa trappola è la via di fuga?

Dio e diavolo spesso sono scuse dell'uomo per assolvere se stesso.

Eppure molti mentono e gli riesce anche bene; forse perché, prima che ad altri, mentono a se stessi.

Eppure vivere è gustare appieno un calice di buon vino, con la consapevolezza che prima o poi si svuoterà, ma con la fiducia che sarà nuovamente riempito.

Fidati, non ti fidare. 

Forse è l'idea di trovare la felicità con un'altra persona, che fa unire due persone, ma ancor di più che le fa separare.

I ricordi sono cicatrici.

Il bisogno d'amare ed essere amati spinge spesso fra le braccia di perfetti estranei.
Siamo solitudini, che a volte si illudono di incontrarsi.
(Caterina Kotia Marchese)
L'addio chiassoso è quello che fa più male, perché è quello di colui che è già stato abbandonato.

L'essere umano ha bisogno di superare mille tempeste, per gioire di un arcobaleno.

La poesia nasce nel silenzio e nella resa. Il suo regno è la notte, quando incontra il poeta disteso e indifeso.

Le poesie sono frammenti di dolore che il poeta libera dalla sua anima.

Le poesie sono spesso lettere d'amore spedite senza scrivere il destinatario. Non le capirebbe.

Le donne vorrebbero stare con un angelo, ma poi finiscono con un lupo.

In realtà tutte vorrebbero un angelo-lupo.

La vecchiaia inizia dal disincanto.

La vita mette sempre a dura prova gli animi più sensibili.

Meglio non giudicare male gli altri. Poi si è costretti a essere migliori.

Ogni sofferenza racchiude in sé una gemma preziosa.

Per conoscere veramente una persona nel suo profondo, devi osservare come si comporta nella coppia, quando è finito il periodo dell'innamoramento.

Quando si finisce di giocare, si comincia a invecchiare.

Quando si cade nell'abisso della sofferenza si è di fronte a due scelte: continuare a precipitare o salire fino in cima e cogliere un diamante.

Raro è l'uomo libero, che della libertà non ne fa prigioni.

Sapere è molto importante, ma per vivere è necessario dimenticare.

Se la realtà ti sta troppo stretta, allargala con la fantasia.

Se vuoi diventare qualcuno, incomincia a essere nessuno.

Se accetti la vita con pienezza e non vuoi vivere nella mediocrità, accetti di pungerti, per goderti il profumo delle rose.

Siamo solitudini, che a volte si illudono di incontrarsi.

Tocca, anche inconsapevolmente, un punto debole di una persona, e anziché un essere più cosciente, ti troverai accanto un nemico.

Un addio detto con rabbia è spesso una supplica di riconciliazione.

Vi sono silenzi che vibrano come note libere in un cielo di infinita consapevolezza.

Libro di Caterina Kotia Marchese
Over the word 
(se il dubbio è un macigno la certezza è un colpo in canna)
Editore: Irda Edizioni, 2013

L’aforisma è un frammento che si stacca da tutto, che esprime una ribellione (al potere, alla realtà, ai luoghi comuni). L’aforisma sfalda la realtà dissociandosi, dissentendo e diffidando. Ciò spiega benissimo perché l’aforisma è un genere di nicchia. Esso pone domande spesso scomode, costringendoci a pensare, riflettere e guardare la realtà da un altro angolo visuale. L'opera di Caterina Kotia Marchese è un'autentica raccolta di pensieri che fanno pensare e ripensare il fine ultimo della nostra esistenza. Una sorta di guida sull'anima umana e sulle sue contraddizioni. Di qui anche quella particolare sensibilità dell'autrice nell'indagare l'esistenza degli opposti, dove gli elementi si possono contrapporre o rovesciare: reale-irreale; possibilità-impossibilità; bene-male; principio- fine, ecc. In pratica una raccolta di aforismi che smontano gli artefici linguistici e sociali del nostro mondo con interrogazioni continue, brevi frasi sospese nel silenzio pronte a catturare nuove energie vitali per ricominciare.

Note
  1. La proprietà intellettuale degli aforismi sopra riportati appartiene a Caterina Kotia Marchese, che ne detiene i diritti. È vietata la loro riproduzione integrale su altri siti web.
  2. Vedi anche le frasi più belle di: Alessia S. Lorenzi - Claudia Magnasco - Selene Pascasi

Nessun commento: