Omraam Mikhaël Aïvanhov - Frasi e massime spirituali

Selezione di aforismi, frasi e massime di Omraam Mikhaël Aïvanhov (Srpci 1900 - Fréjus 1986), esoterista e pedagogo bulgaro. L'Insegnamento di Omraam Mikhaël Aïvanhov è esclusivamente orale, per cui i libri che si trovano in commercio sono ricavati da conferenze stenografate o registrate su nastri magnetici.
Omraam Mikhaël Aïvanhov
Discorsi
1938-1986 - Selezione Aforismario

Armatevi delle armi dell'amore e vedrete che nessuno potrà resistervi, e non vi si potrà mai rinfacciare il fatto che abbiate voluto usare tali armi.

Chi non si mette al servizio del mondo della luce si mette necessariamente al servizio delle tenebre. È una legge implacabile.

Ciascuno di noi è costituito da tre principi fondamentali: l'intelletto, il cuore e la volontà. L'intelletto ha bisogno della luce (la conoscenza), il cuore ha bisogno del calore (l'amore), e la volontà vuole agire cercando di manifestare la luce dell'intelletto e il calore del cuore.

Dio lavora con le due forze che sono la clemenza e il rigore... Allo stesso modo, per essere utile ed efficace, un pedagogo deve sapersi mostrare a volte indulgente, altre severo.

È giusto che lavoriate per guadagnarvi da vivere, che vi sposiate e formiate una famiglia ma, al tempo stesso, dovete prefiggervi una meta luminosa e possedere dei metodi di lavoro che vi permettano di progredire sul cammino dell’evoluzione.

Gli esseri umani, con la loro ingratitudine e insoddisfazione dimostrano di non avere intelligenza perché, anziché riconoscere le benedizioni di cui il Cielo li colma, vedono ovunque solo motivi per perdere la fede, l’amore e la gratitudine.

Gli esseri umani devono sapere che non saranno mai totalmente al riparo e protetti. Sono sulla terra per imparare e per svilupparsi; le difficoltà e le prove sono là proprio per costringerli a farlo, e ad esse non ci si può sottrarre. Allora, invece di correre a destra e a sinistra per esigere, protestare e lamentarsi, ciascuno deve fare un lavoro interiore, poiché è innanzi tutto in se stesso che troverà i rimedi, il conforto e la speranza.

Gli esseri umani, per lo più, comprendono la libertà come i bambini: si credono liberi facendo ogni sorta di cose irragionevoli o pericolose, che in seguito li limiteranno o che addirittura li distruggeranno, poiché avranno aperto le gabbie a delle belve che li dilanieranno e li divoreranno. Soltanto i saggi sanno che per essere liberi ci si deve prima limitare.

Il futuro si costruisce partendo dalle fondamenta che state ponendo ora. Se sono costruite male, è ovvio che non si può pretendere un futuro eccezionale; se invece sono costruite con cura, è inutile preoccuparsi: così come sono le radici, saranno anche il tronco, i rami e i frutti.

Il mondo esterno è il riflesso del mondo interiore; non fatevi quindi illusioni, non troverete mai esteriormente la ricchezza, la pace e la gioia se non avete prima fatto lo sforzo di trovarle interiormente.

Il mondo ha sempre più bisogno di individui capaci di manifestare qualità morali d’eccezione, piuttosto che artistiche, scientifiche o sportive, ecc.

Il segreto più grande, quello che vi consente di svolgere le vostre attività nelle condizioni migliori è di imparare a lavorare sempre con amore. Infatti, è l’amore che rinforza e vivifica.

In ogni istante, potreste essere presi dallo scoraggiamento. Allora, ditevi immediatamente: «La cosa non durerà». Rifugiatevi da qualche parte in voi stessi, come se andaste in letargo, e restate là finché non ritroverete il soffio della vita.
Tutto ciò che fate, fatelo con amore, oppure astenetevi! Quello che fate
senza amore, infatti, vi affatica e perfino vi avvelena.
(Omraam Mikhaël Aïvanhov)
Le tre chiavi essenziali sono: l’amore, la saggezza e la verità: l’amore apre il cuore, la saggezza apre l’intelletto e la verità apre la volontà. Quando avete un problema da risolvere, provate a usare queste tre chiavi. Se la prima non apre la porta, provate la seconda e, se neppure la seconda funziona, provate la terza.

Meglio essere analfabeti ma felici e vivere una vita piena, che essere sapienti, con una buona posizione in società, ma tristi, inquieti e angosciati.

Non appena disponete di un minuto libero, in qualunque luogo vi troviate, invece di perder tempo o irritarvi perché vi si fa attendere, approfittate dell’occasione per calmarvi e ritrovare il vostro equilibrio: poi potrete riprendere la vostra attività con forze rinnovate.

Non chiedete il successo, poiché questo non dipende da voi, ma dal Cielo, ed esso ve lo darà quando giudicherà saggio darvelo.

Non continuate a lamentarvi delle difficoltà e degli ostacoli che incontrate nella vostra vita, poiché sono proprio quegli ostacoli che vi fanno progredire.

Non dimenticate mai che in voi c’è un magnifico terreno da coltivare, e che potrete distribuire i fiori e i frutti che vi crescono a tutti coloro che incontrate. Grazie al desiderio di dare sempre qualcosa della vostra anima e del vostro spirito, in voi non cesserà mai di fluire la vita.

Ogni mattina, risvegliandovi, dovete cominciare la giornata mettendovi in sintonia col mondo dell’armonia universale, ed è solo dopo che potete preparare la colazione, baciare i vostri figli, vestirli, conversare con loro, o andare al lavoro.

Pace e benessere - dipendono solo dalla buona volontà degli esseri umani.

Per creare delle buone associazioni, bisogna essere prudenti e saper mantenere certe distanze. Credete che un ponte sarebbe solido se i piloni dell'arco fossero molto vicini tra loro?

Per essere utile ed efficace, un pedagogo deve sapersi mostrare a volte indulgente, altre severo.

Quali che siano i vostri tormenti, non lasciate mai che il vostro cielo interiore si oscuri completamente. Ditevi: «Può darsi che non tutto sia perduto, aspettiamo ancora un po’». E a poco a poco l’oscurità incomincerà a dissiparsi e il freddo se ne andrà.

Se per qualcuno l'essenziale sta nel piano materiale − il successo, il denaro, il piacere... − ed egli non lascia spazio nella propria mente ai valori spirituali, evidentemente costui resterà altrettanto debole e limitato. Ma se decidesse di dare il primo posto all'amore, alla bellezza, allo spirito, senza preoccuparsi di sapere se sarà ricco o povero, se avrà begli abiti o sarà vestito di stracci, se sarà onorato o ridicolizzato, a partire da quel momento, per lui tutto sarà possibile!

Se sapete accogliere qualcuno con molto amore, questi si apre a voi e vi dà tutto; se lo ricevete male, si chiude e non vi dà nulla. Esponete un fiore alla luce e al calore, e lo vedrete aprirsi, donare il suo profumo; mettetelo nel freddo e nell'oscurità, e lo vedrete chiudersi.

Su una ruota che gira rapidamente, il fango non riesce ad attaccarsi, ma viene respinto. Sta dunque a voi, ora, comprendere che avete tutto l'interesse ad essere attenti, a non lasciarvi andare alla mollezza e alla pigrizia. Occorrono degli esercizi per tutto: per il corpo, per la volontà, per il cuore, per l'intelletto, per l'anima e per lo spirito. In questo modo, entrate in uno stato di vibrazione che respinge tutte le impurità, e potete continuare ad avanzare molto a lungo.

Tutto ciò che fate, fatelo con amore, oppure astenetevi! Quello che fate senza amore, infatti, vi affatica e perfino vi avvelena, per cui non meravigliatevi se poi vi sentite esauriti e disturbati.

Libro di Aïvanhov consigliato
Regole d'oro per la vita quotidiana
Editore: Prosveta, 2007

Una nuova dimensione della vita quotidiana attraverso gli atti che si compiono, gli avvenimenti che si presentano, gli esseri che ci circondano. Nulla è più difficile per l'uomo che porre lo Spirito al suo vero posto: il primo. Fatta eccezione per le esperienze dei santi e dei mistici, talvolta questi tentativi sono destinati all'insuccesso provocando amarezze e scoraggiamenti. Per questa ragione l'autore, al fine di evitare eccessi e disequilibri con la realtà di tutti i giorni, propone di assumere gli atti della vita quotidiana come punto di partenza del cammino di perfezionamento individuale, ponendoli alla base di una spiritualità autentica.

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: Osho

Nessun commento: