Maria Luisa Spaziani - Aforismi, frasi e citazioni

Selezione di aforismi, frasi e citazioni di Maria Luisa Spaziani (Torino 1924 - Roma 2014), traduttrice, poetessa e aforista italiana. Maria Luisa Spaziani ha pubblicato diverse raccolte di poesie, tra le quali possiamo ricordare: Le acque del sabato (1954), Utilità della memoria, (1966), L'occhio del ciclone (1970), Geometria del disordine (1981) e La luna è già alta (2006), tutti pubblicati con l'editore Mondadori.
Maria Luisa Spaziani ha dedicato molta attenzione anche alla scrittura aforistica, come testimoniano sia gli aforismi pubblicati nel 1993 nella rivista Poesia, sia la sua attività di presidentessa onoraria del Premio Internazionale per l'Aforisma "Torino in Sintesi". Gli aforismi di Maria Luisa Spaziani sono caratterizzati da una vena umoristica molto fine ed efficace, che rende la loro lettura assai piacevole.
Maria Luisa Spaziani
Aforismi
1993

Abbiamo convissuto trent'anni. Ora sarebbe bello che ci sposassimo. Già, ma a quest'età dove trovare due disposti a farlo?

Amor che a nullo amato amar perdona ... A proposito, quando è stata abrogata questa legge?

Diventata immortale, ebbe appena il tempo di compiacersene.

E ora parliamo un po' di te. Mi ami?

E se Parigi non valesse una messa?

E se per una volta ridessimo sul latte versato?

È un borghese: sogna intensamente soltanto le cose possibili.

«Finalmente ho incontrato una donna intelligente.» «Ah, e ha parlato con te?»

I maestri ci hanno ingannati: sapevano benissimo, a nostra insaputa, che li avremmo traditi.

In principio c'era il Verbo. Il guaio cominciò con le coniugazioni.

Invecchiare non sarà niente se nel frattempo saremo rimasti giovani.

lo non devo nessuna riconoscenza a Noè, disse il pesce.
Nessuno è più odioso di chi si ostina a voler avere ragione
e poi in effetti ce l'ha. (Maria Luisa Spaziani)
La rabbia impotente che si prova contro chi ci ha rubato un'idea secoli o decenni fa.

La vita mi ha dato fin troppo. Ma forse non mi ha dato il meglio.

Le pietre che mi avete lanciate sono state un ottimo materiale da costruzione.

"Lei è una santa!" dicono al mio passaggio. Ma io ho un alibi di ferro.

Lo amavo. Ogni suo ordine era per me desiderio.

Lo smemorato si dispera per aver dimenticato i suoi rimorsi?

Lo sposi per attrazione sessuale? Vuoi costruire la casa cominciando dal tetto?

Magari avessi anch'io una moglie, si lamentò la scrittrice.

Matrimonio. A chi venisse trascinato al rogo in una gelida giornata di febbraio, gli ultimi trenta metri
prima del fuoco potrebbero sembrare piacevolissimi.

Mi sentirei di lodarlo se potessi fare il suo elogio funebre.

Nessuno è più odioso di chi si ostina a voler avere ragione e poi in effetti ce l'ha.
E ora parliamo un po' di te. Mi ami? (Maria Luisa Spaziani)
Oggi la poesia è un movimento clandestino di resistenza.

Prima di disperarti per il numero dei tuoi nemici, pensa quanti dei tuoi nemici sono nemici fra di loro.

Quel presago stringimento di cuore quando a sera guardi una vetrina e di colpo si spengono le luci.

Se Dio c'è, non venitecelo a dire troppo tardi.

Sforzandosi di fare tanti soldi, non sapeva che stava allevando la propria schiavitù.

Sono sincera, ma non per questo devi credere che io dica la verità.

Sovente abbiamo mentito. Se avessimo detto la verità, il risultato sarebbe stato lo stesso.

Un film è un'illusione ottica. come probabilmente tutto il resto.

Un sogno: essere l'avvocato della Gioconda nella causa contro Duchamp.

Usciti dal Paradiso Terrestre si misero a parlare in prosa.

Note
  1. La maggior parte degli aforismi di Maria Luisa Spaziani riportati in questa pagina sono tratti da: Gino Ruozzi, Scrittori italiani di aforismi, vol. II, Mondadori, 1996.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: Alda Merini

Nessun commento: