Eros Drusiani - Aforismi, frasi e battute divertenti

Selezione di frasi e battute divertenti di Eros Drusiani (Bologna 1954), umorista e cabarettista italiano. Eros Drusiani ha pubblicato libri di diverso genere, tra cui: Il bestiario, il fruttuario, il sassario (1983), Avrei preferenza di no: parole per quando non avete niente da dire (1993), Imbecilli d'Italia (1999), Non facciamoci mancare nulla (2000), Luna di miele senza fate (2003), 
Eros Drusiani è noto soprattutto per le sue numerose battute umoristiche pubblicate in riviste comiche e in fumetti (Lupo Alberto, Cattivik, Comix, Animal Comics, ecc), e che circolano ormai da anni sui social network e su vari siti web.
Eros Drusiani
Frasi e battute umoristiche
© Eros Drusiani - Selezione Aforismario

Al mondo ci sono molti maschi e pochi uomini.

Alcuni più che vecchi muoiono tardi.

Alcuni studiosi sostengono che le energie che occorrono per quindici giorni di vacanza equivalgono a quelle consumate in due mesi di lavoro. In compenso quello che si spende in quindici giorni di vacanza corrisponde a quello che si guadagna in due mesi di lavoro.

Alla festa era così elegante che lo scambiarono tutti per un cameriere.

Andò in banca e chiese come meglio investire i suoi capitali. Il funzionario ci pensò e disse: "Oggi come oggi conviene ancora fare dei BOT". Rispose: "Ben!", e spese tutto in fuochi artificiali.

Aveva una faccia così da culo che la carta igienica appena entrava in bagno gli si srotolava incontro…

Basta salire su un autobus di mattina per capire che l'uomo è un animale sociale ma sicuramente poco socievole.

C'è chi è pieno di sé pur essendo completamente vuoto.

C'è chi fa una sola cosa giusta nella vita: morire giovane!

C'è chi in una trova tutte le donne e chi, fra tutte le donne, non ne trova una.

C'è chi non ha niente da dire e lo vuole continuamente ribadire.

C'è chi non sa quello che dice perché dice esattamente quello che pensa.

C'è chi odia gli zingari e poi non vede l'ora di andare in vacanza col camper o la roulotte.

C'è chi sa parlare benissimo in inglese ma continua a pensare malissimo in italiano.

C'è chi sa parlare sei lingue ma non sa tacere in nessuna.

C'è chi scrive romanzi per far ridere e piangere. Peccato che spesso si rida dove si dovrebbe piangere e si pianga dove si dovrebbe ridere.

C'è chi sta male con il cappello e chi con il fegato.

C'è chi va avanti per raggiungere gli altri.

C'è chi vorrebbe fare i soldi per potersi permettere la vita che fa.

C'è gente a cui le parole entrano da un orecchio ed escono dall'altro. Ciononostante in quel breve passaggio fanno in tempo a cambiare.

Chi pone tante domande raramente ha il tempo per ascoltare le risposte.

Chi sa attendere è paziente, ma gli altri non sono tutti dottori.

Chi va piano... arriva dopo.

Ci sono donne che vanno verso i quaranta e altre che vi ritornano.

Ci sono persone che godono solo quando non si accontentano.

Ci sono persone che meritano tutto il nostro disprezzo. Altre invece se lo devono guadagnare.

Ci sono persone che seguono soltanto la propria incoscienza.

Ci sono situazioni così dubbie che non lasciano dubbi.

Ci sono uomini che credono nella giustizia divina e altri che si credono dei.

Da anni leggeva Kant, Schopenhauer, Nietzsche... ma non era ancora riuscito a capire chi era l'assassino.

Da giovane era un tipo insignificante ma con l'età riuscì a coprirsi di ridicolo.

Da quando l'acqua del rubinetto è potabile si beve quasi esclusivamente acqua minerale.

Dall'amore si può essere rapiti. Più difficile è che qualcuno paghi il riscatto.

Decise di eliminare il superfluo: fece una strage!

È meglio andare incontro a una delusione che a un muro.

È meglio morire per vivere che vivere per morire.

È più facile cambiare persona che cambiare una persona.

È strano come in certe città si conservino le rovine e si mandi in rovina il resto.

È vero che amare gli animali significa lasciarli liberi… ma non in autostrada.

Era così amante dei paradossi che ne sposò uno.

Era così avaro che quando gli chiedevano l'ora diceva sempre una mezz'oretta in meno.

Era così ignorante che ripeté tre volte la prima comunione.

Era così povero che i passerotti gli portavano le briciole di pane sul davanzale. Ma era così sfigato che le formiche gliele mangiavano tutte!

Era così sciocco che quando gli dissero che doveva rinnovare il guardaroba si tenne tutti i vestiti e cambiò l'armadio.

Era così sensibile che piangeva ogni volta che vedeva un treno partire. Sfortunatamente vinse un concorso da capostazione.

Era un compositore di futili motivi.

Ero innamorato cotto. Lei rimase cruda.

Guidava così piano che i moscerini si spiaccicavano tutti sul finestrino... di dietro!
Ci sono persone che meritano tutto il nostro disprezzo.
Altre invece se lo devono guadagnare. (Eros Drusiani)
I biscotti della nonna sono buoni se la nonna sa farli.

I bisogni della gente spesso... puzzano!

I cattivi a volte si riposano, gli imbecilli mai.

I coglioni sono molto più di due.

I giovani pensano che la vecchiaia sia orribile, poi quando invecchiano scoprono che è vero.

Il modo più veloce per far circolare una notizia è raccontarla facendosi promettere di non dire nulla a nessuno.

Il suo problema era l'invidia del pene. Lo stesso problema di suo marito.

In Italia se si dice che non aumenteranno le tasse si può star sicuri che aumenteranno. Se invece si dice che aumenteranno… anche!

In silenzio anche un idiota può sembrare una persona intelligente. Sfortunatamente gli idioti vogliono sempre parlare.

In spiaggia è più facile ostentare il cellulare che nascondere la cellulite!

In spiaggia si trova di tutto tranne quello che hai perso.

In treno si incontrano spesso molti impiccioni viaggiatori.

L'inflazione correva così in fretta che ad ogni passo la scarpa destra costava più di quella sinistra.

L'insuccesso dà alla testa quanto e più del successo.

La donna con cui ti alzi raramente è la stessa con cui vorresti andare a letto.

La gioventù è un difetto che con il tempo passa.

La malattia più diffusa è la salute degli imbecilli.

La meccanica è una materia difficile. I meccanici di più.

La noia è un sonnifero che non fa dormire.

La sfortuna è molto altruista.

Le case si costruiscono dalle fondamenta e crollano dal tetto. Come le ideologie.

Le merde che si incontrano a volte si pestano e a volte si salutano.

Le persiane per loro natura sono portate ad aprirsi verso l’esterno. Sono gli iraniani che spesso non glielo permettono.

Le regole sono fatte per essere disubbidite con intelligenza e non per essere seguite con stupidità.

Le soddisfazioni impagabili spesso si possono comperare.

Meglio essere l’ultimo che l’ultimo essere.

Molta gente pensa di pensarla diversamente da quel che pensa.

Molti dicono che non sanno come fanno ad andare avanti e non si accorgono che stanno andando indietro.

Nella vita c'è chi insegue le chimere. E chi le vende.

Nella vita può accadere di tutto, ma di solito non capita mai niente!

Non tutti i mali vengono per nuocere, la maggioranza però sì.

Nulla è più profondo del comprendersi ridendo.

Oziare è un lusso che possono permettersi solo poche persone. La maggioranza si annoia.

Per alcuni la mediocrità è un punto d'arrivo.

Per essere oscuri oggetti del desiderio non basta spegnere la luce.

Quando tutto va storto, se qualcosa va dritto è un camion.

Quando vai in vacanza per prenotare una pensione non devi rivolgerti all'INPS.

Più si è imbecille, più si sente il desiderio di farlo sapere.

Scambiare una persona intelligente per un imbecille è grave. Scambiare un imbecille per intelligente è tragico.

Se a Natale o per il compleanno nessuno ti manda regali è inutile chiamare parenti e amici dicendo che passerai tu…

Se è difficile essere profeti in patria all'estero è quasi impossibile.

Se i figli sono il frutto del matrimonio gli sposi sono il concime.

Se la ricchezza non sempre dà la felicità con la miseria si va sul sicuro.

Tanti uomini sono disposti a rovinarsi per una donna. Molti ci riescono.

Troppo spesso quello che conta non è quello che diciamo ma quello che gli altri pensano che noi pensiamo.

Un imbecille sa sempre cosa dire al momento sbagliato.

Volare è utile, atterrare è necessario.

Vorrei si costruisse un monumento / al Cavaliere Silvio Berlusconi /  per vederlo sorridere contento / mentre gli cagano in testa i piccioni.

Dopo anni di tentativi vani / ebbero un figlio, un figlio in provetta. / Lo accarezzavan con gli occhi e le mani / e ripetevano: «Bella pugnetta!».

Libro di Eros Drusiani
Non facciamoci mancare nulla
Editore: Zona, 2000

Il volume è una raccolta di poesie comiche e di giochi di parole di Eros Drusiani, autore e conduttore di programmi televisivi e radiofonici per le reti Rai e Mediaset.

Note
Vedi anche frasi e battute divertenti di: Fulvio Fiori - Gianni Monduzzi - Mirco Stefanon

Nessun commento: