Sandro Montalto - Aforismi, frasi e citazioni

Selezione di aforismi, frasi e citazioni di Sandro Montalto (Biella 1978), bibliotecario, critico letterario, poeta e aforista italiano. Sandro Montalto è direttore editoriale delle Edizioni Joker e direttore dei semestrali «La clessidra» (rivista di cultura letteraria) e «Cortocircuito» (semestrale di cultura ludica). È anche redattore e collaboratore di molte altre riviste letterarie italiane e straniere. Fa parte della giuria di alcuni premi letterari, ed è giurato e direttore tecnico del premio internazionale di aforistica Torino in sintesi, nonché vicepresidente della Associazione Italiana per l’Aforisma.
Riguardo alla scrittura aforistica, afferma Sandro Montalto: "Scrivere aforismi è un modo per riappacificarsi con la vita che ci vuole tutti salti e capriole, ma è anche un modo per conferire senso a quei momenti in cui il piede non poggia a terra, il passo non è concluso e tutto è fumo, incertezza".
I seguenti aforismi di Sandro Montalto sono tratti da L’eclissi della chimera (Joker 2005), uno dei migliori libri di aforismi pubblicati nel primo decennio del 2000.
Sandro Montalto
L’eclissi della chimera
© Joker 2005 - Selezione Aforismario

"Al cuor non si comanda". È una buona scusa, ma non una giustificazione valida!

Alcuni hanno tanto di quel lavoro da fare che non trovano nemmeno il tempo di iniziare.

All'uomo piace credere di essere superiore in amore, dominante. Alla donna piace dominare lasciandoglielo credere.

Artisti si nasce. Ma poi bisogna diventarlo.

Bisognerebbe trovare la giusta quantità di parole scritte, affinché non ci si perda né nel vuoto delle lacune, né nel magma delle frasi che si autogiustificano.

C'è poco fra la vita e la morte, ma è tutto.

Ci sono anche i buoni per puro spirito di contraddizione.

Ciò che esiste ha in sé, in virtù di questa sua caratteristica, il più grave dei difetti

Conosco persone che non sopportano chi resta senza posizione, così assumono quelle di tutti.

Conosco persone senza scrupoli che fingerebbero di voler possedere una donna per attirarla a casa propria e discutere di letteratura.

Diario, prima pagina: Oggi sono nato. Questo fatto, lo so, mi porterà alla tomba.

Dobbiamo sforzarci di essere obiettivi, non modesti: altrimenti facciamo il lavoro del nemico.

È difficile educare un figlio. Molti scelgono perciò la via più facile e si limitano a mantenerlo.

È un uomo che si potrebbe definire stupido, ma sarebbe troppo gentile.

Fiduciosi si nasce, malfidenti si diventa.

Finché vi saranno due uomini sulla terra, vi saranno motivi per litigare.

Ho il presentimento che i presentimenti siano una sciocchezza.

I peccati si scontano in cielo, gli sbagli sulla terra.
La vita è troppo lunga per fare previsioni
e troppo breve per fare progetti. (Sandro Montalto)
L'aforisma è come una barzelletta: lo si uccide spiegandolo.

L’egoista è uno stupido e lo odio. L’altruista è uno stupido, ma non importa.

L'inferno è vedere chiaramente la via d'uscita ma non poterla raggiungere.

L’uomo non può sapere tutto, ma non è un buon motivo per non sapere niente.

La Bibbia ci dà la consolazione di sapere che dio ha presente la situazione imbarazzante degli uomini.

La bontà è una virtù solo quando è già stata duramente messa alla prova.

La felicità è un momento di pausa.

La mia nascita fu un caso; la mia vita è un caos. Insomma, vivo un anagramma!

La modestia è l'arte di sottolineare le proprie virtù sminuendole.

La vita è troppo lunga per fare previsioni e troppo breve per fare progetti.

La vita non è una tenzone alla pistola, ma alla scherma: i colpi si danno e si prendono.

La virtù si predica, il vizio si esercita.

Le cose piacevoli le si ricorda sempre attraverso quelle spiacevoli.

Mi piacerebbe amarmi, ma mi faccio amare da altri: è meno faticoso e i motivi sono affari loro.

Molti sono incompresi perché sono incomprensibili.

Non dobbiamo mai dimenticare i nomi di chi ci dimentica.

Non si avvicina la gente alla cultura abbassando la cultura alla gente.

Ogni paese ha la sua stupidità: solo dopo averla colta possiamo sentirci un po’ a casa nostra.

Ogni parola è un indispensabile assassinio del silenzio.

Più che quelle che non colsi, amo le rose che non mi punsero.

Prendersi in giro è un modo di prendersi adeguatamente sul serio

Sorridere è il modo più urbano di mostrare le zanne.

Troppo spesso, chi teme la vecchiaia ha stupidamente sciupato la giovinezza.

Libro di Montalto consigliato da Aforismario
L’eclissi della chimera
Editore: Joker, Novi Ligure 2005

In questo volume si troveranno frammenti di ogni tipo - autentici mondi, almeno in alcuni casi, che andranno letti dentro e tra le righe, sul rovescio e lungo il margine dei fogli. In obbedienza alla loro origine e storia indulgono a bagliori poetici, episodi moralistici, involuzioni, autoscopìe, prescrizioni, dissimulazioni, sabotaggi e supponenze; inseguono ora la rotunditas ora l’abbreviatio, la continuità nella discontinuità; unica guida la fedeltà alle proprie sensazioni e il rifiuto di ogni dogmatismo sostanziale e formale, condito con una certa ricerca sulla forma breve (consapevoli che la brevità postula sempre una conoscenza condivisa) e qualche serissima risata. Il lettore troverà dunque aforismi in convivenza litigiosa eppure necessaria con frammenti, sentenze, epigrammi, motti, gnòmai, apoftegmi, citazioni, neoproverbi, adagi, microsaggi, massime, ritratti, pensieri, spasmi, poche amenità e qualche parodia (di generi detestabili quali il diario, la lettera o il pensiero ridotto a boutade). Necessitiamo davvero di una resistenza ad architetture che ci spacciano per solide ed accoglienti mentre sono solo trasparenti e a beni preziosi che sono solamente costosi, di un pensiero che sappia travalicare i generi e raggiungere l’uomo invece di adagiarsi in comode e ben ordinate scaffalature. Non vorrei essere né predicatore né accusatore né inquisitore e nemmeno, non sia mai, idealista: desidero solamente essere un uomo che si guarda attorno e tenta di mettere a nudo le parole, all'occorrenza usando la frusta se le pulci si trasformano in leoni. Occorrono mille armi per fronteggiare mille belve, nonché un caparbio disinteresse nei confronti di chi esige circenses secondo copione, siccome l’unità della lotta di un uomo risiede al di là di ogni corso di addestramento, nel suo nucleo più profondo ed intimo.

Note
  1. La proprietà intellettuale degli aforismi sopra riportati è dell'autore, che ne detiene i diritti. È vietata la loro riproduzione integrale su altri siti web.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: Rinaldo CaddeoAntonio Castronuovo - Roberto Morpurgo

Nessun commento: