Edme-Pierre Chauvot de Beauchêne - Massime, riflessioni e pensieri

Selezione di aforismi, frasi e citazioni di Edme-Pierre Chauvot de Beauchêne (Villefranche 1749 - Parigi 1824), scrittore e medico francese. Beauchêne è noto soprattutto per i suoi studi pionieristici sull'isteria pubblicati nel 1783 ne L'Influence des affections de l'âme dans les maladies nerveuses des femmes (Sull'influenza delle affezioni dell'anima nelle malattie nervose delle donne).
I seguenti aforismi di Edme-Pierre Chauvot de Beauchêne, tradotti in italiano da Aforismario, sono tratti dalla raccolta Massime, riflessioni e pensieri diversi, pubblicata per la prima volta nel 1817.
Coloro che parlano molto pensano poco: se pensassero di più
parlerebbero di meno. (Edme-Pierre Chauvot de Beauchêne)
Massime, riflessioni e pensieri diversi
Maximes, réflexions et pensées diverses, 1817
Traduzione dal francese a cura di Aforismario

Affinché l'amicizia fosse possibile, sarebbe necessario che gli amici avessero un'unica volontà, e che essa fosse sempre la medesima.

Burlarsi dei filosofi, significa credersi più filosofi di loro.

Chi è propenso a riparare i propri torti, non merita che gli siano rimproverati.

Chi si crede più accorto di tutti gli altri è quasi sempre il più facile da ingannare.

Ci sono difetti che danno luce alle buone qualità.

Ci sono mille modi diversi di avere un carattere; ma ce n'è solo uno di avere del carattere.
[Il y a mille manières différentes d'avoir un caractère; il n'y en a qu'une d'avoir du caractère].

Ci sono persone che vedono tutto, e non gli si può nascondere niente; ce ne sono altre che non vedono niente, nemmeno quello che gli viene mostrato.

Coloro che parlano molto pensano poco: se pensassero di più parlerebbero di meno.
[Ceux qui parlent beaucoup pensent peu: s'ils pensaient davantage ils parleraient moins].

Con un po' d'intelligenza e molta memoria, si può passare per sapienti, e persino diventarlo.

È forse più facile essere generosi che giusti.
[Il est peut-être plus facile d'être généreux que juste].

È più facile prendere delle buone abitudini che perderne di cattive.
[Il est plus facile de prendre de bonnes habitudes que d'en perdre de mauvaises].

È raro che non si possano correggere i difetti delle donne per mezzo del loro cuore.

I segni esteriori di una grande afflizione, sono per i vivi ciò che i mausolei sono per i morti: essi sono spesso testimonianza più dell'orgoglio che del dolore o della virtù.

Il cuore dell'uomo è troppo corrotto per essere capace dei sublimi sacrifici che esige l'amicizia.

Il lusso lusinga la vanità dei ricchi, ma prosciuga la fonte delle virtù che sono necessarie per farsi perdonare le loro ricchezze.

Il piacere è il nemico della felicità.
[Le plaisir est l'ennemi du bonheur].

Irritarsi contro la debolezza è dimostrare che non si è forti.

L'amore è l'unica passione che può cambiare il carattere.
[L'amour est la seule passion qui puisse changer le caractère].

L'eloquenza è un dono di natura che deve più al cuore che alla mente.

L'ingratitudine nuoce solo agli ingrati.

L'invidia è per l'anima ciò che la ruggine è per il ferro. La consuma

L'obiettivo dell'ambizione è come l'orizzonte: si allontana man mano che si avanza.

L'onore è l'istinto della virtù; e sebbene sia una qualità naturale, è sviluppato dall'educazione, sostenuto dai principi e rafforzato dall'esempio.

L'orgoglio del benefattore preferisce talvolta l'ingratitudine alla riconoscenza.

L'uomo prudente tace quando ha troppo da dire.

La carità è una qualità dell'anima che nemmeno l'ingratitudine può distruggere.

La gelosia che sopravvive all'amore è dovuta solo alla vanità.

La mente abbaglia, la ragione illumina.
[L'esprit éblouit, la raison éclaire].

La modestia deve stare nel mezzo tra la vanità e l'umiltà; ma è spesso più vicina a quella che a quest'altra.

La modestia sta allo spirito come il pudore sta alla bellezza.
[La modestie est à l'esprit ce que la pudeur est à la beauté].

La noia è una malattia di cui il piacere è più spesso la causa che il rimedio.
[L'ennui est une maladie dont le plaisir est plus souvent la cause que le remède].

La pietà filiale è la più soave delle virtù.

La prosperità e l'avversità sono spesso per l'anima una prova ugualmente difficile.

La riflessione è per la mente ciò che l'esercizio è per il corpo; la sviluppa e la fortifica.

La stima degli stolti è nulla; la stima delle persone intelligenti è poca cosa; la stima delle persone oneste è l'unica della quale ci si possa congratulare con sé stessi.

La timidezza è composta dal desiderio di piacere e dalla paura di non riuscirci.
[La timidité se compose du désir de plaire et de la crainte de ne pas réussir].

La vita più conforme alla virtù è, a lungo andare, la più piacevole di tutte.

Le passioni sono per l'anima ciò che le malattie sono per il corpo.
[Les passions sont à l'âme ce que les maladies sont au corps].

Nessuno è più insopportabile di chi non ha mai torto, se non colui che crede sempre di aver ragione.

Noi amiamo, cerchiamo la semplicità ovunque, e non la mettiamo da nessuna parte, nemmeno nelle nostre leggi. Quale contraddizione tra i principi dell'uomo e la sua condotta!

Non è cosa da poco saper essere infelice; in confronto, saper morire non è nulla.
[Ce n'est pas une petite affaire que de savoir être malheureux; en comparaison, savoir mourir n'est rien].

Non è sufficiente avere dell'intelligenza per non essere sciocchi, bisogna anche saper usarla.

Non si stimano sempre coloro che hanno delle virtù, non si disprezzano sempre coloro che hanno dei vizi, ma non si fa mai caso di coloro che non hanno né vizi né virtù.
[On n'estime pas toujours ceux qui ont des vertus, on ne méprise pas toujours ceux qui ont des vices mais on ne fait jamais aucun cas de ceux qui n'ont ni vices ni vertus].

Ricercare la stima degli altri per mettersi al di sopra di loro, è rendersene indegni.

Saper mettere in armonia le proprie esigenze e le proprie capacità, significa aver trovato la fonte più feconda di ricchezze e di felicità.
[Savoir mettre en harmonie ses besoins et ses facultés, c'est avoir trouvé la source la plus féconde de richesses et de bonheur].

Se la timidezza è così difficile da correggere, è perché nasce dal carattere e dall'amor proprio.

Si perdona più difficilmente un torto ai propri amici che ai propri nemici.
[On pardonne plus difficilement une injustice à ses amis qu'à ses ennemis].

Spesso i pensieri vengono senza pensarci, e, se non stiamo attenti, se ne vanno allo stesso modo.

Trascurare di piacere è un torto che gli uomini non perdonano alle donne.

Una bella donna senza pudore, è un fiore senza profumo.
[Une belle femme sans pudeur, est une fleur sans parfum].

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: Gustave Le Bon

Nessun commento: